Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come bloccare una SIM

di

Speravi di non dover mai affrontare una situazione del genere ma, ahimé, è successo: hai purtroppo smarrito il tuo smartphone e, poiché sono già passate diverse ore, le probabilità di ritrovarlo si abbassano sempre di più. È per questo motivo che hai deciso di prendere provvedimenti e di impedire che qualcuno possa utilizzare il tuo numero telefonico per compiere azioni potenzialmente nocive: pertanto, sei alla ricerca di informazioni su come bloccare una SIM, disattivandola permanentemente e rendendola dunque inutilizzabile.

Sono molto felice di comunicarti che ti trovi nel posto giusto, in un momento che non poteva essere migliore: di seguito, infatti, mi appresto a illustrarti per filo e per segno tutti i passaggi da seguire per richiedere la disabilitazione di una SIM smarrita o rubata e ottenerne una sostitutiva, a seconda del tuo gestore di provenienza. Inoltre, avrò cura di spiegarti come bloccare anche il telefono (o il tablet) smarrito, così da impedirne l’accesso alle reti di telefonia cellulare agenti sul suolo italiano.

Prima di andare avanti, ho da farti un paio di doverose premesse: per ottenere il blocco dei dispositivi e/o la sostituzione della scheda SIM, è quasi sempre necessario sporgere denuncia di furto o smarrimento alle autorità competenti. Inoltre, per finalizzare il blocco dei dispositivi, è necessario disporre del loro codice seriale, o IMEI: nella fattispecie, si tratta di una sequenza di 15 cifre che identifica in modo univoco ciascun dispositivo prodotto su scala mondiale. Se non sai come procurarti l’identificativo del terminale che hai smarrito, ti consiglio di dare una lettura preventiva alla mia guida su come risalire al codice IMEI, che ho preparato apposta per te. Buona fortuna!

Indice

Come bloccare una SIM TIM

Se hai necessità di bloccare una SIM TIM, hai almeno due strade possibili da poter percorrere: la prima, nonché la più rapida, consiste nell’utilizzare la sezione MyTIM Mobile disponibile sul portale dell’operatore, mentre la seconda prevede il classico “contatto” con l’operatore tramite telefono.

Qualora fossi iscritto al portale TIM, puoi disattivare la tua SIM nel seguente modo: collegati alla pagina Web del servizio, digita l’username e la password associati al tuo account, clicca sulla scheda MyTIM Mobile e poi sulla sezione La mia linea. Da lì, clicca sul pulsante relativo al blocco della SIM e procedi seguendo attentamente le istruzioni visualizzate a schermo.

Per portare a termine il blocco della scheda tramite chiamata telefonica, invece, devi contattare il Servizio Clienti TIM al numero 119: dopo aver ascoltato il messaggio introduttivo, premi il tasto per accedere all’assistenza commerciale, tecnica e amministrativa, pigia sul pulsante per accedere alla sezione relativa all’assistenza amministrativa e commerciale e, infine, premi il pulsante 6 per richiedere di parlare con un operatore tramite l’opzione altre esigenze. La combinazione di tasti da digitare potrebbe cambiare da un momento all’altro, quindi cerca di attenerti alle istruzioni della voce guida per evitare errori.

A questo punto, esterna la tua problematica all’incaricato: quest’ultimo dovrebbe porti alcune domande per accertarsi che sia tu l’effettivo proprietario della SIM da bloccare e, una volta ottenute le risposte necessarie, procederà con il blocco della SIM. Se non riesci a contattare l’operatore TIM con le modalità che ti ho esposto poc’anzi, ti esorto a consultare la mia guida specifica dedicata all’argomento.

Ora che hai provveduto a bloccare il numero di telefono, devi recarti presso le autorità competenti per sporgere formale denuncia di furto/smarrimento della SIM e, se necessario, anche del dispositivo in cui essa era contenuta. Come ti ho spiegato nelle battute introduttive di questa guida, devi comunicare all’addetto anche il codice IMEI dello smartphone o del tablet che intendi bloccare.

