Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Black Friday 2017
Scopri le migliori offerte della settimana dell'Amazon Black Friday 2017. Vedi le offerte Amazon

Come navigare con iPhone

di

Fra le tante funzioni incluse in iPhone non poteva certo mancare la navigazione sul Web. Lo smartphone prodotto da Apple include una versione ottimizzata di Safari, il browser predefinito di Mac OS X (disponibile anche per Windows) che assicura un’esperienza di visualizzazione dei siti Internet fluida e “pulita” molto simile a quella della versione per computer.

Se hai acquistato da poco un iPhone e non sai come funziona, prenditi cinque minuti di tempo libero e segui le indicazioni che sto per darti. Cercheremo di scoprire insieme come navigare con iPhone e sfruttare al meglio le funzioni principali di questo ottimo programma per la visualizzazione dei siti Internet.

Se vuoi imparare come navigare con iPhone, devi innanzitutto attivare una connessione Internet sul tuo “melafonino”. Per fare ciò hai due opzioni a tua disposizione: collegarti ad una rete Wi-Fi (che può essere quella di casa o quella di un locale pubblico che offre connettività gratuita) oppure attivare la rete dati del tuo operatore telefonico per navigare attraverso la rete dei cellulari. In questo caso, però, fai attenzione ai costi del servizio e/o allo sforamento dei piani in abbonamento. Potresti “giocarti” il credito presente sulla scheda in pochissimi minuti o ricevere brutte sorprese in bolletta.

Se hai deciso di collegarti ad Internet in Wi-Fi, pigia sull’icona delle Impostazioni presente nella home screen di iPhone e seleziona la voce Wi-Fi. A questo punto, clicca sul nome della rete a cui vuoi connettere il tuo smartphone e, se necessario, digita la chiave di accesso alla connessione per agganciarti al segnale wireless. Per attivare la rete dati dei cellulari, devi invece pigiare sull’icona Impostazioni e recarti in Generali > Rete per poi spostare verso destra la levetta dell’opzione Dati cellulare (facendola diventare blu).

Una volta stabilita una connessione, sei pronto ad avventurarti sul Web con il tuo fido iPhone. Torna quindi nella home screen del telefono e pigia sull’icona di Safari (nella barra dock in basso) per avviare il browser. Nella parte alta della schermata che si apre, troverai una barra degli indirizzi identica a quella dei classici browser per PC: sfiorala con un dito, digita l’indirizzo del sito Internet che desideri visitare e pigia sul pulsante Vai (collocato in basso a destra) per visualizzarlo.

La navigazione da iPhone è davvero molto intuitiva. Basta usare la barra degli strumenti collocata in alto per digitare gli indirizzi o andare avanti e indietro, scorrere le pagine in alto o in basso con le dita e sfruttare le funzioni di zoom standard che ti ho illustrato dettagliatamente nella mia guida su come zoomare con iPhone.

Come tutti i moderni browser Web per computer, anche Safari per iPhone include la navigazione a schede. Puoi aprire più siti Internet contemporaneamente e passare velocemente da una pagina all’altra semplicemente pigiando sul pulsante con i quadrati collocato in basso a destra e pigiando sull’anteprima della pagina da visualizzare. Per aprire nuove schede, basta invece pigiare sul pulsante Nuova pagina situato in basso a sinistra.

Da segnalare anche il pulsante di condivisione (l’icona del quadrato con la freccia all’interno che si trova in basso al centro in Safari) che permette di condividere le pagine visitate su Twitter o via e-mail, stampare le pagine visualizzate con una stampante dotata di supporto AirPrint e aggiungere il sito visitato ai preferiti o all’elenco di lettura.

Per gestire i preferiti e visualizzare la cronologia di navigazione, devi invece pigiare sull’icona a forma di libro e selezionare la cartella relativa a cronologia, elenco lettura, barra dei preferiti, ecc.. Più facile a farsi che a dirsi, credimi. L’unico neo di Safari per iPhone è che non supporta i contenuti in Flash, anche se per alcuni questo è un pregio per gli effetti positivi che se ne hanno in termini di consumi energetici e velocità di caricamento delle pagine.