Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come localizzare un telefono

di

Hai paura di smarrire il tuo nuovo smartphone? Niente panico. Naturalmente a tutti può capitare di perdere il proprio telefono ma oggi esistono tanti servizi che permettono di localizzarli a distanza usando qualsiasi PC. Basta che sui cellulari siano attivi il GPS e la connessione Internet.

Che tu abbia un iPhone, uno smartphone Android o un Windows Phone, potrai rintracciare il tuo terminale senza spendere nemmeno un centesimo. Tutto quello che devi fare è sfruttare in maniera intelligente i servizi di localizzazione messi a tua disposizione da Apple, Google o Microsoft. Si tratta di servizi estremamente efficaci, rapidi e facili da usare (oltre che gratuiti) che permettono di visualizzare il cellulare su una mappa e di comandarlo a distanza. L’unico problema è che risultano un po’ limitati in caso di furto del telefono. Basta infatti che il ladro spenga lo smartphone o disattivi la connessione Internet sul dispositivo e la localizzazione smette di funzionare.

Adesso però non pensiamo al peggio! Cerchiamo di capire come localizzare un telefono e passiamo all’azione. Coraggio, prenditi cinque minuti di tempo libero e segui le indicazioni relative al sistema operativo installato sul tuo smartphone. Ti assicuro che entro breve riuscirai a configurare tutto in maniera corretta e a localizzare/comandare il tuo device da remoto. Buona lettura e buon divertimento!

iPhone

Se t’interessa sapere come localizzare un telefono in caso di smarrimento e possiedi un iPhone, la migliore soluzione a cui puoi affidarti è il servizio Trova il mio iPhone offerto gratuitamente da Apple. Grazie a Trova il mio iPhone, è possibile localizzare lo smartphone (ma anche gli iPad e i MacBook) su una mappa e comandarlo a distanza per fargli emettere un suono, inviare messaggi o cancellare i dati conservati nella sua memoria. Funziona solo se il telefono è acceso e ha una connessione Internet a cui appoggiarsi.

Per usufruire dei servizi di localizzazione quando un iPhone viene smarrito, occorre precedentemente attivare Trova il mio iPhone su di esso. Se non sai come si fa, basta recarsi nelle Impostazioni di iOS (l’icona con l’ingranaggio che si trova in home screen), selezionare il tuo nome, poi le voci relative ad iCloud e Trova il mio iPhone e impostare su ON la levetta relativa all’opzione Trova il mio iPhone. Su iOS 10.2.x e precedenti non c’è bisogno di selezionare il proprio nome: per regolare le impostazioni relative al servizio “Trova il mio iPhone” basta andare in Impostazioni > iCloud > Trova il mio iPhone.

Se il servizio risulta già attivo, vuol dire che si sono autorizzati i servizi di localizzazione durante la procedura iniziale per attivare l’iPhone. L’opzione Invia ultima posizione, se attivata, permette di sapere l’ultima posizione nota del telefono prima del suo spegnimento.

A proposito di servizi di localizzazione: affinché tutto funzioni correttamente, bisogna anche verificare che nel menu Impostazioni > Privacy > Localizzazione dell’iPhone ci sia la voce Localizzazione impostata su ON (quindi con la levetta verde). Bene, ora è davvero tutto!

Come localizzare un telefono

Per localizzare l’iPhone smarrito dal PC, collegati al sito Internet di iCloud, esegui l’accesso con i dati del tuo ID Apple e clicca sull’icona Trova iPhone che compare sullo schermo. Tempo qualche secondo e sulla mappa verrà visualizzata la posizione geografica in cui si trova il tuo “melafonino” con accanto un’icona che ti consentirà di comandarlo a distanza. Qualora non riuscissi ad individuare subito il terminale, clicca sulla voce Tutti i dispositivi che si trova in alto e seleziona il nome del tuo “melafonino” (es. iPhone di Salvatore) dal menu che si apre.

Per comandare a distanza l’iPhone smarrito, clicca prima sull’indicatore verde che segna la sua posizione sulla mappa e poi sul pulsante i, dopodiché scegli se fargli emettere un suono, se attivare la modalità smarrito (che blocca il telefono e mostra un messaggio sul display in modo da fornire informazioni a chi dovesse ritrovarlo) o se inizializzarlo, in modo da cancellare tutte le informazioni presenti al suo interno. Quest’ultima opzione – da usare solo in casi estremi – azzera le possibilità di rintracciare successivamente il terminale a distanza.

loc1

Puoi anche installare l’applicazione gratuita Trova il mio iPhone per iPhone e iPad e comandare i dispositivi smarriti da altri device targati Apple. Le opzioni a disposizione sono le stesse che abbiamo appena visto insieme sul sito Internet di iCloud.