Fatto ciò, puoi richiedere il blocco del terminale smarrito: per farlo, accedi a questa pagina del sito TIM, individua la voce Richiesta di blocco e sblocco IMEI per apparati rubati o smarriti relativa alla sezione a te più congeniale (Clienti ricaricabili se disponi di una SIM ricaricabile o Clienti con abbonamento se disponi di un abbonamento) e clicca sul pulsante Compila relativo a quest’ultimo. Inserisci le credenziali d’accesso al portale MyTIM Mobile e, dopo aver compilato il modulo proposto nella sua interezza, invialo usando l’apposito pulsante.

Se non sei iscritto al servizio MyTIM Mobile, fai clic sul pulsante Scarica per ottenere una copia del documento in PDF, dopodiché provvedi a stamparlo, compilarlo e inviarlo a mezzo posta all’indirizzo TIM Servizio Clienti Casella Postale 555 00054 – Fiumicino RM, avendo cura di allegare alla richiesta un documento di identità in corso di validità.

Finalizzata la trafila per ottenere il blocco della SIM (ed eventualmente del terminale associato), puoi richiedere una scheda sostitutiva – che avrà lo stesso numero di telefono, lo stesso piano tariffario, le stesse promozioni ed eventualmente lo stesso credito residuo – recandoti in un centro TIM e comunicando all’addetto la tua problematica, al costo di 15€. Ricorda di portare con te una copia della denuncia di furto/smarrimento della stessa, un documento di identità valido e il tuo codice fiscale.

Come bloccare una SIM Vodafone

Hai bisogno di bloccare la tua SIM Vodafone poiché ti è stata rubata o, sfortunatamente, l’hai smarrita? Il primo passo che devi compiere, in tal caso, è chiamare il 190 per parlare con un operatore ed esporgli il problema: questi si occuperà di accertarsi che sia tu l’effettivo proprietario della SIM in questione e procederà immediatamente il blocco della stessa.

Se chiami da una linea Vodafone, dovresti accedere alla sezione più appropriata pigiando prima il tasto 1 per ricevere assistenza per la telefonia mobile, poi il tasto per parlare con un operatore Vodafone e, infine, il tasto 3 per richiedere di bloccare la SIM in seguito a furto o smarrimento.

Qualora stessi invece effettuando l’operazione dalla linea di altro operatore, devi premere il tasto per richiedere i servizi di assistenza per telefonia mobile, per poi digitare il numero di telefono che intendi bloccare e scegliere l’opzione relativa al blocco della SIM Vodafone, premendo il tasto 3.

Ad ogni modo, ti consiglio di ascoltare attentamente le istruzioni della voce guida, poiché i tasti corrispondenti alle opzioni da selezionare potrebbero variare in qualsiasi momento.

Dopo aver bloccato la SIM per via telefonica, puoi richiedere anche il blocco del cellulare o del tablet che la conteneva, inoltrando apposita richiesta tramite il sito Internet Vodafone: una volta eseguito l’accesso con i tuoi dati, compila il modulo proposto, poi sul pulsante Allega e carica nella documentazione una copia fronte-retro di un documento d’identità valido e il documento di autocertificazione per il furto o lo smarrimento della SIM e del terminale (o, in alternativa, una copia della denuncia sporta presso le autorità competenti) e clicca sul pulsante Invia.

Puoi richiedere la SIM sostitutiva (stesso numero di telefono, stesse tariffe/promozioni ed eventualmente stesso credito residuo) recandoti in un centro Vodafone e portando con te un documento d’identità e la copia del documento di autocertificazione o della denuncia alle autorità: l’operazione ha un costo di 8€.

Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti sui passaggi per bloccare una SIM Vodafone che hai smarrito o che ti è stata rubata, ti consiglio di leggere con molta attenzione il tutorial specifico che ho dedicato all’argomento.

