Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Siri per Android

di

Siri è una delle funzioni più interessanti di iOS, il sistema operativo che anima iPhone e iPad. Si tratta di un’assistente personale virtuale alla quale ci si può rivolgere tramite comandi vocali, parlando un linguaggio naturale. Siri ti permette di ottenere informazioni su svariati argomenti, nonché di compiere operazioni quali la creazione di promemoria, l’impostazione di sveglie e l’avvio di applicazioni. In quest’ottica, quindi, Siri si rivela senz’altro uno strumento molto utile per tutti i possessori di uno smartphone iOS.

Spesso mi domandano se esiste Siri per Android e, in questo momento, la risposta è solo una: Siri non è per disponibile sugli smartphone equipaggiati con il sistema operativo di Google, ma c’è qualcosa di simile. Si tratta di Google Now, l’assistente personale di Google, disponibile per tutti i terminali equipaggiati con Android 4.1 e superiori. Anche l’assistente virtuale Google Now non è perfettamente uguale a Siri ed è strutturato in maniera differente, è ciò che attualmente si avvicina di più all’esperienza d’uso dell’assistente personale Apple.

Di fatto, nonostante Google Now non si caratterizzi per la sua ironia e per la sua “battuta” sempre pronta come il popolare servizio di Apple, è senz’altro un eccellente strumento per reperire informazioni online e impartire ordini al proprio smartphone. In questo mio articolo di spiegherò quindi nel dettaglio come installare e utilizzare Google Now, nel caso che il tuo dispositivo non abbia tale funzione già integrata. Tutto quello che ti serve per provare Google Now, detto anche Siri per Android, è uno smartphone con sistema operativo Android 4.1 o superiore e, ovviamente una connessione a Internet per poter effettuare ricerche sul Web tramite comandi vocali. Sei pronto a scoprire nel dettaglio tutti gli strumenti messi a disposizione da Google Now? Sì, benissimo, allora non perdiamoci ulteriormente in chiacchiere: iniziamo subito, ti auguro una buona lettura!

Siri per Android – Come installare Google Now

La prima cosa che devi fare per attivare Google Now è scaricare l’applicazione sul tuo dispositivo Android, nel caso in cui questa non sia già disponibile in maniera preinstallata. Apri quindi il Google Play Store (l’icona si presenta con il simbolo di un sacchetto con una bandiera colorata al centro) e, nel motore di ricerca, attivabile premendo il pulsante della lente di ingrandimento, digita Google Now. Quando compariranno i primi risultati di questa ricerca, l’applicazione che dovrai installare sarà il primo risultato. Individua infatti l’app chiamata Avvio Applicazioni (simbolo di una G bianca su sfondo azzurro), fai tap sulla sua icona e poi premi il pulsante Installa e poi sul pulsante Accetto, per avviare la procedura di installazione. Attendi ora qualche instante affinché l’applicazione si scarichi e installi correttamente sul tuo dispositivo.

Qualora ti venga richiesto, installa anche l’applicazione Google: si tratta dell’applicazione ufficiale dedicata al motore di ricerca omonimo. Tale applicazione è necessaria per il corretto funzionamento di Google Now in quanto assistente vocale di Android. Trovi l’applicazione Google sul Play Store, ti basterà digitare la voce Google, avendo cura di installare l’app ufficiale sviluppata da Google. Non preoccuparti, non puoi sbagliarti, l’icona dell’app ha il simbolo della G colorata di Google. In ogni caso, se non sei sicuro su come procedere e hai bisogno di ulteriori delucidazioni, puoi leggere la mia guida su come scaricare Google gratis.

La procedura per l’attivazione di Google Now, attraverso l’applicazione Avvio Applicazioni, può risultare leggermente diversa a seconda del dispositivo Android sul quale si vuole attivarla. Avvio Applicazioni non è soltanto un’assistente vocale come Siri, ma si configura anche come launcher ufficiale e preinstallato in alcuni dispositivi di recente uscita, negli smartphone Nexus, ad esempio.

In ogni caso, se hai dovuto scaricare l’applicazione Avvio Applicazioni Google per l’attivazione di Google Now, è probabile che tu debba impostare l’app scarica come launcher predefinito del tuo dispositivo. Segui quindi i seguenti passaggi: per prima cosa individua e apri l’app Impostazioni (ha il simbolo di un ingranaggio) e cerca la sezione Dispositivo per poi fare tap sull’opzione Home Page. A questo punto, metti il segno di spunta sulla voce Avvio Applicazioni Now, attivando così l’app di Google installata come launcher predefinito. Fatto questo, tornando alla schermata Home del tuo dispositivo, dovresti notare delle differenze per via del nuovo launcher Google che hai installato. In alto, infatti, sarà comparsa una barra di ricerca, attraverso la quale potrai effettuare le ricerche vocali sul motore di ricerca Google.

Per attivare tale il servizio, ti basta fare tap sul simbolo del microfono, dopodiché puoi parlare a Google Now in maniera semplice e diretta, proprio come se stessi utilizzando Siri per Android, usando un linguaggio naturale. Sono davvero tantissime le informazioni che puoi richiedere e le operazioni che puoi compiere. Facciamo qualche esempio pratico.

