Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ricaricare Iliad PayPal

di

Hai da poco attivato una SIM Iliad e, pienamente soddisfatto del servizio e della tariffa da te scelta, intendi mantenerla attiva e ricaricarla abitualmente. Per compiere quest’ultima operazione, vorresti avvalerti dei servizi offerti da PayPal, tuttavia non sai se Iliad consente di agire in tal senso: per questo motivo, hai effettuato delle ricerche sul Web per approfondire l’argomento, finendo dritto su questa mia guida.

Le cose stanno così, dico bene? Allora lasciati dire che sei arrivato nel posto giusto al momento giusto! Con questo tutorial, infatti, ti spiegherò come ricaricare Iliad PayPal, fornendoti tutte le indicazioni necessarie per riuscire nel tuo intento. Oltre alla procedura dettagliata per effettuare una ricarica online utilizzando una carta PayPal, troverai anche le istruzioni per usare quest’ultima per pagare una ricarica Iliad presso un punto vendita abilitato.

Se è proprio quello che volevi sapere, non perdiamo altro tempo prezioso e vediamo come procedere. Tutto quello che devi fare è ritagliarti cinque minuti di tempo libero da dedicare alla lettura dei prossimi paragrafi e seguire attentamente le indicazioni che sto per darti. Così facendo, ti assicuro che riuscirai ad acquistare una ricarica Iliad utilizzando PayPal come metodo di pagamento. Scommettiamo?

Indice

Informazioni preliminari

Carta PayPal

Prima di entrare nel vivo di questo tutorial e spiegarti come ricaricare Iliad PayPal, è necessario fare una doverosa premessa iniziale.

Infatti, devi sapere che PayPal non è tra i metodi di pagamento accettati da Iliad per acquistare una ricarica. Inoltre, PayPal dispone di un apposito servizio che consente di ricaricare il proprio numero di telefono ma Iliad non compare tra gli operatori disponibili.

Detto ciò, poiché Iliad permette di acquistare una ricarica tramite carta di pagamento, è possibile ricaricare il proprio numero o quello di altre persone utilizzando la carta PayPal.

Tieni presente, però, che a partire dal 9 maggio 2019, le carte prepagate PayPal non sono più acquistabili. Tutti coloro che hanno acquistato e attivato una di queste carte prima della data indicata, possono continuare a usarla per pagamenti, ricariche e prelievi fino alla sua scadenza, dopodiché la carta sarà inutilizzabile.

Tuttavia, PayPal consente agli utenti che hanno un conto PayPal Business, di richiedere e attivare gratuitamente la PayPal Business Debit Mastercard, una carta di debito del circuito Mastercard che non prevede canoni ricorrenti e non applica alcuna commissione sui pagamenti. La carta in questione può essere usata per spese aziendali, comprese ricariche, e consente anche di effettuare prelievi in contanti (con una commissione di 2 euro) presso un qualsiasi sportello bancomat. A tal proposito, potrebbe esserti utile la mia guida su come fare la carta PayPal.

Se non hai una carta PayPal e non intendi richiederne una, puoi sempre trasferire il saldo PayPal disponibile sul tuo conto verso un’altra carta di pagamento associata al tuo account e utilizzare quest’ultima per ricaricare Iliad. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come prelevare da PayPal.

Infine, ti segnalo che puoi usare la carta PayPal (o una qualsiasi altra carta dei circuiti Visa e Mastercard) non solo per acquistare una ricarica, sia online che nei punti vendita abilitati, ma anche per impostare il rinnovo automatico dell’offerta Iliad attiva sulla tua linea. Tutto chiaro fin qui? Bene, allora passiamo all’azione.

Come ricaricare Iliad con PayPal online

Iliad

Per ricaricare Iliad con PayPal online, prendi il tuo smartphone, avvia il browser che utilizzi solitamente per navigare su Internet (es. Chrome su Android e Safari su iPhone), collegati al sito ufficiale di Iliad e premi sull’icona dell’omino, collocata in alto a destra.

