Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fotografare un libro

di

Ultimamente ti sta capitando con una certa frequenza di dover fotografare dei libri, per motivi di studio o professionali, o semplicemente per memorizzarne il testo e fare in modo che sia leggibile anche da uno schermo. Ti sei attivato subito per cercare su Internet tutte le informazioni utili a ottenere il miglior risultato possibile, ma non hai trovato una guida esaustiva che facesse al caso tuo.

Ho pensato, perciò, di realizzare questo tutorial per cercare di rispondere alle tue perplessità su questo particolare argomento, tenendo conto della molteplici esigenze collegate a questa operazione. Che tu debba fotografare le pagine e il loro contenuto, eseguire uno scatto artistico da pubblicare sui social in veste di book blogger, o ancora realizzare delle suggestive immagini di un libro antico, sono certo che nei prossimi paragrafi troverai la soluzione ideale.

Cosa aspetti allora? La risposta è a portata di mano: ti basterà dedicare qualche minuto del tuo tempo alla lettura di questo articolo, nel quale troverai tanti consigli su come fotografare un libro e l’indicazione degli strumenti e dei software indispensabili per realizzare delle riprese perfette. Non mi resta che augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come fotografare pagine di un libro

Una delle esigenze più diffuse è indubbiamente quella di capire come fotografare pagine di un libro, per estrarre il testo, convertirlo in digitale e renderlo disponibile alla lettura sullo schermo di un PC, di uno smartphone o di un tablet. Esistono svariate soluzioni, sia per smartphone e tablet, che per PC, adatte allo scopo, molte delle quali integrano anche la funzionalità OCR (Optical Character Recognition) per il riconoscimento del testo, in modo da renderlo selezionabili e modificabile. Qualche esempio? Ti accontento immediatamente!

Da smartphone e tablet

adobe scan

Se hai intenzione di procedere da smartphone o tablet, in questa guida mi concentrerò su un’applicazione che reputo particolarmente efficace, ovvero Adobe Scan, che si può scaricare e usare gratis, tuttavia prevede un abbonamento da 10,99 euro/mese con 7 giorni di prova gratis per elevare i limiti della scansione OCR fino a 100 pagine, esportare le scansioni come file di Office, combinare PDF e avere fino a 20GB di spazio sul cloud. È disponibile sia per dispositivi Android (anche sugli store alternativi per i device senza servizi Google) e iPhone/iPad.

Una volta eseguito il download dell’app dallo store del tuo dispositivo (ti basta visitare i link che ti ho appena segnalato e premere sul pulsante Installa/Ottieni; se usi iOS/iPadOS potrebbe esserti chiesto di verificare la tua identità), avviala, quindi scegli se accedere con le credenziali Google, Facebook o Apple premendo sul relativo pulsante (verrai rimandato alla pagina di autenticazione del servizio) o tramite un Adobe ID. In quest’ultimo caso premi sulla voce Accedi o registrati: se sei già in possesso di un account Adobe inserisci l’indirizzo e-mail e fai tap su Continua, quindi, nella successiva schermata, inserisci la password e pigia nuovamente su Continua.

Se, invece, devi registrare un nuovo account, fai tap sulla voce Crea un account e, nella schermata seguente, premi sui campi Indirizzo e-mail, Nome, Cognome, Password, per digitare le rispettive informazioni. Sotto la sezione Data di nascita, premi sui campi Giorno, Mese e Anno per compilarli da appositi menu a tendina, dopodiché ripeti l’operazione per il campo Paese/Regione. Al termine, fai tap sul pulsante Crea Account.

Nella prima schermata è indispensabile consentire l’accesso dell’app alla fotocamera. In seguito seleziona, con un tap, la voce Documento presente nel menu sottostante la schermata della fotocamera, in quanto è l’opzione più idonea fra quelle presenti (le altre sono Lavagna, Modulo, Biglietto da visita) in relazione allo scopo di questo tutorial.

