Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come personalizzare il telefono

di

Hai da poco acquistato un nuovo smartphone e ti stai chiedendo se ci sono dei modi per personalizzare il tuo telefono, Android o iPhone che sia. Hai sentito parlare di launcher, icon pack, sfondi animati e schermate di blocco, ma non hai ben capito di cosa si tratta. Vorresti dare un tocco personale al tuo dispositivo per renderlo compatibile con le tue esigenze; insomma, vorresti proprio personalizzare il telefono dalla testa ai piedi… il problema è che non sai proprio da dove iniziare.

Niente paura, ci sono qui io per risolvere tutti i tuoi problemi; per capire come fare a personalizzare il telefono ti basterà leggere questa mia guida. Prima di incominciare a spiegarti nel dettaglio come personalizzare il telefono, devi però sapere che maggiori possibilità di personalizzazione le avrai con uno smartphone Android.

Leggendo questa guida scoprirai infatti che il sistema operativo di Google è molto flessibile e personalizzabile. Questo significa che, anche senza esperienza e utilizzando gli strumenti giusti, è possibile modificare e personalizzare completamente l’interfaccia utente del proprio smartphone, cambiandone molti aspetti. Per quanto riguarda iOS, invece, le azioni che si possono compiere sono più ridotte, ma potrai comunque personalizzare il tuo iPhone al meglio.

Indice

Come personalizzare il telefono: Android

Di recente hai acquistato un nuovo smartphone Android e sei davvero felice della scelta che hai fatto. Tuttavia senti che c’è ancora qualcosa che non ti convince appieno ed è probabilmente l’aspetto grafico.

Per questo motivo vorresti capire come personalizzare il telefono Android, in modo tale da renderlo perfetto per i tuoi gusti o esigenze. Di seguito ti mostrerò come agire con launcher, icone, widget, sfondi e persino con il blocco schermo. Che ne dici, iniziamo a personalizzare?

Launcher

launcher

Il primo aspetto su cui ti consiglio di agire per personalizzare il tuo smartphone è il launcher. Con le prime versioni di Android solitamente il launcher era davvero poco personalizzato, tanto che si doveva necessariamente utilizzare un launcher di terze parti per effettuare una personalizzazione completa.

Per fortuna, negli ultimi anni le cose sono cambiate e pressoché tutte le aziende del mondo Android hanno reso il proprio launcher di sistema molto personalizzabile. Dato che il launcher di sistema cambia a seconda del brand di smartphone in tuo possesso, di seguito ti mostrerò come agire su alcuni brand, ma le indicazioni che ti darò sono pressoché valide su tutti i modelli di smartphone Android.

Se possiedi uno smartphone HUAWEI puoi entrare nelle impostazioni di personalizzazione del launcher semplicemente pizzicando sulla schermata home: dal menu che appare tocca sul pulsante Impostazioni schermata Home. In alternativa, apri l’app Impostazioni e poi recati su Schermata Home e sfondi > Impostazioni schermata Home.

In questa schermata troverai alcune opzioni a tua disposizione come Layout, per scegliere le dimensioni della griglia, o Dimensione dell’icona, tramite la quale potrai modificare la grandezza delle icone.

Se, invece, possiedi uno smartphone OPPO o OnePlus, puoi procedere con la personalizzazione del launcher pizzicando sulla schermata home o tenendo premuto a lungo su una zona vuota: dal menu che appare tocca sul pulsante Altro. In questa schermata troverai diverse opzioni a tua disposizione per poter personalizzare il launcher, come Modalità schermata Home (per decidere lo stile del launcher), Layout della schermata Home (per decidere le dimensioni della griglia) e alcune opzioni dedicate alle gesture.

Come dici? Il launcher presente a bordo del tuo dispositivo non ti permette alcuna personalizzazione? In questo caso ti consiglio di utilizzare un launcher di terze parti, poiché solitamente quest’ultimi sono completamente personalizzabili. Un esempio su tutti è Nova Launcher (gratis nella sua versione base), che permette di personalizzare ogni dettaglio della Home screen in maniera certosina.

Icone

icone

Un altro aspetto molto importante nella personalizzazione di uno smartphone riguarda sicuramente le icone, poiché può capire che quelle di sistema graficamente potrebbero non essere di tuo gusto.

