Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliori battery phone: guida all’acquisto

di

Gli smartphone sono i nostri compagni elettronici di tutti i giorni: li usiamo per condividere i nostri stati d’animo con amici e parenti, per scoprire come raggiungere una destinazione, per scattare o visualizzare fotografie e per vedere video online anche quando siamo fuori casa. Tutte cose utilissime che, però, sacrificano parecchio la durata della batteria. Per questo sono nati i battery phone.

Ma cosa indica esattamente il termine battery phone? In realtà non c’è una definizione esatta: può essere considerato un battery phone qualsiasi telefono con batteria di grosse dimensioni e con un amperaggio notevole. Una batteria di grosse dimensioni dovrebbe condurre a un’autonomia notevole, ma questo non è sempre vero. Tutto dipende dalle caratteristiche dello smartphone, dalle modalità d’uso e da tantissime altre variabili. Quali? Proviamo a scoprirle insieme.

Oggi ti dirò quali sono i migliori battery phone presenti su piazza, quelli più convenienti nel rapporto qualità-prezzo e ti spiegherò anche come orientarti al meglio nella scelta e come capire qual è il modello giusto per le tue esigenze. Ma bando alle ciance ed entriamo subito nel vivo della scelta del tuo prossimo smartphone con lunga autonomia. Buona lettura e buon acquisto!

Indice

Come scegliere un battery phone

Se sei arrivato in questa pagina, ti stai sicuramente chiedendo come scegliere un battery phone. Come ti ho già detto, non esiste una definizione ben precisa: di norma oggi potremmo considerare un battery phone tutti gli smartphone con una batteria superiore ai 4.000mAh, ma di fatto questa variabile può cambiare di generazione in generazione, con l’aumentare della densità di energia stipata all’interno delle batterie degli smartphone.

Battery phone

Inoltre, non è detto che l’amperaggio sia l’unica variabile da considerare qualora tu voglia uno smartphone con una notevole durata della batteria. Proprio per questo, andremo per gradi e, prima di scegliere un battery phone adeguato alle tue esigenze, vaglieremo una per una tutte le componenti che consumano più o meno energia quando vengono utilizzate a pieno carico.

Batteria

La batteria è naturalmente la regina fra le componenti di un battery phone, visto che serve a immagazzinare l’energia da spendere, poi, durante il resto della giornata. La capacità delle batterie agli ioni di litio può essere indicata dai produttori in mAh (milliampere ora) ed è sempre un bene averne di più. Tuttavia, sappi che maggiore è l’amperaggio della batteria, superiore è il suo ingombro, e spesso questo incide molto sul peso dello smartphone.

Battery phone

Se cerchi un battery phone con batteria rimovibile ho una brutta notizia per te: sebbene in passato fossero decisamente diffusi, oggi è molto difficile trovare questa caratteristica. La buona notizia è che quasi tutti i battery phone dispongono di una tecnologia di ricarica rapida, che può essere proprietaria o standard. Nel primo caso richiede adattatori ad-hoc, nel secondo caso è sfruttabile acquistando un qualsiasi caricatore compatibile con lo standard.

Uno fra i più diffusi, tra questi standard, è il Quick Charge di Qualcomm, disponibile in diverse revisioni: le più moderne sono spesso retrocompatibili con quelle passate.

Display

Il display è la componente che consuma più energia durante l’uso dello smartphone nell’arco di una giornata. Più è ampio e più consuma energia, solitamente, così come una risoluzione maggiore del display porta a un dispendio energetico superiore. Fra le variabili nel consumo del display c’è anche la tecnologia utilizzata nella produzione e la tipologia di pannello.

Sugli smartphone possiamo trovare display LCD TFT, economici, ormai piuttosto rari e con un angolo di visione ristretto; gli LCD IPS, dall’ottima qualità visiva a prescindere dal campo di visione; e gli AMOLED che, a differenza dei primi due, non usano un layer di retroilluminazione e possono spegnere i pixel. È la tecnologia migliore anche in termini di qualità e, in diverse circostanze, è anche quella che consuma meno energia.

A determinare la qualità di un display ci possono essere diverse variabili: prima di tutto luminosità e rapporto di contrasto, poi campo di visione, e infine il supporto di diversi standard. Sono sempre più, soprattutto fra i top di gamma, i display Wide Color (DCI-P3), che possono riprodurre i colori a un livello di saturazione superiore rispetto a quelli che supportano lo standard sRGB. Abbiamo poi alcuni modelli che supportano l’HDR, quindi un’ampia gamma dinamica.

