Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Siti per montare video

di

È da un pò di tempo che hai in mente di realizzare un montaggio video da pubblicare sui tuoi profili social o da mostrare ai tuoi amici e parenti. Vorresti, però, evitare di installare programmi particolarmente complessi sul tuo computer e preferiresti, piuttosto, accedere a una risorsa online facile da utilizzare e, se possibile, anche gratuita.

Non essendo particolarmente pratico di questo genere di servizi, hai deciso di metterti alla ricerca di un tutorial in grado di illustrarti il funzionamento dei migliori siti per montare video e infine eccoti approdato qui, sul mio blog. Ebbene, devo dirti che sei capitato proprio al posto giusto nel momento giusto!

Ti basterà, infatti, dedicare solamente qualche minuto del tuo prezioso tempo alla lettura di questo tutorial, nel quale ti spiegherò in dettaglio come editare un video tramite quelle che ritengo le migliori piattaforme disponibili su Internet. Allora, sei pronto? Perfetto, in questo caso non mi rimane che augurarti buona lettura e buon divertimento.

Indice

Siti per editare video gratis

editing video computer

Se sei alla ricerca di siti per editare video gratis, non temere: esistono diverse soluzioni a cui puoi fare riferimento, ma nei prossimi paragrafi ti esporrò nel dettaglio il funzionamento di alcune risorse che reputo particolarmente complete.

Clipchamp

clipchamp inizio progetto

Per cominciare, ti suggerisco di provare assolutamente Clipchamp: si tratta di uno dei migliori siti per montare video online, in quanto permette di creare ed editare filmati di ottima qualità attraverso una ricca dotazione di strumenti particolarmente intuitivi. Devo avvisarti, però, che solo la versione base è gratuita, mentre se desideri avvalerti di funzionalità premium sono previste tre tipologie di abbonamento a partire da 9$ al mese.

Per iniziare a fruire gratuitamente del servizio, collegati alla pagina principale di Clipchamp ed esegui una veloce registrazione premendo sul pulsante Prova Gratis, situato in alto a destra. Seleziona, quindi, uno dei metodi di iscrizione proposti: puoi scegliere di associare il tuo profilo Microsoft, Google, Facebook o Dropbox cliccando sul relativo bottone (verrai rimandato al rispettivo modulo di autenticazione), o di creare un nuovo account pigiando sulla dicitura Use my email.

In quest’ultimo caso basterà digitare al successivo passaggio il tuo indirizzo email e cliccare sul pulsante Sign up: verrà contestualmente inviata una email al recapito indicato contenente un link che, una volta premuto, ti reindirizzerà a una pagina nella quale occorre inserire solo le informazioni Name (Nome) e Last name (Cognome).

A seguire, premi il pulsante Continue, quindi seleziona la categoria di utilizzo alla quale appartieni fra Education (insegnanti o studenti), Content (per professionisti del settore), Business e Corporate (per le aziende) e Personal (per divertimento).

Caricamento contenuti Clipchamp

Una volta fatto ciò, si accede immediatamente alla pagina iniziale della piattaforma per la creazione dei video. Premi, dunque, sul pulsante Create a video collocato in alto a destra, al fine di aprire l’interfaccia di editing. Per caricare un filmato premi sul pulsante [+] situato in alto a sinistra, quindi apri sul computer la cartella con i tuoi file multimediali e trascinali tenendo premuto il tasto sinistro del mouse all’interno dell’apposito riquadro, come mostrato nell’immagine.

Per completare l’operazione passa con il cursore sull’anteprima del video appena caricato nel suddetto pannello e clicca sul piccolo simbolo [+] situato nell’angolo in basso destra del relativo riquadro, in modo da aggiungere il filmato alla timeline, ovvero la barra temporale che si trova in basso nella schermata principale dell’interfaccia.

Ora, per spostare i vari elementi all’interno della linea temporale e sistemarli nell’ordine desiderato, ti basterà cliccare sulla singola traccia e procedere per trascinamento, come mostrato poc’anzi.

