Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per smartphone

di

Il tuo fido smartphone ti accompagna ormai da diverso tempo e, per stare più tranquillo, vorresti mettere in sicurezza alcuni dei dati presenti in memoria e trasferirli sul PC. Non avendo mai effettuato un’operazione del genere, però, non hai la più pallida idea di quali possano essere i programmi per smartphone adatti per lo scopo, dunque speri di poter trovare una risposta da questa guida.

Ebbene, lascia che te lo dica: ti trovi proprio nel posto giusto, al momento giusto! Di seguito, infatti, mi appresto a illustrarti una serie di programmi, adatti sia a Windows che a macOS, che consentono di comunicare con gli smartphone Android e con gli iPhone e di effettuare un gran numero di operazioni, tra cui la gestione di chiamate, SMS, contatti e file multimediali, il backup dei dati, il ripristino degli stessi e così via.

Dunque, senza attendere oltre, mettiti bello comodo e leggi attentamente tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, al termine della lettura di questa guida, avrai ben chiare le idee su quali sono i software che più fanno al tuo caso. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Programmi per smartphone Android

Programmi per smartphone Android

Se possiedi uno smartphone Android e un computer dotato di Windows 10, ti farà piacere sapere che esiste un programma integrato nel sistema operativo di Microsoft, denominato Il tuo telefono, il quale consente di effettuare alcune operazioni sul telefono, tra cui l’avvio/ricezione di telefonate, la visualizzazione di SMS e l’accesso agli elementi multimediali.

In realtà, il summenzionato software può essere usato anche per stabilire la connessione tra un iPhone e Windows 10, ma le funzionalità, in questo senso, risultano estremamente limitate.

Per poter usare Il mio telefono di Windows 10, devi avere innanzitutto a disposizione un account Microsoft; inoltre, se intendi effettuare/ricevere chiamate tramite il computer, devi assicurarti che il Bluetooth sia attivo su entrambi i dispositivi coinvolti.

Se intendi percorrere questa strada, per prima cosa, scarica sullo smartphone da abbinare al computer l’app gratuita Complemento de il tuo telefono, disponibile sul Play Store di Google e sugli store alternativi per device senza servizi Google: apri, dunque, il market di riferimento del tuo dispositivo, individua l’app servendoti dell’apposita funzione di ricerca e, quando l’hai trovata, premi sul pulsante Installa.

Su alcuni smartphone Samsung (e Microsoft) questa operazione non è necessaria, in quanto la funzionalità di abbinamento a Windows 10 è presente “di serie” tra le impostazioni rapide del telefono.

Ad ogni modo, una volta installata l’applicazione Complemento de il tuo telefono, aprila (oppure recati nell’apposita voce di menu integrata sulla tua versione di Android), fai tap sul pulsante Accedi ed effettua il login servendoti delle credenziali del tuo account Microsoft; se hai già installato in precedenza altre app provenienti dal big di Redmond, ti verrà proposto di accedere con lo stesso account già configurato.

Programmi per smartphone Android

Ad accesso effettuato, fai tap sul pulsante Continua e premi per più volte consecutive sul pulsante Consenti, in modo da autorizzare Complemento de il tuo telefono ad accedere alle parti di Android necessarie; se ti viene richiesto, sfiora ancora il bottone Continua e concedi all’app la possibilità di esecuzione in background, rispondendo affermativamente all’avviso che ti viene mostrato.

Ora, lasciando l’app aperta sul telefono, passa al computer: apri il menu Start di Windows 10 (cliccando sull’icona della bandierina visibile nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), premi sulla voce Impostazioni e poi sull’icona Telefono dalla finestra che si apre successivamente.

Fatto ciò, attendi qualche istante affinché il servizio venga correttamente configurato, indica di voler configurare uno smartphone Android, premi sul pulsante Continua e apponi il segno di spunta accanto alla voce Sì, ho terminato l’installazione di Complemento de il tuo telefono. Se ti viene richiesto, effettua l’accesso all’account Microsoft che hai usato in precedenza sullo smartphone.

Superato anche questo step, ritorna al telefono, riprendi l’app Complemento de Il mio telefono e fai tap sulla voce Il PC è pronto. Infine, metti in comunicazione i due dispositivi premendo sui pulsanti Consenti e Fine.

