Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Applicazioni iPhone: le migliori app

di

L’iPhone può essere un alleato fondamentale nel lavoro e nel divertimento di tutti i giorni, però bisogna imparare a sfruttarlo bene. In che modo? Naturalmente scaricando delle applicazioni che consentano di valorizzarne tutte le capacità appieno e di compiere in maniera semplice, comoda – e perché no? Anche “bella” – tutte le operazioni.

Se vuoi qualche suggerimento in merito, ho preparato per te una lista di applicazioni iPhone che andrebbero scaricate su ogni nuovo “melafonino” uscito dai negozi. Ce n’è un po’ per tutti i gusti, sia gratis che a pagamento. Allora, che aspetti a provarle tutte?

Produttività

Gli smartphone possono essere degli strumenti di lavoro portentosi, quindi cominciamo con delle applicazioni iPhone imperdibili destinate alla produttività.

  • Quickoffice – si tratta di una suite per il lavoro gratuita distribuita da Google. Permette di creare e modificare file di Word, Excel e PowerPoint, consente di accedere ai file di Google Drive e funziona anche in modalità offline. Ha ancora qualche bug qua e la, pertanto vale la pena prendere in considerazione alternative come le app della suite iWork di Apple (Pages, Numbers e Keynote) che sono gratuite per tutti coloro che hanno acquistato un dispositivo Apple dopo il primo settembre 2013.
  • Write – una piccola app per la scrittura di testi usando il linguaggio di markup Markdown che si contraddistingue per la comodità e la semplicità d’uso. Sincronizza automaticamente i documenti con Dropbox e iCloud. Costa 1,79 euro.
  • Simplenote – una app semplice ed essenziale per prendere appunti. Si sincronizza su più dispositivi e sistemi operativi in maniera istantanea. Chi cerca qualcosa di più avanzato può invece affidarsi ad Evernote che però risulta più macchinoso e lento. Sono entrambe gratis.
  • Fantastical – probabilmente la migliore app-calendario disponibile per iOS, permette di aggiungere nuovi eventi alla propria lista di impegni usando un linguaggio naturale (es. “domani cena a casa di Maria alle 20”). Costa 3,99 euro.
  • Documents – una sorta di Finder per iPhone, il quale permette di gestire file e cartelle come si fa su Mac e Windows. Supporta i servizi di cloud storage come Dropbox e la visualizzazione di foto, documenti di Office e PDF senza uscire dalla app. Gratis.
  • PDF Expert – prodotta dalla stessa software house di Documents, questa app permette di modificare liberamente i file PDF su iPhone aggiungendo ad essi scritte, annotazioni, frecce, sottolineature e quant’altro. Costa 8,99 euro. In alternativa è possibile provare Foxit PDF Mobile che è gratuita ed offre anch’essa varie opzioni di editing per i PDF.
  • Scanner Pro – come suggerisce il nome, trasforma la fotocamera dell’iPhone in uno scanner per acquisire documenti. Applica vari filtri ai documenti digitalizzati in modo da perfezionarli e farli sembrare usciti davvero da uno scanner. Costa 2,69 euro nella versione completa, altrimenti ne è disponibile una versione “Mini” gratuita con funzioni limitate.
  • Day One – una sorta di diario virtuale sul quale scrivere, scrivere e ancora scrivere. Per appunti, pensieri, sfoghi e altro ancora. Alcuni contenuti selezionati possono essere anche condivisi con il pubblico, online, come se fossero post di un blog. Costa 4,49 euro.
  • Dropbox – non ha bisogno di presentazioni. Uno dei servizi di cloud storage più famosi al mondo che permette di avere i propri file sempre con sé.

Applicazioni iPhone

Internet e Comunicazione

Social network, email e news rendono particolarmente “smart” i nostri telefonini, ecco dunque alcune applicazioni iPhone dedicate a tali ambiti che ti invito a provare vivamente.

  • Tweetbot – a detta di molti è il miglior client Twitter per iOS, include molte funzioni avanzate come il filtraggio dei contenuti in tempo reale e la sincronizzazione della timeline su più dispositivi. Costa 4,49 euro. In alternativa, il client ufficiale di Twitter che è gratuito ormai offre la maggior parte delle funzioni che servono per un utilizzo medio del servizio.
  • Facebook Messenger – da accoppiare alla app ufficiale di Facebook per restare sempre in contatto con i propri amici sul social network più famoso del mondo.
  • WhatsApp – altra app che non ha bisogno di presentazioni. Permette d scambiare messaggi e di effettuare chiamate via Internet a costo zero. Da gennaio 2016 non prevede nemmeno più il pagamento del canone di abbonamento annuale (che ammontava ad appena 0,89 euro).
  • Telegram – un’alternativa a WhatsApp che ha avuto molto successo dopo l’acquisizione di quest’ultimo da parte di Facebook. Ha un’interfaccia utente molto chiara, non presenta banner pubblicitari e supporta la cifratura delle conversazioni. È disponibile anche per PC e altre piattaforme mobile. Gratis per sempre.
  • Gmail – chi ha un account Gmail può usarla per accedere velocemente alla propria casella di posta elettronica o anche solo per avere le notifiche push (non disponibili in Mail).
  • Feedly – ottimo feed reader gratis che consente di consultare in maniera facile e veloce le news provenienti dai propri siti Internet preferiti.
  • Pocket – popolare servizio “read later” che consente di archiviare i post e le notizie che non si ha tempo di leggere, conservandole in un archivio consultabile anche offline.

