Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aggiornare il decoder

di

Ormai da diverso tempo all’accensione del tuo decoder vedi comparire un messaggio relativo ad alcuni aggiornamenti da installare. Non ti sei mai cimentato nell’operazione, finendo per ignorare il messaggio per diverso tempo, in quanto credevi che la procedura di aggiornamento fosse eccessivamente lunga o, addirittura, non necessaria, ma ora hai finalmente deciso di portarla a termine.

Sei finito nel posto giusto al momento giusto! Si tratta infatti di un’operazione molto importante, che permette di aggiungere al tuo dispositivo nuove funzionalità o, ancora, risolvere alcuni fastidiosi problemi. In questa mia guida ti spiegherò proprio come aggiornare il decoder, che sia esso un classico decoder TV per il digitale terrestre, un decoder satellitare o un dispositivo più Smart con possibilità di collegamento alla rete Internet per l’accesso agli ormai numerosi servizi di streaming.

Non perdiamo altro tempo e passiamo ai fatti. Concediti qualche minuto, identifica il decoder in tuo possesso e segui le istruzioni che sto per darti. Ti spiegherò come aggiornare il tuo decoder in tutti i modi possibili, portando il suo software di sistema (firmware) all’ultima versione disponibile e parlandoti un po’ della questione relativa al passaggio agli ultimi standard di trasmissione.

Indice

Come aggiornare il decoder TV: digitale terrestre

Decoder

La prima categoria di cui ti parlerò è quella dei decoder TV digitale terrestre. Si tratta di quei dispositivi tecnologici che, connessi alla TV mediante cavo HDMI o SCART, permettono di vedere le trasmissioni televisive mediante segnale digitale terrestre.

A tal proposito, va segnalato che dopo il primo storico passaggio dalla TV analogica a quella digitale terrestre di prima generazione (DVB-T) conclusosi nel 2012, entro il 2023 avverrà il passaggio alla Nuova TV digitale, ovvero allo standard DVB-T2 e al formato HEVC Main10. Sarà dunque necessario prepararsi allo switch-off assicurandosi che il proprio TV o decoder siano compatibili con tali tecnologie. Chiaramente, anche aggiornando il suo software, un decoder non compatibile con gli standard DVB-T2/HEVC resterà tale: trovi tutti i dettagli in merito in questa mia guida.

Se tu hai un dispositivo non compatibile con gli ultimi standard, puoi usufruire del Bonus TV per ricevere un contributo sull’acquisto di un prodotto più aggiornato: ti suggerisco di dare un’occhiata a questa mia guida in cui te ne parlo approfonditamente.

Che tu sia in possesso di un decoder digitale terrestre di prima generazione o di un decoder di nuova generazione già pronto per il passaggio alla nuova TV digitale terrestre, sappi che aggiornare il decoder TV è un’operazione di fondamentale importanza in quanto permette di correggere eventuali difetti del sistema, migliorare la ricezione e aggiungere nuove funzionalità, specie se il decoder include anche funzioni Smart mediante connessione Internet.

Esistono diversi modi per aggiornare il decoder TV digitale terrestre.

  • Aggiornamento via etere (OTA) – l’aggiornamento “Over the Air” è la via più classica per aggiornare il decoder TV in quanto, come suggerisce il nome, avviene tramite etere, dunque tramite segnale di antenna. La maggior parte dei decoder include questa possibilità che è, pertanto, una delle più utilizzate ma è anche la più lenta.
  • Aggiornamento via Internet (OTN) – per i decoder con possibilità di connettersi alla rete Internet, un’altra via possibile è l’aggiornamento “Over the Network”, tramite connessione Wi-Fi o cavo Ethernet. Si tratta di una possibilità presente solitamente sui dispositivi top di gamma o sui decoder che supportano anche il segnale satellitare di tivùsat.
  • Aggiornamento via USB (OTU) – un’ultima possibilità di aggiornamento è quella che vede l’utilizzo di una chiavetta USB con il file di aggiornamento scaricato solitamente dal sito del produttore. Si tratta del sistema più funzionale, in quanto garantisce l’accesso alle ultime versioni, non ancora caricate via OTA o OTN, e che assicura una maggiore affidabilità non dipendendo dall’intensità del segnale antenna o della rete Internet.