Se pensi che il libro inquadrato non sia sufficientemente illuminato, premi sull’icona del flash per attivare quello integrato nel tuo dispositivo.

scansione libro adobe scan

Prima di scattare, inquadra con il tuo dispositivo la pagina che intendi fotografare: vedrai che si attiverà automaticamente il rilevamento dei bordi, definito da linee di demarcazione blu. Nota bene: se vuoi rimuovere questa funzionalità fai tap sulla sottostante icona con un foglio delimitato da quattro angoli e potrai procedere manualmente all’esecuzione dello scatto.

Con la modalità automatica, infatti, una volta che la pagina viene riconosciuta, l’app provvederà in autonomia a scattare la foto, che ti verrà subito proposta in un’apposita schermata per eventuali successive correzioni. Se rimani inattivo, dopo un po’ di tempo potrebbe esserti richiesto di toccare lo schermo per riattivare questa funzionalità.

Se vuoi operare su un’immagine già presente sul tuo device, fai invece tap sull’icona con il disegno di una montagna e ti verranno proposte le foto presenti in memoria, che potrai selezionare premendo sulle stesse e importare pigiando sul segno di spunta, in alto a destra.

La prima operazione che occorre eseguire dopo lo scatto (o la selezione della foto) è la definizione dei bordi preimpostati dall’app: premendo sugli angoli, o più precisamente sui pallini e sui rettangoli che identificano i punti di ancoraggio e facendo successivamente scorrere il dito nel display, potrai allargare o restringere i bordi a tuo piacimento per farli coincidere al meglio con la pagina.

Se vuoi scattare nuovamente la foto in quanto non sei soddisfatto della qualità, fai tap sul pulsante Scatta di nuovo: l’immagine verrà cancellata e potrai riprendere nuovamente la stessa pagina. Se, invece, vuoi proseguire con la successiva pagina del libro, premi sul pulsante Continua.

selezione testo adobe scan

Un’altra funzionalità interessante presente in questa schermata è quella di Selezione Testo. Pigiandola si attiverà l’OCR, di cui ti ho accennato nell’introduzione e verrai rimandato a una nuova schermata nella quale, premendo a lungo su una porzione di testo all’interno dell’immagine, verrà attivato un apposito selettore che evidenzierà alcuni caratteri della pagina e ti permetterà, tenendo premuta una delle due maniglie a goccia che compaiono e facendo scorrere il dito verso l’alto o verso il basso, di selezionare la restante parte del testo. Fai tap, quindi, sul sottostante pulsante Copia Testo e questo verrà memorizzato negli appunti del tuo dispositivo: potrai così incollarlo in un editor di documenti.

editing adobe scan

Una volta che avrai acquisito tutte le fotografie del libro, in basso a destra troverai l’icona delle anteprime: pigiando su di essa, entrerai in modalità editor. Nella parte centrale della schermata proposta potrai selezionare la pagina su cui intervenire per eventuali modifiche, facendo scorrere il dito verso destra o sinistra.

In basso sono invece presenti diverse funzionalità, che puoi attivare con un semplice tap sulla rispettiva voce. Ad esempio, con Riordina puoi modificare la sequenza delle pagine tramite una schermata nella quale sono presenti le anteprime di tutte le immagini: tenendo premuta una di esse, una volta che viene selezionata (il contorno diventa blu) puoi far scorrere il dito per sostituire la posizione con un’altra fotografia; con Ritaglia puoi modificare i bordi, esattamente come visto in precedenza; con Ruota puoi girare l’immagine, se questa non è angolata nel giusto verso; mentre con Colore puoi attribuire alcuni preset (Colore automatico, Scala di grigi o Lavagna) per migliorarne l’aspetto.

La funzionalità Pulitura serve invece per cancellare una parte di testo o immagini che non vuoi rendere visibili. Nella schermata di questo strumento troverai in basso, sulla voce Dimensione, un selettore con il quale è possibile definire la dimensione dello strumento di pulizia: successivamente passa con il dito sull’area da cancellare, che verrà contestualmente rimossa. L’ultima funzione è Ridimensiona, che adatta la pagina con uno dei tanti formati disponibili nel menu in basso (A4, A3, A5 con orientamento orizzontale o verticale, per citare alcuni fra i più comuni): è sufficiente selezionarlo con un tap per applicarlo.

