Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come cambiare estensione file

di

Per motivi a te non noti, un tuo amico ti ha inviato per email un file che ha l’estensione sbagliata. Dovrebbe essere un documento DOC e invece risulta come un file sconosciuto, questo significa che per aprirlo devi avviare Word e importare il file nel programma manualmente. Una vera e propria seccatura, non trovi? E allora rimboccati subito le maniche e scopri insieme a me come cambiare l’estensione dei file sul tuo PC. In questo modo, potrai applicare la corretta estensione a tutti i tuoi file e dirai finalmente addio alle inutili procedure a cui sei costretto per potervi accedere.

Come dici? Non sei molto esperto in fatto di informatica e nuove tecnologie e temi che l’operazione in questione sia fuori dalla tua portata? Ma dai, non fare il fifone. A parte il fatto che la procedura da intavolare è davvero molto semplice ma poi non vedo proprio di cosa ti preoccupi visto e considerato che qui con te ci sono io, pronto e ben disponibile a fornirti tutte le indicazioni del caso. Suvvia dunque, non perdiamo altro tempo in chiacchiere e cominciamo a darci da fare. Alla fine, vedrai, potrai dirti ben contento e sodisfatto di quanto appreso.

Cosa? Non utilizzi Windows bensì un Mac e vorresti capire se la cosa è fattibile anche sui computer a marchio Apple? Beh, certo che si, avevo già pensato anche a questo, tranquillo. A fine articolo trovi infatti un passo interamente dedicato al versante macOS con tutte le istruzioni del caso sul da farsi. Stesso discorso vale per Linux, a fine guida ho provveduto ad inserire un paragrafo ad hoc. Ora però basta parlare e mettiamoci all’opera. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per tutto.

Nota: Cambiare l’estensione dei file non equivale in alcun modo ad effettuarne la conversione. Se la tua necessità è quella di trasformare il formato di file attuale in un altro, le istruzioni contenute in questa guida non ti saranno d’aiuto. In tal caso, ciò di cui hai bisogno è uno strumento di conversione, appunto, come quelli che ti ho segnalato nel mio articolo dedicato all’argomento.

Indice

Su PC

Stai usando un PC con su installato Windows e vorresti capire come fare per poter cambiare l’estensione dei file? Allora segui le istruzioni sul da farsi che trovi qui di seguito ed in men che non si dica lo scoprirai. Che tu stia usando Windows 10, 8/8.x, 7, Vista oppure XP non fa differenza, la procedura da seguire è la stessa in tutti i casi.

Prima, però, devi abilitare la visualizzazione delle estensioni dei nomi dei file. Trovi spiegato tutto qui di seguito, non temere.

Operazioni preliminari su Windows 10 e 8/8.x

Come cambiare estensione file

Se quello che stai impiegando è un computer con su installato Windows 10 oppure Windows 8/8.x, la prima mossa che devi compiere per riuscire nel tuo intento è quella di sincerarti del fatto che risulti abilitata la visualizzazione delle estensioni nei nomi dei file (ed in caso contrario devi preoccuparti di attivare la suddetta opzione).

Per riuscirci, clicca sull’icona della cartella gialla che sta sulla barra delle applicazioni ed una volta visualizzata la finestra di Esplora file pigia su pulsante File posto nella parte in alto a sinistra della stessa. Seleziona dunque la voce Modifica opzioni cartelle e ricerca dal menu che compare.

Agendo dall’ulteriore finestra che si è aperta sul desktop, seleziona la scheda Visualizzazione, scorri la lista delle Impostazioni avanzate e verifica che sulla casella posta accanto alla dicitura Nascondi le estensioni per i tipi di file conosciuti non vi sia alcun segno di spunta. In caso contrario, deseleziona tu l’opzione e clicca prima su Applica e poi su OK per applicare e salvare le modifiche apportate.

