Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare Kodi

di

Kodi è un software open source che permette di gestire, organizzare e riprodurre qualsiasi tipo di file multimediale. È completamente gratuito ed è compatibile con tantissimi dispositivi differenti: PC Windows, Mac, computer equipaggiati con Linux, dispositivi Android, iPhone e iPad (anche se in maniera limitata), Raspberry Pi, TV box Android, Smart TV Android e altro ancora. È nato nel lontano 2003 come media center per Xbox, difatti si chiamava Xbox Media Center (XBMC), ma oggi ha cambiato completamente volto e si pone come una soluzione multi-piattaforma aperta a qualsiasi device e sistema operativo.

Ma cosa si può fare esattamente con Kodi? Non basterebbe un intero libro per descriverlo. Con Kodi è possibile riprodurre video, musica e foto dai dispositivi locali (hard disk, chiavette USB ecc.), dalla rete locale (NAS, hard disk di rete, computer connessi alla rete locale ecc.) e da Internet; si possono guardare programmi televisivi via Internet (IPTV); film, serie TV e qualsiasi genere di contenuto in streaming on-demand; controllare apparecchi PVR per la registrazione dei contenuti video; visualizzare le previsioni del tempo; scaricare file da Internet (anche tramite reti P2P), e l'elenco potrebbe continuare ancora a lungo.

A rendere Kodi così potente, flessibile e versatile ci sono gli addon, cioè dei componenti aggiuntivi che possono essere sviluppati anche da programmatori di terze parti e che danno accesso a una vasta gamma di servizi e funzioni che normalmente non sono integrati nel software. Non sono tutti legali al 100%, questo va detto, alcuni di essi danno accesso a servizi di streaming che non rispettano le leggi sul copyright, ma fare l'equazione Kodi=contenuti illegali è sbagliato! Le potenzialità di Kodi sono talmente grandi che sarebbe un vero spreco usarle solo per guardare qualche film in streaming! Pertanto non perdere altro tempo, prenditi un po' di tempo libero e scopri subito come installare Kodi grazie alle indicazioni che sto per darti: sono sicuro che non te ne pentirai!

Indice

Versioni di Kodi disponibili

Come installare Kodi

Prima di entrare nel vivo di questo tutorial e spiegarti come installare Kodi, lascia che ti illustri le principali versioni del software disponibili attualmente per il download.

Quando andrai a scaricare Kodi sui tuoi device, ti verranno proposte due versioni differenti del software.

  • Release – è la versione stabile di Kodi, nonché quella che ti consiglio di scaricare.
  • Nightly – si tratta di versioni instabili di Kodi. Contengono funzioni aggiuntive non ancora introdotte nelle versioni stabili e vengono aggiornate molto frequentemente. Personalmente te le sconsiglio.

Per alcune piattaforme, Kodi è disponibile sia in versione a 32 bit che in versione a 64 bit: devi scegliere quella più adatta al processore e al sistema operativo con cui è equipaggiato il dispositivo di destinazione.

Altra cosa importante da sapere è che esistono dei fork di Kodi, cioè dei software basati sul codice sorgente di Kodi che hanno funzionalità, interfacce e caratteristiche leggermente differenti rispetto a quest'ultimo. Tra i fork di Kodi più interessanti del momento ti segnalo.

  • SPMC – è un fork di Kodi per Android creato da uno degli sviluppatori del team originale di Kodi (Koying). Contiene varie impostazioni e modifiche sperimentali che permettono di migliorare le prestazioni su determinati dispositivi dove Kodi non funziona o funziona male.
  • OSMC – è una distro Linux basata su Debian che include Kodi al suo interno (e ne fa il centro della sua esperienza utente).
  • OpenELEC – si tratta di un sistema operativo embedded (basato su Linux) caratterizzato da un'estrema leggerezza e da un avvio molto rapido. Include una versione personalizzata di Kodi con alcuni addon di terze parti dedicati al retrogaming e alle funzioni PVR per la registrazione.

Utilizzare i fork di Kodi permette di migliorare l'esperienza utente su determinati dispositivi, soprattutto quelli meno potenti sotto il punto di vista hardware. Puoi trovare una lista completa di tutti quelli disponibili per i vari device sul Wiki ufficiali di Kodi.

