Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aggiungere audio ad un video

di

Mentre eri in vacanza con i tuoi amici, hai girato un video veramente esilarante con i momenti migliori del vostro soggiorno. L’unica pecca del filmato in questione è l’audio: quest’ultimo, infatti, si sente a malapena ed è pieno di brusii che penalizzano le varie scene che si susseguono su schermo. Rivedendo il video varie volte, ti è venuta un’idea che potrebbe certamente “rendere giustizia” ai momenti che hai immortalato: sostituire l’audio con altre tracce sonore scelte appositamente da te.

Stai pensando, ad esempio, che sarebbe fantastico se al posto dei suddetti brusii, come sottofondo del filmato, ci fosse una registrazione di una canzone che tu e i tuoi amici avete cantato insieme, oppure una canzone famosa che vi piace. Non è il caso di aggiungere altro: ho capito perfettamente la situazione, dunque lascia che ti dia un aiuto a compiere quest’operazione.

Nelle prossime righe, trovi spiegato proprio come aggiungere audio ad un video. Mi soffermerò in modo particolare su alcuni programmi che permettono di modificare l’audio dei video in modo completamente gratuito e immediato. In seconda battuta, ti fornirò anche una panoramica delle più valide soluzioni a pagamento per fare editing, in caso tu stia cercando qualcosa di più professionale. Che aspetti allora? Inizia a sistemarti bello comodo per leggere in tutta tranquillità quanto andrò a proporti. Ti auguro un buon divertimento!

Indice

Come aggiungere audio ad un video gratis

Video editing

Se sei d’accordo, inizierei questo tutorial su come aggiungere audio ad un video, mostrandoti “in azione” vari ottimi programmi per computer che ti consentiranno di modificare il sonoro di vari formati di video. I suddetti programmi sono completamente gratuiti e disponibili per i sistemi operativi più diffusi (Windows, macOS e Linux). Ecco tutti i dettagli.

Come aggiungere audio ad un video con Avidemux

Avidemux

Hai mai sentito parlare di Avidemux? Devi sapere che il software in questione è uno dei più diffusi nell’ambito dei programmi di editing gratuiti. Dalla sua, ha alcuni punti a favore decisamente degni di nota: il fatto di essere gratuito ed open source e quello di essere disponibile per Windows, macOS e Linux. Permette di tagliare e unire video, cambiarne risoluzione, framerate, formato, aggiungere filtri di vario genere e, naturalmente, di modificarne la traccia audio. Inoltre, Supporta tutti i più diffusi formati di file multimediali.

Ti premetto da sùbito, tuttavia, che utilizzando questo programma è possibile soltanto aggiungere tracce audio o sostituire quelle esistenti nel video. Pertanto, se intendi creare un video che abbia come sottofondo due o più tracce audio da riprodurre in contemporanea, dovrai prima avvalerti di un altro programma (es. Audacity) per mixare insieme la traccia audio del video originale e l’altra che vuoi aggiungere.

Scaricare Avidemux è semplicissimo: ti basta aprire la sezione Download del sito del programma (con qualsiasi browser di navigazione) e cliccare sulla voce FossHub collocata accanto al nome del sistema operativo installato sul tuo computer: da qui si aprirà un’altra pagina e dovrai cliccare sul nome del tuo sistema operativo per scaricare il file di installazione.

Se hai disposizione un computer con Windows, a download ultimato, apri il file Avidemux_[versione].exe, rispondi alla richiesta di controllo utente di Windows, dopodiché, premi tre volte di fila sul pulsante Successivo per avviare l’installazione. Infine, clicca sulla voce Accetto la licenza e premi ancora due volte sul pulsante Successivo. Per ultimare la procedura, premi sul pulsante Fine.

Se quello che usi è, invece, un Mac, apri il file dmg che hai scaricato e trascina l’icona di Avidemux nella cartella Applicazioni di macOS. Successivamente, fai clic destro sull’icona del programma e premi due volte sulla voce Apri. In questo modo potrai utilizzare sùbito il software in questione aggirando le limitazioni di macOS verso le applicazioni di sviluppatori non certificati (questo passaggio va effettuato solo al primo avvio).