Android

Se vuoi localizzare un telefono equipaggiato con il sistema operativo Android, puoi sfruttare il servizio di localizzazione offerto gratuitamente da Google a tutti gli utenti del “robottino verde”.

Per prima cosa, devi attivare la localizzazione remota sul tuo smartphone aprendo la app Impostazioni di Google su Android (quella con l’icona dell’ingranaggio caratterizzata da una “G” al centro) e selezionando la voce Sicurezza dal menu che si apre. Metti quindi il segno di spunta accanto alle voci Localizza questo dispositivo da remoto e Consenti blocco da remoto e resetta e il gioco è fatto.

Affinché tutto funzioni correttamente dev’essere attivo anche il GPS. Recati quindi nelle Impostazioni di Android (l’icona dell’ingranaggio che si trova nella schermata con le icone di tutte le app installate sul telefono), seleziona la voce Geolocalizzazione dalla schermata che si apre e sposta su Attivato la levetta che si trova in alto a destra.

Come localizzare un telefono

A questo punto, puoi localizzare il tuo telefono collegandoti al sito Internet Gestione Dispositivi Android e autenticandoti con il tuo account Google. Naturalmente l’account deve essere lo stesso a cui è associato lo smartphone da localizzare.

Quando compare la mappa di Google Maps, puoi comandare il telefono a distanza: cliccando sul pulsante Fai squillare puoi far squillare il terminale ininterrottamente per cinque minuti, cliccando sul pulsante Blocca puoi bloccare il dispositivo con un codice di sicurezza (impostando all’occorrenza un messaggio personalizzati da visualizzare nella loco screen), mentre cliccando sul pulsante Cancella puoi cancellare app, foto, musica e impostazioni dal device. Cancellando i dati dalla memoria del telefono perderai la possibilità di rintracciare il dispositivo da remoto, quindi ricorri a questa soluzione solo in casi davvero disperati.

Come localizzare un telefono

Se non vuoi perdere troppo tempo, puoi anche collegarti a Google dal tuo browser e digitare i termini trova telefono. Se sei collegato al motore di ricerca con lo stesso account Google configurato sullo smartphone, come primo risultato visualizzerai la posizione geografica del tuo dispositivo.

Come localizzare un telefono

In conclusione, ti segnalo che grazie all’applicazione Gestione Dispositivi Android puoi localizzare il tuo smartphone da remoto da altri telefoni e tablet Android. Il suo funzionamento è praticamente identico a quello della versione Web di Gestione Dispositivi Android.

Windows Phone

Anche Windows Phone ha una funzione integrata che permette di localizzare gli smartphone da remoto. Per utilizzarla, collegati a questa pagina Web, autenticati con il tuo account Microsoft (lo stesso configurato sul telefono da rintracciare) e clicca sulla voce Trova il mio telefono che si trova nella barra laterale di destra.

Come localizzare un telefono

A questo punto puoi decidere se bloccare il telefono con un codice, se farlo squillare o se cancellare tutti i dati presenti al suo interno facendo click su uno dei pulsanti collocati sul lato sinistro della pagina. Se utilizzi l’opzione per cancellare i dati, non potrai più usare la funzione di localizzazione da remoto.

Affinché tutto funzioni correttamente, lo smartphone da rintracciare deve essere acceso, connesso a Internet e deve avere i servizi di localizzazione attivi.

Soluzioni alternative per localizzare un telefono

Come accennato anche in apertura del post, i servizi di localizzazione inclusi “di serie” in iOS, Android e Windows Phone sono utilissimi quando si smarrisce il proprio smartphone, ma risultano abbastanza inutili quando il dispositivo viene rubato. Questo perché funzionano solo con il terminale acceso e con la connessione Internet attiva.

Se cerchi delle soluzioni più utili in ottica anti-furto, ti consiglio di rivolgerti a delle applicazioni di terze parti, come Cerberus per Android che permette di comandare lo smartphone tramite SMS (quindi funziona anche quando il dispositivo non è connesso a Internet), riattiva automaticamente il GPS in caso di disattivazione e include una serie di funzioni avanzate che bloccano lo spegnimento del telefono, scattano foto ai ladri e molto altro ancora. Se vuoi saperne di più, consulta la mia guida su come ritrovare il cellulare Android in cui ti ho illustrato il funzionamento di alcune delle migliori app anti-furto per Android.

Come localizzare un telefono

In alternativa puoi anche ricorrere a delle applicazioni più avanzate, le quali monitorano non solo la posizione geografica ma anche le attività che si svolgono quotidianamente sullo smartphone (i messaggi inviati o ricevuti, i siti visitati e via discorrendo). Te ne ho parlato approfonditamente nel mio tutorial su come spiare un cellulare.

Mi raccomando, utilizza le applicazioni-spia solo sui dispositivi di tua proprietà o sui telefoni di persone che hanno acconsentito alla cosa, altrimenti potresti commettere un reato!