Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come verificare velocità fibra

di

Recentemente, ti sei reso conto che la qualità della tua connessione in fibra è calata in modo drastico rispetto a qualche tempo fa. Per avere una prova “materiale” di quanto sta capitando, hai deciso di effettuare un test di velocità (o speed test) in totale autonomia: il problema è che non hai mai eseguito quest’operazione prima d’ora, pertanto sei alla ricerca di una guida che possa insegnarti a verificare velocità fibra in modo rapido e, soprattutto, semplice.

Come dici? È proprio così? Allora sono felice di comunicarti che ti trovi nel posto giusto, in un momento che non poteva essere migliore: di seguito, infatti, ho intenzione di spiegarti per filo e per segno come effettuare una verifica della qualità della connessione a Internet utilizzando alcuni strumenti gratuiti disponibili in Rete. Infine, sarà mia cura spiegarti come portare a termine un controllo che possa avere valore legale, utile laddove avessi intenzione di utilizzare i risultati ottenuti per chiedere un rimborso al tuo provider Internet.

Dunque, senza attendere un attimo in più, prenditi qualche minuto del tuo tempo libero e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, al termine di questa lettura, sarai perfettamente in grado di scegliere la tecnica più adatta al tuo caso. Detto ciò, non mi resta altro da fare se non augurarti buon lavoro e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Informazioni preliminari

Prima ancora di passare all’azione e di spiegarti come verificare velocità fibra, è bene che ti fornisca un paio di doverosi chiarimenti riguardo questo delicato tema.

Innanzitutto, devi sapere che la velocità riscontrata dall’apparato che usi abitualmente per navigare in Rete (sia esso un computer, uno smartphone, un tablet o qualsiasi altro tipo di device) non sempre è pari alla velocità effettiva che la connessione in fibra può raggiungere. Le prestazioni in un dato momento, infatti, possono variare in base a diversi fattori: di seguito ti illustro quelli più “influenti”.

  • Stato del dispositivo – se il device utilizzato per accedere a Internet è obsoleto, lento o sovraccarico, la velocità di navigazione può essere influenzata dalle scarse prestazioni di RAM e processore, che non riescono a visualizzare le informazioni ricevute in tempi brevi (e danno la percezione di connessione lenta).
  • Tipologia di connessione – un collegamento tramite Ethernet è sicuramente più affidabile di una connessione tramite Wi-Fi poiché, per struttura, l’utilizzo del cavo subisce meno “alterazioni esterne” rispetto a quanto succede per le reti senza fili. Per esempio, in una connessione Wi-Fi, la scarsa velocità potrebbe essere conseguenza di interferenze provocate da altre reti (quindi problemi di segnale), dalla struttura dell’abitazione (troppi ostacoli tra il dispositivo da cui ci si connette e il router), dalla distanza dal router e dalla tipologia di standard utilizzato (ad esempio lo standard n può trasmettere e ricevere dati a velocità inferiori rispetto allo standard ac).
  • Stato della rete – di norma, più dispositivi utilizzano contemporaneamente la rete generata dal router per accedere a Internet, minore è la velocità a disposizione di ciascun apparato. Dunque, anche un collegamento a Internet velocissimo potrebbe sembrare fin troppo lento, se sfruttato da troppi utenti contemporaneamente.

Dunque, al fine di effettuare uno speed test veritiero (specie se hai intenzione di “impugnarlo” per dimostrare l’inadempienza contrattuale da parte del tuo attuale provider Internet), ti consiglio di attuare dei piccoli accorgimenti durante l’esecuzione del test: utilizza, se possibile, la connessione tramite cavo; assicurati di non avere altri programmi in esecuzione, se stai usando un computer; verifica che, durante il test, altri dispositivi della rete non stiano scaricando dati; infine, se possibile, seleziona il server più vicino alla città in cui ti trovi, così da limitare al minimo eventuali rallentamenti dovuti alla latenza.

Infine, lascia che ti dia qualche indicazione più precisa sui valori che, in linea generale, vengono restituiti a test ultimato.

  • Latenza (o ping) – si tratta del tempo trascorso tra l’invio dei dati e la ricezione della risposta da parte del destinatario; essa viene misurata nell’ordine dei millisecondi (millesimi di secondo, ms o msec). Più basso è il valore della latenza, migliore è la qualità del collegamento.
  • Velocità di download – è la velocità con cui la connessione a Internet è in grado di scaricare dati. Di norma, i test sulla velocità restituiscono il valore medio ottenuto in un lasso di tempo (durante il quale viene scaricato un file di una data dimensione). La velocità di download viene misurata in Megabit al secondo (Mb/s Mbps).
  • Velocità di upload – è la velocità con cui il collegamento a Internet è in grado di trasmettere dati. Anche in questo caso, il valore restituito è generalmente pari al valore medio ottenuto in un preciso intervallo di tempo, e la velocità viene misurata in Mb/s.

