Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Disdetta Fastweb

di

Hai deciso di annullare il tuo contratto con Fastweb ma non sai come procedere senza incappare in penali o costi di disattivazione eccessivi? Beh, a dire la verità sui costi di disattivazione non si può fare più di tanto: sono previsti per legge e quindi vanno pagati.

Tuttavia, se vuoi, posso darti una mano a completare la disdetta Fastweb in maniera corretta e ad evitare il pagamento di salatissime penali (che spesso vengono addebitate in seguito a banalissimi errori di distrazione da parte dell’utente o per la mancata consegna di comunicazioni da parte dell’operatore). L’iter da affrontare varia in base alla propria situazione contrattuale e al tipo di disdetta da effettuare: se hai sottoscritto il tuo abbonamento da meno di 14 giorni o vuoi passare a un altro operatore potrebbe bastarti una semplice telefonata, se invece vuoi cessare completamente la tua linea devi agire effettuando una particolare procedura online, compilare un modulo e spedirlo a Fastweb tramite raccomandata A/R.

Nulla di difficile, insomma. Però devi stare attento a rispettare i tempi previsti per l’annullamento del contratto e, soprattutto, devi restituire tempestivamente tutte le apparecchiature che hai ricevuto in comodato d’uso o a noleggio dal provider. Se non lo fai rischi il pagamento di “inutili” penali che possono arrivare anche ad oltre 50 euro per dispositivo! Paura, eh? Allora non perdiamo altro tempo ed entriamo subito nel vivo di questo tutorial.

Indice

Disdetta Fastweb: costo e modalità

Prima di entrare nel vivo di questa guida, lascia che ti dia qualche informazione in più riguardo ai costi previsti per la cessazione di uno o più servizi Fastweb.

Tanto per cominciare, bisogna distinguere tra più tipologie di disdetta, poiché ciascuna di queste ultime ha condizioni e costi differenti. Tieni comunque presente che i costi e le condizioni che ti elenco di seguito sono validi al momento in cui scrivo questa guida, ma potrebbero cambiare in qualsiasi momento: per questo, prima ancora di fare qualsiasi cosa, ti invito a prendere visione delle Condizioni Generali di Contratto abbinate alla tua offerta telefonica e della Carta dei Servizi Fastweb, documenti entrambi disponibili in questa pagina.

Portabilità o cessazione della linea

Disdetta Fastweb: costo

Per concludere il rapporto contrattuale con Fastweb per linea fissa o linea mobile, a meno che non si verifichino condizioni “speciali”, è possibile seguire due strade: richiedere la portabilità del numero ad altro operatore, oppure richiedere la cessazione della linea (con conseguente perdita della numerazione telefonica).

Nel primo caso, la richiesta va effettuata direttamente al nuovo gestore telefonico, fornendo il codice di migrazione della linea fissa o il numero seriale della scheda SIM: sarà quest’ultimo a occuparsi di recedere il rapporto contrattuale con Fastweb e di acquisire la numerazione o le numerazioni attive.

L’operazione di portabilità viene generalmente portata a termine entro 10 giorni lavorativi, ma in alcuni casi i tempi di lavorazione possono durare 10-15 giorni in più, per questioni tecniche.

Se hai bisogno di qualche indicazione aggiuntiva in merito alle operazioni di portabilità della linea, potrebbero tornarti molto utili la mia guida su come cambiare gestore telefonico e i miei approfondimenti dedicati alle offerte per il telefono fisso, alle offerte Internet per casa e alle migliori offerte di telefonia mobile.

Per quanto riguarda, invece, la disattivazione completa della linea telefonica con perdita del numero associato, è necessario seguire un’apposita procedura disponibile online, inviare una richiesta auto-redatta tramite raccomandata o Posta Elettronica Certificata (PEC), oppure recarsi fisicamente presso un punto vendita Fastweb. In genere, la pratica viene evasa entro 30 giorni dalla richiesta.

A prescindere dalla tipologia di conclusione del contratto, se quest’ultimo è riferito a linea fissa privata, è necessario versare un importo di disattivazione pari, attualmente, a 29,95€ IVA inclusa; se il contratto prevede un contributo di attivazione suddiviso in rate (ad es. 1,95€/mese per 48 mesi), dovrai versare quelle mancanti in un’unica soluzione.

Gli apparati ricevuti in noleggio o in comodato d’uso gratuito devono essere riconsegnati entro 45 giorni a partire dalla data di disattivazione dei servizi Fastweb, tramite Poste Italiane: le modalità di restituzione vengono indicate dall’operatore, tramite SMS, al termine del contratto. In caso di mancato reso, possono essere applicati costi aggiuntivi (per esempio, il mancato reso del modem FASTGate ricevuto in comodato d’uso gratuito comporta l’esborso di una somma pari a 56€, al momento in cui scrivo questa guida).

Per quanto riguarda la linea mobile, invece, non sono generalmente previsti costi di uscita, eccezion fatta per eventuali terminali (smartphone o tablet) ottenuti a rate congiuntamente alla scheda SIM: in questo caso, bisognerà versare le rate mancanti, scegliendo se effettuare il pagamento in un’unica soluzione, oppure se continuare con la rateizzazione. La preferenza va comunque espressa nella comunicazione di recesso, a prescindere dalla modalità di avanzamento della stessa.