Di seguito ti spiegherò come aggiornare il decoder a seconda della marca, segnalandotene alcune tra le più diffuse (oltre che suggerendoti alcuni modelli che potrebbero interessarti, nel caso tu abbia bisogno di passare a un modello compatibile con gli ultimi standard). Ribadisco che mi occuperò del software: se cercavi una guida su come sintonizzare il decoder e dunque aggiornare i canali, ti rimando al tutorial che ho dedicato esclusivamente a questo tema.

Come aggiornare il decoder TELESystem

Come aggiornare il decoder TELESystem

I decoder TELE System sono tra i più completi e apprezzati sul mercato. La procedura di aggiornamento potrebbe presentare leggere differenze a seconda del modello in uso. In ogni caso, tutti i modelli TELESystem presentano interfacce e menu simili quindi non troverai particolari difficoltà a seguire quanto sto per dirti. Il modello in mio possesso è il TELE System TS6821 T2HEVC, un decoder moderno già predisposto alla nuova codifica digitale terrestre, con funzioni di videoregistratore e media player USB. Questo decoder è inoltre munito di doppio tuner che permette la sintonizzazione sia dei canali digitale terrestre che satellitari.

Telesystem Ricevitore Satellitare E Digitale Terrestre TS6821TWIN 2100...
Vedi offerta su Amazon

Assicurati innanzitutto che il decoder sia correttamente collegato al cavo di antenna e che la ricezione sia buona. Premi il tasto Menu presente sul telecomando e, usando le frecce direzionali, spostati a destra o a sinistra fino a raggiungere il menu Aggiornamento SW. Qui visualizzerai diverse opzioni.

  • Aggiornamento via USB – se preferisci utilizzare questa modalità di aggiornamento dovrai prima recarti sul sito del produttore e ricercare l’ultima versione disponibile per il tuo dispositivo. Digita dunque il modello del tuo decoder TELE System e scarica l’archivio zip su una chiavetta USB precedentemente formattata in FAT32. Assicurati di decomprimere l’archivio zip nella cartella principale della chiavetta USB, dovresti ottenere un file di questo tipo “TEL018_10_0043.usb”, dove le cifre indi-CANo la versione del software scaricata. Inserisci la chiavetta USB nell’apposita porta del decoder (solitamente si trova sul fronte del decoder, come nel caso del modello in mio possesso) e, dal menu Aggiornamento via USB precedentemente aperto seleziona il file appena preparato. L’aggiornamento partirà istantaneamente. Assicurati di non rimuovere l’alimentazione al decoder e, per precauzione, non eseguire alcuna operazione fino alla fine dell’aggiornamento. Puoi anche utilizzare una procedura alternativa: a decoder spento inserisci la chiavetta USB appositamente preparata e alimenta il ricevitore. Nel momento dell’accensione premi ripetutamente il tasto rosso del telecomando finché il decoder non rileverà in automatico il file di aggiornamento e lo farà partire.
  • Aggiorna ora via OTA – un’altra procedura possibile è quella dell’aggiornamento via etere. Seleziona l’apposita voce sul menu e il decoder ricercherà immediatamente l’ultima versione disponibile rilasciata Over the Air tramite cavo di antenna, con una scansiona su tutte le frequenze disponibili. Potresti pensare che questo metodo sia da preferire a quello precedente via USB, in realtà non tutte le versioni software vengono rilasciate OTA e i tempi di installazione tendono a essere maggiori.
  • Aggiornamento OTN – il decoder TELESystem da me testato presenta la possibilità di connettersi alla rete Internet tramite cavo Ethernet. La procedura è simile a quanto detto sopra ma viene eseguita Over the Network prelevando i dati dai server TELESystem. Se possibile ti consiglio questa procedura rispetto alla precedente OTA in quanto più rapida ed efficiente.
  • Pianificazione OTN e OTA – mentre l’aggiornamento via USB va eseguito sul momento e in maniera manuale, tramite questa impostazione puoi decidere di pianificare la ricerca automatica di aggiornamenti OTN e OTA. La ricerca può essere eseguita quando il decoder è in stand-by (solitamente in orario notturno, come da impostazione predefinita) o anche durante la normale operatività del decoder.

