Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare Google Meet su PC

di

Mantenere una linea diretta di comunicazione con colleghi e amici, nonostante la distanza, è una delle tue priorità. Per questo motivo, ti sei attivato per cercare soluzioni tecnologiche che ti aiutino a farlo e, dopo alcune ricerche, hai appreso di un servizio tra i più utilizzati a tale scopo: Google Meet. Hai così deciso di approfondire e di cercare maggiori informazioni su come usare questo servizio da PC, finendo su questo mio tutorial.

Se le cose stanno veramente così, sono felice di dirti che ci sono qui io ad aiutarti e spiegarti come scaricare Google Meet su PC. In questa guida, infatti, ti spiegherò come installare il servizio gratuitamente su Windows e macOS e come accedervi da Web.

Se sei pronto per iniziare, non devi far altro che metterti bello comodo e concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Sono certo che, dopo aver letto i miei consigli, sarai perfettamente in grado di provvedere all’installazione e all’uso di Google Meet per le tue conversazioni e le tue riunioni a distanza. Detto ciò, non mi resta che augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Informazioni preliminari

Cosa sapere prima di installare Google Meet

Prima di spiegarti in dettaglio come scaricare Google Meet su PC, credo sia il caso di chiarire cos’è esattamente questo servizio e perché viene utilizzato da molti utenti come strumento di lavoro, utile per la collaborazione e per organizzare e gestire riunioni a distanza.

Google Meet, precedentemente conosciuto come Google Hangouts Meet (o più semplicemente Google Hangouts), è un software per la comunicazione facente parte di G Suite, l’insieme di strumenti per il lavoro da ufficio basati sulla tecnologia cloud di Google. Grazie a Google Meet, si possono effettuare chiamate VoIP e scambiare messaggi (via Internet o SMS).

È possibile utilizzare Google Meet gratuitamente come utenti privati, tramite un comune account Google. Per fini aziendali o educativi e no profit è invece necessario creare un account Google Suite: a tal proposito, ti rimando alla mia guida per la creazione di un account gratuito di prova e dove ti spiego anche le differenti opzioni di sottoscrizione disponibili. Inoltre, ti segnalo che come riportato nel blog ufficiale di Google, le funzioni premium di Google Meet rimarranno gratuite fino al 30 settembre 2020 per gli utenti G Suite.

Google Meet è disponibile in differenti forme e su diverse piattaforme. Una delle versioni più utilizzate è quella Web, ora integrata nella schermata principale del servizio di posta elettronica Gmail.

Esiste poi un’estensione ufficiale del servizio installabile in Google Chrome (in questo caso, però, mantiene il nome di Google Hangouts, mentre in ambito mobile il servizio è disponibile come app per dispositivi Android e iOS/iPadOS.

Differenti modalità d'uso di Google Meet

È possibile scambiare messaggi istantanei (o chiamare) gli altri utenti che usano lo stesso servizio e con coloro che fanno parte della propria agenda di contatti sincronizzati con l’account Google indipendentemente dalla piattaforma utilizzata. È possibile, dunque, che partecipino alla stessa riunione utenti collegati dall’app e altri da Web, senza incorrere in problemi di compatibilità.

Passando ai requisiti minimi per l’utilizzo di Google Meet, oltre ovviamente a una stabile connessione Internet e all’account Google, il servizio richiede un browser Web moderno: preferibilmente Google Chrome, ma sono supportati anche Mozilla Firefox, Microsoft Edge e Safari. Un supporto parziale è garantito su Internet Explorer 11.

A livello hardware, invece, per fare videochiamate e chiamate sono indispensabili dispositivi come webcam, cuffie e microfono. È possibile anche optare per l’uso della fotocamera, microfono e altoparlante integrato negli smartphone, tablet e PC portatili, ma se sei in cerca di dispositivi più avanzati e dedicati a queste funzioni, sarebbe meglio acquistarli separatamente. A tal proposito, ti consiglio di consultare le mie guide all’acquisto su cuffie e webcam.

