Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come comprare follower su Instagram

di

Dando una sbirciatina ai profili Instagram dei tuoi amici, hai notato che purtroppo loro hanno molto più successo di te su questo social network. Facendo una ricerca su come ottenere successo sul noto social network fotografico, ti sei imbattuto in alcuni forum che consigliavano di comprare follower su Instagram, così non hai perso tempo e ti sei sùbito precipitato nelle impostazioni del tuo account, alla ricerca della funzione che permette di comprare follower, ma… non l’hai trovata, vero? Per forza, non esiste!

Instagram, essendo un social network, si pone l’obiettivo di mettere in contatto gli utenti che sono accomunati dagli stessi interessi, dalle stesse passioni e, per questa ragione, non permette di ottenere seguaci artificiosamente. Nonostante ciò, esistono alcune applicazioni gratuite che permettono di comprare follower e che, in qualche modo, scavalcano il “muro” eretto dalla celebre piattaforma di proprietà di Facebook.

Per quanto mi riguarda, ti sconsiglio di utilizzare questo genere di espedienti: ottenere seguaci “finti” non serve assolutamente a nulla, se non a “gonfiare” un po’ le statistiche del proprio profilo senza averne alcun ritorno. Piuttosto che adottare metodi poco “onesti” per avere più seguaci, cerca di mettere in pratica le strategie che trovi elencate sempre in questo articolo, nel paragrafo dedicato ai metodi per avere successo su Instagram senza comprare follower. Seguendo le mie “dritte” e impegnandoti a curare il tuo profilo giorno dopo giorno, potresti riuscire ad avere qualche seguace in più e magari, nel corso del tempo, potresti persino riuscire a diventare una Web Star. Fin qui tutto chiaro? Beh, allora non perdiamo ulteriore tempo prezioso in chiacchiere e addentriamoci nel vivo di questo tutorial.

Indice

Informazioni preliminari

Instagram

Se hai deciso di fare “shopping” di follower utilizzando qualche app per comprare follower su Instagram gratuita adatta allo scopo, lascia che ti metta in guardia da questa pratica. Per quale motivo? Le app per comprare follower su Instagram, come ti ho già accennato nell’introduzione del tutorial, non hanno alcuna utilità, se non quella di ingigantire i numeri del proprio profilo nel breve termine.

Alcune di queste permettono di acquistare pacchetti di seguaci attraverso crediti virtuali, che si possono ottenere divenendo seguaci di altri utenti o, in alternativa, mettendo like ad alcuni contenuti proposti direttamente dalle app in questione. Altre, invece, permettono di ottenere follower pagandoli in denaro “reale”. E io, con ancor più veemenza, ti sconsiglio di rivolgerti a soluzioni simili: rischieresti di gettare al vento i tuoi risparmi.

Inoltre, non c’è alcuna garanzia che i seguaci acquistati rimangano effettivamente tra i propri follower: si tratta solitamente di account falsi creati ad hoc per essere “venduti” come seguaci, oppure di utenti “reali” che però potrebbero smettere di seguire gli account che li hanno “ingaggiati” in qualsiasi momento.

È per tutti questi motivi che ho deciso di non consigliarti alcuna app per comprare follower su Instagram. Piuttosto, ho deciso di fornirti qualche “dritta” specifica su come aumentare la tua popolarità sul celebre social network fotografico senza ricorrere a simili espedienti.

Come comprare follower su Instagram gratis

Vediamo, quindi, come comprare follower su Instagram gratis, adottando alcuni accorgimenti utili per avere più chance di successo sulla piattaforma.

Realizzare contenuti di qualità

Altre app per scrivere su foto iPhone

Il primo consiglio che voglio darti è quello di realizzare contenuti di qualità. Vista l’enorme concorrenza esistente su Instagram, questo è il modo migliore per cercare di distinguerti dalla massa e fare in modo che i contenuti da te pubblicati risaltino nel mare magnum del celebre social network fotografico.