La maggior parte degli smartphone Android permettono la modifica del pacchetto icone direttamente dal launcher, mentre altri tramite l’applicazione Temi, presente sugli smartphone di alcuni brand, come HUAWEI e Xiaomi. Nel primo caso, prima di procedere, però, è necessario scaricare un icon pack dal Play Store: per farlo ti basterà cercarne uno utilizzando la parola chiave “icon pack” e installarlo facendo tap sul pulsante Installa.

Se possiedi uno smartphone HUAWEI puoi modificare le icone del tuo smartphone aprendo l’app Temi, che trovi di default, e toccando sul pulsante Icone che trovi nella barra posta in alto: nella schermata successiva non devi far altro che scegliere il pacchetto icone che desideri e fare tap sul pulsante Download gratuito. Una volta effettuato il download completa l’operazione facendo tap sul pulsante Applica.

Se, invece, possiedi uno smartphone OPPO o OnePlus, puoi andare a cambiare il pacchetto icone pizzicando sulla schermata home o tenendo premuto a lungo su una zona vuota: dal menu che appare tocca sul pulsante Icone. In questa schermata potrai scegliere tra i pacchetti icone già presenti di default o scorrere da destra verso sinistra per poter visualizzare il pacchetto icone che hai installato in precedenza dal Play Store: una volta scelto il pacchetto icone che preferisci fai tap sul pulsante Applica.

Se il launcher predefinito del tuo dispositivo non consente l’installazione di pacchetti di icone, ti consiglio di provarne uno di terze parti, come il già citato Nova Launcher, che consente di applicare le icone personalizzate in pochi tap.

Per maggiori indicazioni e “spunti” sui pacchetti di icone da installare, dai un’occhiata al mio tutorial su come cambiare icone su Android.

Widget

widget

Ami avere sempre le informazioni di cui necessiti a colpo d’occhio sulla schermata principale del tuo smartphone? In questo caso hai bisogno di inserire dei widget nella schermata principale del tuo dispositivo.

Per poter aggiungere un widget nella tua schermata home ti basterà pizzicare sulla schermata home o tenere premuto a lungo su una zona vuota: dal menu che appare tocca sul pulsante Widget o, nei modelli aggiornati ad Android 12, ti basterà toccare sul pulsante con l’icona [+] posta in alto a sinistra. Nella schermata successiva troverai l’elenco di tutti i widget presenti nel dispositivo, che solitamente sono quelli integrati nelle app che hai installato.

Una volta scelto il widget di cui necessiti (puoi utilizzare anche la barra di ricerca posta in alto), ad esempio quello del Meteo, ti basterà scegliere il formato che desideri tra quelli disponibili e successivamente trascinarlo e posizionarlo dove desideri nella schermata home del tuo dispositivo.

Una volta posizionato, potrai anche modificare la sua dimensione: per farlo tieni premuto su di esso e poi muovi i cursori che appariranno agli angoli del widget. Maggiori info qui.

Nessuno dei widget presenti sul dispositivo, o che hai installato dal Play Store, sono di tuo gradimento, per cui vorresti capire come creare widget su Android, non è vero? In questo caso ti consiglio di dare un’occhiata al mio tutorial sull’argomento, dove troverai tutte le indicazioni di cui necessiti.

Sfondi

sfondi

Da quando hai acquistato il tuo nuovo smartphone Android ha sempre utilizzato lo sfondo predefinito. Adesso, però, inizia a stancarti, per cui vorresti cambiarlo, magari scegliendo tra gli altri sfondi presenti di default all’interno del dispositivo.

Per modificare lo sfondo del dispositivo ti basterà pizzicare sulla schermata home o tenere premuto a lungo su una zona vuota: dal menu che appare tocca sul pulsante Sfondo. Nella schermata successiva ti apparirà un elenco con tutti gli sfondi presenti di default nel dispositivo: una volta selezionato lo sfondo che preferisci ti basterà toccare sul pulsante Applica e dal pop-up che appare a schermo decidi se applicarlo solo alla schermata home, al blocco schermo o a entrambi.