Vediamo, ora, come funziona il salvataggio. In alto a destra è presente la voce Salva PDF: premi su quest’ultima e, nella schermata seguente, scegli fra le opzioni Condividi (per inviarlo tramite uno dei servizi e-mail di messaggistica o cloud storage già presenti sul tuo dispositivo), Apri in Acrobat (per visualizzarlo nell’app Adobe Acrobat Reader), Salva come JPEG per memorizzarlo nel tuo dispositivo in formato JPG o Altro, per accedere a ulteriori funzionalità come Copia su dispositivo, Rinomina o Stampa.

Qualora Adobe Scan non dovesse soddisfarti, puoi valutare altre app per scansionare, come quelle che ti ho segnalato nella mia guida dedicata.

Da PC

scanner flatbed

Se vuoi elaborare le fotografie del libro da PC, uno dei modi migliori per acquisirle è senz’altro per mezzo di uno scanner flatbed: si tratta di un dispositivo sviluppato appositamente per digitalizzare il contenuto proveniente da una fonte cartacea. Il libro va poggiato con le pagine rivolte verso la lastra di vetro, chiudendo il coperchio per consentire una migliore definizione delle immagini.

Tramite tramite un complesso sistema di lampade e lenti l’immagine della pagina viene proiettata verso un apposito sensore. Quest’ultimo si occupa, appunto, della conversione in digitale, per permettere la successiva decodifica da parte del computer.

Ne esistono diversi modelli in commercio: ti consiglio di leggere con attenzione la mia guida dedicata ai migliori scanner, dove illustro le varie tipologie e il loro funzionamento, fornendo anche utili consigli su quale comprare in base alle proprie esigenze e al budget disponibile.

Una volta eseguita la scansione del libro, le immagini delle pagine possono essere trasferite nella memoria del computer grazie a specifici programmi sviluppati dal produttore del dispositivo stesso, o avvalendosi di software dedicati (compatibili con praticamente tutti gli scanner) come NAPS2 per Windows o Prizmo per macOS. Questi ultimi, infatti, integrano molte funzionalità particolarmente utili come la tecnologia OCR, che permette anche di rendere il testo modificabile. Se vuoi valutare ulteriori soluzioni, ti segnalo la mia guida con i migliori programmi per scannerizzare.

HP Scanjet Pro 2500 F1 L2747A, Scanner a Passaggio Singolo Professiona...
Vedi offerta su Amazon
Canon DR F 120 Scanner Flatbed / letto piano
Vedi offerta su Amazon

Con scanner portatile

scanner portatile

Una soluzione comoda ed efficace potrebbe essere quella di fotografare il libro con uno scanner portatile: se lo spazio a disposizione è limitato o comunque non hai un computer sempre a portata di mano, questa tipologia è particolarmente comoda e funzionale.

Ovviamente, anche in questo caso è opportuno scegliere un modello che si adatti il più possibile alle tue esigenze, ad esempio per quello che riguarda il formato delle pagine o la capacità di risoluzione. Nella mia guida dedicata troverai tutte le informazioni utili sulle varie caratteristiche di questo prodotto, oltre ad alcuni consigli di acquisto.

Youool mini Scanner portatile a4, di mano Scanner di immagini USB Scan...
Vedi offerta su Amazon
Scanner Portatile, MUNBYN Scanner per Documenti 16GB ad Alta Definizio...
Vedi offerta su Amazon

Come fotografare libri antichi

Libri antichi

Se hai a che fare con libri datati, rilegati con tecniche particolari, magari in uno stato di conservazione non proprio ottimale e sostanzialmente piuttosto delicati, è opportuno prendere alcuni accorgimenti speciali. Vediamo, dunque, come fotografare libri antichi senza correre il rischio di rovinarli.