Battery phone

Passiamo adesso alle dimensioni: gli smartphone di ultima generazione hanno ormai cornici ridotte grazie all’uso di notch, fori per contenere la fotocamera frontale. Alcuni modelli inoltre sfruttano meccanismi pop-up, o di altra natura, per non avere alcun tipo di interruzione. I modelli più piccoli possono avere display da 4,5″, mentre superando i 6″ si iniziano ad avere problemi di ergonomia, soprattutto per chi ha le mani piccole. Gli smartphone oggi possono sfiorare anche i 7″ come diagonale del display.

Non tutti i display hanno gli stessi pixel, che possono essere più grandi o più piccoli (in base alla densità dei pixel, misurata in ppi), o in numero superiore o inferiore. Il numero di pixel sullo schermo viene definito risoluzione: si parte in genere dalla risoluzione HD, pari a 1280×720 pixel, arrivando alla Full HD, pari a 1920×1080 pixel e alla Quad HD, pari a 2560×1440 pixel. Sono pochissimi i modelli 4K (3840×2160 pixel).

Battery phone

Incide nella risoluzione anche il formato del display: le risoluzioni che ti ho riportato sopra sono relative al formato da 16:9, tuttavia gli smartphone usano ormai formati più allungati, come 18:9, 19:9 o ancora 19,5:9. Ad esempio uno smartphone Full HD+ può avere una risoluzione di 2160×1080 pixel quando usa il formato di 18:9, e così via.

Processore

Il processore è un’altra componente che incide parecchio nel consumo di energia, soprattutto quando viene utilizzato al pieno delle sue possibilità. Attività come il gaming, la navigazione satellitare, l’uso dell’app fotografica e, in parte, la navigazione Web, sono “pesanti” per l’hardware integrato e quindi portano il processore al limite andando a consumare parecchia energia.

Su uno smartphone il processore è integrato nel SoC (system on a chip), ovvero un chip che integra varie parti necessarie per il funzionamento dello smartphone. La potenza del processore è garantita dal numero di core, ovvero le unità di calcolo separate che possono spartirsi le attività in corso, dall’architettura utilizzata, e dalla frequenza operativa (misurata in GHz, gigahertz). Non sono molti i produttori di SoC per smartphone: Qualcomm e MediaTek sono i principali, ma anche Apple, Huawei e Samsung producono i loro chip internamente con tecnologie proprie.

Memorie

Anche le memorie consumano energia, tuttavia il loro consumo è irrisorio rispetto ad altre componenti. Ce ne sono di due tipi su uno smartphone: la RAM è la memoria di sistema ed è chiamata ad ospitare temporaneamente i dati utilizzati dalle applicazioni aperte e da quelle in background. Con Android 4 gigabyte (GB) possono essere soddisfacenti per le attività di base: maggiore è la quantità di RAM e maggiori saranno le capacità del dispositivo a gestire più app contemporaneamente.

Battery phone

La memoria di storage, di archiviazione o, più semplicemente, memoria interna, serve invece a memorizzare in via permanente i dati sullo smartphone. Contiene le app, i dati delle stesse, i documenti, la musica, le foto, i video e tutto quello che non va cancellato al riavvio. Quella integrata può usare chip eMMC o UFS. Questi ultimi sono i più veloci, soprattutto quelli di seconda e terza generazione. Se non vuoi trovarti senza spazio a disposizione ti consiglio di partire con 32 GB, ancora meglio se sono 64GB.

Alcuni modelli supportano anche l’espansione della memoria interna attraverso uno slot per microSD. Questo consente di avere una unità di archiviazione esterna che puoi anche rimuovere all’occorrenza dallo smartphone per trasferire i dati presenti altrove.

Connessioni

Su un battery phone sono importanti le connessioni, così come lo sono su uno smartphone tradizionale. Per la connessione alla rete cellulare serve il supporto alle reti 4G/LTE che in Italia utilizza delle bande di frequenze specifiche: verifica nello specifico la presenza della banda 20 (frequenza 800MHz), assente ad esempio su alcuni modelli di importazione dalla Cina. Gli smartphone più avanzati supportano inoltre la tecnologia LTE Advanced, che consente velocità di trasferimento da 300Mbps in su per quanto riguarda il download dei dati, 50Mbps in su per quanto riguarda l’upload.

Battery phone

Le reti LTE si dividono poi in Categorie: si passa dalla 1 (10/5Mbps) alla 21 (1400/300Mbps). In Italia si sta diffondendo anche il 5G, anche se ad oggi non sono molti i modelli che fanno uso delle nuove tecnologie di rete. Inoltre, è da dire che l’infrastruttura non è molto capillare.

Le connessioni di rete non sono le uniche presenti su uno smartphone: abbiamo infatti il Wi-Fi, fa uso delle bande da 2.4GHz e 5GHz e su alcuni modelli sono supportate entrambe (dual-band). Le ultime versioni della tecnologia sono Wi-Fi 5 (prima nota come Wi-Fi 802.11ac) e Wi-Fi 6 (Wi-Fi 802.11ax). Abbiamo poi Bluetooth (5.1 è attualmente l’ultima versione), ed NFC, quest’ultima utile ad esempio per il pairing rapido con i dispositivi terzi o per i pagamenti contactless via POS.

