Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aggiungere musica ad un video

di

Sei appena tornato a casa dopo il tuo ultimo viaggio e ti sei accorto che hai la memoria del tuo smartphone piena: hai registrato tantissimi video e ora vorresti montare un filmato unico, per mostrare ai tuoi amici i momenti più belli delle tue vacanze. Se però ora sei qui e stai leggendo questo mio tutorial, immagino che tu voglia qualche consiglio su come aggiungere la musica a un video, magari perché non sai bene come riuscire in questo intento, vero?

Le cose stanno esattamente così e ti stai domandando se posso darti qualche consiglio in merito? Certamente, lo faccio più che volentieri! Ci sono tantissime risorse che puoi usare per montare un filmato aggiungendovi una bella colonna sonora in sottofondo: da programmi per il computer a servizi online, passando per app utilizzabili su smartphone e tablet. Avrai solo l’imbarazzo della scelta, te l’assicuro!

Si può sapere che altro aspetti a cominciare?! Mettiti seduto comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero da dedicare alla lettura di questa mia guida e passa in rassegna tutti i tool indicati in questo tutorial, in modo da individuare quello più adatto alle tue esigenze. Sono sicuro che resterai piacevolmente sorpreso dalla semplicità con cui riuscirai a ottenere il tuo video. Buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Programmi per aggiungere musica a un video

Per aggiungere musica a un video puoi scegliere come prima cosa di utilizzare un software da installare sul tuo PC: in questo modo, sarai sicuro di ottenere un risultato di buon livello senza dover rinunciare a nessuna funzione potenzialmente utile (che magari nei servizi online e nelle app per smartphone non sono presenti per rendere tali soluzioni più essenziali e facili da usare). Adesso te ne segnalo alcuni tra i più interessanti.

Avidemux (Windows/macOS/Linux)

Il primo programma di cui voglio parlarti oggi è Avidemux, software gratuito e open source ricco di funzionalità e semplice da utilizzare, compatibile con Windows, macOS e Linux.

Per scaricarlo, collegati al suo sito Internet ufficiale, fai clic sul pulsante Download (nella parte sinistra dello schermo) e poi premi sulla voce FossHub, in corrispondenza del sistema operativo da te in uso. Se stai utilizzando un computer Windows, attendi il download del file avidemux_[versione].exe e poi avvialo, facendo doppio clic su di esso. Per eseguire l’installazione del software, pigia prima sul pulsante Esegui, poi sui pulsanti NextI agree e Next per tre volte consecutive. Per completare la procedura, fai clic sul pulsante Install e, al termine dell’installazione, pigia su Finish.

Hai un Mac? In questo caso, apri il file dmg del programma e trascina Avidemux all’interno della cartella Applicazioni di macOS. Adesso, fai clic destro sull’icona del software e premi sul pulsante Apri dal menu a tendina che vedi a schermo, in modo tale da avviare subito il software bypassando le restrizioni di macOS nei confronti delle applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio).

Il funzionamento di Avidemux è identico su entrambi i sistemi operativi; segui quindi le indicazioni che sto per darti e riuscirai a ottenere il tuo video con sottofondo musicale. Premi per prima cosa sul pulsante con il simbolo della cartella situato in alto a sinistra, in modo da selezionare il filmato presente sul tuo computer e importarlo nell’area di lavoro. Adesso, fai clic sulla voce Audio dalla barra in alto e pigia poi sulla voce Seleziona traccia, dal menu a tendina che vedi a schermo.

Ora devi usare lo strumento Configurazione tracce audio per sostituire l’eventuale traccia audio presente nel filmato: premi quindi sulla voce Track 0 from video, poi su Add audio track, seleziona la traccia audio da importare dal tuo computer e conferma la modifica premendo sul pulsante OK.

Prima di esportare il filmato, utilizza i menu a tendina laterali Output video e Output audio per impostare i codec audio e video (per esempio MKVMP4 per il video e MP3 per l’audio), il menu a tendina Contenitore output per selezionare il formato del file di output (es. MP4 o AVI), dopodiché pigia sull’icona del floppy disk presente in alto per salvare il file sul tuo computer nel percorso da te desiderato.

Se vuoi approfondire il funzionamento di Avidemux, e conoscere l’utilizzo degli altri suoi strumenti di maggior risalto, leggi la mia guida dedicata all’argomento.

OpenShot (Windows/macOS/Linux)

Un altro software multipiattaforma e open source che ti consiglio di provare è OpenShot: si tratta di un ottimo programma gratuito che può essere usato per editare video e aggiungere tracce musicali a questi ultimi.