Per procedere, avvia il programma e, nell’interfaccia di quest’ultimo, fai clic sull’icona della cartella, in alto a sinistra, per importare il video a cui vuoi aggiungere l’audio. Dopo aver fatto questo passaggio, per sostituire la la traccia audio del video, clicca sulla voce Audio posta in alto e, da qui, clicca sulla voce Seleziona traccia. Nella finestra che si apre, fai clic sulla voce Track 0 from video (la prima della lista) e, successivamente, premi sulla voce Add audio track dal menu. Una volta che hai selezionato la traccia audio, premi sul pulsante OK.

Invece di sostituire l’audio del video vuoi semplicemente eliminarlo? Nessun problema, al passaggio precedente, ti basta premere sulla casella accanto alla voce Attiva, in modo da togliere il segno di spunta su di essa.

Prima di ultimare la tua nuova creazione hai la possibilità di effettuare la ricodifica del video o meno. Per fare questo, ti basta scegliere uno dei formati disponibili premendo sui primi pulsanti sotto le voci Output video e Output audio nel menu di sinistra. Per mantenere gli stessi codec del video originale e non effettuare ricodifiche, lascia entrambe le opzioni su Copy (opzione predefinita). Premendo sotto la voce Contenitore output puoi scegliere anche il formato del contenitore video che andrai a creare (es. MP4, MKV). Ti consiglio di mantenere il contenitore originale.

Una volta fatto questo, non ti resta che fare clic sull’icona del floppy disk in alto a sinistra, in questo modo puoi salvare il video. Se hai bisogno di altri dettagli sul funzionamento di Avidemux dai un’occhiata al tutorial specifico che ho scritto sul programma in questione.

Come aggiungere l’audio ad un video con VLC

VLC

Il diffusissimo lettore audio e video open source (disponibile su Windows, macOS, Linux, Android e iOS/iPadOS) VLC Media Player ti permette, in qualche modo, di effettuare modifiche ai video. Non essendo un programma nato per questo scopo, tuttavia, la modifica dell’audio con VLC sarà piuttosto lunga e “tortuosa”, quindi, ti consiglio di provare in primis le altre soluzioni che trovi in questo tutorial. Ti informo, inoltre, che utilizzando VLC è possibile soltanto aggiungere tracce audio a un video ed eventualmente sostituire quella originale con un’altra; non è possibile, quindi, “sovrapporre” l’audio.

Per scaricare VLC, apri la pagina di download del sito del programma stesso, clicca sul nome del sistema operativo del tuo computer tra quelli che vedi nell’elenco e, infine, premi sul pulsante Scarica VLC (fai clic sulla freccia al lato di quest’ultimo pulsante per vedere tutte le versioni disponibili, es. 32/64 bit).

Una volta ultimato il download, se utilizzi un PC Windows, apri il file vlc-[versione].exe e premi sul pulsante alla richiesta controllo utente. Premi, quindi, sul pulsante OK e, successivamente, clicca sul pulsante Avanti > tre volte di seguito e, infine, premi sul pulsante Installa. Per concludere, premi sul pulsante Chiudi.

Usi un Mac? In questo caso, apri il file dmg che hai scaricato dal sito di cui sopra e trascina l’icona di VLC nella cartella Applicazioni di macOS. Dopodiché, fai clic destro sull’icona del programma e premi due volte sulla voce Apri per avviare sùbito quest’ultimo aggirando le limitazioni di macOS per i software di sviluppatori non certificati (l’operazione va effettuata solo al primo avvio).

Una volta che il programma si è aperto, premi sul pulsante Prosegui e rimuovi (se presente) l’audio dal video che vuoi modificare. Per fare questo, clicca sulla voce Media collocata in alto a sinistra e, nell’elenco, fai clic sulla voce Converti/Salva. A questo punto, premi sul pulsante Aggiungi per aprire il video suddetto e, una volta che lo hai inserito, fai clic sul pulsante Converti/Salva.