Se, durante il montaggio, ti accorgi di dover tagliare una porzione di video, ti consiglio di procedere come segue: sposta la barra di avanzamento (la linea bianca che scorre in avanti durante la riproduzione) con il mouse nel punto in cui vuoi eseguire il taglio, quindi clicca sul simbolo della forbice situato poco più in alto, sulla sinistra e vedrai che il frame selezionato verrà diviso in due parti. Per cancellare uno spezzone di video, invece, clicca su di esso, quindi pigia sul vicino simbolo del cestino.

A questo punto, una volta posizionati tutti gli elementi nell’ordine voluto, per riprodurre il video è sufficiente cliccare il pulsante ▶︎ nel player collocato al centro della schermata principale.

clipchamp applicare filtri

Ora è venuto il momento di definire alcuni aspetti salienti della tua creazione: clicca su una traccia che desideri modificare all’interno della timeline, quindi concentra la tua attenzione sulla parte alta della schermata e individua la barra con le funzionalità Layout, Transform, Filters, Adjust Colors, Fade, Speed e Audio, che ti consentiranno di modificare alcuni fondamentali parametri del progetto.

Per farlo è sufficiente cliccare sulla voce relativa all’aspetto che intendi ritoccare e selezionare premendo l’opzione che preferisci all’interno del riquadro che viene contestualmente mostrato. Ad esempio, se desideri applicare un filtro in bianco e nero, ti basterà cliccare sulla voce Filters e, a seguire, sulla modalità Black & White: vedrai che l’anteprima sul player verrà immediatamente modificata di conseguenza.

Per concludere, puoi arricchire la tua creazione con uno dei tanti template presenti nella barra verticale posta sulla sinistra della schermata. Se vuoi provare ad aggiungere un testo, clicca sulla funzionalità Text all’interno della suddetta barra, scorri le vari opzioni proposte nel pannello alla sua destra e premi sul pulsante [+] all’interno del riquadro contenente la tipologia di scritta che vuoi applicare.

Viene così creato un nuovo frame dedicato sulla timeline, che puoi trascinare nel punto che preferisci, o anche estendere e ridurre tramite le apposite maniglie collocate ai suoi estremi: al passaggio del mouse, infatti, il cursore assume la forma di una freccia a due punte e basterà tenere premuto il tasto sinistro del mouse e muoverlo verso destra o sinistra per regolarne la durata.

Ora, premi sulla funzionalità Text, che viene contestualmente resa disponibile nella parte alta della schermata, per editare il testo e definirne il font. Allo stesso modo intervieni tramite il pulsante Transform per posizionare la scritta all’interno del video e sull’adiacente bottone Colors per applicare un colore al carattere e allo sfondo.

Ti consiglio di sperimentare anche la funzione Filters and transitions, che permette di applicare all’interno del video degli effetti di transizione, trascinando quello prescelto nella timeline fra un segmento e l’altro nei punti contrassegnati dal simbolo [+] di colore verde. Anche in questo caso, così come per tutte le altre funzionalità presenti nella barra di sinistra, verrà generato un menu dedicato nella parte alta dell’interfaccia per la configurazione di alcuni semplici parametri.

esportazione video clipchamp

Non appena ti riterrai soddisfatto della tua creazione, per esportare il video dovrai semplicemente pigiare sul pulsante Export, situato in alto a destra e, agendo sul riquadro che viene mostrato, definire titolo e risoluzione (nella versione gratuita è possibile esportare solo a 480p).

Scegli, infine, una delle modalità proposte nella pagina successiva, che includono la possibilità di salvare sul computer (Save to you computer) creare un link (Create video link), o utilizzare servizi come Dropbox, Drive, OneDrive, Pinterest, LinkedIn o YouTube.

Mastershot

mastershot interfaccia

Un altro video editor online del tutto gratuito di cui desidero parlarti è Mastershot: si tratta di una risorsa molto semplice, dotata di un’interfaccia particolarmente intuitiva, che ti consiglio di sperimentare se vuoi prediligere la possibilità di esportare un video in alta risoluzione, rinunciando invece all’utilizzo di particolari filtri ed effetti.

