Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aprire i download su Android

di

Sul tuo smartphone o tablet Android, hai scaricato alcuni file utilizzando il browser Web. A download completato, ti è stato notificato che i file sono pronti per essere aperti ma, per errore, hai cancellato le notifiche e, adesso, non hai alcuna idea di come riuscire a trovarli. Per evitare di scaricarli nuovamente, hai deciso di effettuare una ricerca sul Web, in modo da capire come aprire i download su Android.

Se le cose stanno effettivamente in questo modo, non preoccuparti: se vuoi, posso fornirti io tutte le informazioni du cui hai bisogno per riuscire in questo tuo intento. Nella guida di oggi, infatti, ti illustrerò nel dettaglio come eseguire quest’operazione sia utilizzando un’app di gestione dei file, sia come riuscirci direttamente dal browser che hai usato per scaricare i file da Internet.

Se non vedi l’ora d’iniziare la lettura di questa mia guida, non devi fare altro che sederti bello comodo e prestare la massima attenzione a tutti i suggerimenti che ti fornirò nei prossimi capitoli. Ti serviranno soltanto alcuni minuti del tuo tempo libero per consultare questo mio tutorial e riuscire a mettere in pratica i consigli che ho preparato per te. Detto ciò, a me non resta che augurarti una buona lettura!

Indice

Come aprire i download su Android tramite file manager

Se vuoi sapere come aprire i download su Android tramite file manager, nei prossimi capitoli ti segnalerò alcune app, preposte alla gestione dei file (un po’ come l’Esplora File di Windows), che puoi utilizzare sul tuo smartphone o sul tuo tablet per cercare e aprire i file che hai scaricato sul dispositivo.

App predefinita

Gestione File Huawei

Su tutti gli smartphone e i tablet Android è possibile trovare un’app predefinita per la gestione dei file, che permette anche di accedere alla cartella con i file scaricati dal Web. Generalmente, puoi trovarla nella schermata Home o nel drawer delle app con il nome di File Manager, Gestione File o qualsiasi altro nome simile, riconducibile alla sua funzione.

Se vuoi utilizzare l’app predefinita di Android per visualizzare e gestire i file scaricati, tutto quello che devi fare è individuare la sua icona in home screen oppure nel drawer, riconoscibile generalmente dal disegno di una cartella o uno schedario.

Ad esempio, se possiedi uno smartphone Huawei, l’app in questione è denominata Gestione File ed è facilmente riconoscibile in quanto la sua icona presenta una cartella di lavoro. Dopo aver pigiato sull’icona in questione, ti verrà mostrata la schermata principale dell’app.

Per trovare i file scaricati, puoi utilizzare le icone in alto, che suddividono per tipologia i file presenti sulla memoria del dispositivo: Immagini, Video, Audio, Documenti, Archivi e Applicazioni. In alternativa, premendo sulla voce Memoria Interna puoi sfogliare le cartelle presenti sulla partizione e accedere a quella riservata ai download. Pertanto, nella schermata che ti viene mostrata, scorri l’elenco delle cartelle fino a individuare quella denominata Download.

Così facendo, avrai accesso a tutti i file scaricati tramite il browser Web e alle cartelle generate da altre app, che contengono i file che hai prelevato tramite i rispettivi servizi. Adesso, non devi fare altro che pigiare su un file, per aprirlo. Se dovessero essere disponibili più applicazioni per aprire uno specifico file, ti verrà mostrato un riquadro, in basso, per la scelta.

Per eseguire delle operazioni sui file scaricati, come la duplicazione, lo spostamento, l’eliminazione o la condivisione in massa degli stessi, devi eseguire un tap prolungato su uno di essi, in modo da accedere alla modalità di selezione. Automaticamente verrà selezionato il file sul quale hai mantenuto la pressione, ma puoi selezionarne altri mettendo un segno di spunta sulle relative caselle.

Fatto ciò, utilizza le icone in basso, come ad esempio Condividi, Copia, Sposta oppure Elimina, per effettuare le corrispondenti operazioni. Premendo sull’icona Altro, invece, hai accesso a diverse altre funzionalità che ti consentono di rinominare i file, comprimerli in un archivio oppure visualizzarne i dettagli.