Successivamente, fai clic sul pulsante con l’icona della chiave inglese e, da qui, apri la scheda Codifica audio. Infine, togli il segno di spunta dalla casella della voce Audio premendo sulla casella stessa e, poi, premi sul pulsante Salva. A questo punto, premi sul pulsante Sfoglia per scegliere una destinazione per il video senza audio. Clicca, quindi, sul pulsante Salva e poi sul pulsante Avvia. Fatto ciò, non ti resta che aspettare che l’audio venga rimosso (sul lettore si avvierà un caricamento, non premere nessun pulsante in questa fase).

Una volta che il processo sarà giunto al termine, vai nuovamente su Media > Converti/Salva > Aggiungi e stavolta seleziona il video senza audio che hai appena creato. Prosegui, quindi, cliccando sulla casella accanto alla voce Mostra altre opzioni e, poi, premi sull’altra casella vicino alla voce Riproduci contemporaneamente un altro media.

Clicca, quindi, sul pulsante Sfoglia e seleziona la traccia audio che vuoi inserire premendo sul pulsante Aggiungi. Infine, premi sul pulsante Seleziona. Prosegui, premendo sul pulsante Converti/Salva, dopodiché clicca sul pulsante della chiave inglese, vai alla scheda Codifica audio e clicca sulla casella della voce Audio.

Per concludere, premi sul pulsante in corrispondenza della voce Codifica, seleziona la voce MP3 (o un altro formato che preferisci) e clicca sul pulsante Salva. Non ti resta che premere sul pulsante Sfoglia per scegliere una destinazione del nuovo video e, da qui, premere sul pulsante Avvia per iniziare il processo di creazione al termine del quale avrai il tuo nuovo video con audio personalizzato. Per altri dettagli su VLC guarda qui.

Come aggiungere audio a un video con iMovie

iMovie

Vuoi aggiungere audio a un video utilizzando iMovie, il comodo programma di editing di Apple preinstallato su tutti i dispositivi del colosso di Cupertino? Ottima scelta! Devi sapere, infatti, che grazie all’interfaccia essenziale e alle tante possibilità offerte (aggiunta di sottotitoli, filtri, effetti audio e video di vario genere) il programma è consigliato a chi vuole iniziare a muovere i primi passi nell’ambito dell’editing sperimentando una buona gamma di soluzioni creative.

Se non trovi iMovie nel Launchpad del tuo Mac, puoi scaricarlo dal Mac App Store (premi sul pulsante Ottieni e, se richiesto, verifica la tua identità tramite password dell’ID Apple o Touch ID). Una volta che hai avviato il programma, fai clic sulla voce Progetti e, successivamente, clicca sul pulsante Crea nuovo e, da qui, premi sull’opzione Filmato.

Una volta che hai avuto accesso al menu di creazione, per scegliere il video da importare, clicca sull’icona della freccia rivolta verso il basso collocata in alto a sinistra e, dopo aver selezionato il video, fai clic sul pulsante Importa selezionati. In questo stesso modo puoi importare anche la traccia audio che vuoi inserire (oppure, in alternativa, puoi trascinare direttamente l’icona della traccia nell’interfaccia del programma o aprire la scheda Audio accedendo al menu secondario posto accanto alla sezione I miei file multimediali).

Procedi, quindi, premendo sulla voce I miei file multimediali, posta a sinistra, e fai clic sull’anteprima del video che hai appena importato, da qui, fai clic sul pulsante +. In questo modo il video sarà aggiunto all’area di lavoro; successivamente, premi col tasto destro del mouse sull’anteprima del video nella timeline in basso e, nel menu contestuale, clicca sull’opzione Separa audio. A questo punto, se vuoi cancellare la traccia audio originale, fai clic sull’anteprima dell’audio e premi il tasto canc sulla tastiera del tuo computer.

Prosegui poi tornando alla sezione I miei file multimediali in cui trovi la traccia audio da inserire (se non l’hai ancora, inserita ripeti i passaggi di cui sopra per farlo). A questo punto, clicca sull’anteprima della traccia per selezionarla e, successivamente, fai clic sul pulsante +.