Per accedervi, collegati alla pagina principale del servizio, quindi premi sulla voce Register situata in alto a destra, procedi alla creazione di un account inserendo la tua email e la password e pigia nuovamente il bottone Register. In alternativa, puoi scegliere di associare il tuo profilo Google tramite il pulsante sottostante.

La prima schermata che viene mostrata consente di avviare sùbito il progetto: premi, dunque, sul pulsante [+] per attivare l’interfaccia di editing. Ora, carica i contenuti che vuoi montare pigiando sul pulsante Add Files, collocato sulla sinistra, quindi seleziona i filmati, le immagini e i file audio che desideri editare. Per eseguire l’importazione sul server di Mastershot, infine, premi il pulsante Apri.

La sezione relativa ai contenuti viene di conseguenza popolata con gli elementi appena caricati. Ora, per aggiungerli alla timeline, passa con il cursore sul relativo riquadro e pigia il simbolo [+] che compare in basso a destra.

A questo punto puoi agire direttamente sulla timeline per gestire i vari elementi. Puoi spostarli in una posizione diversa semplicemente cliccandoci sopra e, mantenendo premuto il tasto sinistro del mouse, trascinarli dove preferisci. Se desideri ridurne l’estensione, premi su uno degli estremi della traccia e, non appena visualizzi il simbolo di una freccia con due punte, sempre con il tasto sinistro del mouse premuto, spostala verso destra o sinistra in base alle tue esigenze.

tagliare su mastershot

Per dividere un filmato in due, invece, seleziona quest’ultimo sulla timeline premendo, quindi sposta la barra di avanzamento (la linea nera verticale che segue l’evoluzione temporale del video) nel punto in cui vuoi eseguire il taglio e premi sul simbolo delle forbici collocato poco più in alto a sinistra. Per eliminare uno spezzone, quindi, selezionalo e premi sul pulsante del cestino collocato accanto a quello delle forbici.

Sul pannello verticale di sinistra è presente un’altra utile funzionalità che consente di aggiungere del testo al montaggio. Per procedere, pigia sul bottone Text, quindi clicca sulla voce Add Text e premi sul nuovo elemento che viene generato in coda alla timeline (che, ovviamente, puoi spostare dove desideri come mostrato in precedenza).

Nel pannello situato alla destra del player sarà quindi possibile editare il testo e i relativi parametri: digita il contenuto testuale nel campo Text content, valorizzane la sua dimensione nel riquadro Font Size, definisci il carattere mediante il sottostante menu a tendina Fonts e, infine, scegli il colore tramite l’ultima funzionalità Colors.

Ti segnalo, per concludere l’editing del video, l’utility Separate Audio presente nel pannello di destra: quest’ultima consente di dividere l’audio originale dal tuo filmato nel caso in cui, ad esempio, desideri rimuoverlo per far risaltare un altro sottofondo musicale.

Una volta concluso l’editing, puoi procedere all’esportazione della tua creazione: premi sul bottone Export nel pannello di sinistra, quindi, al passaggio successivo, assegna un titolo al progetto, scegli la risoluzione fra le modalità 480p, 720p e 1080p e pigia il pulsante Continue. Attendi, ora, il rendering del video, il cui progresso che ti verrà tramite un’apposita barra di avanzamento e, al termine, premi sul pulsante Download per scaricarlo in locale sul tuo computer.

Altri siti per editare video gratis

editor online kizoa

Se le proposte dei precedenti capitoli non ti hanno soddisfatto del tutto non ti preoccupare, ho selezionato per te altri siti per editare video gratis che reputo particolarmente validi.

  • Kizoa– si tratta di uno dei siti per tagliare e montare video gratuiti più facili da utilizzare che puoi trovare su Internet. Grazie ad esso puoi, infatti, caricare diverse tipologie di contenuti e implementare alcuni caratteristici effetti di transizione attraverso un menu estremamente intuitivo.
  • Videotoolbox — questa è un’altra risorsa completamente gratuita che ti consiglio vivamente di sperimentare se vuoi editare con pochi clic i tuoi video. Considera, però, che verrà applicato un watermark al tuo progetto al termine delle modifiche.
  • Adobe Spark Video — se cerchi una risorsa affidabile, semplice e ben strutturata, non mancare di testare anche questo divertente e creativo servizio gratuito di Adobe.