Per scaricarlo sul tuo computer, collegati al suo sito Internet ufficiale, premi sulla voce Scarica dalla barra dei menu in alto, poi sul pulsante Scarica per Windows o Scarica per OSX, a seconda del sistema operativo in uso sul tuo PC e, infine, fai clic sul pulsante Scarica, in corrispondenza del numero della versione, per scaricare il file .exe o .dmg del programma.

Per eseguire l’installazione di OpenShot su Windows, avvia il file .exe del software facendo doppio clic su di esso. Premi poi su nella finestra del Controllo dell’Account Utente e pigia su OK, dopo aver verificato che sia impostata la lingua italiana dal relativo menu a tendina. Apponi ora il segno di spunta sulla voce Accetto i termini del contratto di licenza, premi sul bottone Avanti per tre volte consecutive, poi fai clic su Installa e, in conclusione, su Fine. Se richiesto, premi sul pulsante Consenti accesso per autorizzare il software nel firewall di Windows e consentirgli di accedere a Internet.

Se utilizzi un Mac, invece, avvia il file .dmg scaricato dal sito di OpenShot, trascina l’icona di quest’ultimo all’interno della cartella Applicazioni di macOS e avvia il programma (se compare un messaggio d’errore, fai clic destro sull’icona del software e seleziona la voce Apri dal menu contestuale).

A programma avviato, importa gli elementi multimediali all’interno dell’area di lavoro (File di Progetto) tramite drag and drop (quindi trascinandoli in quest’ultima con il mouse), oppure facendo clic sul pulsante con il simbolo (+) collocato in alto e selezionando manualmente i singoli file da importare.

Aggiungi, quindi, il file video e anche quello audio nella sezione File di Progetto e poi, utilizzando il drag and drop, trascina nella timeline in basso gli elementi multimediali aggiunti, posizionando il file audio sotto quello video. Per esempio, trascina il file video nella sezione Traccia 4 e il file audio nella sezione Traccia 3. Eventualmente puoi anche rimuovere le tracce che non usi, facendo clic destro su di esse e pigiando sulla voce Rimuovi Traccia.

Adesso, per esportare il filmato, premi sul pulsante con il simbolo tondo rosso dal menu in alto e, dopo aver scelto i codec d’esportazione tramite le voci di menu presenti a schermo, tra cui Destinazione, Profilo Video e Qualità (per esempio MP4, HD 720p e 30fps e Medio), indica la destinazione di salvataggio del file (Percorso cartella) e anche il nome del file. Per completare l’operazione, pigia sul pulsante Esposta.

Altri programmi per aggiungere musica a un video

I programmi di cui ti ho parlato nelle righe precedenti sono soltanto alcuni dei numerosi software multipiattaforma che puoi utilizzare per aggiungere musica a un video. Ve ne sono infatti tantissimi altri degni di nota, come per esempio il famosissimo programma iMovie, il quale è sicuramente uno dei migliori in ambiente macOS: si tratta di una soluzione gratuita preinstallata sui computer a marchio Apple, dotata di un’interfaccia utente semplice e di numerose funzionalità per la modifica dei filmati. Tra queste, non mancano le opzioni che permettono l’aggiunta di una colonna sonora musicale a un video importato.

Ti ho parlato diverse volte e in maniera approfondita di questo software; per esempio, puoi trovare maggiori dettagli al riguardo nella mia guida su come montare un video con Mac e anche nel tutorial dedicato al suo funzionamento. Ti consiglio, inoltre, di leggere la mia guida su come cambiare l’audio a un video, se vuoi conoscere il funzionamento di altri programmi gratuiti o a pagamento.

Un altro eccezionale software che si distingue per la sua semplicità d’utilizzo è sicuramente Windows Movie Maker; programma storico sviluppato da Microsoft, ormai non più supportato, che permette di compiere tutti gli obiettivi più comuni per il montaggio di un video (il taglio delle scene, l’aggiunta di filtri ed effetti e tanto altro ancora). È possibile scaricarlo soltanto tramite siti Internet di terze parti; puoi approfondire l’argomento consultando il mio tutorial dedicato al download di Movie Maker.

Per maggiori informazioni su questo software e per scoprire il funzionamento di altri programmi simili, ti rimando mio tutorial dedicato a Movie Maker, alla guida dedicata ai programmi per aggiungere musica ai video.

Inoltre, ci sono anche altre soluzioni per la modifica di un filmato, come per esempio Lightworks, disponibile gratuitamente su Windows, macOS e Linux, oppure VideoPad, programma a pagamento dedicato ai sistemi operativi Windows e macOS. Se vuoi approfondire l’argomento relativo a questi software e, se non hai ancora trovato il programma adatto alle tue esigenze, leggi altre mie guide, come per esempio quella dedicata ai programmi per editing video gratuiti o quella in cui ti illustro le procedure per l’utilizzo di altri strumenti popolari per fare video con musica.