  • Meteo – Tramite Google Now puoi richiedere all’assistente vocale di Google alcune informazioni generiche sulle condizioni atmosferiche della tua città. Prova per esempio a chiedere a Google Now “Che tempo fa oggi”, oppure anche relativamente a una città specifica, puoi dire “Qual è il meteo previsto per Roma, domani?”. In alternativa, puoi anche formulare richieste più articolate, come “Domani a Milano farà freddo?”, “giovedì pioverà?” e così via.
  • Ricerca di locali – Puoi effettuare una ricerca vocale, attraverso con comandi del tipo “Cerca ristorante cinese nei paraggi” o “Cerca cinema vicini a me” Google Now troverà tutti i locali richiesti che si trovano vicini alla tua posizione attuale.
  • Sport – Puoi chiedere a Google Now diverse informazioni sugli eventi sportivi, come per esempio “classifica della serie A” oppure quando/contro chi giocherà la tua squadra del cuore.
  • Informazioni su persone e/o oggetti – Sei curioso di scoprire la data di nascita di un personaggio famoso, l’inventore di un oggetto, l’autore di un’opera o il significato di un termine? Android risponde anche a queste domande. Per esempio, prova a chiedere a Google Now: “Chi ha scritto la Traviata?”, oppure “Quando è nato Albert Einstein?”
  • Indicazioni stradali e informazioni geografiche – Grazie all’integrazione con Google Maps, puoi chiedere a Google Now di indicarti la “strada per” una determinata via della tua città, di “mostrare la mappa” di una località che devi visitare o di “cercare foto di” un monumento o un edificio famoso. È possibile anche cercare voli, grazie al supporto di Google Flight.
  • Promemoria e/o Sveglie – Google Now consente di impostare promemoria e sveglie attraverso comandi come “ricordami di” e “svegliami alle”. I reminder possono contenere informazioni su data e ora (es. “ricordami che il 20 maggio devo andare da Antonella alle 21.00”) e possono essere legati a dei luoghi (es. “ricordami di pagare la bolletta quando torno a casa”), in questo modo Android sarà in grado di ricordati uno o più impegni quando ti troverai in un luogo specifico.
  • Avvio applicazioni – Dicendo “avvia [nome applicazione]” puoi avviare qualsiasi app installata sul tuo smartphone tramite Google Now. Purtroppo non funziona sempre benissimo e dipende anche se l’applicazione supporta l’avvio tramite comandi vocali.
  • Invio messaggi e chiamate – Attraverso i comandi “scrivi email a” o “invia messaggio a” puoi avviare la composizione di nuovi messaggi da Google Now, mentre dicendo “chiama [nome contatto]” puoi avviare delle telefonate “al volo”.
  • Calcoli e conversioni – puoi usare Google Now anche come calcolatrice, per effettuare qualsiasi tipo di operazione, e come convertitore di unità o valuta.

Google Now, oltre ad essere un ottimo assistente personale simile a Siri per Android, fornisce anche delle schede informative con impegni imminenti, notizie personalizzate, risultati sportivi, orari dei voli e tantissime altre informazioni basate sulle tue attività e i tuoi gusti personali.

Per ottenere un’esperienza ancora più completa, utilizzando Google Now, ti basterà accedere alle apposite schede informative con uno swipe verso sinistra dalla Home (o tenendo premuto il pulsante Home e poi facendo tap sull’icona di Google). Inoltre, nel caso ti venga richiesto, concedi al servizio di accedere alla tua posizione.

Le schede informative che verranno visualizzate dovrebbero rispecchiare i tuoi interessi ma qualora non lo fossero, puoi personalizzare il tuo feed fornendo alcune informazioni a Google. Per farlo, premi il tasto menu in alto a sinistra e poi fai tap sulla voce Personalizza in corrispondenza dell’icona con il simbolo della bacchetta magica. Potrai quindi inserire ulteriori dettagli su di te e i tuoi interessi, come ad esempio i mezzi di trasporto con cui ti sposti normalmente (bici, mezzi pubblici, auto, ecc.), le tue squadre sportive preferite, gli indirizzi di casa/ufficio e via discorrendo. Se desideri personalizzare ulteriormente il tuo feed, puoi premere sul menu e poi sulla voce Impostazioni. A questo punto, individua e fai tap sulla la voce Il tuo Feed per attivare o disattivare gli argomenti per il quale riceverai delle notifiche. Puoi per esempio attivare o disattivare le notifiche delle voci meteo, sport, azioni, luoghi, elezioni, film/programmi TV, Voli e cali di prezzo relativi a prodotti che hai cercato.

Ulteriori opzioni di modifica e personalizzazione del feed sono disponibili per le singole schede informative. Nell’eventualità che Google ti proponga una notizia che non ritieni interessante, puoi premere il pulsante dei tre puntini. Nel menu che si aprirà avrai a disposizione alcune opzioni: nascondere la notizia (pulsante Nascondi questa notizia), disattivare le schede relative all’argomento (pulsante [nome dell’argomento] non mi interessa) o disattivare direttamente le schede relative a un determinato portale d’informazione (pulsante [nome del sito] non mi interessa).