Siti per montare video con foto e musica

siti per video con foto e musica

Il progetto che hai in mente prevede l’integrazione di filmati e canzoni e, dunque, sei alla ricerca di siti per montare video con foto e musica? Ebbene, anche in questo caso ho alcune validissime risorse da suggerirti.

Magisto

interfaccia caricamento contenuti magisto

Magisto è certamente uno dei siti per montaggio video e foto più stimolanti e ricchi di funzionalità che la Rete possa offrire, ed è particolarmente adatto per la creazione di formati adattabili a diverse esigenze di pubblicazione.

Per accedere a Magisto, collegati alla pagina principale del servizio, quindi premi il pulsante Get started e scegli se registrarti con il tuo account Google o Facebook, o creare un account ex-novo compilando il modulo sottostante.

Una volta fatto ciò, seleziona il piano più adatto alle tue esigenze (i prezzi partono da 4,99 dollari al mese), o pigia sul relativo pulsante Start Free Trial per usufruire di una prova gratuita di 7 giorni. Al passaggio successivo, in ogni caso, dovrai inserire i dati relativi alla modalità di pagamento prescelta o utilizzare il servizio PayPal per cominciare a fruire del servizio.

Completata questa fase, puoi sùbito iniziare a creare il tuo video: premi, dunque, sul pulsante Add Media e, a seguire, sul bottone Upload situato in alto a destra per caricare file dal tuo PC. Per proseguire col montaggio, quindi, fai clic sulla voce Add situata in basso a sinistra.

In alternativa, se i contenuti che desideri editare sono caricati su Google Foto, premi sul pulsante Connect to Google Photo per collegare l’account e attingere dalle tue immagini archiviate mediante il servizio in questione.

Una volta completato il caricamento delle immagini, premi sul pulsante Next collocato in alto a destra e definisci lo stile del progetto selezionando premendo una delle opzioni ivi proposte, suddivise nelle varie categorie indicate in alto, quindi pigia nuovamente sul pulsante Next.

Ora è venuto il momento di aggiungere la musica: puoi selezionare uno dei contenuti proposti dalla piattaforma nelle categorie Recommended, All music e Recent, o caricare un file presente sul tuo PC mediante la funzionalità Upload your music.

player magisto

Arrivato a questo punto, premi sul pulsante Preview situato in alto a destra, quindi assegna un nome al progetto e clicca sul bottone Save. Attendi la preparazione dell’anteprima che, una volta pronta, verrà automaticamente riprodotta.

Se, in questa fase, ti rendi conto di voler modificare ulteriormente il video, pigia sul sottostante bottone Edit e verrai rimandato a un apposita interfaccia che ti permetterà, attraverso le funzionalità aggregate nel pannello a sinistra, di aggiungere nuovi contenuti o sostituire quelli che non ti piacciono, inserire del testo e degli sticker, modificare lo stile precedentemente scelto, o ancora impostare un formato diverso, cambiare le palette di colori predefinite e aggiungere un logo.

Per confermare le variazioni ti basterà premere sul pulsante Save & preview, che puoi trovare sempre in alto a destra, in modo da assistere alla nuova versione del tuo video. Non appena ti riterrai soddisfatto del risultato, pigia il bottone Save e seleziona, allo step successivo, in quale album del tuo profilo Magisto salvare il progetto.

A seguire, potrai condividere il progetto, mediante la funzione Share, su alcuni social media come Facebook, Vimeo, YouTube, Twitter o via Email, o eseguire il download in HD del filmato sul tuo computer pigiando sull’omonimo pulsante.

Wevideo

Wevideo interfaccia

Un’altra opzione che desidero proporti è Wevideo: si tratta di un ottimo sito per montare video con musica e, inoltre, ti farà piacere sapere che anche in questo caso è possibile valutare il servizio approfittando della versione gratuita.