Ad operazione completata, puoi spostare il grafico della traccia audio con il mouse, in modo da posizionarla nel punto esatto del video che desideri. Per tagliarne inizio e fine, invece, fai clic destro sul grafico dell’audio, seleziona la voce Mostra riduttore clip e usa gli indicatori che compaiono ai bordi per impostare i punti di inizio e fine della traccia.

Nel caso in cui avessi deciso di mantenere la traccia audio originale, puoi regolare i volumi delle due, selezionando i rispettivi grafici, poi cliccando sull’icona dell’altoparlante posto in alto a destra e spostando la barra di regolazione che compare sotto.

Per concludere, esporta il nuovo video premendo sull’icona della freccia nel quadrato, posta in alto a destra, e, nella finestra che si apre, clicca sulla voce File. Da qui, premi sul pulsante Avanti e poi sul pulsante Salva. Ecco fatto! Il tuo nuovo video è pronto! Per altri dettagli su queste procedure ti rimando al mio tutorial su come usare iMovie.

Aggiungere audio ad un video online

Kapwing

Come dici? Preferiresti non dover ricorrere a programmi da installare per aggiungere audio a un video in modo da effettuare quest’operazione in modo veramente immediato? Nessun problema: puoi utilizzare Kapwing. Si tratta di un semplicissimo strumento di editing online che ti permette di apportare piccole modifiche ai video che importi (tagli, aggiunta di testo, immagini e, per l’appunto audio). Il servizio è disponibile in versione base gratuita (con la possibilità di creare video della durata massima di 7 minuti) o a pagamento (17 dollari mensili pagati annualmente).

Per iniziare a utilizzare Kapwing, collegati alla homepage del relativo sito e fai clic sulla voce Sign in posta in alto a destra, da qui, scegli se effettuare l’accesso con un account Google o Facebook premendo sui rispettivi pulsanti. Fatto ciò, clicca sul pulsante New content e poi sul pulsante Click to upload per selezionare il video da modificare. A questo punto, per aggiungere un’altra traccia audio al video, premi sulla voce Audio in alto e poi clicca sulla voce Click to upload audio per selezionare la traccia dal tuo computer.

Se, invece, vuoi sostituire l’audio del video con un’altra traccia, clicca col tasto destro del mouse sull’anteprima del video nella barra in basso e, poi, clicca sulla voce Detach audio dal menu contestuale. Procedi facendo clic destro del mouse sull’anteprima della traccia audio in azzurro e, in seguito, clicca sulla voce Delete. Dopodiché, per aggiungere un’altra traccia audio ripeti il passaggio di cui sopra.

Fatto ciò, non ti resta che fare clic sul pulsante Export video collocato in alto a destra e, una volta che il caricamento sarà stato ultimato, fai clic con il tasto destro del mouse sull’anteprima del video e clicca sula voce Salva come. Tutto qui!

Se la soluzione che ti ho appena proposto non dovesse fare al caso tuo, puoi provare a modificare video anche con YouTube. La celebre piattaforma, infatti, ha integrato anche un comodo strumento di editing che ti permette di modificare la traccia audio dei video che carichi; te ne ho parlato in modo approfondito in questo tutorial.

Come aggiungere audio ad un video su iPhone e Android

InShot

Hai intenzione di modificare un video con la tua musica preferita direttamente su smartphone o tablet? In questo caso ti consiglio InShot. Si tratta di una funzionale app (disponibile su Android e iOS/iPadOS) che mette a disposizione un editor piuttosto completo con la possibilità di aggiungere testo, vari effetti, sticker e modificare le dimensioni dei video. L’app di base è gratuita, ma per rimuovere i banner pubblicitari è necessario acquistare la versione completa a 3,09 euro, inoltre è presente anche qualche acquisto in-app opzionale.

Per provare l’app di cui ti parlo, se hai a disposizione un dispositivo Android, apri la pagina di InShot su Play Store (controlla anche se la stessa è presente sugli store alternativi se il tuo dispositivo non dovesse avere accesso ai servizi Google) e premi sul pulsante Installa collocato in alto. Altrimenti, se quello che usci è un iPhone o un iPad, collegati all’App Store e fai tap sul pulsante Ottieni/Installa dalla pagina di download. Dopodiché, se richiesto, procedi verificando la tu identità con Face ID, Touch ID o Password dell’ID Apple.