Il gioco è fatto! A partire da questo momento, potrai inviare e ricevere SMS e visualizzare il contenuto della galleria direttamente dalla schermata de Il mio telefono di Windows 10; le notifiche visualizzate sullo smartphone, inoltre, saranno riprodotte anche sul PC.

Qualora volessi, invece, configurare il computer per effettuare/ricevere chiamate tramite lo smartphone, clicca sul simbolo del tastierino numerico residente nella parte sinistra della schermata de Il tuo telefono e, dopo aver sbloccato lo smartphone, clicca sul pulsante Configura e attendi la comparsa della richiesta di autorizzazione sulla schermata del telefono.

Quando ciò avviene, fai tap sul pulsante Consenti, verifica che i PIN Bluetooth visibili su entrambi gli schermi coincidano e clicca sul pulsante , per ultimare la configurazione; ora, se vuoi visualizzare anche il registro chiamate, premi sul bottone Invia autorizzazione residente nella finestra de Il tuo telefono e rispondi affermativamente all’avviso che compare sullo smartphone. Maggiori info qui.

Se ritieni che la soluzione che ti ho appena illustrato non faccia al tuo caso, sappi che esistono molti altri software, alcuni rilasciati ufficialmente dai maggiori big del settore, che consentono di gestire i dispositivi Android dal computer in modo semplicissimo: trovi tutto spiegato qui sotto.

Programmi per smartphone Samsung

Programmi per smartphone: Samsung

La soluzione di Samsung, per esempio, si chiama Smart Switch: si tratta di un programma che consente di realizzare backup completi degli smartphone (e dei tablet) prodotti dal big coreano, in un solo clic, oltre che di gestirne gli aggiornamenti e di effettuare la migrazione da altri dispositivi Android.

Per ottenerlo, collegati a questo sito Web e clicca sul pulsante Download per Windows, se il tuo è un computer dotato di sistema operativo Windows, oppure Download per iOS, sei il tuo è un Mac.

A download ultimato, esegui il file ottenuto e, se impieghi Windows, clicca sul pulsante , apponi il segno di spunta accanto alla voce Accetto i termini del contratto di licenza e premi sui pulsanti Avanti e Fine, per portare a termine il setup.

Se, invece, il tuo è un Mac, apri il file .dmg scaricato in precedenza, fai doppio clic sull’eseguibile che si trova al suo interno e clicca sui pulsanti Continua per tre volte consecutive, Accetta e Installa e, quando ti viene richiesto, inserisci la password del Mac e dai Invio, per ultimare l’installazione del programma.

Al primo avvio, Smart Switch potrebbe segnalare la presenza di aggiornamenti: non esitare a portarli a termine e, se necessario, riavvia il programma per applicarli. A questo punto, non devi fare altro che collegare il telefono al computer tramite cavo USB e servirti delle funzionalità del software, per portare a termine le operazioni che desideri. Per saperne di più su come funziona Smart Switch Samsung, ti rimando alla lettura della guida specifica che ho dedicato al programma.

Programmi per smartphone Huawei

Programmi per smartphone: Huawei

Per quanto riguarda gli smartphone Huawei, puoi fare affidamento al programma HiSuite, la soluzione ufficiale del big cinese dedicata alla gestione completa dei dispositivi tramite PC.

Se intendi percorrere questa strada, collegati al sito Internet di Huawei HiSuite e clicca sul pulsante Scarica per Windows, oppure Scarica per Mac, a seconda del sistema operativo che stai eseguendo. Ora, segui la procedura più indicata, in base al computer in tua dotazione.

  • Windows: apri il file .exe ottenuto in precedenza, clicca sui pulsanti , Avanti e Consenti e attendi qualche istante, affinché i file del programma vengano copiati dove necessario. Infine, clicca sul pulsante Avvia per terminare il setup e aprire il programma.
  • macOS: clicca sul pulsante Vedi in Mac App Store, in modo da aprire la pagina dedicata del “market” del computer, quindi fai clic sui pulsanti Ottieni e Installa e conferma la volontà di procedere, immettendo la password dell’ID Apple oppure usando Touch ID. Premi sul pulsante Apri per avviare il software.

Fatto ciò, prendi lo smartphone e attiva il protocollo HDB, indispensabile per mettere in comunicazione i due dispositivi: apri le Impostazioni di Android, digita la parola hdb nel campo di ricerca visibile in alto, tocca l’opzione Consenti l’uso di HDB e sposta l’interruttore omonimo da OFF a ON. Se necessario, rispondi affermativamente all’avviso che compare su schermo.