Ti segnalo, infine, che il supporto ai video in HD richiede un processore Intel da minimo 2,2 GHz di seconda generazione (i3/i5/i7) o un processore AMD di potenza equivalente (o superiore).

Devi anche sapere che esistono dei limiti sul numero di partecipanti in contemporanea alla stessa riunione e sulla sua durata. Per gli utenti privati, questi limiti sono di 100 partecipanti e fino a 60 minuti di conversazione. Gli utenti G Suite Business o Educational possono creare riunioni con un massimo di 250 partecipanti interni e fino a 100.000 spettatori esterni. La durata sale invece a un massimo di 300 ore, mentre ci sono ulteriori impostazioni concernenti le misure di sicurezza e di gestione dei gruppi e la funzione di registrazione delle riunioni.

Come scaricare Google Meet su PC gratis

Fatta chiarezza sul funzionamento e sui requisiti minimi per utilizzare Google Meet su tutte le piattaforme supportate, è giunto il momento di entrare in azione e imparare come scaricarlo su PC.

Come scaricare Google Meet su PC Windows

Installare Google Hangouts su PC Windows

Se desideri utilizzare Google Meet tramite l’installazione del software, invece di usarlo come servizio Web, il metodo più pratico e veloce (almeno nel momento in cui scrivo) è quello di installarlo come estensione nel tuo browser.

Trattandosi di un prodotto Google, la migliore combinazione che mi sento di consigliarti è quella di installare Google Meet come estensione di Google Chrome. Il requisito fondamentale è quindi di installare questo browser, disponibile gratis e in italiano per tutti i sistemi operativi più diffusi: puoi installarlo seguendo quanto ti ho spiegato qui.

A Chrome installato, collegati alla pagina di download dell’estensione Google Hangouts e clicca sui pulsanti Aggiungi e Aggiungi estensione, per installarla. Se l’installazione dell’estensione è andata a buon fine, viene quasi immediatamente mostrata la schermata di accesso, o se sei già collegato al tuo account Google, Hangouts viene aperto direttamente.

Nel caso vedessi la schermata con il pulsante blu al centro Accedi, clicca su di esso per aprire la pagina di accesso al profilo personale Google. Se disponi di un account, scrivi semplicemente il tuo indirizzo email o il numero di telefono nella barra apposita e clicca su Avanti per inserire anche la password abbinata all’account.

Aggiungere l'estensione Google Hangouts a Chrome

Se non disponessi ancora di un account, fai pure clic sull’opzione blu Crea un account e segui le istruzioni su schermo. In caso di difficoltà, puoi sempre riferirti al mio articolo per registrarsi a Google.

Creato l’account o effettuato l’accesso, l’installazione di Google Hangouts è compiuta e sei finalmente pronto per unirti o creare riunioni e conferenze, o magari semplici conversazioni con amici e parenti. Utilizza, dunque, l’estensione cliccando sul pulsante verde INIZIA.

La schermata principale ti mostra come creare una Nuova conversazione cliccando sull’apposito pulsante. Puoi anche navigare tra le ultime conversazioni avute, cliccando sulle voci che compaiono più sotto.

Per avviare una nuova conversazione, clicca sul pulsante dedicato presente nel menu a destra e seleziona il contatto di tuo interesse. In alternativa, usa la barra di ricerca inserendo nome, email o numero di telefono del contatto con cui desideri conversare. Nel caso volessi iniziare una conversazione di gruppo, clicca sull’opzione Nuovo gruppo e inserisci i contatti dei partecipanti.

Quando apri una conversazione con un contatto, puoi scrivere un messaggio e inviarlo premendo il pulsante Invia, oppure inserire emoji o immagini con gli appositi pulsanti collocati in basso.

Per avviare una videochiamata, invece, clicca sull’icona raffigurante una telecamera posta in alto. Per chiudere la chiamata/videochiamata premi sul tasto raffigurante una cornetta, in basso. Se necessario, concedi i permessi relativi all’uso della webcam e del microfono.