Nella nuova schermata visualizzata, inserisci i dati associati al tuo account nei campi ID utente e Password e fai tap sul pulsante Accedi, per accedere alla tua area personale (operazione non necessaria se sei sotto copertura Iliad). A questo punto, se vuoi acquistare una singola ricarica, premi sul pulsante Ricarica manualmente, scegli l’importo di tuo interesse tramite l’apposito menu a tendina e fai tap sul pulsante Ricarica.

Nella schermata Ricarica il tuo numero, inserisci i dati della carta PayPal in tuo possesso nei campi Nome e cognome del titolare, Numero della carta di pagamento, Scadenza MM/AA e CVV (con il codice di sicurezza di tre cifre riportato sul retro della tua carta). Se non desideri impostare il pagamento ricorrente, togli il segno di spunta accanto all’opzione Imposta questa carta come metodo di pagamento ricorrente e fai tap sul pulsante Ricarica il tuo numero, per acquistare la ricarica Iliad.

Se, invece, vuoi usare la carta PayPal per pagare automaticamente la tua offerta Iliad, puoi seguire le indicazioni che ti ho appena fornito per effettuare la ricarica, assicurandoti di lasciare attiva l’opzione Imposta questa carta come metodo di pagamento ricorrente. In alternativa, premi sul pulsante ☰, in alto a sinistra, seleziona l’opzione Dati personali e premi sulla voce Il mio metodo di pagamento.

Nella nuova pagina apertasi, fai tap sull’opzione Seleziona pagamento con carta di credito, inserisci i dati della tua carta PayPal nei campi appositi e premi sul pulsante Modifica il tuo metodo di pagamento. Così facendo, l’offerta attiva sulla tua linea Iliad verrà automaticamente rinnovata tramite la tua carta PayPal. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come ricaricare Iliad online.

Come dici? Vorresti ricaricare un altro numero Iliad? In tal caso, collegati al sito ufficiale dell’operatore telefonico, scorri la pagina verso il basso e premi sull’opzione Ricarica visibile nella sezione I tuoi servizi.

Adesso, specifica il numero da ricaricare inserendolo nei campi Numero da ricaricare e Conferma il numero da ricaricare, indica l’importo della ricarica scegliendo uno dei tagli disponibili (5, 10, 15, 20, 25, 30 o 50 euro) nel menu a tendina Seleziona l’importo che vuoi ricaricare e fai tap sul pulsante Ricarica.

Nella nuova schermata visualizzata, inserisci i dati della tua carta PayPal nei campi Nome e cognome del titolare, Numero della carta di pagamento, Scadenza MM/AA e CVV e premi sul pulsante Ricarica il tuo numero, per acquistare la ricarica.

Infine, ti segnalo che se intendi ricaricare Iliad con PayPal da computer, la procedura è pressoché identica a quanto ti ho appena indicato per acquistare una ricarica da smartphone e tablet.

Come ricaricare Iliad con PayPal presso punti vendita

Iliad

Come ti ho accennato nelle righe precedenti di questa guida, è possibile acquistare una ricarica Iliad anche in punto vendita fisico.

In particolare, puoi ricaricare la tua SIM presso un Iliad Store, Iliad Corner, Iliad Point e nei punti vendita Sisal e Puntolis. Puoi trovare quelli disponibili nella tua zona, collegandoti al sito ufficiale di Iliad e inserendo la tua città o il relativo CAP nel campo apposito.

Dopo esserti recato di persona presso il punto vendita a te più vicino, se è disponibile il totem Iliad che permette di acquistare una SIM o ricaricare in autonomia, non devi far altro che selezionare l’opzione per acquistare una ricarica, digitare il numero da ricaricare e selezionare il taglio della ricarica (minimo 5 e massimo 50 euro). Quando richiesto, inserisci la tua carta PayPal, digitane il codice PIN e segui le indicazioni mostrate a schermo per completare il pagamento.

Se, invece, ti sei recato in un punto vendita nel quale è presente un operatore in carne e ossa, non devi far altro che richiedere una ricarica Iliad e specificare il numero da ricaricare e l’importo della ricarica. Controlla, poi, che i dati riportati sullo scontrino fornito dall’operatore siano corretti e dai conferma. Procedi, quindi, al pagamento utilizzando la tua carta PayPal e il gioco è fatto.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.