Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come resettare un PC Windows 10

di

Ultimamente trascorri molto tempo davanti al computer e ti sei reso conto che la tua copia di Windows 10 è di una lentezza disarmante, a causa dell’enorme quantitativo di programmi installati, alcuni dei quali di dubbia utilità. Giacché ritieni ormai inutile intervenire in modo selettivo, hai deciso di passare alle “maniere forti” e di ripristinare completamente il computer andando a cancellare tutti i software presenti sullo stesso.

In realtà hai già visto fare questa operazione ma, per maggiore sicurezza, avresti bisogno di una guida dedicata alle varie opzioni di ripristino disponibili, in modo da essere sicuro di scegliere quella più adatta per te. Le cose stanno così, vero? Allora sono felice di comunicarti che questo è proprio il posto giusto da cui iniziare!

Nelle battute successive di questo tutorial, infatti, ti spiegherò come resettare un PC Windows 10 agendo dalle sue impostazioni, come riportare il sistema a uno stato precedente (opzione più “soft”, dedicata a chi sa esattamente cosa ha provocato il malfunzionamento del PC) e, infine, ti indicherò come formattare il computer partendo da una chiavetta USB o da un DVD, opzione particolarmente utile laddove Windows fosse totalmente compromesso. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Operazioni preliminari

Come resettare un PC Windows 10

Prima di spiegarti, nel concreto, come resettare un PC Windows 10, lascia che ti dia qualche informazione in più riguardo le procedure che ti accingi a mettere in pratica.

Tanto per cominciare, devi sapere che a partire da Windows 10 è possibile riportare il computer allo stato di fabbrica lasciando intatti i file archiviati nel computer: questa opzione, che va scelta esplicitamente in fase di ripristino, permette di eliminare i programmi e le applicazioni installate e reimpostare i parametri del sistema operativo, senza però cancellare alcun file personale (immagini, foto, video, documenti e così via).

In ogni caso, onde evitare perdite accidentali di file (oppure se stai pensando di formattare completamente il computer, prima di disfartene), ti consiglio di creare un backup dei tuoi dati importanti su un disco esterno, usando le opzioni di salvataggio di Windows 10: recati dunque nelle Impostazioni del sistema operativo (cliccando sul simbolo dell’ingranaggio residente nel menu Start), clicca sulle voci Aggiornamento e sicurezza e Backup e utilizza le indicazioni che ti ho fornito in questa guida per configurare i parametri di archiviazione dei dati.

Come soluzione alternativa, puoi scegliere di archiviare manualmente i file di tuo interesse su un drive esterno, oppure servirti di uno specifico software per backup che possa rendere ancor più semplice la procedura di salvataggio.

Il ripristino del PC allo stato di fabbrica, a prescindere dal salvataggio o meno dei dati personali, comporta comunque l’eliminazione dei driver di periferica: sebbene Windows 10 sia in grado di reinstallarne in automatico la maggior parte, esistono particolari dispositivi, come le schede video dedicate, alcune schede audio, le stampanti o determinate schede di rete, che potrebbero richiedere l’installazione manuale dei driver.

In questo caso, devi recarti sul sito Internet del produttore della periferica da installare e, dopo averne individuato il modello preciso, scaricare la versione del driver dedicata a Windows 10. Se hai bisogno di aiuto in tal senso, ti segnalo di seguito alcune guide disponibili su questo sito, nelle quali è spiegato a chiare lettere come ottenere i driver dai siti Web dei produttori più noti.

Come formattare un PC Windows 10 senza perdere dati

Windows 10, a differenza dei suoi predecessori, consente di ripristinare completamente il sistema operativo lasciando però inalterati i dati personali dell’utente. Di seguito mi appresto a spiegarti sia come ripristinare Windows 10 senza perdere dati, sia come riportare il computer a uno stato precedente mediante i punti di ripristino (quest’ultima funzionalità è presente anche sulle edizioni precedenti del sistema operativo).

Come ripristinare Windows 10

Come formattare un PC Windows 10 senza perdere dati

Per ripristinare le impostazioni di Windows 10 ed eliminare app e programmi installati, senza però intervenire sui dati utente (che resteranno inalterati), procedi in questo modo: per iniziare, fai clic destro sul pulsante Start di Windows (quello raffigurante una bandierina, situato nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), scegli la voce Impostazioni dal menu che compare e clicca sull’icona dedicata ad Aggiornamento e sicurezza.

Ora, clicca sulla voce Ripristina situata nella barra laterale di sinistra, clicca sul pulsante Inizia collocato sotto la dicitura Reimposta il PC e poi sull’opzione Mantieni i miei file, per far sì che il sistema operativo rimuova le app, i programmi e le impostazioni lasciando intatti i file personali.

Fatto ciò, attendi alcuni istanti affinché Windows effettui una serie di operazioni preliminari, quindi specifica se scaricare una copia del sistema operativo da cloud, oppure eseguire un’installazione locale, cliccando sull’opzione che ritieni più appropriata: nel primo caso, la versione di Windows più aggiornata verrà scaricata da Internet (la procedura può richiedere diverso tempo, in base alla velocità della connessione) e successivamente installata; nel secondo caso, invece, verrà installata la medesima edizione di Windows presente sul computer.

