Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Office per iPad

di

Il tuo lavoro ti porta a utilizzare spesso i programmi inclusi nella suite Office, come Word, Excel e PowerPoint. Solitamente lavori dal PC ma ora stai per partire per un viaggio e, dunque, ti piacerebbe sapere se c’è l’opportunità di usare le medesime applicazioni anche su tablet, e più precisamente su iPad, che è il tablet di cui disponi. Ebbene, sono lieto di informarti che la risposta è sì! Office per iPad esiste ed è davvero alla portata di tutti, in quanto è gratis per tutti i modelli di iPad di dimensioni pari o inferiori ai 10.1” (se usato per fini non professionali, altrimenti prevede la sottoscrizione di un abbonamento al servizio Office 365, con costi a partire da 7 euro/mese) e dispone di un’interfaccia estremamente intuitiva.

Se sei d’accordo, in questo tutorial ti spiegherò come scaricare le app della suite Office per iPad (le applicazioni vengono distribuite singolarmente e non fanno parte di un unico pacchetto, come invece accade con la versione classica di Office per PC) e ti elencherò le funzionalità più importanti di ciascuna di esse, comprese le feature aggiuntive ottenibili attraverso la sottoscrizione di un abbonamento al servizio Office 365. Nell’ultima parte della guida, poi, ti parlerò di alcune soluzioni alternative che potrai prendere in considerazione qualora le app di Office non dovessero soddisfarti al 100%.

Allora, sei pronto per iniziare? Se la tua risposta è affermativa, prendi in mano il tuo iPad, leggi attentamente le mie istruzioni e mettile in pratica per scaricare le app di Office sul tuo tablet e usarle durante il tuo viaggio. A me non resta altro da fare che augurarti buona lettura e, cosa ancora più importante, buon lavoro!

Indice

Office per iPad

Se sei interessato all’utilizzo degli strumenti della suite Office su iPad, sarai sicuramente felice di sapere che le applicazioni per la produttività appartenenti al pacchetto Microsoft Office (Word, Excel, Power Point, One Note e Outlook) sono disponibili al download su tutti i tablet Apple.

Scaricabili gratuitamente sui device con dimensioni pari o inferiori al 10.1”, queste app possono essere utilizzate sia per leggere che per scrivere i file proprietari di Office. Per i device più grandi (e per sbloccare tutte le feature delle applicazioni sui terminali da 10.1” o meno) è necessaria la sottoscrizione al servizio Office 365, che costa 6,99 € al mese per Office 365 Personal oppure 9,99 € al mese per Office 365 Home.

Il primo abbonamento permette di utilizzare tutte le funzionalità delle applicazioni della suite Office su 1 dispositivo Windows o 1 uno macOS e su dispositivi mobili. Il secondo, invece, garantisce l’accesso a tutti gli strumenti di Office in maniera completa su 5 dispositivi Windows o su 5 macOS, oltre alle applicazioni per tablet o smartphone. Il secondo abbonamento prevede un mese di prova gratuito. Per maggiori informazioni al riguardo, leggi la mia guida dedicata all’argomento.

Microsoft Word

Se vuoi utilizzare l’applicazione Microsoft Word per scrivere o per aprire file di testo sul tuo iPad, scaricala dall’App Store di iOS facendo tap sull’icona di quest’ultimo presente in home screen (è il simbolo di una “A” stilizzata di colore bianco su sfondo azzurro).

Premi quindi sulla voce Cerca situata in basso e utilizza il motore di ricerca interno per individuare Word; pigia poi sui pulsanti Ottieni e su Installa per scaricare l’app. Se richiesto, auteticati tramite il Touch ID o digita la password del tuo account iCloud. Al termine del download, avvia l’app, pigiando sulla sua icona nella schermata principale del tuo iPad o pigiando sul pulsante Apri dell’App Store.

L’app di Microsoft Word può essere utilizzata in maniera molto simile alla versione desktop del programma, per la creazione di nuovi documenti di testo  oppure per la modifica dei file condivisi su OneDrive (servizio di cloud storage di Microsoft gratuito fino a 5 GB, espandibile a pagamento da 2€/mese, maggiori info qui). In questo caso specifico è richiesto il login al proprio account Microsoft o la creazione dello stesso.