Siti degli operatori

Ora che sei consapevole dei più importanti fattori che potrebbero influenzare la qualità del collegamento a Internet e hai scoperto come effettuare il test nel modo più coerente possibile, è arrivato il momento di passare all’azione e di capire come verificare velocità fibra utilizzando gli strumenti messi a disposizione dai vari fornitori di servizi Internet. Nella maggior parte dei casi, tali servizi possono essere utilizzati da tutti (clienti e non), tuttavia ti consiglio di affidarti sempre al servizio offerto dal tuo gestore, onde evitare eventuali discrepanze.

Come verificare velocità fibra TIM

Per verificare la velocità della fibra utilizzando il test messo a disposizione da TIM (ex Telecom Italia), collegati al sito Internet dedicato all’assistenza tecnica e clicca sul pulsante Test di velocità che trovi nella parte destra della pagina.

Successivamente, schiaccia sul pulsante rosso Avvia il test e attendi che vengano verificate le prestazioni della rete a cui sei attualmente connesso: a controllo ultimato, vedrai comparire a schermo il valore della latenza e le velocità di download upload riscontrate durante il test. Laddove notassi delle forti differenze tra la velocità riscontrata e quella specificata all’atto della stipula del contratto, puoi Aprire una segnalazione cliccando sul pulsante che compare in basso e seguire le istruzioni a schermo per completarla (possibilità riservata ai soli clienti TIM).

Se dovessi visualizzare un messaggio relativo all’indisponibilità del servizio, ti consiglio di affidarti al servizio SpeedTest (lo stesso su cui è basato il controllo di velocità TIM), di cui ti parlerò più avanti in questa guida, oppure a utilizzare i metodi alternativi che ti ho suggerito nella mia guida dedicata allo speed test Telecom.

Come verificare velocità fibra Vodafone

Il tool per la verifica della velocità della connessione a Internet offerto da Vodafone è di semplicissimo utilizzo: per prima cosa, collegati al portale Vodafone Community, scorri la pagina in basso e clicca sulla voce Speed Test Adsl e IperFibra che trovi a destra.

A questo punto, clicca sul pulsante Start Testing Speed che trovi nella parte centrale della pagina e attendi che la verifica venga portata a termine: dopo alcuni secondi, dovresti essere in grado di visualizzare i risultati relativi alla velocità di download, a quella di upload e alla latenza (ping), che puoi condividere con chi desideri, utilizzando il link mostrato subito sotto.

Per approfondire ulteriormente questo tema, ti invito alla lettura del mio tutorial dedicato allo speed test Vodafone.

Come verificare velocità fibra Fastweb

Fastweb mette a disposizione dei suoi clienti (e solo di quelli) un test dedicato alla misurazione della velocità del collegamento a Internet, accessibile direttamente dall’area dedicata alla gestione dell’abbonamento personale.

Per servirtene, collegati all’area MyFastPage indicando, se necessario, le tue credenziali d’accesso, sposta il mouse sulla voce Abbonamento e pigia sulla voce La tua connessione collocata nella parte inferiore del pannello che va ad aprirsi. Successivamente, scorri la pagina verso il basso fino a trovare la sezione Speed Test e clicca sul pulsante giallo Avvia il test a essa corrispondente: indica ora il tipo di connessione a Internet che stai utilizzando (Ethernet Wi-Fi) cliccando sull’apposito “pulsantone”, apponi il segno di spunta in corrispondenza del server più vicino a te e premi sul pulsante Vai.

Infine, attendi che la verifica delle prestazioni del collegamento venga portata a termine per ottenere i risultati su velocità di download, upload, latenza e jitter (un altro parametro relativo alla latenza). Se intendi approfondire ulteriormente questo aspetto, ti invito a dare un’occhiata al mio tutorial sullo speed test Fastweb.

Come verificare velocità fibra Infostrada

Per quanto riguarda Infostrada, non esiste uno speed test fornito direttamente tra le pagine del portale Web dell’operatore. Se sei interessato a verificare le prestazioni della tua linea ADSL o fibra, puoi comunque servirti di uno degli altri metodi segnalati in questa guida (ad es. SpeedTest) oppure far riferimento al mio tutorial dedicato allo speed test Infostrada, in cui ti ho segnalato numerose soluzioni alternative.

