Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come disattivare una SIM

di

Hai un numero di telefono attivo di cui vorresti liberarti al più presto? L’offerta sottoscritta con il tuo attuale gestore costa ormai troppo, dunque vorresti sostituirla con qualcosa di più conveniente? In altre parole, stai cercando un metodo valido per disattivare una SIM che potresti non usare mai più? Allora sono felice di comunicarti che questo è proprio il posto giusto da cui cominciare: di seguito, infatti, intendo spiegarti come portare a termine quest’operazione nel modo più semplice possibile.

Prima di entrare nel vivo del tutorial, lascia che ti dia un paio d’informazioni in merito: se deciderai di disattivare la tua scheda per passaggio ad altro operatore, potrai mantenere intatto il tuo numero di telefono e continuare a usarlo con un’offerta (e un gestore) differente. Procedendo invece con la disabilitazione della SIM vera e propria, previa comunicazione al tuo operatore attuale, il numero di telefono associato alla stessa verrà definitivamente disattivato, dunque non sarà più utilizzabile per effettuare o ricevere chiamate.

Pertanto, prima di procedere, valuta attentamente il tuo caso, prenditi il tempo necessario e fai le dovute riflessioni: una decisione frettolosa potrebbe distruggere un numero telefonico di cui, in futuro, potresti avere ancora bisogno. Non dire che non ti avevo avvisato! Fatta queste doverosa premessa, mettiamo al bando le ciance e passiamo all’azione: qui sotto trovi tutto quello che c’è da sapere sull’argomento oggetto di questa guida. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Disattivare una SIM per passaggio ad altro operatore

Come disattivare una SIM

Come ti ho già accennato nelle battute introduttive di questa guida, disattivare completamente una SIM comporta la perdita della numerazione a essa associata, a meno che tu non decida di passare ad altro operatore: in tal modo, hai la possibilità di terminare il rapporto contrattuale con il tuo gestore attuale, aderendo magari a un’offerta più conveniente, senza però rinunciare al tuo numero di telefono.

In genere, la disattivazione della SIM per passaggio ad altro operatore non prevede costi aggiuntivi (se non quelli previsti dal “nuovo” gestore per l’attivazione della nuova SIM), tuttavia esistono dei casi particolari in cui il vecchio gestore può riservarsi il diritto di addebitarti un importo monetario: ciò può succedere, ad esempio, quando cambi operatore prima della scadenza del vincolo contrattuale previsto dall’offerta in essere, pertanto ti consiglio di leggere attentamente le condizioni contrattuali collegate alla tua SIM per evitare di incappare in costi imprevisti.

Ad ogni modo, puoi passare ad altro operatore in modo semplicissimo: tutto ciò che devi fare è recarti in un centro del gestore di telefonia con cui intendi sottoscrivere il nuovo contratto, munito di un documento di riconoscimento in corso di validità e della SIM di cui intendi mantenere la numerazione, ed esternare all’addetto la volontà di procedere. Una volta sbrigate le pratiche, ti verrà consegnata una SIM con un numero “provvisorio”: entro 48 ore, il tuo vecchio numero telefonico verrà associato alla nuova SIM e l’avvenuto passaggio ti verrà notificato tramite SMS.

In alternativa, puoi recarti sul sito Internet del gestore di tuo interesse, selezionare l’offerta più adatta al tuo caso e seguire la procedura proposta per avviare la procedura di portabilità e predisporre l’invio della SIM provvisoria presso il tuo domicilio.

Se hai bisogno di ulteriori indicazioni su come effettuare un cambio operatore, ti invito a consultare la mia guida dedicata. Inoltre, se hai già le idee chiare sul nuovo operatore, puoi far riferimento ai miei tutorial tematici su come passare a TIM, come passare a Vodafone, come passare a Wind, come passare a Tre, come passare a Iliadcome passare a Fastweb.

Come disattivare una SIM TIM

Per liberarti definitivamente della tua numerazione TIM (e della relativa scheda), non devi effettuare operazioni particolarmente complesse: tutto ciò che devi fare è compilare il modulo più adatto al tuo caso e spedirlo presso i recapiti messi a disposizione dell’operatore.

Prima di procedere, ho da farti un’importante premessa: qualora volessi disattivare una scheda che comprende il pagamento rateale di un terminale (smartphone, tablet e così via), ti verrà addebitato un contributo di disattivazione, insieme con le rate residue del dispositivo (in un’unica soluzione). Se è il tuo caso, ti consiglio di dare un’occhiata a questa pagina Internet per ottenere tutte le informazioni (e i costi) del caso.