Recesso entro 14 giorni dalla richiesta dei servizi (diritto di ripensamento)

Disdetta Fastweb: costo

Se hai stipulato l’abbonamento di linea fissa o mobile al telefono, via Web, negli stand Fastweb o, in generale, a distanza, puoi esercitare il diritto di recesso entro e non oltre i 14 giorni successivi alla conclusione del contratto.

Questa categoria di cessazione, che non ha costi e prevede la restituzione degli apparati eventualmente già ricevuti (router, smartphone o altri terminali simili), va effettuata inviando l’apposito modulo tramite raccomandata A/R, PEC, oppure recandosi di persona presso un negozio Fastweb. In ogni caso, è indispensabile allegare un documento d’identità valido dell’intestatario del contratto.

Disdetta entro 30 giorni dall’attivazione dei servizi

Disdetta entro 30 giorni dall'attivazione dei servizi

Nel momento in cui ti scrivo questa guida, l’opzione “Prova la differenza” di Fastweb, valida per tutti i nuovi abbonamenti di linea fissa, consente di richiedere l’annullamento del contratto entro e non oltre i successivi 30 giorni dall’effettiva attivazione della linea Fastweb. È possibile far richiesta di cessazione completa della linea, oppure notificare a Fastweb l’intenzione di passare ad altro operatore.

Questa operazione, che può essere effettuata direttamente online, non ha costi di uscita e l’importo della prima fattura viene restituito da Fastweb a cessazione avvenuta. Gli eventuali apparati ricevuti in comodato d’uso devono essere tempestivamente restituiti, pena il pagamento di una penale.

Recesso per modifica delle condizioni contrattuali

Recesso per modifica delle condizioni contrattuali

Qualora Fastweb modificasse in maniera unilaterale le condizioni dei contratti di linea fissa e/o mobile, l’utente ha il diritto di recedere dall’abbonamento, senza alcun costo d’uscita o penale. In questo caso, la richiesta va effettuata nei 30 giorni successivi alla ricezione dell’informativa inerente la variazione contrattuale, inviando una comunicazione tramite PEC o raccomandata A/R avente come causale “Modifica delle condizioni contrattuali”, oppure recandosi in un negozio Fastweb.

La tipologia di recesso, cessazione della linea oppure passaggio ad altro operatore, va specificata in sede di richiesta.

Disdetta Fastweb: online

Fatte le dovute precisazioni del caso, è arrivato il momento di passare all’azione e di capire, nel concreto, come terminare un abbonamento Fastweb agendo tramite Internet.

Cessazione della linea

Disdetta Fastweb: online

Per quanto riguarda la cessazione standard della linea, puoi procedere direttamente online, sfruttando il sistema automatico messo a disposizione dal gestore. Ti ricordo che se hai intenzione di mantenere il numero di telefono passando ad altro operatore, non dovrai inviare alcuna disdetta, bensì richiedere un abbonamento al nuovo gestore, così come ti ho spiegato in precedenza.

Inoltre, per poter accedere alla procedura per la disdetta online, devi essere in possesso del nome utente e della password associate alla tua utenza MyFastweb, le quali dovrebbero esserti state fornite in fase d’attivazione del contratto. Se non le hai più, puoi recuperarle visitando questa pagina e cliccando sul pulsante Recupera corrispondente al riquadro Password MyFastweb, liveFAST, App e WOW Space.

Ad ogni modo, una volta in possesso delle tue credenziali, collegati all’area clienti MyFastweb, clicca sul pulsante Accedi collocato in alto a destra, inserisci il nome utente e la password del tuo profilo negli appositi campi e clicca sul pulsante Accedi, per entrare nella tua pagina personale.

Ora, clicca sulla sezione Assistenza visibile in alto e seleziona la voce Supporto Fastweb dal menu che compare, per accedere alla pagina dedicata al supporto tecnico: ora, fai clic sulla voce Costi, offerta e pagamenti, poi sull’opzione Gestisci offerta e servizi e, infine, sulla voce Disattiva servizi.

Disdetta Fastweb: online

Fatto ciò, clicca sulla voce Disattiva servizi, indica di voler disattivare i Servizi linea fissa/mobile e attendi che la pagina successiva venga visualizzata. A questo punto, fai clic sul pulsante Disdetta Web situato in fondo alla pagina che compare e, se nel browser è attivo il blocco popup, premi il pulsante Clicca qui, per proseguire.

Ci siamo quasi: adesso, apponi il segno di spunta accanto alla tipologia di offerta da disattivare (offerta Casa, offerta Mobile o entrambe) e premi il pulsante Prosegui per effettuare la disdetta effettiva del servizio. Se necessario, fornisci le informazioni aggiuntive riguardanti la linea da disattivare, nel caso quelle attive fossero in numero maggiore di uno.

A seguito di questa operazione, la richiesta verrà presa in carico ed evasa entro e non oltre i successivi 30 giorni; le eventuali modalità di restituzione o pagamento degli apparati ti saranno comunicate via SMS o tramite email. Il costo di uscita, se previsto, verrà addebitato sull’ultima fattura utile.