Come installare Kodi su Windows

Come installare Kodi

Se vuoi installare Kodi su un PC Windows e utilizzi Windows 10 come sistema operativo, puoi rivolgerti direttamente al Microsoft Store, che al suo interno ospita anche il noto media center open source. Collegati quindi a questa pagina Web, accetta di aprire il Microsoft Store e pigia sul pulsante Ottieni.

Entro pochi secondi Kodi verrà prima scaricato e poi installato sul tuo PC: tu non dovrai fare assolutamente nulla. Puoi seguire l'andamento del download pigiando sulla freccia collocata in alto a destra. Al termine del download, potrai avviare la app semplicemente richiamando la sua icona dal menu Start (quello che compare cliccando sull'icona della bandierina collocata nell'angolo in basso a sinistra dello schermo).

Come installare Kodi

Se utilizzi una versione di Windows precedente alla 10 (sono supportati tutti i Windows da Vista in poi) o, comunque, preferisci scaricare la versione classica del software (quella distribuita tramite pacchetto .exe), collegati al sito ufficiale di Kodi, scorri un po' la pagina e clicca prima sulla bandierina di Windows e poi sul pulsante INSTALLER (32BIT) relativo alla versione Release del programma (quindi alla versione stabile).

A download completato, apri il pacchetto d'installazione di Kodi (kodi-xx-x86.exe) e, nella finestra che si apre, fai clic prima sul pulsante e poi su Next e I Agree. Scegli quindi gli addon (cioè i componenti aggiuntivi) includere nell'installazione di Kodi (personalmente ti consiglio di lasciare tutti gli addon selezionati) e concludi il setup cliccando prima su Next per due volte consecutive e poi su Install e Finish.

Come installare Kodi

Anche in questo caso, al termine dell'installazione, troverai Kodi nel menu Start di Windows, pronto per essere utilizzato.

Qualora l'interfaccia di Kodi fosse in lingua inglese anziché in italiano, clicca sull'icona dell'ingranaggio collocata nella barra laterale di sinistra, poi vai su Interface settings, seleziona la voce Regional dal menu laterale e imposta l'opzione Language su Italian.

Come installare Kodi

Se al primo avvio di Kodi visualizzi una richiesta da parte del firewall di Windows, clicca sul pulsante Consenti accesso in modo da consentire al media center di accedere correttamente a Internet e alle risorse di rete.

Se qualche passaggio non ti è chiaro e/o vuoi maggiori informazioni sul processo d'installazione di Kodi su Windows, consulta il Wiki ufficiale del programma (in lingua inglese).

Come installare Kodi su macOS

Come installare Kodi

Utilizzi un Mac? Nessun problema. Puoi installare Kodi in maniera semplicissima. Tutto quello che devi fare è collegarti al sito ufficiale del programma, scorrere la pagina verso il basso e cliccare prima sulla voce macOS (sotto l'icona della mela morsicata) e poi sul pulsante INSTALLER (64BIT) relativo alla versione Release di Kodi, quindi alla versione stabile del software.

A download completato, apri il pacchetto dmg che contiene Kodi e trascina l'icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS. A questo punto, fai clic destro sull'icona di Kodi che hai appena copiato nella cartella delle applicazioni, seleziona la voce Apri dal menu che si apre e rispondi Apri all'avviso che compare sullo schermo. In questo modo potrai avviare Kodi anche se non si tratta di un'applicazione proveniente dal Mac App Store o dotata della certificazione di Apple.

Come installare Kodi

Agli avvii successivi non dovrai più ripetere la procedura tramite clic destro: ti basterà avviare Kodi normalmente con un doppio clic sulla sua icona o un singolo clic nel Launchpad (o, ancora, tramite ricerca con Spotlight).

Se ti servono maggiori informazioni circa l'installazione di Kodi su macOS, consulta la documentazione ufficiale del software (in lingua inglese).

Come installare Kodi su Linux

Come installare Kodi

Se utilizzi una distro come Ubuntu, che ha un proprio store per le applicazioni, potresti trovare Kodi direttamente all'interno di quest'ultimo. Ad esempio, proprio su Ubuntu, se apri il centro Ubuntu Software (l'icona del sacchetto della spesa arancione che si trova nella barra laterale di sinistra), e cerchi "kodi" nella barra di ricerca in alto, puoi installare Kodi semplicemente pigiando sul pulsante Installa (accanto al nome del software) e digitando la password del tuo account utente su Linux (quella che usi normalmente per accedere al sistema).