Superato anche questo step, clicca sul pulsante Avanti, attendi ancora alcuni istanti affinché vengano eseguiti controlli aggiuntivi e, quando sei pronto, clicca sul pulsante Reimposta per dare inizio alla fase di ripristino. Se hai scelto di scaricare Windows da Internet, l’intera procedura potrebbe protrarsi anche per qualche ora.

A seguito di questa operazione, che comporta la rimozione dei programmi e delle applicazioni non originariamente presenti sul computer (ed è per questo motivo che, in seguito, potresti dover installare nuovamente i driver), il PC sarà riavviato e dovrai procedere nuovamente con la configurazione iniziale di Windows, indicando la lingua, la mappatura della tastiera, il fuso orario e le impostazioni di Cortana, privacy e scambio dati.

Come ripristinare un PC Windows 10 a uno stato precedente

Come ripristinare un PC Windows 10 a uno stato precedente

Se, invece, riscontri un malfunzionamento dovuto all’installazione di un particolare programma o driver, puoi ricorrere a una soluzione meno drastica e invasiva: grazie ai punti di ripristino, infatti, puoi riportare Windows 10 a una data antecedente a quella in cui hai installato il software difettoso, lasciando inalterati tutti i dati e quasi tutte le impostazioni (fatta eccezione per i programmi e per le eventuali modifiche di configurazione effettuate nei giorni successivi alla data del ripristino).

Per procedere in tal senso, apri la barra di ricerca di Windows (la barra Cortana oppure il menu Start), digita la parola ripristino al suo interno e clicca sul primo risultato restituito, relativo al Pannello di controllo.

Giunto nella nuova finestra, clicca sulla voce Apri ripristino configurazione di sistema, per avviare l’apposita utility, clicca sul pulsante Avanti e seleziona un punto di ripristino tra quelli disponibili. Per visualizzare i programmi che a seguito del ripristino cesseranno di funzionare e quelli che saranno invece ripristinati, clicca sul pulsante Cerca programmi interessati.

Fatta la tua scelta, clicca sui pulsanti Avanti e Fine per avviare la procedura di ripristino, che verrà conclusa dopo il riavvio automatico del computer.

Qualora non trovassi punti di ripristino utili, non c’è molto altro che tu possa fare: è probabile che i punti di ripristino disponibili siano stati eliminati a seguito di una pulizia del sistema (oppure che l’utilità di ripristino sia stata disattivata manualmente). Maggiori info qui.

Altre soluzioni utili

Come resettare un PC Windows 10

Non riesci a mettere in pratica le soluzioni viste in precedenza, poiché non ti è possibile accedere a Windows 10? In questo caso, non hai di che temere: puoi comunque riportare il sistema operativo alle sue impostazioni di fabbrica lasciando inalterati i file personali, avvalendoti di una chiavetta USB oppure di un DVD contenenti una copia del sistema operativo.

Nel capitolo successivo di questa guida ti spiegherò come creare ed avviare un supporto di questo tipo, ma fai attenzione: quando Windows 10 ti chiederà di specificare un’opzione di reimpostazione, ricorda di premere il pulsante Mantieni i miei file.

Qualora questa impostazione non fosse disponibile, installa normalmente il sistema operativo sulla partizione di tuo interesse, ma senza prima formattarla: in questo modo, perderai programmi e impostazioni ma in realtà tutti i file attuali resteranno sul disco e saranno accessibili anche dalla nuova installazione di Windows.

Come formattare un PC Windows 10 dal BIOS

Come formattare un PC Windows 10 senza perdere dati

Per poter formattare un PC Windows 10 dal BIOS, hai almeno due diverse opzioni percorribili: la prima consiste nell’utilizzare il ripristino automatico di Windows; la seconda nell’impiegare un supporto esterno d’installazione (come una chiavetta USB o un DVD).

Nel primo caso, per formattare un PC Windows 10 da spento, devi accenderlo e aspettare che Windows 10 tenti di avviarsi (e fallisca) per due volte consecutive: dopo il terzo riavvio dovrebbe comparire su schermo il messaggio “Preparazione del ripristino automatico”, segno che il sistema operativo è entrato in modalità di diagnostica.

Qualora ciò non avvenisse automaticamente, puoi “provocare” un avvio mancato del sistema operativo, interrompendo l’alimentazione del computer quando il logo di Windows appare su schermo: si tratta però di un’operazione abbastanza rischiosa, che non dovrebbe essere messa in pratica se non in caso di urgente necessità.

Dopo l’avvio della modalità di ripristino, attendi qualche minuto affinché Windows 10 esegua i controlli di rito: al termine di questi ultimi, dovrebbe esserti presentata la schermata relativa alle modalità di ripristino del computer. Quando ciò avviene, clicca, in sequenza, sui pulsanti Opzioni avanzate, Risoluzione dei problemi e Reimposta il PC.