Una volta avviata l’applicazione (per farlo premi sull’icona della fotocamera su sfondo rosa nella home screen, nel menu delle app o nella Libreria app) fai tap sul pulsante Video di posto a sinistra. Dopodiché, premi sul pulsante Consenti per fornire all’app i permessi di utilizzare il materiale in memoria e, successivamente, seleziona un video da quest’ultima premendo sulla sua anteprima nell’elenco. Infine, premi sul pulsante della spunta verde in basso a destra per procedere.

Per aggiungere al video una traccia audio, fai tap sull’icona Musica e, da qui, premi sulla voce Tracce. Fai, quindi, tap sulla voce La mia musica e scegli la traccia dalla memoria del tuo dispositivo premendo sul relativo nome e, poi, fai tap sul pulsante Utilizzare. A questo punto, se necessario, tieni premuto il dito sull’anteprima della traccia audio per spostarla in corrispondenza dell’inizio del video e, infine, premi sull’icona della spunta in alto a destra.

Se, invece, vuoi rimuovere l’audio del video originale, fai tap sulla barra del video nella timeline, in basso; successivamente, premi sull’icona Musica (quella con il simbolo della nota musicale), fai ancora tap sulla barra del video in basso e sposta verso sinistra l’indicatore del volume dell’audio per rimuoverlo completamente. Concludi facendo tap due volte di seguito sull’icona della spunta a destra.

Prima di esportare il video, per rimuovere il watermark, fai tap su di esso (è posto in basso a destra sull’anteprima del video), dopodiché, fai tap sulla voce Rimuovi gratuito e guarda un contenuto pubblicitario. A questo punto, per esportare il video, fai tap sulla voce Salva collocata in alto a destra, dopodiché scegli un’opzione per la risoluzione tra quelle disponibili e premi nuovamente sulla voce Salva.

Se vuoi provare un’altra app per aggiungere audio a un video ti consiglio Quik, lo strumento del celebre marchio produttore di action cam GoPro. L’app è disponibile su Android e iOS/iPadOS e permette di modificare video in modo gratuito (la versione completa con ulteriori funzionalità è acquistabile al costo di 49,99 annui) con possibilità di partire da modelli predefiniti, per tutti i dettagli sul suo utilizzo controlla il mio tutorial sulle migliori app per modificare video.

Altre soluzioni per aggiungere audio a un video

Final Cut Pro

Hai provato le soluzioni che ti ho proposto nel corso di questo tutorial su come aggiungere traccia audio ad un video ma hai notato che nessuna di esse fa al caso tuo perché avresti bisogno di un programma di video editing professionale? Non preoccuparti, provvedo sùbito a consigliarti quelle che reputo le soluzioni più valide in questo ambito. Per altri programmi gratuiti e non da utilizzare per modificare video puoi controllare la mia guida sui migliori software per l’editing video.

  • Adobe Premiere Pro (Windows/macOS) — quando si parla di editing video per fini professionali è quasi impossibile non citare il diffusissimo programma di Adobe. Il software in questione ti mette a disposizione un’infinità di soluzioni creative degne di un vero e proprio montatore di video professionale. Puoi provarlo gratuitamente per 7 giorni, il costo è di 24,39 euro al mese. Maggiori info qui.
  • Sony VEGAS Pro (Windows) — altra eccezionale soluzione per il montaggio video. Il programma in questione è apprezzatissimo dai creatori di contenuti di tutto il mondo per l’estrema versatilità generale. Hai la possibilità di provarlo gratuitamente per 30 giorni, la versione completa costa 16,79 euro al mese o 399,99 euro. Maggiori info qui.
  • Final Cut PRO X (macOS) — la soluzione ideale per i possessori di un Mac. Il software integra tutte le funzionalità di iMovie e ne aggiunge un’incredibile varietà ulteriore che lo rendono una delle soluzioni migliori per quanto riguarda il video editing professionale. La versione di prova scade dopo 90 giorni al termine dei quali puoi scegliere di pagare 329, 99 euro per la versione completa.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.