Il salvataggio di documenti può essere eseguito in locale, all’interno della memoria del device, per una visualizzazione anche in modalità offline, oppure è possibile inviare una copia del documento redatto nell’app Outlook o in un’altra applicazione presente sul device. Inoltre è possibile condividere il file realizzato in un altro servizio di cloud storage esterno come per esempio Dropbox e Box (entrambi gratuiti con spazio limitato espandibile a pagamento. Maggiori info a questo link e a quest’altro).

Alcune tra le caratteristiche aggiuntive di Microsoft Word per iPad che disponibili soltanto con abbonamento a Office 365 riguardano la possibilità di inserire le interruzioni di sezione, personalizzare le intestazioni a pié di pagina per pagine diverse, cambiare l’orientamento della pagina, oltre che rilevare e rivedere le modifiche.

Se vuoi saperne di più sul funzionamento di Microsoft Word nella versione desktop o in quella mobile, leggi questo mio tutorial o consulta le altre guide relative ad esso.

Microsoft Excel

L’applicazione Microsoft Excel, il cui funzionamento è praticamente identico alla versione desktop, può essere utilizzata su iPad per la gestione e creazione di fogli di calcolo elettronici.

Per scaricarla, utilizza l’App Store di iOS, individuandola tramite il motore di ricerca interno, come già spiegato nelle righe precedenti per Word. Pigia poi sui pulsanti Ottieni/Installa in corrispondenza della sua scheda, per iniziare il download e, se richiesto, conferma l’installazione, tramite Touch ID o digitando la password del tuo account iCloud.

Microsoft Excel può essere utilizzato nelle sue funzionalità principali sia in lettura che in scrittura, in quanto è possibile creare nuovi fogli di calcolo e modificare quelli condivisi tramite OneDrive, effettuando il login con un account Microsoft. Come per Microsoft Word, è possibile salvare i documenti in locale su iPad, oppure inviarne una copia a un altro servizio di cloud storage o un’altra applicazione di terze parti.

Le caratteristiche aggiuntive dell’app Microsoft Excel disponibili con sottoscrizione a Office 365 riguardano principalmente la possibilità di aggiungere e modificare gli elementi di un grafico oltre che di personalizzare il layout e gli stili delle tabelle pivot.

Se vuoi approfondire il funzionamento di Microsoft Excel, leggi la mia guida, in cui ti parlo di come utilizzarlo nel dettaglio nella versione desktop, oppure quella specifica dedicata a iPad. Puoi inoltre leggere uno tra i tutorial che ho scritto riguardanti quest’argomento.

Microsoft Power Point

Un’altra applicazione dedicata alla produttività che è disponibile al download gratuito su iPad è Microsoft Power Point. Quest’app è la corrispettiva dell’omonima versione desktop ed è utilizzabile per la realizzazione di presentazioni, attraverso la creazione di diapositive.

Per utilizzarla, scaricala dall’App Store di iOS, pigiando sui pulsanti Ottieni/Installa. Avvia eventualmente l’installazione usando ilTouch ID o digitando la password del tuo account iCloud.

Utilizza quindi Microsoft Power Point per creare nuove presentazioni o per modificare quelle condivise su OneDrive, effettuando il login con l’account Microsoft che possiedi. Sottoscrivendo un abbonamento al servizio Office 365 è possibile sbloccare alcune caratteristiche aggiuntive, come l’aggiunta di colori personalizzati alle forme ma anche l’inserimento e la modifica di Word Art, ad esempio.

Se vuoi sapere come utilizzare Power Point per creare presentazioni, leggi la mia guida nella quale ti ho parlato nel dettaglio del suo funzionamento o le altre guide relative a questo argomento.

Microsoft OneNote

L’applicazione di Microsoft OneNote é utilizzabile in maniera analoga alla sua versione Web e alla sua versione desktop: si rivela infatti utile per prendere appunti sul proprio dispositivo in maniera semplice e veloce. L’app richiede la sincronizzazione con un account Microsoft, per poter visualizzare tutte le note su più dispositivi, grazie al supporto con il servizio di cloud storage OneDrive.