Infine, se non riesci a trovare il file che hai scaricato in quanto la lista dei download è lunga, puoi utilizzare l’icona della lente di ingrandimento, in alto a destra, per ricercare l’elemento in questione partendo dal suo nome. Infine, premendo sull’icona ⋮, situata sempre in alto a destra, puoi cambiare l’ordinamento dei file per data, per dimensione, per nome oppure per tipologia di file.

Files di Google

Files di Google

Se cerchi un’altra app da utilizzare per accedere ai download su Android, posso consigliarti Files di Google. Si tratta di un’app gratuita, sviluppata appunto da Google, che consente di gestire il file presenti sulla memoria dello smartphone o tablet Android.

Per scaricarla, ti basta semplicemente pigiare su questo link dal tuo dispositivo, per accedere alla scheda dell’app sul Play Store. In alternativa, fai tap sull’icona del Play Store che trovi in home screen oppure nel drawer e utilizza l’apposita barra di ricerca, in alto, per digitare i termini “files di google”.

Dopo che hai raggiunto la scheda dell’app Files di Google, premi sul tasto Installa, affinché venga eseguito il download e l’installazione dell’app in questione. Fatto ciò, potrai avviare l’app appena installata tramite la sua icona di una cartella situata in home screen o nel drawer.

Se utilizzi un dispositivo Android sprovvisto dei servizi Google, ad esempio un dispositivo Huawei con AppGallery, puoi ricorrere a degli store alternativi, come ti ho spiegato nel mio tutorial su come installare app su Huawei.

Adesso, nella schermata principale dell’app Files di Google, premi sulla voce Download per accedere all’elenco di tutti i file scaricati dal Web. Per cambiare la visualizzazione dei file, pigia sull’icona del rettangolo che trovi in alto a destra, mentre se vuoi cambiare l’ordinamento dei file nell’elenco, premi sull’icona ⋮, dopodiché pigia sulla voce Ordina Per e scegli, infine, una delle opzioni presenti nel riquadro in basso.

Per aprire un file scaricato, fai semplicemente tap su di esso e, nel caso in cui siano disponibili più opzioni d’apertura (cioè più app per aprire il file), scegline una tra quelle indicate nel riquadro in basso. Per eseguire altre operazioni sui file, premi sull’icona ▼ che trovi sulla destra di ciascuno di essi: in questo modo, ti verranno consentite alcune operazioni, come ad esempio la selezione, la condivisione oppure l’eliminazione dell’elemento selezionato.

Per selezionare più file insieme, invece, esegui un tap prolungato su uno di essi, in modo da entrare nella modalità di selezione. A questo punto, metti un segno di spunta sulle caselle che trovi a fianco degli altri file che vuoi selezionare. Potrai poi trovare gli strumenti da utilizzare sui file selezionati nell’area in alto a destra dello schermo.

Come aprire i download su Android tramite Chrome

Download su Chrome

Se preferisci, puoi aprire i download su Android utilizzando direttamente il browser Web che hai adoperato per scaricare i file da Internet. In che modo? Te lo spiego subito. Io userò Google Chrome come esempio, ma puoi seguire una procedura simile anche per altre app di navigazione.

Dunque, la prima cosa che devi fare è avviare il browser sul tuo smartphone o tablet. Fatto ciò, nella sua schermata principale, pigia sull’icona ⋮ e, nel riquadro che ti viene mostrato, seleziona la voce Download.

Arrivato a questo punto, ti verrà mostrata una nuova schermata nella quale saranno presenti in elenco tutti i file scaricati con il browser. Nel caso in cui ti fosse difficile riuscire a individuare il file che vuoi aprire, puoi utilizzare l’icona della lente d’ingrandimento, in alto a destra, per ricercarlo in base al nome.

Facendo tap sull’icona dell’ingranaggio, in alto a destra, potrai scegliere la cartella di default dove verranno salvati tutti i nuovi download (Percorso di download). Spostando invece la levetta su ON che trovi a fianco della dicitura Chiedi dove salvare il file, ti verrà notificato di volta in volta il percorso dove salvare i file che ti appresti a scaricare.

Se vuoi gestire un file presente nell’elenco dei download di Chrome, mantieni la pressione del dito sull’anteprima del file stesso. Premi poi sull’icona del cestino, per eseguirne l’eliminazione, oppure sull’icona della condivisione, per condividerlo in altre app e servizi. Facile, vero?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.