Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come funziona Runtastic

di

Dal momento che sei un amante dell'attività fisica e, allo stesso tempo, il fiero possessore di uno smartphone di ultima generazione, stai valutando l'installazione di alcune applicazioni dedicate allo sport. Il tuo obiettivo è quello di registrare gli allenamenti che di volta in volta svolgi e, a questo proposito, hai sentito parlare di una soluzione particolarmente valida chiamata Runtastic: vorresti, dunque, saperne di più e capire se fa effettivamente al caso tuo.

Beh, se le cose stanno effettivamente in questo modo e, dunque, vuoi scoprire come funziona Runtastic, sappi che posso aiutarti io. Per prima cosa, devi sapere che Runtastic è, in realtà, il nome della software house che si è occupata per conto di Adidas dello sviluppo di due applicazioni, entrambe caratterizzate dall'integrazione di strumenti per il tracciamento delle attività e da elementi di social networking (per condividere i propri risultati sportivi con altri utenti).

Nel corso di questa mia guida, dunque, ti parlerò di Adidas Training e Adidas Running, illustrandoti il loro funzionamento e le rispettive caratteristiche, in modo che tu possa individuare quella (o quelle) più adatte alle tue esigenze. Tieni a portata di mano il tuo smartphone (o il tuo tablet) e prova insieme a me le applicazioni che ti consiglierò. Detto ciò, non mi resta che augurarti una buona lettura e, visto l'argomento, un buon allenamento!

Indice

Come funziona Adidas Training by Runtastic

schermate impostazioni allenamento app Adidas Training

Tra le applicazioni di maggior risalto sviluppate da Runtastic vi è Adidas Training per Android (anche per dispositivi senza servizi Google) e iOS/iPadOS: si tratta di una soluzione dedicata agli allenamenti che integra numerose videolezioni per chi vuole esercitarsi da casa o in palestra senza l'ausilio di un personal trainer e facendo tutto con i propri tempi.

L'applicazione offre, in particolare, una lunga serie di video tutorial fruibili in maniera del tutto gratuita, ma è possibile sottoscrivere un abbonamento Premium con costi a partire da 9,99 euro/mese per avere accesso a funzionalità illimitate e sbloccare una vasta gamma di altri utili contenuti, compresi quelli offerti dall'app Running di cui ti parlerò più avanti in un capitolo dedicato.

Dopo aver installato e avviato Adidas Training, ti verrà chiesto di eseguire l'iscrizione al servizio: per farlo, puoi scegliere di associare il tuo account Google o Facebook, o completare la procedura standard di registrazione tramite indirizzo email.

A seguire, fornisci i dati necessari alla profilazione (come Genere, Località, Data di nascita), quindi accetta le condizioni di utilizzo e, per concludere questa fase, rispondi alle domande che ti verranno poste atte a determinare i tuoi obiettivi, l'intensità dei tuoi allenamenti ed eventuali difficoltà che potrebbero ostacolare la regolarità della tua attività sportiva.

Al termine, ti verrà suggerito un piano di allenamento preimpostato: scegli, dunque, se aderire a quest'ultimo premendo il pulsante Inizia il piano, o se posticipare a dopo la decisione per valutare eventuali alternative proposte dall'app: verrai così rimandato alla schermata principale di Adidas Training che, come potrai notare, è suddivisa in varie sezioni.

Quella più significativa è accessibile facendo tap sulla voce di menu Allenamenti: grazie ad essa, infatti, potrai visualizzare i numerosi video dedicati agli allenamenti autonomi o agli esercizi, e ti basterà solo sfiorare la relativa anteprima per avviarne la riproduzione sul player integrato.

Scorrendo la schermata in questione potrai visualizzare anche la funzione Workout creator e, pigiando il pulsante Iniziamo ivi presente, ti verrà dato modo di impostare il tuo prossimo allenamento scegliendo la relativa durata, quale parte del corpo esercitare, il livello di difficoltà e l'attrezzatura a tua disposizione. Selezionando la modalità silenzioso, invece, potrai escludere esercizi particolarmente rumorosi.

Una volta fatto ciò, premi sul bottone Crea Workout sottostante che riporta il numero di attività compatibili con le tue scelte, tenendo conto, però, che nella versione free si ha accesso a un numero limitato di esercizi, dopodiché sfiora il pulsante Inizia e comincia ad allenarti seguendo il video tutorial proposto.

impostazione piani di allenamento app Adidas Training

Per quanto riguarda le altre funzionalità dell'app, nella sezione Piani, collocata nel menu principale dell'applicazione, è possibile consultare altre tipologie di allenamento strutturate per obiettivi, molte delle quali gratuite. Anche in questo caso, per poterli avviare sarà necessario rispondere ad alcune domande utili a pianificare la frequenza e l'intensità dell'attività in base al tuo profilo e a specifiche esigenze personali di disponibilità e resistenza.

