Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Disdire Sky modulo

di

Hai deciso di annullare il tuo abbonamento a Sky ma non sai bene come procedere? Hai paura di andare incontro al pagamento di penali molto salate? Non temere, se vuoi ti do una mano a cessare il tuo contratto di pay TV satellitare senza pagare più del dovuto. È meno complesso di quello che immagini.

Se vuoi annullare il tuo abbonamento a Sky senza pagare più del dovuto (un costo di disattivazione è quasi sempre previsto, ma si tratta di pochi euro), devi assicurarti di non violare eventuali vincoli temporali previsti dal tuo contratto, devi riconsegnare tutte le apparecchiature che hai ricevuto in comodato d’uso da Sky e devi inviare il modulo di disdetta dell’abbonamento seguendo le regole previste dall’azienda di Murdoch.

Se vuoi saperne di più, prenditi cinque minuti di tempo libero e continua a leggere. Qui sotto trovi tutto quello di cui c’è bisogno per disdire Sky: modulo, informazioni sui costi di disattivazione, regole per evitare le penali e istruzioni per consegnare le apparecchiature ricevute in comodato d’uso. Cerca di seguire le istruzioni con la massima attenzione!

Indice

Modalità e costi di disdetta Sky

Sky

Cominciamo facendo un po’ di chiarezza sulle modalità e i costi della disdetta Sky che, come facilmente intuibile ,variano a seconda del tipo di abbonamento sottoscritto.

Se hai sottoscritto un abbonamento Sky da meno di 14 giorni e ti sei abbonato a distanza (o comunque fuori dai locali commerciali dell’azienda), puoi annullare il contratto a costo zero inviando una comunicazione a Sky. In tutti gli altri casi, invece, potrebbero essere necessario pagare dei costi per un importo pari agli sconti fruiti + una somma relativa alla disattivazione del servizio.

Indipendentemente dal tipo di contratto sottoscritto con Sky e dalla sua data di scadenza, una volta effettuata la disdetta dell’abbonamento bisogna riconsegnare il decoder e tutte le apparecchiature ricevute in comodato d’uso (es. digital key, smart card ecc.). La restituzione delle apparecchiature va effettuata presso un centro Sky Service entro 60 giorni dalla data di cessazione dell’abbonamento. Se non si adempie a tale obbligo, si va incontro al pagamento di penali molto salate.

  • Decoder SD — 21 euro.
  • Decoder HD — 75 euro.
  • Decoder MySky HD — 150 euro.
  • Decoder Sky Q Black — 150 euro.
  • Decoder Sky Q Platinum — 200 euro.
  • Sky Q mini — 80 euro.
  • Alimentatore esterno del Decoder, Decoder HD o MySky HD — 30 euro.
  • Digital Key — 30 euro.
  • Telecomando — 30 euro.
  • Smart Card — 30 euro.

Per info aggiornate sulle penali da pagare per mancata restituzione degli apparati, visita questa pagina del sito di Sky.

Per trovare il centro Sky Service più vicino a casa tua, collegati a questa pagina Web del sito di Sky e digita il tuo indirizzo di residenza nell’apposito campo di testo. Per “scremare” i risultati, poi, clicca sul pulsante Servizi situato in corrispondenza della dicitura Scegli un servizio e poi clicca sulla voce Restituzione materiali.

Nota: i costi di disattivazione e le penali previste dai contratti Sky possono variare nel tempo. Per restare sempre aggiornato su questi dati, collegati al sito Internet di Sky e consulta il documento con le condizioni generali della tua tipologia di abbonamento (es. Abbonamenti Sky con Profili Sky Open e Sky Smart).

Disdire Sky: moduli

Arrivati a questo punto, direi che possiamo entrare nel vivo di questo tutorial e scoprire quali sono i moduli per disdire Sky che bisogna utilizzare per annullare il proprio abbonamento.

Disdetta Sky entro 14 giorni

Disdetta Sky entro 14 giorni

Se hai sottoscritto un abbonamento Sky da meno di 14 giorni e l’hai fatto lontano dai locali commerciali dell’azienda (per esempio al telefono oppure online), puoi esercitare il tuo diritto di ripensamento, evitando così di pagare penali o costi di disattivazione.