Ci siamo quasi: indica ora se mantenere i file personali oppure rimuovere tutto, attendi l’esecuzione dei controlli preliminari e clicca sul pulsante Reimposta, per dare il via alla fase di ripristino, a seguito della quale verranno eliminati tutti i programmi, le applicazioni e le impostazioni di Windows. I file personali verranno cancellati oppure mantenuti, a seconda della scelta fatta in precedenza.

Anche in questo caso, ultimata la fase di ripristino, dovrai seguire nuovamente la procedura di prima configurazione di Windows e, se necessario, procedere con la reinstallazione dei driver.

Come formattare un PC Windows 10 con USB

Come formattare un PC Windows 10 con USB

Qualora l’avvio automatico del sistema di ripristino dovesse fallire, puoi ottenere lo stesso risultato avviando il computer da una chiavetta USB contenente Windows. Per procedere, avrai bisogno di una connessione a Internet e di un drive USB dalla capacità di almeno 8 GB: se non ne possiedi una, ti invito a consultare la mia guida all’acquisto dedicata a questa categoria di device, per ricevere consigli utili su cosa comprare.

Una volta ottenuto l’occorrente, creare la chiavetta USB di Windows è semplicissimo: per prima cosa, scarica il Media Creation Tool dal sito Internet di Microsoft, recandoti in questa pagina e cliccando sul pulsante Scarica ora lo strumento. Ultimato il download, apri il file .exe ottenuto, clicca sul pulsante , attendi che Windows effettui i controlli preliminari e clicca sul pulsante Accetta, quando disponibile.

Ora, pazienta qualche altro secondo e, al termine degli ulteriori controlli preliminari, apponi il segno di spunta accanto alla voce Crea supporti di installazione (unità flash USB, DVD o file ISO) per un altro PC e clicca sul pulsante Avanti.

Se ti accingi a creare un supporto d’installazione per il PC che stai usando, apponi il segno di spunta accanto alla voce Usa le opzioni consigliate per questo PC e clicca sul pulsante Avanti; altrimenti, rimuovi il segno di spunta dalla voce menzionata in precedenza e utilizza i menu a tendina Lingua, Edizione e Architettura per specificare la versione di Windows per te più congeniale. Quando hai finito, anche in questo caso, clicca sul pulsante Avanti.

Ci siamo quasi: collega la chiavetta USB a una delle porte libere del computer, apponi il segno di spunta accanto alla voce Unità flash USB, clicca sul pulsante Avanti e, dopo aver selezionato il nome o la lettera di unità della chiavetta all’interno della schermata successiva, premi il pulsante Avanti per avviare la creazione del drive d’installazione, che potrebbe durare alcuni minuti.

Come formattare un PC Windows 10 con USB

Conclusa la creazione della chiavetta, collegala a una delle porte USB libere del computer da ripristinare e accendilo: con un po’ di fortuna, dovresti visualizzare la scritta Premere un tasto per avviare da USB.

Quando ciò avviene, premi un qualsiasi tasto della tastiera per avviare il programma d’installazione di Windows e segui le istruzioni che vengono mostrate, per procedere con il ripristino del sistema operativo: indica la lingua, il formato orario e il layout di tastiera da usare e clicca sul pulsante Avanti.

Ora, se non vuoi cancellare i dati, premi sulla voce Ripristina il computer e segui le stesse istruzioni che ti ho dato prima. Se, invece, vuoi formattare il disco ed eseguire un’installazione pulita di Windows, scegli l’opzione per effettuare un’installazione personalizzata, seleziona il disco fisso del PC, fai clic sul pulsante Formatta e poi su OK.

Se il computer non viene avviato dal supporto di ripristino ma si blocca, oppure tenta di accedere (senza successo) alla copia di Windows installata, devi entrare in UEFI oppure nel BIOS del computer (si tratta del piccolo sistema operativo che si occupa di configurare tutto l’hardware e di renderlo disponibile al sistema operativo) e configurare il PC per l’avvio da USB, modificando l’ordine di boot delle periferiche. Se non sai come fare, leggi con attenzione il mio tutorial su come entrare in BIOS o UEFI.

Come formattare un PC Windows 10 con CD

Come formattare un PC Windows 10 con CD

I passaggi da compiere per formattare un PC Windows 10 con CD non sono dissimili a quelli visti poco fa, ma c’è una differenza: dopo aver scaricato Media Creation Tool e averlo avviato, devi configurarlo per il download dell’immagine ISO di Windows, e non per la creazione di una chiavetta USB.

Dunque, accetta le condizioni d’uso del software, indica di voler creare supporti di installazione per un altro PC* e, se necessario, specifica la lingua, l’edizione e l’architettura di Windows, intervenendo sugli appositi menu.

Dopo aver premuto il pulsante Avanti, apponi il segno di spunta accanto alla voce Immagine ISO, specifica la cartella in cui salvare il file e attendi pazientemente che lo stesso venga scaricato sul computer. A download ultimato, utilizza il programma per masterizzare che più preferisci, per trasferire l’immagine ottenuta su un DVD vuoto.

A questo punto, non ti resta che inserire il disco nel PC da ripristinare e seguire le medesime indicazioni che ti ho fornito nel paragrafo relativo a USB: la procedura da seguire è praticamente uguale.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.