In altri modelli TELE System la sezione aggiornamenti potrebbe essere collocata nel Menu configurazione o in Strumenti. Potrebbe essere richiesto di premere il tasto rosso del telecomando per eseguire l’aggiornamento manuale. In ogni caso, non aver paura! Tutti i modelli TELESystem hanno pre-attivata l’impostazione di aggiornamento automatico. Da questo link puoi visualizzare i manuali d’uso di tutti i decoder TELE System.

Come aggiornare il decoder iCAN

Come aggiornare il decoder i-CAN

Un altro marchio di decoder molto conosciuto è i-CAN. Anche i decoder i-CAN possono essere aggiornati all’ultima versione disponibile. In questa mia guida prendo a riferimento un modello comune come il T860.

Il modello i-CAN T860 ha la possibilità di essere aggiornato via USB. Verifica innanzitutto la versione installata sul dispositivo. Usando il telecomando apri il Menu e recati in Sistema dunque Informazioni e poi Versione SW. Verifica poi sul sito ufficiale i-CAN l’ultima versione software disponibile e visualizza il manuale d’uso del tuo decoder. Se la versione è superiore a quella presente sul tuo decoder scaricala e salvala sulla cartella principale di una chiavetta USB formattata in FAT32

Inserisci la chiavetta USB nell’apposito ingresso sul decoder e recati in Sistema e poi Aggiornamento software. Qui seleziona Aggiornamento USB e segui le istruzioni a schermo. Per una maggiore sicurezza, al termine dell’installazione, il produttore suggerisce di effettuare un reset di fabbrica. Trovi questa impostazione nel menu Sistema, selezionando la voce Ripristino impostazioni.

Come aggiornare il decoder Fenner

Come aggiornare il decoder Fenner

Fenner è un altro marchio affermato nel campo dei decoder TV digitale terrestre. La procedura di aggiornamento è simile a quanto visto sopra per i modelli di altre marche. In questo caso di consiglio un decoder Fenner moderno, già predisposto al nuovo digitale terrestre e con connessione Internet, tramite la quale è possibile connettersi ad alcuni contenuti multimediali come YouTube. Si tratta del Fenner GX2.

Decoder DVB-T2 HD 1080p SINTONIZZAZIONE AUTOMATICA HDMI HEVC Main 10 B...
Vedi offerta su Amazon

Recati dunque su Internet da PC e ricerca l’ultima versione software corrispondente al tuo modello. Dovrai scaricarla e salvarla su di una chiavetta USB di massimo 64 GB appositamente formattata in FAT32, che andrà successivamente inserita nel decoder. Fatto ciò, con il telecomando, premi il tasto Menu e recati nella sezione Sistema dove troverai la voce Aggiornamento software

Qui potrai scegliere tra Net upgrade (procedura automatizzata OTN simile a quanto visto sopra, selezionabile se è disponibile una connessione a Internet via cavo) o Aggiornamento via USB.

Prosegui con quest’ultima voce e, nel menu che compare, pigia su Percorso file indicando la posizione del file sulla chiavetta USB (il file ricercato è quello con estensione .bin). Quando è tutto pronto premi su Start e attendi pazientemente che la procedura arrivi al termine.