App iPhone

Multimedia e tempo libero

Il “melafonino” di casa Apple può essere uno strumento di lavoro fondamentale, lo abbiamo detto… ma vogliamo parlare delle sue potenzialità in ambito multimediale?

  • Infuse – eccellente media player che riproduce tutti i principali formati di file video senza conversione, supporta anche l’accesso remoto ai file condivisi dal computer e scarica quasi magicamente le informazioni e le copertine di tutti i film e le serie TV da Internet. Si può ottenere gratis ma per sbloccare tutte le funzioni occorre pagare 5,99 euro. In alternativa c’è VLC che è gratis al 100% e legge anch’esso tutti i principali formati di file video.
  • Spotify – il servizio di musica in streaming più popolare al mondo. Nella sua versione gratuita consente di ascoltare solo playlist e brani e in modalità shuffle. Se si sottoscrivere un abbonamento Premium a 9,99 euro/mese dà libero accesso a tutti i brani, anche offline.
  • Radium – eccellente applicazione per ascoltare le radio online di tutto il mondo. Gratis.
  • Shazam – permette di scoprire il titolo di una canzone, l’artista che la canta e l’album in cui è contenuta semplicemente avvicinando il microfono dell’iPhone al computer, alla radio o a qualunque sia la fonte che trasmette il brano. È gratis. In alternativa è possibile provare SoundHound che fornisce lo stesso tipo di servizio.
  • iTV Shows – serve a tenere traccia delle serie TV che si stanno guardando, sia in italiano che in lingua originale. Costa 2,69 euro.
  • Pocket Casts – il client ufficiale per i Podcast di Apple non è un granché, molto meglio questa app che ha un’interfaccia molto accattivante e scarica i nuovi episodi degli show automaticamente in background. Costa 3,59 euro.
  • Camera+ – la migliore app-fotocamera per iPhone con decine di effetti e filtri da applicare ai propri scatti con estrema semplicità. Costa 1,79 euro.

Applicazioni iPhone gratis

Utilità varie

In conclusione, ecco tutte le applicazioni iPhone che per un motivo o l’altro non ho incluso nelle altre categorie, ma che vale assolutamente la pena scaricare.

  • 1Password – eccezionale app che serve a custodire tutti i propri dati di accesso ai siti Internet, i numeri delle carte di credito e i numeri di serie dei software. Sincronizza il suo database con iCloud e Dropbox (anche su Mac e Windows). Costa 15,99 euro. In alternativa è possibile usare LastPass che è gratis ma è destinata solo agli utenti premium del servizio.
  • Instashare – una piccola applicazione che permette di condividere facilmente file tra iPhone e Mac, iPhone e iPad o iPhone ed iPhone tramite Wi-Fi o Bluetooth facendo un semplice drag-and-drop. È gratis su iOS mentre la app per Mac costa 3,59 euro.
  • Google Maps – il servizio mappe di Apple è spesso inaffidabile, meglio rivolgersi al buon vecchio Google Maps. Gratis, naturalmente.
  • iTracking – permette di tracciare i pacchi di vari corrieri, italiani ed esteri, per conoscere lo stato delle spedizioni in tempo reale. La versione base è gratis, quella completa costa 1,79 euro.
  • iTranslate – una delle migliori app per le traduzioni che consente di tradurre frasi e parole in tutte le principali lingue del mondo. Supporta anche l’input vocale ma solo nella versione completa che può essere sbloccata per 4,49 euro tramite acquisto in-app. In alternativa è possibile usare il “sempreverde” Google Translate che è gratis al 100%.
  • TeamViewer – per controllare il computer dall’iPhone tramite Internet, gratis.
  • Remote – trasforma l’iPhone in un telecomando per la Apple TV e consente di accedere rapidamente alla libreria di iTunes.
  • Pedometer++ – come suggerisce il nome, conta i passi che si fanno nell’arco della giornata. Richiede iPhone 5S per essere sfruttata correttamente. È gratis.