Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare 2 volte la stessa app

di

Avendo diversi account registrati su singole applicazioni e social network e utilizzando tutti questi profili regolarmente, ti capita di passare molto tempo a effettuare il login per poi disconnetterti e ricominciare il processo da capo per connetterti sulla stessa app con un account diverso. Insomma: queste continue operazioni rendono tutto un po’ seccante e macchinoso.

Ecco, quindi, che hai iniziato a guardare in Rete se c’è qualche espediente per rendere le cose più immediate e magari ti stai proprio chiedendo come installare 2 volte la stessa app, in modo da poter memorizzare su ognuna i dati di account diversi e accedere, così, in modo automatico a più profili senza doverti disconnettere e loggare ogni volta con credenziali diverse. Le cose stanno così, vero? In tal caso, ti informo che scopo del tutorial che stai leggendo in questo momento è proprio spiegare come installare nuovamente un’app già installata sul proprio smartphone (o tablet) per averne, in contemporanea, due copie sul proprio dispositivo.

Come dici? Non credi che ciò sia possibile? Ti assicuro che è così proprio come ti sto dicendo! Se prosegui con le prossime righe e leggi con attenzione le indicazioni che ti fornirò nei vari capitoli, potrai poi verificare tu stesso. Ti auguro una buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come installare 2 volte la stessa app: Android

Nelle righe che seguono ti mostrerò come installare 2 volte la stessa app sui dispositivi basati su Android. Devi sapere che il sistema operativo del robottino verde ha a disposizione alcune funzionalità che permettono di creare, con un semplice tap, due copie della stessa app e sarà mia cura spiegarti tutto al riguardo. Ti illustrerò anche, in seconda battuta, il funzionamento di una comoda app che può fare proprio al caso tuo qualora non riuscissi a trovare o usare le funzioni incluse “di serie” nel sistema operativo. Ecco tutti i dettagli.

Funzioni di sistema

Clonare app

Come ti ho accennato, le versioni di Android presenti su alcuni smartphone e tablet includono “di serie” alcune semplici funzioni per clonare una singola app. Ciò vuol dire che riuscirai a ottenere una copia dell’applicazione che sarà identica in tutto e per tutto a quella originale, senza correre rischi particolari in termini di privacy. L’app clonata funzionerà esattamente come un’app appena installata dal Play Store: potrai associarle un tuo profilo utente per accedere poi in modo automatico. Insomma, sarà come ricominciare a usare l’applicazione da zero.

Se, ad esempio, utilizzi uno smartphone Xiaomi, ti basta solo qualche passaggio per compiere quest’operazione (le indicazioni che ti fornirò di seguito saranno riferite agli smartphone di questo produttore, ma le cose dovrebbero essere molto simili anche se stai utilizzando un telefono di un altro marchio che prevede una funzione simile). Per iniziare, accedi alle Impostazioni di Android (l’icona dell’ingranaggio) e premi sulla voce App (potrebbe anche chiamarsi Applicazioni o Gestione applicazioni).

Premi, quindi, sulla voce App clonate. Ti verrà mostrato l’elenco di tutte le applicazioni installate sul tuo dispositivo. Fai, quindi, tap sul nome di quella che vuoi copiare e premi sull’interruttore vicino alla voce App clonate, per attivarlo. Ecco fatto, è stato veramente facile, vero?

Ti basta ora tornare alla Home screen del tuo telefono per iniziare a usare subito l’app appena copiata, fai subito una prova! Se dovessi cambiare idea e volessi rimuovere l’applicazione clonata, puoi procedere alla sua disinstallazione come faresti normalmente con qualsiasi altra app.

Secondo spazio Xiaomi

Se utilizzi un telefono Xiaomi c’è anche un’utilissima funzionalità, chiamata Secondo spazio, che ti permette di utilizzare il telefono come se tu fossi un ospite e installare quindi nuovamente le applicazioni che hai già sul tuo smartphone. Per iniziare a usarla, ti basta aprire le Impostazioni del sistema operativo e andare sulla voce Funzionalità speciali.

Dopodiché, fai tap sulla voce Secondo spazio, premi sul pulsante Attiva secondo spazio e fai tap sul pulsante Continua. Imposta dunque un sistema di sblocco (es. una sequenza, che ti servirà per accedere a questo nuovo spazio virtuale) e premi sul pulsante Conferma. Imposta anche la tua impronta digitale (se lo smartphone è dotato di apposito sensore) e poi premi sul pulsante Continua.