Disdetta entro 30 giorni dall’attivazione dei servizi

Disdetta entro 30 giorni dall'attivazione dei servizi

Se hai stipulato un abbonamento di linea fissa e non sei soddisfatto del servizio, hai 30 giorni di tempo per richiederne la disattivazione, cessando completamente la linea oppure passando ad altro operatore, secondo i termini dell’iniziativa “Prova la differenza” di Fastweb (attiva nel momento in cui ti scrivo questa guida).

La richiesta, in questo caso, va effettuata e portata a termine compilando uno specifico modulo, disponibile sul portale MyFastweb: dopo aver inserito le tue credenziali personali, devi fornire le informazioni richieste e inviare il modulo, premendo l’apposito pulsante. A seguito della disattivazione della linea, che avverrà entro e non oltre i successivi 30 giorni, verrà restituito l’importo addebitato con la prima fattura utile. Anche in questo caso, le indicazioni per restituire eventuali apparati ricevuti in comodato d’uso verranno inviate via SMS o email.

Nota: per effettuare il cambio operatore, dopo aver compilato e inviato il modulo disponibile online, è necessario far richiesta del nuovo abbonamento entro e non oltre i 30 giorni successivi all’attivazione dei servizi Fastweb, pena la completa cessazione della stessa.

Disdetta Fastweb: modulo

Disdetta Fastweb: modulo

Se preferisci effettuare la disdetta a mezzo PEC o raccomandata, devi prima scaricare (o realizzare) il modulo dedicato alla tipologia di richiesta più adatta al tuo caso. Di seguito ti indico dove ottenere ciascuno di essi.

  • Cessazione della linea (con disattivazione del numero): devi redigere autonomamente una richiesta scritta, indicando i dati anagrafici dell’intestatario della linea, il codice cliente Fastweb, i servizi da disattivare e un recapito di contatto.
  • Recesso entro 14 giorni dalla richiesta: collegati a questa pagina Web e scarica il Modulo ripensamento offerta fissa, se è tua intenzione annullare un abbonamento di linea fissa, oppure il modulo ripensamento offerta mobile, se invece intendi disattivare una SIM.
  • Recesso per modifica contrattuale: anche in questo caso, devi redigere una richiesta scritta in autonomia, indicando i dati anagrafici dell’intestatario della linea, il codice cliente Fastweb, la tipologia di recesso (cessazione o passaggio ad altro operatore) e un recapito di contatto. Ricorda di specificare, come causale della disdetta, l’avvenuta “Modifica delle condizioni contrattuali”.

Dopo aver redatto la tua richiesta con un qualsiasi programma di videoscrittura oppure dopo aver scaricato, stampato e compilato in tutte le sue parti l’apposito modulo disponibile online, puoi scegliere di inviare il tutto tramite PEC oppure raccomandata A/R.

Nel primo caso, abbi cura di salvare in formato PDF il documento auto-redatto (non è indispensabile, ma ti consiglio fortemente di farlo) oppure di scansionare il modulo compilato manualmente e invia il tutto, unitamente a una digitalizzazione fronte/retro di un documento d’identità valido del titolare del contratto, all’indirizzo fwgestionedisattivazioni@pec.fastweb.it.

Nel secondo caso, invece, provvedi a stampare su carta la richiesta auto-redatta oppure il modulo scaricato online (che devi compilare in tutte le sue parti) e spedisci il tutto a mezzo raccomandata A/R, insieme alla copia fronte/retro di un documento d’identità valido dell’intestatario del contratto, all’indirizzo FASTWEB S.p.A. – Casella Postale 126 – 20.092 Cinisello Balsamo (MI).

Infine, se hai un’offerta congiunta Sky e Fastweb, puoi recedere inviando una PEC a skyitalia@pec.skytv.it oppure una raccomandata A/R all’indirizzo Sky Italia S.r.l. – c/o Casella Postale 13.057 – 20.130 Milano (MI).

In caso di problemi

In caso di problemi

Se riscontri difficoltà nel mettere in pratica le indicazioni che ti ho fornito nei capitoli precedenti di questa guida, sappi che puoi richiedere la cessazione completa della linea Fastweb, esercitare il tuo diritto di ripensamento entro 14 giorni dalla richiesta oppure avvalerti dell’opzione “Prova la differenza” recandoti fisicamente presso uno dei numerosi centri Fastweb disponibili sul territorio ed esponendo la tua esigenza all’addetto che ti assisterà. Anche in questo caso, ricorda di portare con te un documento di riconoscimento valido.

Se non sai dove è ubicato il centro Fastweb più vicino alla tua zona di residenza/domicilio, puoi servirti dell’apposita mappa, per scoprirlo. Se non hai la possibilità di recarti fisicamente presso un punto vendita Fastweb ma necessiti comunque di supporto diretto, ti suggerisco invece di metterti in contatto con il servizio clienti di Fastweb al numero 192.193, oppure chiedendo un ricontatto da operatore attraverso l’area clienti o l’app MyFastweb. Maggiori info qui.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.