Per procedere, collegati al sito Internet di Sky, scorri la pagina fino alla sezione Recesso entro 14 giorni e clicca sull’icona della freccia rivolta verso il basso, che si trova in corrispondenza della dicitura Modulo recesso Contratto Abbonamento TV – Per adesioni fino al 03/02/2021, Modulo recesso Contratto Abbonamento TV – Con Profilo Sky Open o Sky Smart – Per adesioni dal 04/02/2021 o Modulo recesso Contratto abbonamento Sky WiFi (a seconda della tipologia di contratto sottoscritto).

Successivamente, scarica il modulo in questione oppure stampalo e invialo a mezzo raccomandata A/R all’indirizzo indicato di seguito.

Sky Casella Postale 13057 – 20141 Milano

Disdetta Sky via telefono

Una modalità per effettuare la disdetta Sky è agire via telefono. Per riuscirci, tutto ciò che devi fare è alzare la cornetta e contattare l’apposito numero di telefono messo a disposizione dal Servizio Clienti della nota pay TV.

Provvedi, quindi, a chiamare il numero di telefono 02 917171: è attivo tutti i giorni dalle 08:30 alle 22:30. La chiamata non è gratuita: è tariffata in base all’offerta attiva sulla propria linea.

Non appena sarai messo in contatto con un operatore del customer care di Sky, indicagli la tua volontà di disattivare il servizio e segui le indicazioni che ti darà. L’operatore di Sky registrerà la tua comunicazione di recesso dal tuo abbonamento e, nel giro di poco tempo, ti darà la conferma dell’avvenuta disattivazione del servizio.

Un ulteriore conferma della ricezione della tua comunicazione di recesso, ti verrà fornita da Sky con un apposito  messaggio che ti verrà recapitato via email ed SMS entro 24 ore dall’avvenuta disdetta. email entro le successive 24 ore.

In alternativa è possibile farsi richiamare da Sky: per riuscirci devi recarti su questa pagina del sito di Sky, compilare il modulo posto nella sezione Ci dispiace vederti andare via, avendo cura di specificare negli appositi campi di testo nome, cognome, numero di telefono e codice fiscale dell’intestatario del contratto Sky.

Successivamente, apponi la spunta sulla casella Non sono un robot, poi clicca sul pulsante Ti richiama Sky e attendi che Sky ti ricontatti.

Disdetta Sky al punto vendita

Centro Sky

Un’altra cosa che puoi fare è procedere con la disdetta Sky al punto vendita. Recandoti in negozio, infatti, avrai la possibilità di parlare direttamente con un consulente e procedere con il recesso contrattuale seguendo le indicazioni che ti darà.

Per trovare il punto Sky più vicino a te, consulta l’elenco che trovi su questa pagina: basterà scrivere la località di tuo interesse nel campo di testo Inserisci una posizione, seleziona l’occorrenza corretta e poi recati nel negozio Sky più vicino a te.

Anche in questo caso Sky provvederà a inviarti una comunicazione di conferma relativa all’avvenuto recesso e lo farà tramite un SMS o un’email che riceverai entro 24 ore dalla richiesta che hai avanzato.

Disdetta Sky online

Disdetta Sky Online

Trovi più comodo effettuare la disdetta Sky online? E come darti torto?! Si tratta senz’altro di una modalità di recesso estremamente semplice da utilizzare per raggiungere lo scopo che ti sei prefisso.

Per procedere in tal senso, recati su questa pagina del sito di Sky, scorrila fino alla dicitura Disdetta online e clicca sulla dicitura Procedi posta in corrispondenza del box relativo al tuo abbonamento: Abbonamento TV (o via satellite o senza parabola) e Sky WiFi oppure Abbonamento TV via digitale terrestre.

Successivamente, autenticati con il tuo SkyID e compila il webform dedicato al recesso dell’abbonamento, avendo cura di specificare il tuo codice cliente Sky e se intendi chiedere il recesso dal contratto a scadenza naturale oppure il recesso anticipato.

Anche in questo caso entro le successive 24 ore, Sky ti invierà una comunicazione tramite SMS ed email a conferma della ricezione della tua comunicazione di recesso.

Disdetta Sky via PEC

In conclusione, sappi che è possibile effettuare la disdetta Sky via PEC, qualora tu voglia agire tramite Posta Elettronica Certificata.

In questo caso, tutto ciò che devi fare è inviare una PEC all’indirizzo servizioclientisky@pec.skytv.it, ricordandoti di indicare il codice cliente Sky, i dati anagrafici dell’intestatario dell’abbonamento e se il recesso deve avvenire alla scadenza del contratto oppure anticipatamente.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.