Come installare Kodi

Al termine dell'installazione, troverai Kodi nella lista delle applicazioni presenti sul computer. Per avviarlo, non dovrai far altro che selezionare la sua icona dalla barra laterale di sinistra o cliccare sul logo di Ubuntu (in alto a sinistra) e cercare il programma nel menu che si apre.

Se preferisci, puoi installare Kodi anche tramite Terminale. Tutto quello che devi fare è digitare i comandi che trovi elencati qui sotto e rispondere in maniera affermativa alle domande che ti vengono poste (basta premere il tasto S sulla tastiera del PC e dare Invio). Dopo il primo comando ti verrà chiesto di digitare la password del tuo account utente su Ubuntu.

  • sudo apt-get install software-properties-common
  • sudo add-apt-repository ppa:team-xbmc/ppa
  • sudo apt-get update
  • sudo apt-get install kodi

Se utilizzi una distro diversa da Ubuntu, come ad esempio Debian o Fedora, puoi installare Kodi aprendo il Terminale e dando i seguenti comandi.

  • sudo apt-get update
  • sudo apt-get install kodi

Per maggiori informazioni sul processo d'installazione di Kodi su Linux, consulta il Wiki ufficiale del programma (in lingua inglese).

Come installare Kodi su Android

Come installare Kodi

Android è un sistema operativo estremamente flessibile e versatile: lo possiamo trovare non solo su smartphone e tablet, ma anche su TV Box, Smart TV e altri dispositivi che, quindi, all'occorrenza, possono eseguire applicazioni come Kodi. Se tu hai uno o più terminali equipaggiati con Android e vuoi sapere come installare Kodi su di essi, continua a leggere: trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno proprio qui sotto.

Smartphone e tablet

Come installare Kodi

Kodi è disponibile sul Google Play Store proprio come qualsiasi altra app per Android. Questo significa che se hai uno smartphone o un tablet equipaggiato con il sistema operativo del robottino verde, non devi far altro che aprire Play Store (l'icona ▶︎ che trovi nella home screen del tuo dispositivo), cercare "kodi" nella barra che si trova in alto e selezionare l'icona della app dai risultati della ricerca (il rombo azzurro con la lettera "K" all'interno). Pigia dunque sui pulsanti Installa e Accetto e attendi pazientemente che il download dell'applicazione venga portato a termine.

Ad installazione completata, potrai avviare Kodi semplicemente aprendo l'app drawer di Android (la schermata con la lista di tutte le app installate sul device) e pigiando sulla sua icona.

Smartphone e tablet (metodo alternativo)

Come installare Kodi

Se il tuo dispositivo Android non include il Google Play Store, puoi installare Kodi procurandoti il pacchetto apk dell'applicazione. Per scaricare il pacchetto apk di Kodi, apri il browser del tuo smartphone o del tuo tablet (es. Chrome), collegati alla pagina kodi.tv/download e pigia sull'icona di Android.

Nel riquadro che si apre, fai tap sul pulsante ARMV7A (32BIT) se utilizzi un device a 32 bit o sul pulsante ARMV8A (64BIT) se utilizzi un device a 64 bit (scegli sempre i link relativi alla versione Release di Kodi) e attendi pazientemente il termine del download. Se ti viene chiesto con quale applicazione intendi completare il download, scegli il browser che stai usando attualmente (es. Chrome), mentre se compare un avviso relativo alla potenziale pericolosità dei file apk, ignoralo pigiando sul pulsante OK (in basso a destra).

Al termine dello scaricamento, avvia l'applicazione Download di Android oppure serviti di un file manager esterno (es. ES File Manager) per raggiungere la cartella Download e apri il file apk che hai prelevato dal sito Internet di Kodi (es. kodi-xx-armeabi-v7a.apk). Pigia quindi sul pulsante Installa e l'applicazione verrà installata rapidamente sul tuo smartphone o tablet.