Come bloccare una SIM Wind

Hai subito il furto o hai smarrito la tua SIM Wind? Per bloccarla, devi chiamare prima possibile il servizio clienti 155 (gratuito da rete fissa TIM e Wind/Infostrada e da reti mobili TIM, Vodafone, Wind e 3) ed esporre la tua problematica a un operatore: nel momento in cui ti scrivo questa guida, devi premere il tasto 2 per ricevere assistenza da parte di un consulente, dopodiché devi pigiare il tasto 1 per indicare il numero di telefono da bloccare e, infine, premere il tasto per avviare il contatto diretto con l’operatore.

Tieni ben presente che i tasti da premere per contattare l’operatore potrebbero variare in qualsiasi momento, pertanto attieniti scrupolosamente alle istruzioni della voce guida per risparmiare tempo prezioso. Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti su questo passaggio, ti invito a consultare la mia guida su come parlare con operatore Wind.

Nota: se possiedi una SIM Wind Tre Business abbinata a Partita IVA, devi invece metterti in contatto con il servizio clienti 1928.

A questo punto, devi recarti presso le autorità competenti per denunciare il furto del dispositivo che la conteneva o, in caso di smarrimento, stilare un’autocertificazione firmata che descriva le condizioni in cui è avvenuto il fatto. Se lo desideri, in questa fase puoi dichiarare l’IMEI del telefono o del tablet, qualora fossero stati rubati o smarriti, per richiederne il blocco.

Per concludere, puoi richiedere il blocco del terminale che conteneva la SIM nel seguente modo: se hai sottoscritto un piano da utente privato, devi scaricare questo modulo, stamparlo, compilarlo in tutte le sue parti e inviarlo a mezzo posta, insieme alla copia di un documento valido e alla denuncia/autocertificazione, all’indirizzo Wind Tre S.p.A – Casella Postale n. 14155 -Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano MI.

Se invece sei un cliente Wind Tre Business con utenza associata a Partita IVA, devi stampare questo modulo, compilarlo e inviarlo (sempre allegando un documento d’identità e la denuncia/autocertificazione) a mezzo posta all’indirizzo Wind Tre S.p.A – Servizio Clienti 1928 – Casella Postale n. 14155 – Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano, oppure tramite email all’indirizzo CustomerCareWindTreBusiness@pec.windtre.it.

Una volta completato l’iter di blocco, puoi richiedere una SIM sostitutiva (con lo stesso numero telefonico, lo stesso piano tariffario, le stesse promozioni e lo stesso credito/stesse modalità di addebito) recandoti in un centro Wind, al costo di 15€. Ricorda di portare con te un documento d’identità e una copia della denuncia di furto/autocertificazione di smarrimento.

Come bloccare una SIM Tre

Per richiedere il blocco della SIM 3 in seguito a furto o smarrimento, devi innanzitutto chiamare il numero verde gratuito 800832323, accedere alla sezione relativa alla sospensione del numero per furto o smarrimento (premendo il tasto 2, al momento in cui ti scrivo questa guida) e seguire le istruzioni fornite per procedere al blocco definitivo della SIM.

In alternativa, puoi recarti presso il Punto Vendita 3 più vicino e denunciare l’accaduto all’incaricato, avendo cura di portare con te un documento d’identità valido.

Se hai subìto il furto del dispositivo che conteneva la SIM in questione e intendi bloccarlo, devi sporgere regolare denuncia presso le autorità competenti; in caso di smarrimento, invece, devi semplicemente scrivere un’autocertificazione firmata con cui descrivi le condizioni in cui si è verificato l’evento. Per finalizzare il blocco, devi scaricare, stampare e compilare l’apposito modulo di richiesta, per poi inviarlo, insieme a una copia della denuncia/autocertificazione e di un documento d’identità valido, al numero di fax 800179700.