Adesso, ritorna al computer, clicca sul pulsante OK visibile nella schermata di HiSuite e, se previsto, attendi che l’aggiornamento venga portato a termine: se tutto è andato per il verso giusto, sullo schermo del computer, dovresti ora visualizzare un codice, che dovrai usare tra non molto.

Superato anche questo step, apri l’app HiSuite sullo smartphone, immetti il codice visualizzato sullo schermo del computer e tocca i pulsanti Connect e Consenti, per mettere in comunicazione tra loro i due dispositivi.

A partire da questo momento, puoi servirti di HiSuite per effettuare backup, trasferire file, effettuare aggiornamenti e molto altro: per saperne di più, dà uno sguardo ai miei tutorial su come collegare Huawei al PC, come fare backup Huawei, come aggiornare Huawei e come scaricare immagini con Huawei.

Altri programmi per smartphone Android

Altri programmi per smartphone Android

Per quanto concerne, invece, i programmi per computer che consentono di accedere al contenuto della memoria degli smartphone Android e di inviare, ricevere e sincronizzare file, la scelta è pressoché sconfinata: per esempio, l’Esplora File di Windows e il software Android File Transfer per Mac sono in grado di accedere a tutti (o quasi) i file archiviati nella memoria interna, in modo semplicissimo.

Inoltre, esistono programmi come AirDroid e Send Anywhere, i quali consentono di scambiare file tra più dispositivi, in maniera pressoché istantanea; per saperne di più, ti rimando alla lettura del mio tutorial su come collegare Android al PC, nel quale ti ho spiegato tutto con dovizia di particolari.

Programmi per iPhone

Programmi per iPhone

Focalizzando il discorso sugli smartphone prodotti da Apple e quindi sugli iPhone, il mio consiglio è quello di rivolgerti esclusivamente alle soluzioni ufficiali messe a disposizione dal big di Cupertino, le quali consentono di gestire praticamente tutti gli aspetti dei “melafonini”: sto parlando, per la precisione, di iTunes per Windows e delle applicazioni Finder, Musica e Foto per macOS.

Questi ultimi software sono presenti “di serie” sul sistema operativo a bordo dei Mac e possono essere aperti mediante le apposite icone annesse alla barra Dock; per effettuare il download di iTunes su Windows 10, invece, raggiungi questo indirizzo e clicca sui pulsanti Ottieni e Apri Microsoft Store, in modo da aprire lo store del sistema operativo. Infine, premi sul pulsante Ottieni situato nella nuova finestra visualizzata sullo schermo, per procedere con il download del software.

Se, invece, disponi di un’edizione precedente di Windows, apri questo sito Web, clicca sulle voci Windows e Scarica ora iTunes per Windows e attendi che il file d’installazione venga scaricato sul computer. Ora, apri il file ottenuto e clicca sui pulsanti Avanti, Installa, per due volte consecutive e Fine, per ultimare il processo d’installazione. Maggiori informazioni qui.

Ad ogni modo, una volta ottenuto tutto il necessario, apri iTunes su Windows oppure il Finder di macOS e collega l’iPhone al computer, servendoti del cavetto USB ricevuto in dotazione. Se è la prima volta che effettui questa operazione, devi autorizzare la comunicazione tra i dispositivi: clicca prima sul pulsante Continua che compare sullo schermo del computer, quindi passa allo smartphone, fai tap sul pulsante Autorizza e digita il codice di sblocco del “melafonino”, per fornire i permessi necessari.

A seguito di questa operazione, l’icona di iPhone dovrebbe comparire nell’angolo in alto a sinistra della schermata di iTunes, oppure nella barra laterale del Finder di macOS: fai clic sull’opzione più adatta al tuo caso e serviti dei menu e dei pulsanti visibili, per effettuare le operazioni che ritieni necessarie.

Per approfondimenti sull’utilizzo di iTunes, Finder, foto e Musica per effettuare backup di iPhone, ripristinarlo o effettuare la sincronizzazione di documenti, foto e musica, ti rimando alla lettura dei tutorial specifici disponibili sul mio sito.

Se, invece, vai alla ricerca di soluzioni non ufficiali per accedere alle informazioni presenti su iPhone, eseguire backup ed estrapolare dati sul computer, ti consiglio l’ottimo iMazing, di cui ti ho parlato dettagliatamente nella mia guida sui programmi per esplorare iPhone.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.