Altri servizi per verificare velocità fibra

Come dici? Nessuno dei servizi segnalati finora è riuscito a soddisfarti appieno? Non demordere, esistono tante altre soluzioni per poter verificare velocità fibra in modo semplice, a prescindere dall’operatore utilizzato per collegarsi a Internet. Di seguito ti spiegherò come utilizzare i portali che, a mio avviso, sono migliori del settore: SOSTariffe e SpeedTest. Infine, avrò cura di mostrarti come effettuare un test di velocità che abbia valore legale, tramite il servizio Nemesys messo a disposizione dall’AGCOM.

SOSTariffe

Se non ne fossi già a conoscenza, devi sapere che il sito di comparazione delle offerte SOSTariffe offre anche la possibilità di effettuare un test di velocità di connessione, offrendo risultati assolutamente affidabili e consigli sulle offerte da sottoscrivere nel giro di un paio di clic.

Come funziona? Te lo spiego subito. Per prima cosa, collegati al sito Internet del servizio, indica il Comune in cui è ubicata la linea Internet utilizzando l’apposito campo (devi sceglierlo dal menu “a scomparsa” che viene mostrato a schermo) e verifica che il servizio abbia rilevato correttamente il tuo operatore di appartenenza. Se così non fosse, clicca sulla voce Non è il tuo operatore? e scegli il giusto gestore dalla lista proposta. Indica, dunque, la velocità nominale della tua connessione ADSL/Fibra (scegliendo la voce Non sono sicuro se non la conosci) e clicca sul pulsante Prosegui.

Successivamente, indica un indirizzo email e, se lo desideri, il tuo numero di telefono e il CAP della tua abitazione, apponi il segno di spunta accanto alla casella relativa all’accettazione dei contenuti delle Condizioni generali e clicca sui pulsanti Inizia lo speed test Vai per avviare immediatamente la verifica: dopo una manciata di secondi (o minuti, in base alla velocità del collegamento), dovresti essere in grado di visualizzare le velocità di download, upload, la latenza e il valore jitter. Dopo qualche istante, verrai rimandato a una pagina di SOSTariffe, contenente un rapido riepilogo dei risultati ottenuti, oltre che una serie di offerte provenienti da altri gestori di servizi.

SpeedTest

Un altro servizio per verificare la velocità della connessione a Internet è lo SpeedTest offerto da Ookla, disponibile anche sotto forma di app per Android, iOS e Apple TV: si tratta di un servizio piuttosto completo che permette, tra le altre cose, di modificare le unità di misura di visualizzazione e di specificare un server differente da quello scelto in automatico (sebbene, spesso, quest’ultima scelta si riveli la migliore).

Per utilizzarlo, collegati alla pagina Internet dedicata e fai clic sul pulsante I Consent per approvare l’utilizzo dei cookie e di altre tecnologie di profilazione (per rimuovere il consenso d’accesso ai partner commerciali, clicca sulla voce More Options e sul pulsante Opt-out all), dopodiché verifica che il server scelto sia sufficientemente vicino all’ubicazione della linea (se così non fosse, clicca sulla voce Cambia Server per modificarlo) e pigia sul bottone Vai per avviare immediatamente la verifica delle prestazioni della connessione (ping, velocità di download media e velocità di upload media). A conclusione del test, puoi condividere rapidamente i risultati utilizzando gli appositi bottoni collocati in alto a sinistra.

Nota: puoi modificare le unità di misura e il formato della data pigiando sul pulsante Impostazioni, quello a forma di ingranaggio.

Come verificare velocità fibra tramite modem

Alcuni modem/router (specie quelli forniti dagli operatori o i dispositivi appartenenti alla fascia alta del mercato) integrano una funzionalità per effettuare uno speed-test direttamente dall’interno del pannello gestionale. Il “valore aggiunto” di test di questo tipo è da ricondursi alla modalità di esecuzione: poiché a essere analizzata è la comunicazione tra la Rete e il router, non si corre il rischio di “contaminare” i risultati a causa di fattori esterni quale il segnale Wi-Fi o lo stato del dispositivo. Ad ogni modo, è bene effettuare questo tipo di verifica senza che altri dispositivi stiano usando Internet per il download di contenuti.