Le note realizzate tramite OneNote vengono salvate automaticamente in cloud, possono essere inviate tramite email (utilizzando l’applicazione Outlook), oppure possono essere condivise in un’altra app esterna. Su iPad tutte le funzionalità sono disponibili gratuitamente e non è quindi necessario un abbonamento al servizio Office 365 per sbloccare caratteristiche aggiuntive.

Ti ho parlato nel dettaglio di come utilizzare quest’applicazione nella mia guida dedicata alle app per prendere appunti, che ti consiglio di leggere anche per conoscere il funzionamento di altri strumenti simili.

Microsoft Outlook

Per leggere e inviare email tramite iPad puoi utilizzare l’applicazione gratuita Microsoft Outlook scaricandola dall’App Store di iOS (se hai problemi nell’eseguire quest’operazione fai riferimento alle indicazioni che ti ho fornito nelle righe precedenti).

Microsoft Outlook è l’applicazione di riferimento per la gestione delle email inviate e ricevute al servizio di Webmail Outlook.com ma supporta anche tutti gli altri principali servizi di posta elettronica.

Ti farà inoltre piacere sapere che puoi usufruire di tutte le sue funzionalità relative all’invio e alla ricezione di email, senza dover sottoscrivere un abbonamento al servizio Office 365. Il pagamento di quest’ultimo, acquistabile dal sito Internet ufficiale, permette di ottenere un filtro avanzato contro il phishing e i malware sugli allegati e i link ricevuti nell’email Microsoft, oltre a espandere la casella di posta fino a 50 GB.

Per saperne di più sull’utilizzo di Microsoft Outlook leggi questo mio tutorial in cui te ne parlo nel dettaglio.

Altre app per la produttività

In alternativa alle applicazioni della suite Microsoft Office, esistono anche altri strumenti dedicati alla produttività pensati per iPad. Te ne indico alcuni nelle righe che seguono.

iWork

Una valida alternativa a Office per iPad sono le applicazioni gratuite di iWork, suite per la produttività targata Apple, disponibile anche su macOS e via Web, tramite iCloud. Ne fanno parte l’app per l’elaborazione dei testi Pages, l’applicazione Numbers per i fogli di calcolo e quella per creare presentazioni, Keynote.

Le applicazioni della suite iWork sono utilizzabili in modalità offline, sono compatibili con i file creati tramite le app Microsoft Office e sono pensate per essere usufruite al meglio anche su iPad. Permettono la creazione di documenti ex novo e includono anche dei template per la realizzazione di file sulla base di modelli prestabili.

Tutte le applicazioni supportano il salvataggio dei documenti su iCloud, il servizio di cloud storage di Apple (che ha uno spazio di archiviazione gratuito fino a 5GB, espandibile a pagamento a partire da 0,99 €/mese). Vengono supportati anche altri storage gratuiti con piani espandibili, come per esempio Mega (te ne ho parlato a questo link) o Google Drive (maggiori info a questo tutorial). Per saperne di più sul funzionamento di iWork, ti consiglio la lettura di questa mia guida.

G Suite

Altre applicazioni molto famose e apprezzate per la produttività, sono quelle appartenenti a GSuite, suite online di Google. Queste sono disponibili gratuitamente per iPad, ma utilizzabili anche online, in quanto sono integrate in Google Drive (servizio di cloud storage di Google gratuito con piano espandibile a pagamento da 1,99€/mese di cui ti ho parlato a questo link).

L’abbonamento a GSuite, (i prezzi partono da 4€ per utente al mese) è facoltativo, in quanto vengono forniti dei servizi aggiuntivi pensati per principalmente le aziende, come per esempio 30 GB di spazio di archiviazione online per ogni utente che utilizza questi strumenti per la produttività.

Le applicazioni incluse in questa raccolta di strumenti per la produttività sono le app Documenti Google, rivolta alla creazione di file di testo, Fogli Google, serve per l’elaborazione di fogli di calcolo e Presentazioni Google, app utile per la realizzazione di presentazioni.

Le app menzionate sono molto valide per la possibilità di essere utilizzate anche in modalità offline e anche perché supportano i principali formati dei file della suite Microsoft Office. Per il loro utilizzo è necessario disporre di un account Google.