Oltre che così come ti ho appena indicato, puoi sincerarti del fatto che l’opzione che consente di visualizzare l’estensione dei file risulti attiva facendo clic sulla scheda Visualizza posta nella parte in alto a destra della finestra di Esplora File e guardando se sulla casella posta accanto alla dicitura Estensione nomi file è presente un segno di spunta. In caso contrario, provvedi tu.

Operazioni preliminari su Windows 7 e Vista

Come cambiare estensione file

Sul tuo computer c’è installato Windows 7 oppure l’ancor più datato Windows Vista? No problem, anche in tal caso puoi verificare che risulti abilitata (o, in caso contraro, puoi abilitarla tu) l’opzione che consente di visualizzare l’estensione dei nomi dei file, in modo tale da poter poi modificare le estensioni.

Per fare ciò, apri Esplora risorse facendo clic sulla cartella gialla che trovi sula barra delle applicazioni e seleziona la voce Opzioni cartella e ricerca dal menu Organizza collocato in alto a sinistra.

Nella finestra che si apre, clicca sulla scheda Visualizzazione e verifica che sulla casella che sta accanto alla voce Nascondi le estensioni per i tipi di file conosciuti non vi sia alcun segno di spunta. Se presente, rimuovilo e poi clicca prima su Applica e poi su OK per salvare le impostazioni.

Operazioni preliminari su Windows XP

Come visualizzare estensione file

Anche nel caso dell’ormai vetusto Windows XP, devi preoccuparti prima di verificare che l’opzione che consente di visualizzare l’estensione dei file nel loro nome risulti attiva. Per riuscirci, provvedi innanzitutto ad aprire una cartella qualsiasi dopodiché seleziona la voce Opzioni cartella dal menu Strumenti.

Nella finestra che vedi apparire sul desktop, clicca sulla scheda Visualizzazione e verifica che accanto alla voce Nascondi le estensioni per i tipi di file conosciuti non vi sia alcun segno di spunta. Se presente, rimuovilo dopodiché clicca su Applica e su OK per salvare le impostazioni.

Cambiare l’estensione dei file

Come cambiare estensione file

Ci siamo! Adesso, a prescindere dalla versione di Windows impiegata, sei finalmente libero di cambiare l’estensione dei file così come ritieni sia più opportuno. Fai dunque clic destro sul nome del file relativamente al quale è tua intenzione andare ad agire e pigia sulla voce Rinomina del menu che compare.

Cancella tutto quello che c’è scritto dopo il punto finale nel nome del file, digita l’estensione giusta e schiaccia il tasto Invio sulla tastiera per confermare le modifiche apportate. Pigia quindi sul pulsante Si in risposta all’avviso che appare su schermo ed è fatta.

Ad esempio, se hai un documento di Word che si chiama documento.xxx, elimina xxx e scrivi doc (ossia l’estensione dei file di Word) al posto di xxx. Se il file che devi rinominare non ha alcuna estensione (es. documento), aggiungi un punto seguito dall’estensione che vuoi assegnargli alla fine del nome (es. documento.doc). Più semplice di così?

In alternativa al procedimento che ti ho appena esplicato, puoi cambiare l’estensione dei file facendo clic destro sull’elemento relativamente al quale intendi intervenire, pigiando sulla voce Proprietà annessa al menu che compare e modificando, seguendo le stesse indicazioni che ti ho fornito poc’anzi, il campo di testo collocato nella parte alta della scheda Generale nella finestra che ti viene mostrata. A modifiche ultimate, clicca prima su OK e poi su Si per confermare i cambiamenti.

Su Mac

Stai usando un Mac e vorresti capire come fare per riuscire a cambiare l’estensione dei tuoi file? Allora attieniti alle istruzioni sul da farsi che trovi qui di seguito. Anche in tal caso, non dovrai fare nulla di particolarmente complicato per riuscirci, hai la mia parola.

