Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come diffondere una pagina Facebook

di

Il contatore dei “Mi piace” sulla tua pagina Facebook non segna più movimenti da un po’ di tempo e stai cercando un modo per porre rimedio alla situazione. Te lo dico subito: di miracoli non se ne possono fare, ma se ti accontenti di qualche “dritta” su come stimolare l’attività della tua pagina, sarò ben felice di dartene qualcuna.

Nei prossimi paragrafi, infatti, ti fornirò dei pratici consigli su come diffondere una pagina Facebook mostrandoti come curarne l’aspetto e i contenuti e promuovendola tramite la pubblicità e i canali esterni al social network fondato da Mark Zuckerberg. Anche se forse non ti ritieni un esperto di social media — e in particolare di Facebook — non hai motivo di temere: se seguirai passo dopo passo i consigli che ti fornirò e, soprattutto, lo farai con costanza, prima o poi i risultati arriveranno!

Allora, sei pronto per iniziare? Sì? Benissimo! Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti serve per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi, attua i suggerimenti che ti darò e vedrai che non avrai il benché minimo problema nel diffondere la tua pagina Facebook personale o quella della tua azienda. A me non resta altro da fare che augurarti buona lettura e, soprattutto, farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Curare il design e l’estetica della pagina

È vero che l’abito non fa il monaco, ma è anche vero che l’occhio vuole la sua parte: per questo è importante curare il design e l’estetica della propria pagina Facebook. Se ci pensi bene, l’immagine del profilo e quella di copertina sono le prime cose che si notano in una pagina, prima ancora dei contenuti stessi: ecco perché devi scegliere accuratamente il “vestito” da farle indossare.

Ecco alcune informazioni che dovresti tenere bene in mente per migliorare l’estetica della tua pagina Facebook e aumentare le probabilità di diffonderla a un vasto numero di follower.

  • Immagine del profilo — è preferibile utilizzare una foto che ritragga il tuo viso in primo piano (se si tratta di una pagina personale) o il logo della tua società (se si tratta di una pagina aziendale). L’immagine deve essere priva di difetti e deve permettere agli altri di capire subito quali tipologie di contenuti possono trovare sulla stessa. Le dimensioni della foto del profilo raccomandate da Facebook sono 170 x 170 pixel per i computer e 128 x 128 pixel per gli smartphone.
  • Immagine di copertina — dal momento che occupa un notevole quantitativo di spazio della pagina, è fondamentale sceglierla con cura. Un’idea potrebbe essere quella di utilizzare come immagine di copertina una foto che ritragga te mentre lavori o mentre svolgi l’attività per cui hai creato la pagina e inserirvi una citazione o il motto della tua azienda. La cosa importante è che l’immagine non sia sgranata, “schiacciata” o con difetti evidenti. Per questo motivo, ti consiglio di utilizzare le dimensioni raccomandate da Facebook per le foto di copertina: 820 x 312 pixel per i computer e 640 x 360 pixel per gli smartphone.

Curare i contenuti della pagina

Come è ovvio che sia, l’utente che si recherà sulla tua pagina non si accontenterà semplicemente della sua estetica: per questo è fondamentale curare i contenuti che pubblichi sulla stessa. Ciò significa pubblicare regolarmente post che non siano solo belli da vedere, ma anche in sintonia con il tema generale della pagina.

Ad esempio, se la tua pagina tratta argomenti inerenti la protezione degli animali in via di estinzione — un tema alquanto serio, che va trattato con la dovuta sensibilità — potresti cercare di attrarre un maggior numero di visitatori postando GIF, immagini o video in cui sono rappresentati specie in via di estinzione che pronunciano frasi divertenti e che allo stesso tempo inducano gli altri utenti a riflettere. Se ci pensi bene, questo è un buon modo per creare contenuti “virali”, ovvero che si diffondono rapidamente e su ampia scala.

Sempre rimanendo in tema di contenuti, non dimenticarti di inserire nei post qualche hashtag (ovvero delle parole a descrizione del post stesso precedute dal simbolo del #), al fine di “etichettarli” e renderli reperibili più facilmente da parte degli utenti che effettuano ricerche su Facebook. Ti consiglio, comunque, di non esagerare con gli hashtag: 3 o 4 bastano e avanzano (non siamo mica su Instagram!); se non hai idea di quali hashtag utilizzare, ricorri a servizi come Hashtagify e Top Hashtag, che raccolgono gli hashtag più utilizzati su Facebook e su altri social network.

Se ti va di approfondire il funzionamento degli hashtag su Facebook, leggi la guida che ho pubblicato sul mio blog; mentre se vuoi avere altri suggerimenti utili su come creare post interessanti per Facebook, dai un’occhiata all’approfondimento che ho dedicato a questo argomento: sono sicuro che ambedue le letture ti saranno utili.

Sponsorizzare la pagina

Il modo più veloce ed efficace per diffondere una pagina Facebook è sponsorizzarla. L’algoritmo di Facebook, infatti, offre maggiore visibilità ai contenuti postati dai profili “privati” anziché quelli delle pagine e, di conseguenza, i consigli che ti ho fornito finora potrebbero non bastare per aumentare la visibilità della tua pagina.