Se Kodi risulta essere in inglese anziché in italiano, cambia la lingua dell'applicazione come spiegato prima nel capitolo dedicato a Windows.

Nota: se all'apertura del file apk ti viene mostrato un messaggio d'errore, recati nel menu Impostazioni > Sicurezza di Android e attiva il supporto per le origini sconosciute.

TV Box

Come installare Kodi

Come ti ho spiegato anche nella mia guida dedicata ai migliori TV Box, i TV Box Android sono degli ottimi dispositivi che con pochi euro permettono di trasformare qualsiasi TV in Smart TV dando accesso a una gamma vastissima di app e contenuti. La maggior parte di essi viene fornita con Kodi (o con un fork di Kodi) già installato, ma volendo è possibile installare Kodi "manualmente" sfruttando il Play Store o i pacchetti apk di Kodi (proprio come abbiamo visto prima su smartphone e tablet).

Per installare Kodi su un TV Box tramite Play Store – quasi inutile dirlo – apri il Play Store sul TV Box, cerca "kodi" e installa l'applicazione pigiando sul pulsante Installa/Accetto. L'applicazione diventerà disponibile nella schermata con la lista di tutte le applicazioni installate sul dispositivo.

Il tuo TV Box non include il Play Store? Nessun problema, puoi installare Kodi tramite pacchetto apk. Per procurarti il pacchetto apk di Kodi, devi metterti al PC e devi collegarti al sito Internet di Kodi. Dopodiché devi selezionare l'icona di Android e pigiare sul pulsante ARMV7A (32BIT) o sul pulsante ARMV8A (64BIT) relativo alla versione Release di Kodi. Se non sai se il tuo TV Box utilizza un processore a 32 bit o 64 bit, effettua una ricerca su Google, lo scoprirai sicuramente.

A download completato, copia il file apk di Kodi su una chiavetta USB (oppure una microSD), collega la chiavetta USB (o la tua microSD) al TV Box e utilizza il file manager di quest'ultimo per aprire il file apk di Kodi e installarlo. Più facile di così?

Nota: per alcuni TV Box è più indicato l'utilizzo di un fork di Kodi, ad esempio SPMC, che non l'utilizzo di Kodi stesso. Anche in questo caso, una ricerca su Google ti sarà d'aiuto.

Per maggiori info riguardanti l'installazione di Kodi su terminali Android, consulta il Wiki ufficiale del software (in lingua inglese).

Come installare Kodi su iOS

Come eliminare Reimage Repair

Kodi è compatibile anche con iPhone e iPad, ma in maniera limitata. Purtroppo Apple non ha ammesso il noto media center sul suo store e, di conseguenza, per averlo su iOS bisogna rivolgersi a delle tecniche d'installazione alternative.

Il modo più semplice per installare Kodi su iOS è effettuare il jailbreak del proprio iPhone o del proprio iPad e cercare Kodi su Cydia, l'App Store alternativo disponibile su tutti i dispositivi jailbroken. Entrando più nel dettaglio, i passaggi da compiere sono i seguenti.

  • Effettuare il jailbreak del proprio dispositivo iOS. Se non sai come fare, leggi i miei tutorial su come fare jailbreak iPhone e come fare jailbreak iPad;
  • Aprire Cydia. Trovi la sua icona in home screen;
  • Aggiungere i repo di Kodi a Cydia. Se non sai come si fa, seleziona la scheda Sorgenti che si trova in basso a sinistra nella schermata principale di Cydia e pigia prima sul pulsante Modifica che si trova in alto a destra e poi sul pulsante Aggiungi che compare in alto a sinistra. Nel riquadro che si apre, digita l'indirizzo http://mirrors.kodi.tv/apt/ios/ e pigia sul pulsante Aggiungi sorgente;
  • Cercare Kodi su Cydia. Se non sai come si fa, basta andare nella scheda Cerca (in basso a destra) e cercare "kodi" nella barra in alto;
  • Installare Kodi. Per riuscirci, devi selezionare Kodi-iOS dai risultati della ricerca e pigiare prima sul pulsante Installa (in alto a destra) e poi su Conferma (sempre in alto a destra).

Come eliminare Reimage Repair

Una volta portata a termine la procedura, è possibile usare Kodi su iOS semplicemente avviando la app Kodi-iOS che compare nella home screen del dispositivo. Per maggiori info, consulta il Wiki ufficiale di Kodi.