Tuttavia, devo avvisarti che, nella versione free, sono previste alcune limitazioni, come la possibilità di esportare al massimo 5 minuti di filmati al mese e l’applicazione di watermark sul progetto finale. Se vuoi optare per la versione a pagamento, invece, puoi scegliere fra diverse soluzioni di abbonamento a partire da 4,99$ al mese.

Per accedere gratuitamente, dunque, collegati alla home page della piattaforma, quindi premi sulla voce Try for free presente nel banner in alto. Nella pagina successiva, scegli se associare il tuo account Google o Facebook, o se creare un profilo nuovo compilando il modulo sottostante.

Verrai subito rimandato alla pagina di partenza per la creazione del nuovo progetto: clicca sul pulsante Create New e seleziona l’opzione Video per caricare l’interfaccia di editing online, quindi, per prima cosa, carica i file multimediali trascinandoli all’interno della sezione Media dalla cartella in cui sono archiviati, o premi il pulsante Add per importarli dal tuo computer.

A questo punto, disponi i vari contenuti nella sottostante timeline trascinandoli uno a uno nelle rispettive categorie Text, Video o Audio. Se necessario, puoi anche creare una nuova traccia premendo sul pulsante [+] situato sulla destra.

timeline wevideo

Per ridimensionare un contenuto, selezionalo premendo, quindi portati con il cursore su uno degli estremi e, non appena compare il simbolo di una freccia con due punte, tieni premuto il tasto sinistro del mouse e sposta a destra o sinistra fino al punto desiderato.

Per tagliare una traccia, invece, dopo averla selezionata sposta la barra di avanzamento blu nel punto in cui desideri eseguire l’operazione e pigia sul simbolo delle forbici situato in cima ad essa. Per cancellare un segmento, invece, utilizza lo strumento cestino presente nel riquadro nero che viene mostrato appena sopra la traccia.

Ora desidero mostrarti come applicare un effetto di transizione fra un clip e l’altro: ti basterà pigiare sul pulsante Transitions nella barra degli strumenti situata in alto, scegliere l’effetto fra quelli proposti nel sottostante pannello e trascinarlo nello spazio compreso fra una traccia e quella successiva.

Se il risultato, che puoi sempre visualizzare mediante il player di sinistra, ti soddisfa, procedi pure all’esportazione del progetto: per farlo clicca sul pulsante Finish situato in alto a destra, assegnagli un titolo nella seguente finestra, quindi pigia sul bottone Set. Ora, nella schermata che viene caricata, mantieni le impostazioni concesse dalla versione gratuita del servizio, quindi premi sul pulsante Export: verrai avvisato via email non appena il video sarà pronto.

Altri siti per montare video con foto e musica

Fastreel

Hai provato le soluzioni menzionate poc’anzi ma non sei ancora del tutto sicuro di aver trovato lo strumento adatto alle tue esigenze e vorresti valutare altri siti per montare video con foto e musica? In questo caso prova a cimentarti nel montaggio su una delle seguenti risorse, che ho testato personalmente e che reputo perfettamente adatte allo scopo.

  • Fastreel — questo sito rappresenta un’ottima soluzione gratuita se sei alla ricerca di una piattaforma che permetta di aggiungere musica e arricchire il progetto con effetti e transizioni di sicuro impatto.
  • YouTube Studio — forse non ne sei al corrente, ma anche la piattaforma YouTube mette a disposizione un validissimo editor che consente di apportare modifiche ai propri filmati inserendo anche contenuti audio, foto e testo.
  • Apowersoft — anche questo strumento online per l’editing messo a disposizione da Apowersoft integra una serie di strumenti utili per eseguire un montaggio curato nei minimi dettagli.

Nota bene: la maggior parte dei servizi online menzionati in questo post tutelano la privacy degli utenti non conservando i contenuti caricati sui loro server a lungo. Tuttavia, poiché non è possibile avere un controllo diretto su questa cosa, ti consiglio sempre di non affidarti a servizi online per progetti che presentino contenuti particolarmente sensibili in termini di privacy.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.