Sarai reindirizzato sulla Home screen del tuo dispositivo e ti accorgerai che è molto diversa da quella a cui sei abituato: sembrerà, a tutti gli effetti, simile a com’era quando hai acceso il telefono per la prima volta dopo averlo acquistato. Potrai dunque installare nuovamente le app che avevi già sul tuo telefono e registrare dei nuovi profili su di esse, per poi accedere automaticamente.

Vuoi tornare al tuo “vecchio smartphone”? Niente di più semplice: premi sull’icona Cambia nella Home screen, digita la tua sequenza di sblocco e il gioco è fatto: sarai di nuovo nelle impostazioni del tuo telefono.

Se vuoi eliminare il “Secondo spazio”, ti basta aprire le Impostazioni di sistema, premendo sull’icona dell’ingranaggio, andare su Funzioni speciali > Secondo spazio e pigiare prima sul simbolo del cestino, in alto a destra, e poi sul pulsante Elimina.

Modalità ospite Android

Se utilizzi un altro tipo di telefono basato su Android, potresti avere accesso in modo semplice a una funzione simile chiamata Modalità ospite. Per attivarla, ti basta aprire le Impostazioni di sistema e premere sulla voce Account (potrebbe anche chiamarsi Account e utenti).

Fatto questo, premi sulla voce Aggiungi un utente e quindi sull’opzione Ospite (potrebbe anche chiamarsi Visitatore o potresti dover essere tu a digitare il nome per il nuovo utente). In altri dispositivi la funzione è accessibile premendo sulla voce Sistema (nelle impostazioni) e poi facendo tap sulla voce Avanzate.

Una volta impostata la funzione, per passare all’account ospite quando utilizzi normalmente il tuo telefono, ti basta premere sull’icona del volto che è collocata in alto a destra vicino all’icona nel menu a tendina che puoi richiamare scorrendo con il dito dal bordo superiore del display del tuo dispositivo. In questo modo potrai installare nuovamente le app già memorizzate sul tuo telefono. Per tornare poi alla Home screen “standard” del tuo telefono fai di nuovo tap sull’icona del volto.

Se non riesci a trovare l’opzione di cui ti parlo, ti basta digitare ospite, utente o visitatore nella barra di ricerca che trovi in alto appena apri le impostazioni di Android. Allora? Hai già iniziato a installare la stessa app un’altra volta sul tuo telefono? Sì? Ottimo!

Shelter

Shelter

L’applicazione open source che voglio consigliarti ora, Shelter, è completamente gratuita e veramente intuitiva nell’utilizzo. Sfruttando quest’app potrai creare, in modo immediato, uno spazio virtuale all’interno del tuo dispositivo Android per installare applicazioni che hai già installato in precedenza in modo “tradizionale”.

Ti faccio una doverosa premessa prima di procedere: per ragioni di incompatibilità, l’app potrebbe non funzionare correttamente sui dispositivi del marchio Xiaomi e causare malfunzionamenti al sistema operativo di questi ultimi. Se il tuo è un telefono di questo marchio, pertanto, prova le soluzioni che ti ho fornito nel capitolo precedente.

Per scaricare Shelter, apri la pagina ufficiale dell’app sul Play Store (o dai un’occhiata alle alternative a quest’ultimo, qualora non dovesse essere disponibile sul tuo dispositivo) e premi sul pulsante Installa. Per procedere e far sì che tutto funzioni, accertati che sul tuo dispositivo non sia attiva la modalità Non disturbare. Apri quindi l’app e premi sul pulsante Continue, dopodiché, premi sul pulsante Accetta e continua.

A questo punto, dovresti aver ricevuto una notifica da Shelter. Scorri, quindi con il dito verso il basso partendo dal bordo superiore del tuo smartphone e fai tap sulla voce Click here to finish setting up Shelter. Dopodiché, chiudi l’app, rimuovila anche dai processi in background, e riaprila nuovamente. Ottimo! Ora è tutto pronto per l’utilizzo. Nella pagina principale di Shelter (la scheda Main) puoi visualizzare tutte le app installate sul tuo smartphone.

Scegli, quindi, quella che vuoi duplicare e premi sul suo nome. Successivamente, premi sulla voce Clone to Shelter (Work Profile). Per continuare, devi fornire il permesso di installare app da fonti sconosciute: premi, quindi, sul pulsante Impostazioni, dopodiché fai tap sull’interruttore accanto alla voce Consenti da questa fonte per attivarlo.