Se disponi di una SIM ricaricabile e intendi disattivarla, pigia su questo link per accedere immediatamente al modulo di disattivazione e premi sull’icona del floppy disk per salvarlo (oppure fai clic destro sul documento e scegli la voce Salva con nome dal menu contestuale proposto).

Completato il download del modulo, devi stamparlo e compilarlo in tutte le sue parti, specificando eventualmente la modalità di restituzione del credito residuo a te più congeniale, per poi inviarlo tramite raccomandata A/R all’indirizzo Telecom Italia c/o Abramo Customer Care S.p.A – Casella Postale 500 – 88900 Crotone (KR), oppure al numero di fax 800600119. In entrambi i casi, non dimenticare di allegare una copia di un tuo documento d’identità valido. L’operazione di restituzione del credito residuo ha un costo di 5€.

Se, invece, intendi disattivare una SIM in abbonamento, scarica il modulo presente in questa pagina, stampalo, compilalo in tutte le sue parti e spediscilo ai recapiti visti in precedenza, insieme a un documento d’identità in corso di validità. Per maggiori informazioni, puoi consultare il mio approfondimento sui moduli di disdetta TIM.

Come disattivare una SIM Vodafone

La procedura di disattivazione della SIM Vodafone può essere portata comodamente a termine dalla sezione Fai da Te del portale Vodafone.it, in modalità differenti a seconda del tipo di SIM in proprio possesso.

  • SIM ricaricabile – se hai una SIM ricaricabile, collegati a questa pagina Internet e clicca sulla voce più adatta alla tua situazione: Disattivazione di servizi e promozioni con recesso anticipato se hai un’offerta con smartphone incluso, oppure Disattivazione del numero ricaricabile con restituzione del credito residuo per disattivare del tutto la SIM e richiedere la restituzione del credito. A questo punto, accedi al tuo account Vodafone (se non ne disponi, clicca sul pulsante Registrati e segui le indicazioni che trovi nella mia guida su come registrarsi su Vodafone per procedere) e compila il modulo proposto in tutte le sue parti. Qualora optassi per la restituzione del credito residuo, devi specificare il motivo del recesso avvalendoti del menu a tendina preposto, dichiarare di essere l’Intestatario/Legittimo possessore della SIM da disattivare, indicare il numero di telefono che cede il credito e rilasciare un ulteriore recapito telefonico presso cui essere contattato in caso di necessità. La restituzione del credito può avvenire tramite assegno (al costo di 6€) o con trasferimento su altro numero (1.5€ se la SIM di destinazione non è Vodafone, 5€ se invece lo è). Specificate le informazioni necessarie, pigia sul pulsante Invia e attendi che Vodafone prenda in carico la tua richiesta.
  • SIM in abbonamento – la procedura è piuttosto simile a quella vista poc’anzi, ma dev’essere portata a termine tramite quest’altra sezione del portale Vodafone.it. Tieni presente che le offerte Vodafone in abbonamento hanno un vincolo contrattuale di 24 rinnovi (o 30 rinnovi se hai incluso uno smartphone): disattivandole prima della decadenza del vincolo, viene addebitato un costo di recesso pari a 100€. Se all’abbonamento è abbinato uno smartphone, è previsto inoltre il versamento di tutte le rate rimanenti in un’unica soluzione.

Se hai difficoltà nel portare a termine questa procedura, ti esorto a dare un’occhiata alla mia guida ai moduli di disdetta Vodafone, in cui ti ho spiegato con dovizia di dettagli l’intera procedura.

Come disattivare una SIM Wind

Hai deciso di liberarti definitivamente della tua SIM Wind, disattivando il numero a essa associata? Allora questa è la sezione del tutorial giusta per te.

Anche in questo caso, prima di procedere, leggi attentamente le condizioni contrattuali relative al tuo piano tariffario: ricorda che, qualora disattivassi la tua SIM prima della scadenza del vincolo contrattuale (ad es. di 12 24 mesi), potresti dover affrontare costi aggiuntivi.

Inoltre, se hai attivato la SIM Wind contestualmente all’acquisto di uno smartphone a rate, dovrai versare le rate residue in un’unica soluzione. Pertanto, ti invito a consultare le condizioni relative ai servizi Wind per essere certo degli eventuali importi aggiuntivi a cui vai incontro.

Se hai ancora intenzione di disattivare una SIM Wind, puoi procedere servendoti di una delle modalità di comunicazione seguenti.