Come aggiornare il decoder STRONG

Come aggiornare il decoder Strong

Possiedi un decoder STRONG e ti chiedi come fare per aggiornarlo? Niente paura, è proprio quello che sto per illustrarti. La procedura è la stessa per ogni modello di decoder Strong, in questo caso ho preso a riferimento il modello doppio tuner e con funzioni di registrazione STRONG SRT8222.

Strong SRT8222 Ricevitore Digitale Terrestre con doppio tuner, Funzion...
Vedi offerta su Amazon

La procedura di aggiornamento si svolge via USB ed è piuttosto simile a quanto visto sopra per altri marchi. Scarica l’ultima versione del software e consulta il manuale d’uso del tuo decoder dal sito ufficiale e salvala in una chiavetta USB formattata in FAT32. Nota bene: è importante che la chiavetta sia vuota e il file di aggiornamento in formato con estensione .bin venga salvato nella cartella principale.

Collega la chiavetta USB al decoder e, premendo il tasto Menu sul telecomando, recati nella sezione Sistema (ha l’icona di un ingranaggio dove troverai il sottomenu Aggiornamento software. Ora dovrai selezionare il file di aggiornamento scaricato e il resto della procedura sarà completata dal decoder in autonomia.

Come aggiornare il decoder TV Sat

Tv Sat, o meglio tivùsat, è una piattaforma gratuita nata per permettere di visualizzare i canali TV digitale terrestre senza la classica antenna, dunque in tutte quelle aree in cui non è presente una buona copertura. La tecnologia alla base di questo servizio permette infatti di ricevere i principali canali del digitale terrestre tramite satellite. Te ne ho parlato in dettaglio qui.

I canali tivùsat non possono essere visualizzati con un classico decoder, occorre invece munirsi di un impianto satellitare, di una smart card tivùsat attivabile gratuitamente e ovviamente di un decoder tivùsat. Quest’ultimo, come i classici modelli per digitale terrestre, può essere aggiornato se presenti nuove versioni software rilasciate dal produttore.

Come dici? Hai acquistato un decoder satellitare che supporta questa tecnologia, in quanto nella zona in cui vivi la ricezione dell’antenna lascia parecchio a desiderare, ma non sai come aggiornare il decoder TV Sat? Niente paura, continua a leggere il contenuto di questa guida e ti spiegherò come fare.

Come aggiornare decoder DiGiQuest

Come aggiornare decoder Digiquest

La procedura per aggiornare un decoder tivùsat è quasi identica a quella dei classici decoder per digitale terrestre. Una prima differenza sta nei metodi di aggiornamento, in quanto i decoder di questa tecnologia supportano quasi sempre la connessione a Internet tramite cavo Ethernet. Nelle prossime righe prenderò ad esempio un decoder DiGiQuest, marchio molto diffuso in campo di decoder satellitari per la tecnologia tivùsat. Le modalità di aggiornamento sono simili per ogni modello, io in questo caso ho preso in considerazione il modello DiGiQuest Q60, una versione recente di decoder che supporta anche la tecnologia 4K.

Digiquest Decoder 4K Tivùsat + Terrestre HbbTV Q60, Nero
Vedi offerta su Amazon

Con il telecomando seleziona il pulsante Menu e recati nella voce dedicata Menu aggiornamento S/W. Avrai a disposizione le seguenti opzioni.

  • USB – Da questo sottomenu avvii l’apposito file di aggiornamento preparato su chiavetta USB. La procedura è identica a quanto visto sopra. Collegati dunque al sito del produttore e ricerca il modello in uso, oltre che a consultare il manuale del modello a tua disposizione.
  • OTA – Con questa impostazione avvii la ricerca manuale di aggiornamenti disponibili Over the Air.
  • OND – Da questo menu è possibile avviare la ricerca manuale di aggiornamenti disponibili Over the Network, è ovviamente necessaria una connessione a Internet.
  • Modalità OTA – Quest’ultima impostazione ti permette di decidere tempi e modalità degli aggiornamenti OTA relativi alle liste canali. La ricerca automatica è di norma impostata in orario notturno, quando il decoder è in stand-by. Puoi anche decidere di far partire la ricerca durante la normale operatività del decoder.