Fotocamere

Alcuni smartphone possono utilizzare anche 3 o più fotocamere, e solo al posteriore! Di solito ogni fotocamera ha una funzione: la grandangolare è quella standard, e ha una focale equivalente intorno ai 20mm o 30mm; poi c’è di norma l’ultra grandangolare, con focale da 10 a 20mm circa; e poi lo zoom o teleobiettivo, che può essere da 50mm circa (spesso dichiarato come zoom 2x) o più. Alcuni smartphone fanno uso anche di un sensore di profondità (depth), che in versione avanzata può essere definito anche TOF (Time of Flight).

Battery phone

Ogni fotocamera dispone di un sensore dedicato, formato da una serie di fotodiodi che trasformano la luce raccolta in un pixel nella foto finale. Il numero di fotodiodi stabilisce la risoluzione finale dello scatto, che viene definita in Megapixel. Stai attento, perché non sempre un numero superiore di pixel si traduce in uno scatto di maggiore qualità. Valuta infatti anche l’apertura del diaframma di ogni lente, supporto ai video, alla loro risoluzione e al frame rate, mentre è determinante sia nelle foto quanto nei video la presenza della stabilizzazione ottica.

Sistema operativo

Non sono rimasti molti i sistemi operativi su smartphone, anzi ne abbiamo solo due: Android e iOS. In passato, senza andare troppo in là con gli anni, c’era Windows Phone, divenuto poi Windows 10 Mobile. Il sistema di Microsoft è però stato di fatto dismesso e non si trovano smartphone con quel sistema operativo.

Android è il più diffuso sui battery phone: consente l’installazione di app da Google Play Store e da qualsiasi altra fonte, e dispone di un numero di app decisamente corposo. Esiste anche la variante Android One, una versione stock di Android pensata per i dispositivi non realizzati da Google.

iOS è invece il sistema operativo degli iPhone: fluido, reattivo ed estremamente leggero, si basa su una piattaforma più chiusa con un ecosistema estremamente collaudato, ma non pregno di proposte come quello di Android. Ad oggi solo gli ultimissimi top di gamma Apple hanno un’autonomia capace di avvicinarli ai migliori battery phone Android.

Altre caratteristiche

Fra le funzioni che puoi trovare su un battery phone abbiamo ad esempio il dual-SIM, quasi sempre in modalità Dual SIM Dual Stand-by: in breve si tratta della possibilità di usare due SIM, di cui una irraggiungibile quando si è in chiamata con l’altra. I Dual SIM Full Active permettono di tenere le due SIM sempre attive, ma sono rarissimi per non dire introvabili.

Le SIM non sono tutte uguali: il formato più diffuso è il nano-SIM, ma in precedenza si utilizzava anche il micro-SIM e ancor prima le mini-SIM tradizionali. Se il nuovo smartphone non supporta la SIM nel tuo formato puoi fare aggiornare la SIM dal tuo operatore con un costo irrisorio. Gli smartphone più moderni possono adottare l’eSIM, embedded SIM, che è un chip integrato che contiene tutti i dati necessari per effettuare la connessione con qualsiasi operatore.

Battery phone

Verifica inoltre la presenza del jack per le cuffie, quello da 3.5mm. Si tratta sempre più di un lusso sugli smartphone di ultima generazione, e non è detto che sia presente. Smartphone diversi possono utilizzare connettori diversi per la ricarica: lo standard oggi è l’USB Type-C, ma gli iPhone ad esempio usano il connettore Lightning e alcuni Android potrebbero essere ancora fermi al micro-USB.

Fra i sistemi di sblocco possiamo avere un sensore di impronte posteriore, frontale o laterale. Quello frontale può essere anche sotto lo schermo (ma solo se è un AMOLED), utilizzando tecnologie ottica o a ultrasuoni (meglio quest’ultima perché usa una mappa tridimensionale del dito). Alcuni modelli supportano anche il riconoscimento del volto (che può funzionare anche in sinergia con il sensore di impronte).

Un battery phone può godere anche della certificazione IP, cioè una garanzia di resistenza ad agenti esterni come liquidi o polvere. Considera anche la presenza del LED di notifica o della funzione Always-on per il display, funzioni che consentono di vedere se sono presenti notifiche anche a display spento. Dal 2019 sono disponibili sul mercato anche gli smartphone pieghevoli, con display molto ampi grazie al fatto che possono essere ripiegati (o aperti). Oggi sono piuttosto costosi e delicati, e non mi sento di consigliartene l’acquisto nonostante possano essere molto appetibili.