  • Puoi inviare richiesta di disattivazione tramite raccomandata A/R, in cui devi specificare il tuo nome, cognome, il numero di telefono/numero di serie della SIM da disattivare, il motivo per cui intendi procedere con l’operazione e la tua firma autografa. Puoi inviare il tutto, insieme con un documento d’identità valido, all’indirizzo WIND Tre SpA – Servizio Disdette – Casella Postale 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano.
  • Puoi inviare la medesima richiesta vista sopra tramite PEC. all’indirizzo servizioclienti155@pec.windtre.it.
  • Puoi richiedere la disattivazione della SIM presso un punto Wind di proprietà oppure telefonando al servizio clienti 155. In quest’ultimo caso, ti verranno poste delle domande specifiche per accertare la tua identità.

Per informazioni aggiuntive sulla procedura di disattivazione di una scheda SIM Wind, puoi far riferimento alla mia guida dedicata.

Come disattivare una SIM Tre

Hai intenzione di annullare il rapporto contrattuale con Tre, disattivando la relativa SIM? Si tratta di un’operazione relativamente semplice, che puoi concludere utilizzando diversi metodi. Prima di recedere, però, ti consiglio di rileggere attentamente le condizioni contrattuali del tuo piano tariffario, in quanto potresti incorrere in costi aggiuntivi causati sia dai vincoli contrattuali imposti dall’abbonamento, sia da eventuali dispositivi acquistati a rate o tramite finanziaria.

  • Abbonamenti FREE con smartphone – annullando la SIM prima della data di decadenza del vincolo (24 o 30 mesi dall’attivazione), dovrai pagare 100€ per la disattivazione del servizio, oltre che le rate restanti dello smartphone acquistato a rate o tramite finanziamento. Viene applicata una penale di 100€, inoltre, qualora tentassi di usufruire dell’opzione “Cambia o Restituisci”, fornendo un telefono riparato presso rivenditori non autorizzati.
  • Abbonamenti Solo SIM (ex FULL) senza smartphone – in caso di recesso anticipato, sarai tenuto al versamento di 49€ come rimborso del costo di attivazione non pagato, insieme alle spese per la cessazione del servizio. Inoltre, dovrai pagare 9€ in caso di cessazione completa della linea (o 19€ in caso di portabilità su un’altra utenza Tre).
  • Altri tipi di abbonamento – disattivando la SIM prima della naturale decadenza del vincolo contrattuale, sarai tenuto a restituire l’ammontare degli sconti applicati sul canone del piano tariffario fino al momento della disdetta.

Chiaramente, gli importi forfettari da pagare nelle varie casistiche possono variare in qualsiasi momento, pertanto ti invito a consultare il Regolamento Generale Ricaricabili e Abbonamenti più aggiornato sul sito Internet dell’operatore, per conoscere le più recenti in vigore.

Se sei pronto a disattivare la tua SIM, puoi farlo mettendo in pratica una delle seguenti procedure.

  • Inviando una raccomandata A/R all’indirizzo Wind Tre SpA – Casella Postale 133, Roma cinecittà 00173, specificando il tuo nome, cognome, numero di telefono e/o numero seriale della SIM da disattivare e allegando fotocopia di un documento in corso di validità.
  • Inviando una PEC all’indirizzo servizioclienti133@pec.h3g.it, contenente le medesime informazioni di cui sopra.
  • Contattando 3 Italia al 133 per le SIM voce oppure all’800179797 per le SIM dati.
  • Accedendo alla sezione Invia una richiesta dell’Area Clienti 3.

Tre prenderà in carico la richiesta entro e non oltre i 30 giorni dall’inoltro della stessa. Per ulteriori indicazioni sulla procedura di disattivazione della SIM Tre e per maggiori delucidazioni sui costi legati alle varie tipologie di abbonamento, ti invito a consultare il mio approfondimento dedicato alla disdetta Tre.

Come disattivare una SIM Iliad

La procedura per disattivare una SIM Iliad è estremamente semplice e può essere portata a termine tramite il sito Internet ufficiale dell’operatore: qualora questa operazione venisse effettuata entro 14 giorni dall’attivazione (il cosiddetto diritto di ripensamento), è possibile richiedere contestualmente il rimborso dell’intera somma spesa per l’acquisto della SIM card, sia tramite bonifico bancario che tramite accredito su un altra SIM. In alternativa, la procedura di disattivazione prevede la restituzione del credito residuo, secondo le medesime modalità.