Come dici? Gli sfondi che sono presenti nel tuo dispositivo non ti piacciono proprio? Non ti preoccupare, puoi utilizzare delle applicazioni di terze parti per scaricare e applicare nuovi sfondi sul tuo dispositivo. Maggiori info qui. Se vuoi, ci sono anche sfondi animati da poter usare (ma te i sconsiglio, in quanto causano maggiore lentezza e consumo di batteria rispetto a quelli statici).

Blocco schermo

blocco schermo

L’ultimo aspetto grafico che potresti personalizzare nel tuo smartphone Android è sicuramente il blocco schermo, ovvero la schermata che vedi prima di poter accedere allo smartphone. Solitamente viene utilizzata per la visualizzazione rapida delle notifiche e per inserire il codice di sblocco per accedere al dispositivo.

In questo caso, però, è doveroso fare una distinzione tra i dispositivi Android. Alcuni brand permettono solo di modificare lo sfondo, e puoi farlo seguendo le medesime indicazioni che ti ho dato in precedenza. Su altri modelli, invece, tramite l’app Temi è possibile scaricare dei temi appositi per il blocco schermo o dei temi generali che cambiano completamente l’aspetto del dispositivo, tra cui anche quello del blocco schermo.

In quest’ultimo caso non devi far altro che aprire l’app Temi e fare tap sul pulsante Schermate di blocco. Una volta scelto il tema che preferisci, fai tap su di esso e poi sul pulsante Download gratuito: per completare l’operazione fai tap sul pulsante Applica.

Per poter visualizzare la nuova grafica del blocco schermo non devi far altro che bloccare il dispositivo o utilizzando il tasto Power e toccare nuovamente il medesimo tasto per animare lo smartphone e visualizzare il blocco schermo.

Infine, voglio segnalarti che sul Play Store sono presenti anche tante app che ti permettono di sostituire il blocco schermo con uno di terze parti, ma ti sconsiglio il loro utilizzo poiché funzionano sempre male e non sostituiscono davvero quello di default, ma vanno ad applicarsi sopra di esso, aggiungendo un ulteriore consumo energetico. Inoltre, questi blocco schermo di terze parti non supportano lo sblocco tramite impronte digitali o lo sblocco tramite volto.

Come personalizzare il telefono: iPhone

Di recente sei passato a uno smartphone Android a un iPhone e, sebbene ti stia trovando molto bene, rimpiangi amaramente la possibilità di personalizzare il dispositivo. E se ti dicessi che anche iPhone può essere personalizzato?

Immagino di averti preso completamente alla sprovvista e che tu non veda l’ora di scoprire come personalizzare il telefono iPhone, non è vero? Bene allora, direi di non perdere altro tempo e procedere subito con la personalizzazione del tuo iPhone.

Icone

icone

Con il lancio di iOS 14 e successivi, Apple si è aperta maggiormente alla personalizzazione, con la possibilità di inserire finalmente i widget nella schermata home, di cui ti parlerò nel paragrafo successivo.

Probabilmente, però, non sai che è anche possibile cambiare le icone predefinite su iPhone, utilizzando delle icone alternative proposte proprio dagli sviluppatori della singole app. Come dici? Non sapevi proprio di questa possibilità? Non preoccuparti, ora ti mostrerò come fare.

Questa opzione di personalizzare, però, non è presente su tutte le app, ma solo su quelle in cui lo sviluppatore ha abilitato la possibilità di usare icone diverse. Ad esempio, se vuoi cambiare le icone su Telegram, apri l’app in questione e tocca sulla scheda Impostazioni posta nella barra in basso. Successivamente tocca sulla voce Aspetto e scorri verso il basso fino a individuare la sezione Icona app: adesso non devi far altro che scegliere l’icona che preferisci facendo un semplice tap su di essa e confermare facendo tap sul pulsante OK.

Come ti ho anticipato, non tutte le app permettono il cambio icona, ma se vuoi cambiare completamente il look del tuo iPhone puoi utilizzare uno dei tanti pacchetti icone presenti su App Store e applicare ogni singola icona all’app che desideri tramite l’app Comandi: per la procedura completa dai un’occhiata al mio tutorial sull’argomento.