Aggiungere musica a un video online

Se vuoi optare per una soluzione online, in modo da aggiungere una colonna sonora a un video registrato in precedenza, senza eseguire alcuna installazione, ti suggerisco di usufruire dei servizi Web di cui ti parlerò nelle prossime righe.

WeVideo

La prima soluzione che ti propongo è quella offerta da WeVideo, che permette di creare ed esportare gratuitamente un filmato della durata massima di 5 minuti ogni mese, con una risoluzione massima di 480p.

Per utilizzarlo, collegati alla sua pagina principale ed effettua la creazione di un account pigiando sui pulsanti Facebook o Google (per registrarti tramite i rispettivi social network), oppure utilizza il modulo che vedi nella pagina iniziale per creare un account con un indirizzo email in tuo possesso.

Una volta effettuata la creazione di un account, ti verrà proposta la sottoscrizione di un abbonamento facoltativo, il quale è però necessario se si vuole usufruire del servizio in maniera illimitata, potendo così esportare i video in alta risoluzione. Se non ti interessa sottoscriverlo (i prezzi partono da 3,74€ al mese), premi sul collegamento WeVideo Free account che vedi al centro dello schermo, pigia poi sul pulsante Continue per due volte consecutive e, infine, sul bottone My Dashboard, per completare la registrazione gratuita.

Per cominciare a usufruire dei servizi offerti da WeVideo, pigia sul pulsante (+) Create new e poi su Try it. Per importare un filmato, fai poi clic sul pulsante con il simbolo di una cartelletta presente nella barra dei menu in alto, premi sul pulsante al centro con il simbolo di una nuvoletta e poi sulla voce Browse to Select. Adesso, scegli dal tuo computer il filmato da caricare e importalo all’interno della timeline tramite drag and drop.

Per aggiungere al filmato un brano musicale, fai clic sul pulsante con il simbolo della nota musicale dalla barra dei menu in alto e poi trascina nella timeline, in corrispondenza della sezione Audio, il brano di tuo interesse.

Quando sei soddisfatto delle modifiche apportate, premi sul pulsante Finish in alto, dai un titolo al video, utilizzando il campo di testo che vedi a schermo, premi sul pulsante Set e poi su Finish per esportare il video realizzato. Al termine, fai clic sul pulsante Download Video per salvarlo sul tuo computer.

YouTube

Se hai caricato un video su YouTube, la nota piattaforma di condivisione e visualizzazione video di Google, puoi utilizzare uno strumento integrato che è utile per la modifica dello stesso e per l’aggiunta di una colonna sonora.

Per procedere, collegati alla pagina principale di YouTube ed effettua l’accesso pigiando sul pulsante Accedi situato nell’angolo in alto a destra. Esegui il login con l’account Google che è associato al tuo canale YouTube, poi fai clic sulla tua immagine del profilo in alto a destra e, infine, premi sulla voce Creator Studio, presente nel menu a tendina che vedi a schermo.

Individua, tramite la sezione Dashboard, il video caricato nel tuo canale e pigia sul pulsante Modifica per visualizzare l’editor integrato nella piattaforma. Le opzioni relative alla modifica del filmato sono visibili nella barra in alto nella sezione Miglioramenti; fai però riferimento al pulsante Audio per visualizzare un elenco di tracce musicali che non sono protette da copyright e che puoi aggiungere al filmato. Per aggiungerne una, pigia sul pulsante Aggiungi al video in corrispondenza della traccia, modifica eventualmente la sua durata e poi quando sei soddisfatto del risultato, fai clic sul sul pulsante Salva modifiche.

Se vuoi approfondire la conoscenza di YouTube, leggi la mia guida in cui ti parlo nel dettaglio del suo funzionamento.

Altre soluzioni per aggiungere musica a un video online

Oltre allo strumento online di cui ti ho appena parlato, ci sono anche altri tool online simili degni di menzione, come per esempio Magisto, sito Internet (oltre che applicazione gratuita per Android e iOS) utilizzabile gratuitamente sempre per lo scopo oggetto di questo tutorial. Inoltre, sempre restando in tema di strumenti online, ti consiglio anche l’utilizzo di Adobe Spark Video, servizio gratuito di Adobe molto semplice da utilizzare che è usufruibile anche tramite applicazione per iOS.

Per approfondire l’argomento relativo all’utilizzo di questi e altri strumenti online dal funzionamento analogo, consulta le mia guide su come creare un video online o su come creare un video con una colonna sonora in sottofondo.