Una volta conclusa la formalizzazione del blocco, puoi richiedere una SIM sostitutiva (stesso numero, stessa offerta e stesso credito residuo) presso un 3Store al costo di 15€: ricorda di portare con te una copia della denuncia di furto o dell’autocertificazione di smarrimento, oltre che un documento d’identità valido.

Come bloccare una SIM Iliad

 

Per quanto riguarda le SIM Iliad, è possibile inoltrare richiesta di blocco in seguito a furto o smarrimento a mezzo posta o fax. Per procedere, devi scaricare, stampare e compilare questo modulo in tutte le sue parti (indicando, se necessario, anche il codice IMEI del dispositivo da bloccare) e inviarlo al più presto, unitamente alla copia di un documento in corso di validità e alla denuncia di furto o smarrimento di SIM (ed eventualmente smartphone o tablet) presentata presso le autorità competenti, al numero di fax 0230377960 oppure all’indirizzo Iliad Italia S.p.A, CP 14106, 20146 Milano.

Dopo aver terminato l’iter di blocco, puoi richiedere una SIM sostitutiva (con lo stesso numero telefonico, lo stesso credito residuo e la medesima offerta attiva) contattando il Servizio Clienti Iliad al numero 177, al costo di 9,99€.

Come bloccare una SIM Fastweb

Se possiedi una SIM Fastweb e hai intenzione di bloccarla in seguito a furto o smarrimento della stessa, puoi effettuare quest’operazione contattando il servizio clienti 192193 (chiamata gratuita da rete mobile Fastweb e da rete fissa) oppure il numero 3730004193, al costo di una chiamata verso numero cellulare, tariffata a seconda del piano attivo sulla linea da cui ti accingi a effettuare la telefonata.

Fatto ciò, segui attentamente le istruzioni della voce guida per accedere alla sezione più appropriata: al momento in cui ti scrivo questa guida, devi richiedere assistenza per l’offerta mobile (premendo il tasto 1), richiedere istruzioni per le operazioni da compiere in caso di furto o smarrimento (tasto 2), accedere alla sezione specifica per il furto o lo smarrimento (tasto 4) e, infine, richiedere di parlare con un operatore per segnalare il furto o lo smarrimento della SIM (tasto 2).

A questo punto, attendi che l’operatore risponda alla telefonata, esponi la problematica e fornisci a quest’ultimo le informazioni richieste: in genere, devi indicare il numero di telefono da bloccare e rispondere alle domande che ti verranno poste, per verificare di essere il legittimo possessore e utilizzatore della SIM in questione. Se hai problemi a contattare Fastweb, ti invito a leggere la mia guida dedicata per ottenere ulteriori informazioni in merito.

Nota: puoi richiedere il blocco immediato della SIM anche presso un centro Fastweb autorizzato, avendo cura di portare con te un documento di identità in corso di validità.

Se hai necessità di bloccare anche lo smartphone o il tablet che conteneva la SIM, devi innanzitutto sporgere denuncia alle autorità competenti, in caso di furto, oppure redigere un’autocertificazione in caso di smarrimento. Fatto ciò, scarica il modulo di richiesta di blocco IMEI da questa pagina, compilalo in tutte le sue parti (indicando il codice IMEI del dispositivo che intendi bloccare o, se non lo conosci, una lista di chiamate recenti effettuate dalla numerazione smarrita/rubata) e spediscilo, insieme a una copia di un documento in corso di validità e con la denuncia/autocertificazione di furto/smarrimento, al numero di fax 0236656348.

Completata quest’operazione, puoi recarti in un punto vendita Fastweb ed esporre la tua problematica, richiedendo gratuitamente una nuova SIM, che avrà la stessa numerazione telefonica, la stessa offerta attiva e lo stesso credito di quella che è stata smarrita o rubata. Ricorda di portare con te un documento in corso di validità e la denuncia/autocertificazione di furto/smarrimento.