Quale battery phone comprare

Quale battery phone comprare, quindi? Non c’è un unico modello che può soddisfare tutti i gusti, quindi qui di seguito ti propongo quelli che secondo me sono i migliori battery phone in questo momento, suddivisi in battery phone economici, di fascia media e di fascia alta.

Migliori battery phone economici (fino a 200€)

Blackview A60

Battery phone
Ideale per chi è alla ricerca di uno smartphone che costa meno possibile, con una autonomia di buona durata. Blackview A60 è uno smartphone cinese con display da 6,1″, processore MediaTek e batteria da 4.080mAh che garantisce anche fino a due giorni di autonomia. Può integrare due schede SIM e ha un comparto memorie basilare. Te lo consiglio solo se hai esigenze di base.

Xiaomi Redmi Note 9/Note 9 Pro


Xiaomi da sempre cerca di abbassare il prezzo dei suoi smartphone proponendo la serie Redmi ossia device meno importanti per qualità ma dal prezzo incredibile. Tra i battery phone impossibile non menzionare il Redmi Note 9 perché dalla sua è in possesso di una batteria da ben 5.020 mAh. Non c’è chiaramente solo questa caratteristica a renderlo davvero interessante visto che possiede un display ampio da ben 6.53 pollici con un foro nella parte alta sinistra dove troverai la fotocamera anteriore per i selfie. Bello da vedere ma anche da utilizzare grazie ad un processore velocissimo ossia il Mediatek Helio G85 con un clock da 2GHz ma anche 4 GB di RAM ed uno storage interno da 128 GB espandibile tramite microSD. Se ti vorrai divertire con le foto sappi che possiede ben 4 fotocamere di cui la principale da 48 MP e le altre da 8 MP quella ultra grandangolare e rispettivamente da 2 MP quella macro e quella per la profondità. Android 10 chiaramente è il suo sistema operativo con la personalizzazione di Xiaomi.

Xiaomi Redmi Note 9 Smartphone- 4 GB + 128 GB, 6.53 ”FHD + DotDisplay,...
Vedi offerta su Amazon

C’è anche la versione dello Xiaomi Redmi Note 9 Pro che cambia per la presenza di un display leggermente superiore di dimensioni ossia da 6.67″ e per la presenza dello Snapdragon 720G come processore, 6GB di RAM e storage da 64 o 128 GB espandibili. Fotocamere da 64 MP a cui si aggiungono le altre da 8 MP e da 2MP (sia macro che profondità). Batteria sempre da 5.020 mAh.

Lenovo Motorola moto g9 play


Tra gli smartphone che ti consiglio per una batteria portentosa non poteva mancare ilMotorola moto g9 play. Intanto a caratterizzarlo c’è una batteria da ben 5.000 mAh che non solo ti garantirà autonomia notevole ma anche la possibilità di avere ricarica rapida grazie al supporto fino a 20W. Per il resto, la scheda tecnica, vede un pannello di tipo LCD MaxVision HD+ (720 x 1600 pixel) da 6.5 pollici con notch a goccia vecchio stile, quindi un processore Qualcomm Snapdragon 662 con CPU Octa-core a 2 GHz con memoria da 4 GB di RAM e memoria di archiviazione pari a 64 GB che possono sempre aumentare fino a 512 GB grazie all’inserimento della MicroSD. Per le fotografie potrai godere di un triplo sensore con il principale da 48 MP e due obiettivi da 2 MP entrambi per la profondità e le foto macro ravvicinate. La scocca è in policarbonato ma la costruzione è davvero ottimale.

Motorola moto g9 play (tripla fotocamera 48MP, batteria 5000 mAh, disp...
Vedi offerta su Amazon

POCO X3

Miglior smartphone cinese

Con la sua batteria addirittura da 5.160 mAh non potrai non farti tentare dal POCO X3: prodotto di Xiaomi. Di certo la batteria la fa da padrona con addirittura non solo un amperaggio incredibile per permetterti di avere più di un giorno di autonomia completa ma anche per la presenza di un caricabatteria da 33W incluso nella confezione. Non è solo questo che potrà colpirti perché oltre al prezzo il POCO X3 possiede un display ampio da 6.67″ Full HD+ leggermente allungato perché in formato 20:9 di tipo LCD ma con addirittura la frequenza di aggiornamento pari a 120Hz. Oltre a questo il comparto fotografico vede ben quattro fotocamere di cui la principale da 64 MP, la seconda ultra grandangolare da 13 MP e poi una macro e una per la profondità entrambe da 2 MP. A muovere il tutto ci pensa poi il processore Qualcomm Snapdragon 732G che viene coadiuvato da 6 GB di RAM e con due versioni da 64 o 128 GB di memoria interna comunque ampliabili con microSD (fino a 256GB).