Operazioni preliminari

Come cambiare estensione file

Come nel caso di Windows, anche su Mac la prima cosa che devi fare per poter riuscire nel tuo intento è quella di sincerarti che la visualizzazione dell’estensione dei file risulti abilitata. Per fare ciò, apri il Finder facendo clic sulla relativa icona annessa alla barra Dock (quella con la faccina sorridente) dopodiché pigia sulla voce Finder nella barra dei menu in alto a sinistra e seleziona Preferenze….

Una volta fatto ciò, seleziona la scheda Avanzate dal pannello di configurazione del Finder e verifica che sulla casella posta accanto alla voce Mostra tutte le estensioni dei nomi file vi sia un segno di spunta. In caso contrario, apponilo tu. Le modifiche avranno effetto immediato.

Cambiare l’estensione dei file

Come cambiare estensione file

A questo punto, sei finalmente pronto a passare all’azione vera e propria, ovvero a cambiare l’estensione dei tuoi file su Mac. La procedura non è poi così dissimile da quella vista su Windows nelle precedenti righe. Tutto ciò che devi fare è infatti fare clic destro sopra il file relativamente al quale desideri intervenire e selezionare la voce Rinomina dal menu che si apre.

Elimina dunque tutto quello che trovi scritto dopo il punto finale nel nome del file e digita l’estensione giusta dello stesso. Successivamente pigia il tasto Invio sulla tastiera e clicca sul bottone Usa .xxx in risposta all’avviso che vedi apparire su schermo, per fare in modo che le modifiche apportate vengano effettivamente applicate.

Ad esempio, se hai un documento in PDF che si chiama documento.xxx, elimina xxx e scrivi pdf (ossia l’estensione corretta) al posto di xxx. Se il file che devi rinominare non ha alcuna estensione (es. documento), aggiungi un punto seguito dall’estensione che vuoi assegnargli alla fine del nome (es. documento.pdf).

In alternativa ai passaggi in questione, puoi procedere così: seleziona il file su cui desideri intervenire facendoci clic sinistra sopra, fai ancora clic sinistro sul suo nome ed aspetta qualche istante affinché venga evidenziato. Puoi altresì fare clic sinistro sul nome del file e schiacciare il pulsante Invio sulla tastiera. In entrambi i casi, procedi poi con la modifica dell’estensione come indicato poc’anzi.

Su Linux

Come cambiare estensione file

Per quel che concerne invece il versante Linux (ed in particolare modo Ubuntu, una tra le distro più famose in circolazione), ti segnalo che il sistema operativo “del pinguino” (o per meglio dire il suo ambiente desktop) si approccia ai file in maniera completamente diversa rispetto a Windows. Oltre a prendere in considerazione l’estensione, Linux analizza infatti il contenuto del file e cerca di identificarne la tipologia sfruttando delle tecniche euristiche.

A dirla tutta, nemmeno sui Mac vengono impiegate solo le estensioni per determinare la tipologia di un file. Apple, però, ha deciso di introdurre ugualmente nel Finder la possibilità di nascondere o visualizzare le estensioni, come hai avuto modo di constatare tu stesso nel passo precedente.

Di conseguenza, per quel che concerne Linux, in molti file manager (come nel caso di Nautilus di Ubuntu) l’estensione viene considerata come una parte dello stesso nome del file e non è consentito nasconderla o visualizzarla a proprio piacimento sfruttando un’opzione apposita.

Per cui, per poter cambiare l’estensione di un dato file su Linux tutto ciò che dovrai fare non sarà altro che farci clic destro sopra, scegliere Rinomina… dal menu che appare, cancellare tutto quello che c’è scritto dopo il punto finale nel nome del file, immettere l’estensione giusta e pigiare il tasto Rinomina su schermo oppure il tasto Invio sulla tastiera per confermare il tutto. Semplicissimo!

Ad esempio, se quello relativamente al quale ti interessa andare ad agire è un file in formato JPG che si chiama foto.xxx, elimina xxx e scrivi jpg (vale a dire l’estensione corretta) al posto di xxx.