Per concludere questa panoramica sull'app Training, ti segnalo la presenza della sezione Progressi, grazie alla quale potrai consultare in qualsiasi momento le statistiche di allenamento suddivise per settimana, mese e anno. La voce Notizie, invece, contiene interessanti articoli del blog di Adidas Runtastic e offre la possibilità di connettersi con i propri amici presenti su Facebook o tramite i contatti presenti nella rubrica del proprio dispositivo mobile.

Pigiando sul menu Altro, infine, si accede al proprio profilo per gestire una serie di impostazioni, che includono ad esempio la possibilità di eseguire la sincronizzazione con Google Fit su dispositivi Android e Salute su iPhone/iPad.

Come funziona Adidas Running by Runtastic

impostazioni corsa e avvio allenamento app Adidas Running

Se sei particolarmente interessato a sapere come funzione Runtastic corsa, in tal caso ti suggerisco di scaricare e installare l'app Adidas Running, disponibile anch'essa per Android (anche su store alternativi) e iOS/iPadOS: quest'ultima, infatti, è pensata per tracciare l'allenamento podistico relativo a varie discipline sportive, come corsa e camminata, ma risulta valida ad esempio anche per il ciclismo.

La versione base è del tutto gratuita, ma se vuoi accedere a tutte le funzionalità e sbloccare tutti i contenuti, inclusi quelli dell'app Training, è necessario sottoscrivere un abbonamento Premium con costi a partire da 9,99 euro al mese.

Per cominciare a monitorare mediante l'app in questione l'attività fisica che solitamente svolgi, dopo averla avviata provvedi a effettuare l'accesso associando il tuo account Google o Facebook, o esegui la registrazione tramite indirizzo email. A seguire, procedi alla definizione del tuo profilo immettendo le informazioni relative ad altezza e peso, utili al calcolo delle calorie, e fornisci le necessarie autorizzazioni per il rilevamento della posizione, in modo da ottenere dati più precisi sulle distanze percorse.

Se lo desideri, crea sùbito un obiettivo personale premendo l'apposito pulsante al passaggio successivo: la procedura che segue prevede l'impostazione del tipo di sport, della periodicità dell'allenamento e del parametro che intendi utilizzare come finalità (ad esempio distanza, tempo, calorie o altro).

Una volta fatto ciò, pigia sulla voce Salva posta in alto a destra per registrare le modifiche, dopodiché potrai opzionalmente sincronizzare un orologio sportivo associando il relativo account, ad esempio Huawei Health. Al termine, sfiora il bottone Ci siamo! per accedere all'interfaccia utente.

Quest'ultima mostra sùbito la funzione di tracciamento della corsa, che si trova all'interno della sezione Attività posta al centro del menu principale. Prima di cominciare a registrare i dati dell'attività, se desideri accompagnare l'allenamento con i tuoi brani preferiti premi il simbolo della nota musicale posto sulla sinistra e associa il tuo account Spotify o YouTube Music.

Accedendo alle impostazioni tramite la funzione contraddistinta dal simbolo dell'ingranaggio posto sulla destra, invece, potrai gestire il posizionamento dei valori mostrati dall'interfaccia, indicando anche se si tratta di attività outdoor o indoor (ad esempio nel caso di corsa su tapis roulant), e collegare via Bluetooth un cardiofrequenzimetro o uno smartwatch Wear OS, o ancora, abilitare/disabilitare l'assistente vocale integrato.

Una volta fatto ciò, premi il pulsante Inizia ivi presente, quindi scegli se abilitare o meno il Live Tracking per condividere con i tuoi follower l'allenamento, e attendi il conto alla rovescia, dopodiché comincia la tua attività: il sistema provvederà in automatico a registrare tutti i dati della corsa avvalendosi del GPS integrato nello smartphone e di eventuali dispositivi associati nei passaggi precedenti. Per mettere in pausa o terminare la sessione, sfiora il simbolo del lucchetto collocato in basso, quindi pigia l'opzione desiderata.

sezioni Notizie e Community app Adidas Running

Gli allenamenti e le relative statistiche verranno registrati nella sezione Progressi, prendendo come riferimento l'eventuale obiettivo impostato al primo avvio dell'app (ma potrai definirne anche di nuovi pigiando l'apposita funzione Crea Obiettivo). L'area Notizie situata sulla sinistra del menu principale, invece, mostra un riepilogo delle informazioni essenziali relative alle attività sostenute e il blog di Adidas con interessanti articoli dedicati in particolare al podismo.

Pigiando sulla voce Community, infine, avrai modo di connettere il tuo account Facebook o i contatti della tua rubrica (per condividere i risultati con i follower) e accedere alle sfide o agli eventi proposti da Adidas.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.