Xiaomi Poco X3 NFC - Smartphone 6 GB + 64 GB, Dual Sim, Blu (Cobalt Bl...
Vedi offerta su Amazon

Huawei P Smart 2021

In questa fascia di prezzo non posso non consigliarti anche un telefono Huawei. In questo caso il migliore sembra essere Huawei P Smart 2021 soprattutto perché a differenza di altri device del marchio questo possiede una batteria da ben 5.000 mAh con anche la ricarica rapida SuperCharge da 22.5W. Non solo questo perché troverai anche un comparto fotografico interessante con tre sensori fotografici di cui il principale da 48 MP. Gli altri sono un sensore da 8 MP di tipo ultrangrandangolare per ampliare la scena degli scatti e poi uno da 2 MP che potrebbe servirti per aumentare i dettagli nelle fotografie. Il processore come al solito è fatto in casa da Huawei ed è il Kirin 710A che vede la presenza di 8 Core ma soprattutto viene aiutato da 4 GB di RAM. Per l’archiviazione dei contenuti multimediali troverai comoda la presenza di 128 GB che oltretutto potranno essere aumentati di ulteriori 512 GB con una semplice MicroSD. Infine il display è da 6.67 pollici di tipo LCD IPS ma con risoluzione Full HD+. Ottima unità che si vede molto bene alla luce diretta del sole e dunque non potrà mai crearti problemi da questo punto di vista.

HUAWEI P Smart 2021 Smartphone e AF13 Supporto Magnetico, SuperCharge ...
Vedi offerta su Amazon

Samsung Galaxy A31 Dual SIM

Miglior dual-SIM

Interessante per la sua batteria da 5.000 mAh c’è anche il Samsung Galaxy A31 che rientra proprio in questa fascia di prezzo ed è non solo caratterizzato da una batteria portentosa ma anche da ben 4 fotocamere. Partiamo dal display però che è bello ampio da 6.4 pollici ma soprattutto è di tipo AMOLED Full HD+ e questo permetterà di farti vedere al meglio i contenuti multimediali con neri profondi tipici di schermi con questa matrice tecnologica. Il processore è un Octa-Core con la presenza di 4 GB di RAM e con uno spazio di memoria di 64 o 128 GB. Come detto le fotocamere sono ben 4 e sono tutte utili negli scatti di qualità: la principale è da 48 MP mentre le altre sono da 8 MP quella ultragrandangolare e da 5 MP le altre due. Spessore esiguo da 8.6 millimetri e Android 10 con la personalizzazione classica di Samsung con la OneUI.

Samsung Galaxy A31 Smartphone, Display 6.4” Full HD e Amoled, 4 Fotoca...
Vedi offerta su Amazon

Migliori battery phone di fascia media (da 200€ a 450€)

Samsung Galaxy M51 Dual SIM

Miglior dual-SIM

Saliamo di prezzo ma saliamo anche di specifiche tecniche e soprattutto di efficienza del processore rispetto alla batteria e quindi al consumo. Parto subito consigliandoti senza dubbio il migliore tra tutti gli smartphone con batteria importante: il Samsung Galaxy M51 che incredibilmente ha una batteria da ben 7.000 mAh. Si hai capito bene! In questo caso l’autonomia è inarrivabile da altri e può raggiungere e superare senza problemi anche le due giornate. Oltre alla batteria potrai usare l’ampio display per vedere ogni tipo di cosa: c’è un pannello infatti Super AMOLED senza cornici da 6.7″ con risoluzione Full HD+. Le fotocamere sono ben 4 con sensori che spaziano dai 64 MP del principale passando ai 12 MP della ultrangrandangolare e 5 MP rispettivamente per i sensori della macro e di profondità. Tecnicamente in questo caso potrai con loro registrare video anche fino alla risoluzione del 4K a 30 fps. Il processore è un Octa-Core da 2.2GHz e viene mosso anche da 6 GB di RAM mentre lo spazio per permetterti di archiviare documenti, foto e video è da 128 GB ma espandibili con MicroSD. Android 10 con OneUI di Samsung.

Lenovo Motorola moto g 5G

Miglior dual-SIM

BAtteria da 5.000 mAh anche per il nuovo Motorola g 5G che di certo non ti lascerà mai a piedi con la carica. La batteria è portentosa ma anche la ricarica non è da meno visto che il carica batteria può raggiungere fino ai 20W di velocità. Il resto della scheda tecnica vede un processore potente ed efficiente che è lo Snapdragon 750G di Qualcomm che ti permetterà anche di supportare le nuove reti 5G. La memoria RAM in questo caso è da 4 o 6 GB di RAM con uno storage invece pari a 64 o 128 GB espandibili addirittura fino a 1 TB. A livello di fotocamere invece Motorola decide di proporti scatti con una camera principale da 48 MP, quindi una ultra grandangolare da 8 MP con angolo di visione da 118 gradi per finire con una ulteriore cam da 2 MP di tipo macro per gli scatti ravvicinati. Anteriormente invece i selfie potrai farli con una fotocamera da 16 MP.