Widget

widget

Come ti ho anticipato nel precedente paragrafo, a partire da iOS 14 Apple ha introdotto la possibilità di inserire i widget nella schermata home.

Per poter aggiungere un nuovo widget nella schermata home di iPhone tieni premuto su uno spazio vuoto per attivare la modalità di modifica della schermata home e tocca sul pulsante + posto in alto a sinistra. Adesso non devi far altro che selezionare il widget che preferisci dall’elenco che appare a schermo e toccare sul pulsante Aggiungi widget: una volta inserito potrai spostarlo dove preferisci semplicemente trascinandolo.

Nessuno dei widget presenti sul dispositivo sono di tuo gradimento, o semplicemente vuoi un widget estremamente personalizzato, per cui vorresti capire come creare widget su iPhone, non è vero? In questo caso ti consiglio di dare un’occhiata al mio tutorial sull’argomento, dove troverai tutte le indicazioni di cui necessiti.

Per aggiungere invece un widget nella schermata di blocco (da iOS 16 e versioni successive), mantieni la pressione del dito su di essa e premi sul tasto Personalizza. Adesso, fai tap sul tasto Aggiungi widget per visualizzare l’elenco dei widget da aggiungere. Fai tap su quello che preferisci per aggiungere, mentre trascinandone l’icona puoi spostarne la posizione; facendo tap sull’icona (-) puoi rimuovere il widget. Premi poi i tasti Fine e poi Imposta come coppia di sfondi per concludere.

Sfondi

Sfondi iOS16

Da quando hai iniziato a utilizzare il tuo nuovo iPhone ha sempre utilizzato lo sfondo predefinito. Adesso, però, vorresti provare qualcosa di diverso, magari scegliendo tra gli altri sfondi presenti di default all’interno del tuo iPhone.

Per modificare lo sfondo di iPhone la prima cosa che devi fare è aprire l’app Impostazioni, solitamente riconoscibile dall’icona di un ingranaggio, e recarti su Sfondo > Scegli un nuovo sfondo: adesso puoi scegliere tra le voci Dinamici, Statici e Live, per poter utilizzare uno degli sfondi predefiniti. Se, invece, hai salvato in precedenza un nuovo sfondo ti basterà toccare sulla voce Tutte le foto e selezionare lo sfondo che preferisci.

Una volta scelto lo sfondo che preferisci non devi far altro che fare tap sul pulsante Imposta: dal menu che appare decidi dove impostarlo, ovvero su Schermata di blocco, Schermata Home o su Entrambe.

Se possiedi un iPhone con iOS 16, per modificare lo sfondo agisci dall’app Impostazioni, selezionando le voci Sfondi > Aggiungi un nuovo sfondo oppure mantenendo la pressione del dito sulla schermata di blocco. Fatto ciò, premi sul tasto personalizza, per modificare il preset oppure fai tap sul tasto Aggiungi un nuovo sfondo.

Scegli dunque un preset predefinito tra quelli in elenco oppure utilizza le icone in alto per selezionare una tipologia di sfondo da personalizzare. Premi sul tasto Fine e poi pigia su Imposta come coppia di sfondi per concludere l’operazione.

Come dici? Desideri uno sfondo dinamico in grado di cambiare man mano che passano le ore? In questo caso ti consiglio di utilizzare l’app WallShift. La versione gratuita dell’app, però, può avere accesso a un numero di preset limitati, mentre la versione Pro al costo di 7,99 euro all’anno dà accesso a un numero illimitato di preset.

Una volta scaricata l’app, aprila e e fai tap sul pulsante Start set up: adesso scegli il tipo di wallpaper tra le opzioni Gradient, Sample Photos o Select from your Photos e fai tap sul pulsante Continue per proseguire.

Per poter utilizzare al meglio quest’app, e consentire all’app di cambiare automaticamente lo sfondo durante l’arco della giornata è necessario installare il comando rapido WallShift: per farlo tocca sul pulsante Install Shortcut e poi su Aggiungi comando rapido. Una volta installato, tocca sul comando appena installato e dal pop-up che appare a schermo fai tap prima sul pulsante Consenti e poi su Consenti sempre. Missione compiuta! Lo sfondo è stato cambiato con successo e cambierà con il passare delle ore.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.