Se temi che il punto debole del volume sia proprio la rilegatura, è molto importante non forzarla per cercare di ottenere un’apertura completa delle pagine: in questi casi, infatti, è consigliabile appoggiare il libro su un leggio a V, eseguendo le riprese con la fotocamera inclinata per ogni pagina. Quest’ultima dovrà essere necessariamente stabilizzata tramite un apposito cavalletto.

Leggio per scanner overhead e scanner per libri. Area di scansione fin...
Vedi offerta su Amazon

Qualora, invece, la piena apertura delle pagine fosse consentita da una buona resistenza della rilegatura, potresti valutare l’utilizzo di uno scanner planetario, in grado di eseguire la scansione di fogli di ampie dimensioni. In alcuni casi, per sistemare eventuali piegature delle pagine che impediscono di inquadrare correttamente il testo, si utilizzano lastre di vetro che mantengono i fogli fermi e distesi.

Fotocamera per Documenti Bamboosang X9, Scanner ad Alta Definizione da...
Vedi offerta su Amazon
Bamboosang Document Camera X3, Scanner per Documenti, Scanner Portatil...
Vedi offerta su Amazon

Per quanto riguarda la luce, in linea di massima è altamente sconsigliato l’uso di quella ambientale, in quanto spesso comporta delle ombre difficili da gestire. Occorre, pertanto, dotarsi di apposite luci artificiali continue, sistemate in modo da creare uniformità nell’illuminazione. Fatte queste opportune premesse, è sempre consigliabile, quando si parla di materiali delicati e facilmente deteriorabili, di valutare il coinvolgimento di un professionista del settore.

Come fotografare libri per Instagram

Instagram

Una delle tendenze più interessanti da un punto di vista estetico è quella, lanciata dai book blogger, di pubblicare foto artistiche dei libri che si stanno recensendo. Alcuni social sono più gettonati di altri per questa attività: vediamo, quindi, come fotografare libri per Instagram.

Associare alla tua creatività alcuni accorgimenti tecnici è essenziale per ottenere scatti di qualità. L’illuminazione e la nitidezza delle immagini sono due componenti strettamente legate fra di loro che concorrono ad attribuire alla fotografia una maggiore forza espressiva. Nel momento in cui stai per eseguire lo scatto, quindi, valuta bene la luce ambientale e intervieni preventivamente in particolare per quello che riguarda il bilanciamento del bianco sulle impostazioni della tua fotocamera.

Per regolare la cosiddetta temperatura, di norma vengono proposti dei preset che ti consentono di identificare facilmente le diverse condizioni di luminosità nelle quali potresti trovarti (nuvoloso/soleggiato, interno/esterno, luce calda/fredda). Una volta impostati, è poi possibile intervenire sull’intensità con la quale vengono applicati tramite appositi indicatori di livello.

Ti consiglio, inoltre, di utilizzare sempre un cavalletto per riprendere oggetti statici: nonostante la stabilizzazione automatica nelle fotocamere (anche di smartphone e tablet) stia raggiungendo livelli di rendimento sempre più alti, spesso non ci si rende conto di molte imperfezioni derivanti dal naturale tremolio della mano.

Treppiede leggero da 55 pollici, supporto da viaggio/video/telefono/fo...
Vedi offerta su Amazon

Se, dunque, utilizzi il cavalletto e contestualmente abiliti nelle impostazioni la modalità di autoscatto, che lascia passare alcuni secondi tra la pressione del pulsante e lo scatto vero e proprio, non dovrai occuparti particolarmente dell’esposizione e avrai delle immagini sempre nitide e naturali.

In post-produzione, poi, potrai modificare a tuo piacimento aggiungendo filtri (su Instagram ne troverai moltissimi) e bilanciando ulteriormente i colori: seguendo i consigli che ti ho appena fornito avrai già di base una foto di ottima qualità e migliorarla sarà ancora più facile. Con i giusti software di editing delle immagini per PC, o le migliori app per smartphone e tablet, potrai attribuire maggiore valore estetico e creatività alle foto dei tuoi libri su Instagram, da postare nel Feed o nelle storie.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.