Per sponsorizzare la tua pagina Facebook, accedi al social network, recati sulla pagina che vuoi pubblicizzare, pigia sul pulsante Promuovi situato un po’ più giù del nome della pagina e poi seleziona una delle opzioni proposte in base alla tipologia di promozione che vuoi effettuare: Ottieni più messaggi, se vuoi connetterti e chattare con potenziali clienti; Promuovi la tua Pagina, se desideri promuovere direttamente la tua pagina; Ottieni un piano pubblicitario personalizzato, per effettuare una sponsorizzazione creata “su misura” per le tue esigenze e le caratteristiche della tua pagina; Metti in evidenza un post, se vuoi sponsorizzare un post in particolare e così via.

Dopo aver selezionato l’opzione che più preferisci, segui le istruzioni che compaiono a schermo per portare a termine la sponsorizzazione della pagina: ti verrà chiesto di selezionare il pubblico che desideri raggiungere con la sponsorizzazione (es. Persone a cui piace la tua Pagina, Persone che scegli mediante la targhettizzazione, etc.), scegliere il budget che sei disposto a investire, la durata della campagna, la valuta con cui intendi finanziarla e il metodo di pagamento che preferisci utilizzare.

Se sei interessato ad approfondire l’argomento della sponsorizzazione su Facebook, leggi pure il tutorial che interamente dedicato all’argomento.

Pubblicizzare la pagina su canali esterni a Facebook

Oltre a sponsorizzare la pagina Facebook all’interno dello stesso social network, ti suggerisco di pubblicizzarla su canali esterni, come il tuo sito Web o altri social dove sei particolarmente seguito (es. Instagram, Twitter, etc.).

Per quanto riguarda il tuo sito Web, potresti aggiungere un pulsante che invita i lettori a mettere “Mi piace” alla tua pagina e a seguirne gli aggiornamenti. Non bisogna avere alcuna conoscenza in ambito di programmazione Web per riuscirci: tutto quello che devi fare è collegarti a questa pagina e compilare il modulo che ti viene proposto immettendo nel campo URL per mettere “Mi piace” l’indirizzo della pagina da diffondere e, se lo desideri, scegliere il layout, le dimensioni e le altre caratteristiche del pulsante scelto. Dopodiché, pigia sul pulsante Ottieni il codice, copia il codice HTML ottenuto e incollalo sul tuo sito Web/blog per invitare i visitatori a mettere un like sulla tua pagina.

Per promuovere la tua pagina su un social network sul quale hai un seguito importante, invece, non devi far altro che pubblicare un post contenente il link alla tua pagina e l’invito a mettervi “Mi piace”: tutto qui.

Altri consigli utili per diffondere una pagina Facebook

Oltre alle “dritte” che ti ho dato nei paragrafi precedenti, vi sono altri consigli utili per diffondere una pagina Facebook che, se seguiti, ti permetteranno di incrementare follower e interazioni.

Uno di questi consigli è quello di stimolare le persone che seguono la pagina a promuoverla fra altri amici a cui potrebbe interessare. Come puoi farlo? Ogni qualvolta raggiungi un traguardo specifico (es. i primi 100 “Mi piace” sulla pagina) proponi dei contenuti esclusivi in grado di stimolare ulteriormente l’attenzione del pubblico e promettine di nuovi al raggiungimento di un altro risultato (es. i 200 “Mi piace”). Questo è un modo intelligente per esortare i tuoi follower a invitare altri amici sulla pagina senza risultare pedante e dando loro una “ricompensa” in cambio, cioè nuovi contenuti interessanti.

Gestisci un’altra pagina Facebook con molti fan al suo attivo e vuoi usarla per fare da traino a quella che ha meno successo? E allora cos’aspetti a pubblicizzarla su quest’ultima? Accedi al tuo account Facebook, recati sulla pagina che ha meno successo, pigia sul pulsante Condividi (per visualizzarlo da mobile devi prima pigiare sul bottone (…) situato in alto a destra, accanto alla barra di ricerca di Facebook) e seleziona il nome della pagina che è più seguita per pubblicare su quest’ultima un post nel quale inviti gli utenti a visitare quella che ha pochi like.

Fra le soluzioni che puoi prendere in considerazione per aumentare la visibilità della tua pagina Facebook c’è anche lo scambio di like con pagine di tuoi amici o pagine e gruppi Facebook appositi che si trovano abbastanza facilmente sul social network (basta digitare i termini “scambio di like” nella barra di ricerca di Facebook).

Comunque ti sconsiglio di ricorrere a questi “espedienti” per diffondere la tua pagina Facebook, perché sono soluzioni fine a sé stesse: non serve proprio a nulla avere follower “finti” o, comunque, non interessati ai tuoi contenuti. Al massimo puoi cercare di pubblicizzarla all’interno di gruppi che trattano tematiche affini ai contenuti presenti sulla tua pagina, ma stando attento a non cadere nella pratica dello spam: potresti violare i termini di Facebook. Intesi?