Torna ora in Shelter e premi sul pulsante Installa. A questo punto l’app che vuoi duplicare sarà installata nel tuo spazio virtuale, ovvero la scheda Shelter che trovi accanto a quella chiamata Main nella pagina principale dell’applicazione. Per iniziare a utilizzare l’app copiata, ti basta premere sulla scheda Shelter, dopodiché sul nome dell’applicazione che hai appena copiato nel tuo spazio virtuale e, infine, sulla voce Launch. Veramente comodo, non trovi?

Se dovessi notare malfunzionamenti quando provi a duplicare varie app nello spazio virtuale di Shelter, quando ti viene chiesto il permesso di installare app da fonti sconosciute, se l’interruttore vicino alla voce Consenti da questa fonte è già attivo, fai tap su di esso per disattivarlo e poi fai tap ancora una volta per riattivarlo. Dopodiché, torna indietro all’app e premi sul pulsante Installa. In questo modo tutto dovrebbe funzionare normalmente.

Detto questo, per le future occasioni in cui vorrai utilizzare un’app duplicata, ti basterà semplicemente aprire Shelter, andare sulla scheda Shelter e lanciare l’app da lì, come ti ho mostrato sopra. Altrimenti, puoi creare un’icona dell’app clonata nella Home screen del tuo dispositivo premendo sul suo nome nella scheda Shelter e facendo tap sulla voce Create Unfreeze and/or Launch shortcut e, infine, premi sul pulsante Launch shortcut.

Sul Play Store di Google puoi trovare molte applicazioni che, funzionando in modo analogo a Shelter, ti permettono di installare al loro interno altre app, come fossero una sorta di “smartphone nello smartphone”. In questo modo puoi avere due applicazioni identiche sullo stesso dispositivo. Devo, tuttavia, metterti in guardia e sconsigliarti l’utilizzo di queste app dal momento che costituiscono un potenziale rischio per la tua privacy.

L’applicazione che ti ho consigliato in questo capitolo è open source e quindi verificata attivamente dalla community, che può ispezionarne il codice. Insomma, puoi stare tranquillo mentre la utilizzi: i tuoi dati personali sono al sicuro. Fai molta attenzione alle altre app di questo genere e, qualora decidessi di servirtene, controlla sempre attentamente le informazioni inerenti la privacy e i commenti degli altri utenti.

Come installare 2 volte la stessa app: iPhone

Facebook iOS

Adesso passiamo ad iPhone. Devo purtroppo informarti, però, che il sistema operativo iOS degli smartphone Apple non prevede funzioni che permettano di clonare le app o usare il dispositivo in modalità ospite per installare nuovamente le stesse app già presenti in memoria.

Ad ogni modo, hai comunque la possibilità di accedere con account diversi in app come Instagram. Quest’ultima supporta nativamente questa funzione: se vuoi saperne di più, dai un’occhiata al tutorial in cui ho trattato l’argomento in modo approfondito.

Per quanto riguarda, invece, Facebook, puoi accedere con più profili usando un account nell’app ufficiale di Facebook e uno o più account nei browser che hai installato sul tuo iPhone, ad esempio Safari, Chrome, Firefox e Microsoft Edge. In quest’ultimo caso puoi anche salvare come icona un collegamento al sito di Facebook e averlo sempre a portata di mano nella schermata Home del tuo dispositivo. Per altri suggerimenti su come usare due profili contemporaneamente su Facebook puoi leggere la mia guida dedicata.

Come dici? Vorresti sapere se puoi utilizzare due account anche su Whatsapp? Certo che sì! Puoi farlo tranquillamente registrandoti con il tuo numero di telefono nell’app, dopodiché, ti basta scaricare WhatsApp Business per l’altro profilo che intendi utilizzare. Maggiori info qui.

In conclusione, nel caso tu intenda usare applicazioni per clonare altre app in uno spazio dedicato — se ne trovano diverse su App Store, così come visto prima in ambito Android — devo metterti in guardia sul potenziale rischio al quale questi sistemi potrebbero esporre i tuoi dati personali.

Le app che permettono di installare al loro interno altri applicativi, anche se approvate da Apple nel suo store, potrebbero rappresentare dei rischi in termini di privacy e raccogliere i dati che si registrano al loro interno facendo il login nelle app clonate. Per queste ragioni, ti sconsiglio di utilizzarle. Nel caso in cui ne avessi un disperato bisogno e decidessi di provarne una, verifica bene le sue politiche di privacy e controlla i commenti degli altri utenti.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.