Motorola moto g 5G (tripla cam 48 MP, batteria 5000 mAH, 5G, 6/128 GB,...
Vedi offerta su Amazon

Lenovo Motorola Edge

Miglior smartphone cinese

Sempre di Lenovo trovo davvero di un livello superiore ma dal prezzo incredibilmente interessante il Motorola Edge. In questo caso la batteria è leggermente inferiore alle altre viste prima ma è comunque sempre da ben 4.500 mAh e soprattutto l’ottimizzazione del processore e del software rendono lo smartphone un device da battere nell’autonomia che può anche raggiungere i due giorni con una singola ricarica. Lo smartphone è davvero bello da vedere grazie al suo display con curve mozzafiato ai lati. La dimensione della diagonale è di 6.7 pollici ed è di tipo OLED con form factor 21:9 ossia molto allungato (refresh rate a 90Hz). Supporta la rete veloce 5G e lo fa grazie ad un processore Snapdragon 765 che viene aiutato da 4 o 6 GB di RAM ma anche da 128 GB di storage interno espandibile con microSD fino ad 1 TB. Cosa manca? Le fotocamere: qui ne troverai addirittura 4 di cui la principale da 64 MP capace di fare scatti ottimali. Quindi una ultragrandangolare da 16 MP con angolo a 117 gradi e poi ancora un teleobiettivo per le distanze con sensore da 8 MP e zoom 2x ed un sensore TOF per la profondità e i dettagli. C’è chiaramente Android 10 personalizzato pochissimo da Motorola.

Motorola Edge Smartphone 5G, 64MP, Display Endless Edge 6.7" FHD+, Qua...
Vedi offerta su Amazon

Xiaomi Mi 10T

Miglior smartphone cinese

Anche in questa fascia di prezzo non possiamo non porre loXiaomi Mi 10T. È uno smartphone dalle ottime potenzialità con una batteria che si propone perfetta proprio per le tue esigenze di questa guida. Perché? Perché è da 5.000 mAh e possiede anche la ricarica rapida che in una sola ora garantisce il 100% (33W). Non solo perché c’è potenza da vendere con il processore Snapdragon 865 di Qualcomm coadiuvato da 6 GB di RAM e da uno storage di 128 GB (memoria UFS 3.1). Il telefono potrebbe sembrarti un top di gamma ed effettivamente lo è anche se il prezzo è minore degli altri. Il display è davvero ampio con i suoi 6.67″, è di tipo IPS LCD ed ha un refresh rate a 144Hz (il massimo per un telefono ad oggi). Cosa manca da dirti? Il comparto fotografico che è qui costituito da un sensore principale da 64 MP quindi un secondario da 13 MP con lente ultragrandangolare e poi ancora un sensore per gli scatti da vicino da 5 MP. Android 10 ma con personalizzazione della MIUI di Xiaomi.

Xiaomi Mi 10T - Smartphone 6 GB + 128 GB, Dual Sim, Alexa Hands-Free, ...
Vedi offerta su Amazon

realme 7 5G

realme 7 5G non può non farti gola per la presenza della batteria da ben 5.000 mAh e può contare sulla ricarica rapida Dart Charge a 30 watt, con caricabatterie da 30 watt nella confezione di vendita. C’è uno schermo da 6,5 pollici, con risoluzione FullHD+ (1080 x 2400 pixel) con un’ottima frequenza di refresh di 90 Hz protetto da Gorilla Glass e utilizzante la tecnologia con un foro nel display per alloggiare la fotocamera frontale. Il processore è un MediaTek MediaTek Dimensity 800U da 7 nm con modem 5G e GPU ARM G57: si tratta di un octa-core con due Cortex-A76 a 2,4 GHz uniti a sei Cortex-A55 a 2,0 GHz per le operazioni meno impegnative. Lato memorie troviamo fino a 8 GB di RAM LPDDR4x in abbinamento a 128 GB di storage interno UFS 2.1 (espandibili tramite microSD). Il comparto fotografico vede quattro sensori posteriori e uno anteriore: sul retro abbiamo un sensore principale da 48 MP con apertura f/1.8, sensore ultra grandangolare da 8 MP (119° e f/2.3) e una coppia di sensori da 2 MP per il bianco e nero (f/2.4) e gli scatti macro (4 cm, f/2.4); per i selfie troviamo invece una singola fotocamera integrata nel foro del display da 16 MP (apertura f/2.1).