Se usi iOS 9.2/9.3.3, hai un device con 16GB di memoria e durante l'installazione di Kodi vedi comparire l'errore "failed in buffer_write", installa il tweak Stashing for iOS 9.2-9.3.3 tramite Cydia (se non lo trovi, prova ad aggiungere il repository https://coolstar.org/publicrepo nella scheda Sorgenti) e ripeti l'installazione di Kodi. Inoltre, se la memoria di sistema è piena (puoi controllarne lo stato nella schermata principale di Cydia, selezionando la voce Memoria), prova a disinstallare alcuni tweak.

Se hai un iPhone o un iPad non sottoposto al jailbreak, puoi installare Kodi ricorrendo a un Mac con su installato Xcode (il software per programmare le app per iOS). La procedura è abbastanza lunga e tortuosa, in ogni caso potrebbe valerne la pena: la trovi descritta per intero sul Wiki ufficiale di Kodi (in lingua inglese)

Come installare Kodi su Raspberry Pi

Come installare Kodi

Raspberry Pi è un computer basato su architettura ARM i cui componenti sono implementati su una singola scheda elettronica. Funziona tramite dei sistemi operativi che possono essere caricati direttamente da schede microSD e tra questi sistemi ci sono anche LibreELEC e OSMC: due fork di Kodi basati su Linux.

Il metodo più semplice per installare LibreELEC e OSMC è scaricare il pacchetto NOOBS – Offline and network install dal sito ufficiale di Raspberry e copiarlo su una scheda microSD. La scheda microSD deve essere da almeno 8GB e deve essere formattata in FAT. Per formattarla, ti consiglio vivamente di utilizzare il software SD Formatter realizzato dalla SD Association, l’associazione che raccoglie tutte le maggiori aziende produttrici di schede SD. Ti ho spiegato bene come utilizzarlo nel mio tutorial su come formattare Micro SD.

Dopo aver formattato la microSD in maniera corretta, copia su di essa i file contenuti nel pacchetto zip di NOOBS. Dopodiché inserisci la scheda nel Raspberry, collega una tastiera e un mouse a quest'ultimo e accendilo. Entro qualche secondo dovresti trovarti davanti a una schermata con una lista di sistemi operativi da installare.

Come installare Kodi

A questo punto, clicca sul pulsante Reti Wi-Fi che si trova in alto e connettiti a una rete Wi-Fi (in modo da consentire eventuali download necessari alla corretta installazione di Kodi su Raspberry), metti il segno di spunta accanto a LibreELEC o OSMC e vai avanti cliccando prima sul pulsante Installa (in alto a sinistra) e poi su (nella finestra che si apre).

Attendi dunque che il processo d'installazione del sistema operativo venga portato a termine (dovrebbero volerci pochi minuti) e potrai goderti Kodi, o meglio, uno dei suoi fork sul tuo Raspberry Pi!

Se qualche passaggio non ti è chiaro e/o vuoi maggiori info sull'installazione di Kodi su Raspberry Pi, consulta il Wiki ufficiale di Kodi (in lingua inglese).

Come installare Kodi su Smart TV

Come installare Kodi

Hai uno Smart TV e ti piacerebbe installare Kodi su quest'ultimo? Purtroppo devo dirti che sono relativamente pochi i modelli di Smart TV che consentono un'installazione diretta di Kodi e mi riferisco ai modelli equipaggiati con il sistema operativo Android TV, quindi con la controparte TV del sistema operativo del robottino verde.

Sui televisori Android che danno accesso al Play Store (es. quelli Sony) è possibile installare Kodi semplicemente aprendo lo store, cercando "kodi" all'interno dello stesso e pigiando sul pulsante di download.

Su altri modelli di Smart TV equipaggiati con sistemi operativi diversi da Android (es. Tizen OS dei TV Samsung), è possibile visualizzare i contenuti di Kodi effettuando il mirroring da uno smartphone o da un tablet. Per approfondimenti sulla questione, leggi i miei tutorial su come collegare smartphone a TV e come collegare il tablet alla TV. In alternativa puoi acquistare un TV Box Android come spiegato nelle righe precedenti di questo post.