Premesso ciò, è il momento di passare all’azione: per prima cosa, recati sul sito Internet di Iliad, clicca sulla voce Area Personale e digita, nelle apposite caselle, l’ID utente e la password ricevute in fase di attivazione del servizio, quindi premi sul pulsante Accedi. Qualora avessi dimenticato le credenziali, puoi richiederle cliccando sul link Hai dimenticato la tua password o perso il tuo ID utente? e seguendo le istruzioni fornite a schermo.

A questo punto, clicca sulla voce La mia offerta collocata sulla barra di navigazione sinistra del sito, pigia successivamente sulla sezione Gestione del contratto e apponi il segno di spunta accanto alla voce più appropriata al tuo caso (ad es. Desidero recedere dal contratto di fornitura di servizi di telefonia mobile concluso con Iliad S.p.A relativo al mio numero di telefono).

Ora, clicca sul pulsante Modalità di rimborso per specificare come ricevere indietro i soldi spesi per l’attivazione oppure il credito residuo sulla SIM e, infine, concludi la semplice procedura seguendo le istruzioni mostrate a schermo.

In caso di problemi, puoi contattare Iliad al numero 177 (gratuito da SIM Iliad) dalle 08.00 alle 22.00 (dal lunedì al venerdì) oppure dalle 09.00 alle 20.00 (sabato, domenica e feriali), oppure far riferimento alla pagina Web dedicata all’assistenza clienti.

Nota: nel momento in cui ti scrivo questo tutorial, Iliad non applica penali, costi di disattivazione o altre spese aggiuntive per quanto riguarda la cessazione del servizio.

Come disattivare una SIM Fastweb

Se sei un cliente Fastweb, sarai sicuramente abituato a utilizzare la MyFastPage per gestire il tuo abbonamento; purtroppo, però, il portale dell’operatore non prevede opzioni per la disattivazione di una SIM, a meno che non si tratti di una scheda in prova gratuita (di cui puoi liberarti collegandoti a questa pagina), pertanto dovrai avvalerti, anche questa volta, della “classica” raccomandata.

Prima di disattivare una SIM Fastweb, però, è bene che tu abbia ben presente un dettaglio fondamentale: qualora avessi abbinato la SIM a un’offerta per casa/azienda e usufruito di un conseguente sconto per la linea fissa, quest’ultimo andrà a decadere nel momento in cui la SIM non risulterà più attiva.

Inoltre, qualora tu abbia acquistato uno o più dispositivi associandoli all’abbonamento mobile, dovrai provvedere alla risoluzione delle rate residue in un’unica soluzione. Infine, se la tua offerta mobile prevede un vincolo temporale di 12, 24 o 36 mesi e dovessi disattivare la SIM prima dello scadere di tale periodo, potresti dover pagare delle penali o dei costi accessori per la risoluzione del contratto.

Pertanto, prima ancora di procedere alla disattivazione della SIM Fastweb, ti consiglio di leggere attentamente le Condizioni di contratto dell’offerta mobile, disponibile in questa pagina per le utenze residenziali e in quest’altra per le utenze business (associate a P. IVA).

Come dici? Intendi procedere comunque? Ti spiego subito come fare. Per disattivare completamente il numero telefonico associato alla tua SIM, devi inviare una richiesta scritta a Fastweb contenente i seguenti dati.

  • Nome, cognome, codice fiscale e codice cliente dell’intestatario della SIM/dell’abbonamento di linea fissa a cui essa è associata.
  • Il numero di telefono o l’ICCID della SIM da disattivare.
  • Il motivo per cui intendi cessare completamente la linea.
  • Un recapito telefonico presso cui verrai contattato per confermare la richiesta di disattivazione.
  • La tua firma autografa.

Una volta redatta la richiesta includendo i summenzionati dati, devi inviarla tramite raccomandata A/R all’indirizzo Fastweb S.p.A – Casella Postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (MI), allegando la fotocopia di un documento d’identità in corso di validità.

Una volta ricevuta la richiesta scritta, Fastweb avrà cura di ricontattarti al recapito indicato, chiedendoti se sei ancora interessato a cessare completamente la tua linea: una volta ricevuta conferma da parte tua, l’operatore procederà a disattivare la SIM come da te richiesto.

Se hai bisogno di ulteriori indicazioni su questa procedura, puoi fare riferimento alle istruzioni specifiche sulla disdetta Fastweb, che ho redatto appositamente per te.