realme 7 5G Smartphone, Display ultra fluido a 120Hz, 48MP+16MP Quad F...
Vedi offerta su Amazon

Migliori battery phone di fascia alta (da 450€ in su)

Xiaomi Mi 10T Pro

Miglior smartphone cinese

Tra gli smartphone con batterie portentose di questa fascia non posso non partire nell’indicarti lo Xiaomi Mi 10T Pro che non è altro se non il fratello maggiore di Mi 10T. In questo caso partendo dalla batteria sappi che ne ha una da 5.000 mAh ma che soprattutto ti permetterà di avere tantissima autonomia ma anche di ricaricarlo velocemente vista la presenza della ricarica rapida e dell’alimentatore da 33W in dotazione. La scheda tecnica poi vede la presenza di un processore Qualcomm Snapdragon 865 con 8 GB di RAM e memoria interna da 128 o 256 GB di tipo UFS 3.1. Qualità importante per le fotografie visto che potrai usare un sensore addirittura da 108 MP con tecnologia Super Pixel e soprattutto stabilizzazione ottica dell’immagine. Quindi c’è anche un sensore ultra grandangolare da 13 MP e poi uno per le foto macro da 5 MP. Il display è un pannello con refresh rate a 144Hz dalla diagonale di 6.67 pollici di tipo IPS LCD. Ottimo per vedere video o anche film.

Xiaomi Mi 10T Pro Smartphone 16.9 cm (6.67") 8 GB + 256 GB, Double SIM...
Vedi offerta su Amazon

OnePlus 8 Pro

OnePlus 8 Pro ha una batteria da 4.510 mAh quindi leggermente inferiore agli altri ma di fatto non possono non consigliartelo per la sua estrema potenza, velocità di utilizzo ma anche perché la batteria si ricaricherà in modo veloce grazie al caricatore in dotazione nella confezione di vendita. E poi possiede il supporto alla rete 5G ultra veloce, è presente un processore potente Snapdragon 865 coadiuvato da ben 12 GB di RAM e con una memoria interna da 256 GB comunque espandibile con microSD. Il display è uno dei migliori tra i top di gamma: le dimensioni sono da 6.8″ è di tipo AMOLED e con una curvatura ai lati. Il refresh rate è addirittura da 120Hz è i contenuti effettivamente si vedono in modo estremamente fluido. Infine il comparto fotografico: tripla fotocamera con la principale da 48 MP e poi un obiettivo zoom da 8 MP e infine anche un sensore a 5MP per gli scatti con filtri speciali. C’è Android 11 come sistema operativo personalizzato da OnePlus ma anche il chip NFC e l’impermeabilità IP68.

OnePlus 8 Pro Smartphone 6.78” 3D Fluid AMOLED Display 120Hz, 12 GB RA...
Vedi offerta su Amazon

ASUS ROG Phone 3

Sei un giocatore gaming? Non potrai farti sfuggire allora il nuovo ROG Phone 3: uno smartphone da gioco, con potenza incredibile ma anche una batteria da ben 6000 mAh. Al suo interno c’è lo Snapdragon 865+ che viene aiutato nelle sessioni di gioco più impegnative da ben 16 GB di RAM e da uno spazio di archiviazione da 512 GB di memoria. Il resto è uno smartphone con un pannello di tipo AMOLED da 6.59 pollici capace di raggiungere risoluzione Full HD+ ma con una frequenza elevatissima di 144 Hz proprio adatta ai giochi più impegnativi. Smartphone a tutti gli effetti seppur più da gaming ma anche da scatti fotografici con la presenza di un sistema a 3 fotocamere con la principale da 64 MP, f/1.8 , la ultra grandangolare da 13 MP, f/2.4, 125˚ e l’ultima da 5 MP, f/2.0 per le foto macro.

ASUS ROG Phone 3 Strix 16,7 cm (6.59") 8 GB 256 GB Doppia SIM 5G USB T...
Vedi offerta su Amazon

Lenovo Motorola Edge Plus

Miglior smartphone cinese

Potente, bello da vedere e anche con una batteria da ben 5.000 mAh. Parlo del Motorola Edge Plus che sicuramente non potrai non considerare tra i top di gamma Android. Prezzo importante ma anche specifiche elevate con la batteria come detto da 5.000 mAh e con ricarica rapida. Poi c’è lo schermo unico nel suo genere con doppio lato estremo: pannello OLED da 6.7 pollici in 21:9 e con certificazione HDR10+. Le fotocamere qui sono 3 ma la principale ti lascerà a bocca aperta con un sensore da 108 MP e stabilizzazione ottica dell’immagine quindi un teleobiettivo sempre con OIS da 16 MP e zoom 3x e infine un sensore ultra grandangolare da 16 MP a cui viene accompagnato anche un sensore TOF. Il processore è lo Snapdragon 865 con 12 GB di RAM e 256 GB di memoria di archiviazione UFS 3.0.