Purtroppo non posso essere molto preciso sui passi da compiere per verificare la velocità della fibra attraverso il modem, poiché ogni apparato ha una precisa procedura, differente da quella degli altri; in linea generale, ciò che devi fare è accedere al pannello di gestione del router (puoi consultare questa guida se non sai farlo), recarti nella sezione relativa alla Connessione e identificare l’area dedicata al test della velocità della linea (o velocità di allineamento). Fatto ciò, devi semplicemente premere sul bottone per effettuare il test e attendere i risultati.

Per informazioni aggiuntive su questa funzionalità, ti invito a far riferimento al manuale d’uso del router in tuo possesso oppure a effettuare una rapida ricerca su Google (ad es. test velocità [marca e modello router]).

Come fare test velocità fibra con valore legale

Come dici? Hai intenzione di fare test velocità fibra perché la velocità da te riscontrata è nettamente inferiore a quella specificata nel contratto stipulato con il tuo attuale gestore di telefonia, dunque, vorresti utilizzare i risultati ottenuti per avviare la procedura di risoluzione per inadempimento? In tal caso, i risultati ottenibili dagli speed test elencati in precedenza non possono essere utilizzati in modo “ufficiale”, ma è necessario effettuare una verifica che abbia valore legale utilizzando il software Nemesys (l’unico in Italia di questo tipo), messo a disposizione dall’AGCOM (l’agenzia Garante delle Comunicazioni).

Nel dettaglio, Nemesys prevede il monitoraggio dello stato della rete per 24 ore consecutive e genera un report estremamente dettagliato sulla reale velocità di connessione, con valore probatorio: al termine del test, è possibile utilizzare il report per avviare eventuali procedure di rimborso o risoluzione contrattuale presso l’operatore telefonico di appartenenza della linea.

Inoltre, affinché le misurazioni siano valide (più lo sono, più alta è la probabilità di ottenere il rimborso o la risoluzione del contratto), è necessario che il computer sia collegato tramite Ethernet, con connessione Wi-Fi disattivata, che in rete non sia attivo nessun altro dispositivo e, infine, che la RAM e il processore del computer non siano sovraccariche. Il software Nemesys è completamente gratuito, ma può essere scaricato soltanto dopo aver creato un account (anch’esso gratuito) sul sito Web Misura Internet.

Per farlo, collegati a questa pagina Internet e compila il modulo che ti viene proposto fornendo le informazioni richieste: operatore, tipologia di utente (casalingo o con partita IVA), indirizzo di ubicazione della linea, CAP, numero di telefono, indirizzo email, consensi informati e così via. Quando hai finito, pigia sul pulsante Salva per procedere e confermare i dati sottomessi: dopo qualche secondo, dovresti ricevere un’email di conferma contenente i codici per l’attivazione di Nemesys (validi per un solo test).

Completata la convalida dell’account, accedi nuovamente a Misura Internet e pigia sul pulsante Download corrispondente al sistema operativo che utilizzerai per effettuare il test, lancia il file ottenuto e utilizza le istruzioni fornite a schermo per finalizzare il setup: al termine del processo, dovrebbe esserti chiesto di immettere i codici d’accesso ricevuti tramite email e di riavviare il computer.

A riavvio avvenuto, il test dovrebbe in modo automatico: lascia lavorare il programma per le 24 ore successive, avendo cura di non sovraccaricare la rete né il computer, fino alla conclusione del test. Puoi visualizzare i risultati registrati dal programma in qualsiasi momento, collegandoti a questa pagina Web (mentre il programma è ancora in esecuzione).

Al termine della verifica, tutti i dati verranno archiviati nella tua area privata di Misura Internet; nel caso in cui fosse rilevata un’inadempienza contrattuale, avrai la possibilità di avviare la pratica di risoluzione/rimborso presso il tuo attuale operatore utilizzando la procedura suggerita dal portale stesso (che, ti ricordo, ha valore legale). Puoi recuperare maggiori informazioni in merito sul sito Internet Misura Internet.

Come dici? Hai effettuato tutte le verifiche del caso, fissando anche un appuntamento con un tecnico specializzato inviato dal tuo gestore di telefonia, il quale ha riscontrato che le scarse prestazioni da te riscontrate sono indipendenti dalla qualità del collegamento a Internet (che, in realtà, è assolutamente sufficiente)? Non disperare, hai ancora qualche speranza di migliorare tutto: a tal proposito, ti invito a seguire i consigli che ti ho fornito nella mia guida su come velocizzare Internet al massimo, che potrebbero aiutarti – e non poco – a venire fuori da questa fastidiosa situazione.