App per aggiungere musica a un video

Vorresti rivolgerti all’utilizzo di un’applicazione, per aggiungere velocemente della musica a un video che hai registrato con il tuo smartphone o con il tuo tablet? Continua a leggere i paragrafi successivi per trovare la soluzione che meglio si adatta alle tue esigenze.

inShot (Android/iOS)

Tra le soluzioni che ti consiglio di utilizzare per aggiungere musica a un video da smartphone o tablet, vi è inShot: applicazione con un’interfaccia semplice e lineare, disponibile gratuitamente per Android e iOS.

Dopo averla scaricata dal Play Store di Android o dall’App Store di iOS (se non sai come procedere, leggi questo mio tutorial), avviala pigiando sul pulsante Apri dallo store virtuale di riferimento del tuo device oppure fai tap sulla sua icona, la quale sarà stata aggiunta alla schermata principale del dispositivo.

inShot funziona in maniera leggermente differente a seconda del sistema operativo del device da te in uso: ti spiego il suo funzionamento nelle righe che seguono.

Su Android, importa un filmato all’interno dell’app pigiando sul pulsante Video, facendo poi tap su un elemento presente nella galleria multimediale del tuo device e premendo sul simbolo √. Premi quindi sul pulsante Musica, per individuare i brani presenti all’interno dell’applicazione (sezione Raccomandato) e seleziona quello di tuo interesse, tramite il pulsante con il simbolo del download. In alternativa, pigia sul pulsante La mia musica, fai tap su un file presente all’interno del tuo device e premi poi sul pulsante Utilizzare, per importarlo.

Effettua ora le eventuali modifiche relative al volume (simbolo di un altoparlante), premi sul pulsante con il simbolo √ e utilizza gli strumenti di editing presenti nella timeline per la modifica (come per esempio il pulsante Filtri, per aggiungere filtri ed effetti al filmato). A modifiche apportate, esporta il video, premendo su Salva dall’angolo in alto a destra per due volte consecutive.

Il filmato può essere salvato a diverse risoluzioni, tra cui anche a 720p. Apponi quindi il segno di spunta sul formato da te desiderato e attendi l’elaborazione: il video verrà salvato automaticamente nell’app multimediale predefinita del tuo device Android (si trova nella cartella Inshot dell’app Galleria o Foto).

Su iOS, invece, devi pigiare pulsante Video, importare il filmato all’interno della timeline facendo tap su di esso e premere sul pulsante Musica. Dopodiché, devi premere sulle diciture Brani, Effetti o Registra, a seconda se vuoi aggiungere come un brano musicale o un effetto tra quelli predefiniti (sezioni In primo piano, Musica e Effetti), oppure se vuoi registrare un audio al momento, tramite il microfono del tuo device.

Una volta apportate le altre eventuali modifiche, utilizzando le voci di menu presenti nella timeline (per esempio Velocità, per regolare la velocità del filmato), pigia sul pulsante con il simbolo √ e poi esporta il filmato. Per farlo, premi sul pulsante con il simbolo della condivisione in alto a destra e anche sulla dicitura Salva. Infine, attendi che il video venga salvato nell’app Foto del tuo device.

inShot è un’app gratuita che applica una filigrana ai filmati esportati, la quale può essere rimossa gratuitamente. Su iOS è inoltre possibile acquistare la versione Pro (a partire da 2,99 euro al mese) che garantisce l’accesso a filtri, sticker ed effetti aggiuntivi, rimuovendo anche la pubblicità.

Altre app per aggiungere musica a un video

Oltre a inShot, vi sono tantissime altre applicazioni gratuite che possono essere utilizzate per la modifica dei filmati e per l’aggiunta di una colonna sonora agli stessi. Ne è un esempio l’applicazione VivaVideo (Android/iOS), la quale è pensata per l’esportazione veloce di filmati di breve durata e si caratterizza per la presenza di svariati filtri ed effetti.  Quest’ultima consente però di esportare video di massimo 5 minuti a risoluzione 480p, applicando anche un watermark. Tali limitazioni sono rimovibili con l’acquisto di VivaVideo Pro (3,69 € per Android e 3,49 € per iOS).

Degna di nota è anche l’applicazione gratuita Magisto, apprezzata dagli utenti Android e iOS per la sua interfaccia particolarmente intuitiva e la possibilità di aggiungere velocemente della musica ai filmati importati, grazie a un ricco database. È però necessario sottoscrivere un abbonamento al servizio Magisto Professional (29,99 euro al mese), per l’esportazione dei filmati in HD e per l’utilizzo illimitato dell’applicazione.

Ti ho parlato in maniera dettagliata di queste e altre applicazioni simili nella mia guida dedicata alle app per aggiungere musica ai video.