Motorola Edge Plus Smartphone, 108MP, 5G, Display Endless Edge 6.7" FH...
Vedi offerta su Amazon

Huawei Mate 40 Pro

Miglior smartphone cinese

Batteria da 4.400 mAh ma con una ricarica rapida da record visto che si parla di una SuperCharge da ben 65W. Parlo del nuovo Huawei Mate 40 Pro il vero top di gamma dell’azienda cinese. Lo smartphone dalla sua non solo possiede una perfetta ottimizzazione tra hardware e software permettendogli autonomie da record ma possiede anche un comparto fotografico da record oltre ad un processore made in Huawei capace di raggiungere processore produttivo a 5nm. Il display intanto è un pannello OLED da 6.7 pollici con refresh rate a 90Hz e risoluzione di 2722 x 1344 pixel (456 ppi) perfetto per la visione dei contenuti di ultima generazione. Il processore invece è il Kirin 9000 con supporto alla rete 5G e coadiuvato da 8 GB di RAM e da memoria per 256 GB espandibili con NMCard. Il comparto fotografico come detto è in collaborazione con Leica e vede un sensore da 50 MP principale, quindi un secondo ultra grandangolare da 20 MP e poi ancora un terzo con teleobiettivo a periscopio da 12 MP. Attenzione da non dimenticare l’assenza dei servizi di Google che vengono però sostituiti con quelli di Huawei.

Samsung Galaxy S21 Ultra 5G Dual SIM

Miglior dual-SIM

Non poteva mancare uno smartphone top di gamma di Samsung. In questo caso ti propongo il più potente in tutto ossia il Samsung Galaxy S21 Ultra che guardando alla batteria ne possiede una da ben 5.000 mAh, la più grande mai posta su di uno smartphone di questa serie da Samsung. Veloce la ricarica rapida ma anche ottima l’autonomia con un buon compromesso per quanto concerne l’ottimizzazione del software e dell’hardware. Il display è ampio ossia da ben 6.8 pollici di tipo AMOLED e nello specifico Dynamic AMOLED 2X a refresh rate da 120 Hz. Il comparto fotografico è portentoso con 4 fotocamere di cui due addirittura per gli scatti in lontananza: un sensore a periscopio da 10 MP con zoom ottico 10x e uno sempre da 10 MP con zoom 3x. Poi il principale da 108 MP con OIS e infine l’ultragrandangolare da 12 MP. Il processore è fatto in casa ossia l’Exynos 2100 con ben 12 GB di RA M o 16 GB di RAM per la memoria e per lo storage tre diverse versioni da 128, 256 e 512 GB. Chiaramente non manca la rete 5G.


Samsung Smartphone Galaxy S21 Ultra 5G, Caricatore incluso, Display 6....
Vedi offerta su Amazon

Samsung Smartphone Galaxy S21 Ultra 5G, Caricatore incluso, Display 6....
Vedi offerta su Amazon

iPhone 12 Pro Max

Se cerchi invece uno smartphone non Android ma con il sistema operativo di Apple l’unico che ti consiglio se vorrai una batteria importante è senza dubbio l’iPhone 12 Pro Max che dalla sua non ha un amperaggio della batteria incredibile rispetto agli altri che abbiamo visto (3.687 mAh) ma di certo l’ottimizzazione hardware e software permettono di arrivare a superare tranquillamente la giornata ed avere un ottimo device tra le mani. Oltretutto potrai contare anche sulla ricarica veloce da 25W con il cavo. A livello tecnico è senza dubbio uno dei migliori smartphone in circolazione: il display è ampio da 6.7 pollici e di tipo Retina Display OLED con luminosità di picco a 1200 nit ma soprattutto con il supporto all’HDR e quindi ai contenuti più sofisticati. È particolarmente resistente ai graffi e alle rotture grazie alla nuova tecnologia Ceramic Shield. Al suo interno c’è l’ultimissimo processore creato da Apple ossia l’A14 Bionic che viene realizzato con processo produttivo a 5nm. Apple non lo dichiara apertamente ma sappi che ci sono 6 GB di RAM mentre i tagli della memoria di archiviazione sono da 128, 256 e 512 GB. Infine le fotocamere che vedono qui tre sensori di qualità tutti da 12 MP ma con diverse declinazioni: la principale con OIS ma anche capace di raggiungere ottimi livelli di qualità fotografica quindi un modulo teleobiettivo (65 mm e zoom ottico 2x) ed infine un sensore ultra grandangolare per la presa di scene ampie. C’è anche un sensore laser denominato LiDAR per la Realtà aumentata.



Apple iPhone 12 Pro Max (512GB) - Grafite
Vedi offerta su Amazon

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.