Per riuscirci, ti consiglio di utilizzare uno smartphone con una fotocamera di qualità, così da riuscire a realizzare foto e video privi di grossi difetti. Se possibile avvaliti di qualche app che consenta di controllare “manualmente” i parametri di scatto, così da realizzare foto particolari e “ricercate”: a tale scopo ti raccomando l’uso di Camera FV-5 per Android (disponibile anche sugli store alternativi per i dispositivi senza Play Store) e Halide per iOS. Volendo, puoi anche valutare l’acquisto di una macchina fotografica.

Per quanto riguarda le foto, non dimenticarti di editarle tramite app e/o programmi per il ritocco fotografico, come Snapseed per Android e iOS/iPadOS, VSCO per Android e iOS/iPadOS o, lato desktop, Photoshop e GIMP.

Per quanto concerne i filmati, invece, puoi avvalerti di app per il montaggio video, come Inshot per Android e iOS/iPadOS, e/o di qualche programma per modificare video su PC, come Premiere Pro, DaVinci Resolve e iMovie.

Un’altra cosa che ti invito a fare è pensare all’uso di qualche app per realizzare storie in modo avanzato: tra le migliori soluzioni utili allo scopo ti cito Insta Story per Android e Made per iOS.

Essere regolari

Instagram

Essere regolari è un’altra cosa a cui prestare attenzione per aumentare la propria popolarità su Instagram. Un profilo con pochi contenuti, oltre a sembrare trascurato se non addirittura abbandonato, difficilmente riuscirà ad attirare l’attenzione della community; tantomeno quella dell’algoritmo di Instagram che, per ovvi motivi, tende a premiare gli account più attivi.

Per riuscire a essere regolari su Instagram, prova a redigere una sorta di calendario di pubblicazione dei contenuti e attieniti ad esso, postando ogni giorno qualcosa di nuovo. Se la community si abituerà alla tua presenza online, le probabilità che nuove persone decidano di seguirti aumenteranno.

Mi raccomando: il concetto della regolarità non va applicato solo ai “classici” post, ma anche alle storie e ai Reels, che sono delle tipologie di contenuti molto apprezzati su Instagram.

Interagire con la community

Instagram e cuoricini

Un aspetto che non dovresti sottovalutare, per riuscire ad avere più successo su Instagram, è quello di interagire con la community. Far questo ti consentirà di raggiungere un pubblico sempre maggiore.

Come puoi interagire con gli altri su Instagram? Tramite i like, i commenti e le condivisioni, utilizzabili in quasi tutti i tipi di contenuti presenti sulla piattaforma. Ti consiglio, inoltre, di stimolare la community a interagire con te attraverso la creazione di quiz, sondaggi, domande e live.

Anche il modo in cui realizzi i contenuti può favorire le interazioni. Un esempio? Se pubblichi un post, magari corredato da una citazione, perché non inviti in modo più o meno diretto gli utenti a esprimere il proprio parere con un like o un commento? Questo potrebbe in qualche modo aumentare lo share del tuo account Instagram.

Usare gli hashtag correttamente

Hashtag Instagram

Usare gli hashtag correttamente è un’altra cosa da fare per raggiungere un pubblico più ampio e, quindi, avere più probabilità di ottenere nuovi follower sul celebre social network.

Nel caso in cui tu non lo sappia ancora, gli hashtag sono parole o frasi precedute dal simbolo #, che fungono da “etichette” e servono a categorizzare i contenuti presenti sulla piattaforma. Gli utenti eseguendo delle ricerche tramite gli stessi hashtag hanno la possibilità di trovare ciò che gli interessa.

Nell’utilizzare gli hashtag, cerca di dare priorità a quelli che sono pertinenti ai contenuti creati: se usi delle “etichette” che difatti non descrivono in modo realistico il contenuto, le persone non saranno per niente invogliate a seguire il tuo account.

Valuta anche l’uso di qualche servizio online come Top Hashtag e All-Hashtag oppure app come HashTags for Instagram per Android e Top Tags per iOS/iPadOS, che consentono di vedere quali hashtag sono più popolari e pertinenti per i contenuti.

Ci sono altri consigli utili che sono contenuti nella mia guida su come aumentare la propria visibilità su Instagram: dagli almeno un’occhiata, ok?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.