Come aggiornare il decoder Sky

Come aggiornare il decoder Sky

Sky è certamente una delle pay-tv più diffuse in Italia. Per poter visualizzare i canali e il vasto palinsesto Sky è necessario essere muniti di un abbonamento attivo. Esistono diversi modi per abbonarsi a Sky. La formula più classica è basata sulla fruizione del servizio via parabola e decoder satellitare (come Sky Q, Sky HD o My Sky HD) ma è anche possibile farlo tramite la piattaforma online NOW o con il servizio Sky via Fibra.

Tutti i decoder Sky sono dispositivi moderni, paragonabili a dei compatti mini-computer, e proprio per quest’ultima ragione necessitano di un’accurata manutenzione e di aggiornamenti frequenti. Dovrai, in ogni caso, collegare il tuo decoder alla connessione Internet, via Wi-Fi o tramite cavo Ethernet. Segui dunque la procedura dedicata per il modello che stai utilizzando.

  • Sky Q – Premi il tasto Home del telecomando e segui il percorso Impostazioni>Info>Versione Software. Qui schiaccia sulla freccia destra del telecomando e successivamente evidenzia la voce Aggiorna.
  • Sky HD – Premi il pulsante giallo sul telecomando e seleziona successivamente Dati decoder. Completa la procedura premendo nuovamente il pulsante giallo.
  • My Sky HD – La procedura è identica a quanto visto sopra per i vecchi decoder Sky HD.

Ti ho già parlato in maniera approfondita di come aggiornare il decoder Sky, ti lascio dunque alla lettura della guida che ti ho appena linkato.

Come aggiornare il decoder TIMvision

Come aggiornare il decoder TIMvision

Negli ultimi anni, la TV on-demand si è diffusa rapidamente. TIMvision è il servizio di “TV tramite Internet” lanciato dall’operatore di telefonia TIM che permette, a chi possiede un abbonamento di rete fissa o anche a coloro che non sono clienti, di poter accedere a un ampio palinsesto di contenuti multimediali, che va da film a serie TV, passando per eventi sportivi e cartoni animati.

Oltre a un valido abbonamento, necessario qualora tu non sia già cliente di telefonia TIM (in questo caso alcuni contenuti sono già compresi se accedi usando la tua numerazione telefonica), ti occorrerà un supporto per visualizzare i contenuti. Se possiedi una Smart TV puoi scaricare l’apposita app TIMvision dallo store dedicato. Se non possiedi una Smart TV puoi allora utilizzare il decoder TIMvision. Si tratta di un TV-box con sistema operativo Android personalizzato da TIM per incentrare l’esperienza d’uso sul servizio TIMvision.

Trattandosi di un dispositivo Android avrai accesso a una serie infinita di app e contenuti multimediali. Se ti chiedi come aggiornare il decoder TIMvision non preoccuparti, la procedura è abbastanza semplice, in quanto è del tutto simile alle modalità con cui aggiorni le app Android. Recati dunque nel menu APP e nel Google Play store cerca l’app TIMvision. Se disponibile un nuovo aggiornamento potrai selezionare il pulsante Aggiorna ora, mantenendo dunque aggiornata la tua app TIMvision.

Se intendi invece aggiornare l’intero decoder, la procedura anche in questo caso si rifà a quella comunemente utilizzata per i dispositivi Android. Recati sull’icona dell’ingranaggio, dunque nel menu Impostazioni cerca la voce Informazioni di sistema e verifica manualmente la presenza di aggiornamenti da installare su Aggiornamenti di sistema. In ogni caso sarà lo stesso decoder a notificarti la presenza di eventuali aggiornamenti da installare. Per maggiori informazioni sul decoder TIMvision ti consiglio di dare un’occhiata a questa mia guida dedicata.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.