Iniziare una conversazione su Google Hangouts

Per personalizzare le tue preferenze su microfono, videocamera e altoparlanti/cuffie, fai clic sull’icona con l’ingranaggio posta in alto. Entrando in questo menu e poi cliccando sulla scheda LARGHEZZA DI BANDA puoi impostare la qualità del video in entrata e in uscita. Quando hai finito, clicca sul pulsante FINE.

I restanti pulsanti della schermata di chiamata sono i tre puntini in verticale in alto (menu generale che racchiude tutte le altre funzioni su schermo) e i tasti chat, per aprire la chat testuale, e Invita persone, per invitare altri partecipanti alla conversazione in corso.

Per accedere alle opzioni generali dell’estensione, ti basta fare clic sul tuo nome utente in alto, preceduto dal simbolo ☰, e da qui regolare le tue preferenze sullo Stato, Notifiche e Impostazioni app Hangouts come l’avvio all’apertura di Chrome, le notifiche desktop, gestione inviti e persone.

Ti avviso che è possibile aprire l’estensione Goolge Hangouts in qualsiasi momento: per effettuare l’accesso, ti basta fare clic sull’icona verde in alto che raffigura il logo Hangouts.

Se le videochiamate di Hangouts non ti soddisfano o se per qualunque ragione volessi rimuoverla da Chrome, la procedura da seguire è quella di cliccare con il tasto destro del mouse sull’icona dell’estensione posta in alto a destra e da qui scegliere la voce Rimuovi da Chrome. Dopo una breve attesa, Google Hangouts verrà disinstallato dal browser.

Se lo vorrai, potrai poi continuare a usare Meets via Web, seguendo le indicazioni che ti darò più avanti in questo tutorial.

Come scaricare Google Meet su Mac

Installazione e uso di Google Hangouts su Mac

Se il tuo sistema operativo di riferimento è macOS e desideri installare Google Meet, anche in questo caso la soluzione più comoda ed efficace è quella di installare l’estensione per browser.

Anche in tal caso, ti consiglio di usare Chrome e, dunque, di seguire le indicazioni che ti ho già dato nel capitolo precedente. In alternativa, puoi affidarti alla versione online di Meet, di cui ti parlerò in un capitolo dedicato di questa guida.

Come usare Google Meet Online

Accedere alla versione online di Google Meet

Tra i diversi modi per avvantaggiarsi delle funzionalità di Google Meet/Google Hangouts, quella di usare la versione online del servizio è sicuramente la più immediata e pratica.

Il vantaggio principale di questa versione è che non bisogna installare alcun software sul computer e quindi di non doversi preoccupare di aggiornare il programma. Inoltre, disponendo di un account Google o G Suite e di un valido browser per la navigazione, la compatibilità è assicurata con la stragrande maggioranza dei dispositivi.

Per accedere alla versione online di Meet, per prima cosa collegati al sito di Google Meet, clicca su Avvia una nuova riunione e inserisci indirizzo email e password. Nella schermata successiva, clicca sul pulsante verde Chiedi di partecipare oppure sul tasto bianco Presenta, se vuoi essere tu a presentare ai partecipanti.

Se invece devi unirti a una riunione già esistente e di cui hai il codice, inseriscilo nella barra bianca subito sotto il tasto Partecipa, il box riporta la scritta Utilizza un codice riunione. Una volta fatto ciò, clicca sulla voce Partecipa per attendere il collegamento alla pagina con i partecipanti.

È possibile prendere parte a una riunione già esistente anche tramite link di invito, solitamente fornito da chi ha creato il meeting. In questo caso, basta cliccare sul link per collegarsi alla stanza di Meet che contiene la conversazione.

Accedere ad una conversazione su Google Meet

A questo punto, hai tutto pronto per fare riunioni virtuali a distanza o dialogare con un conoscente tramite Web. Oltre ai suggerimenti d’utilizzo che ti ho dato nel capitolo precedente, puoi fare affidamento alla mia guida su come funziona Google Meet per scoprirne i dettagli in merito alle sue funzioni (su PC e su smartphone e tablet). Ricordati di concedere al servizio il permesso di usare webcam e microfono, altrimenti non potrai usufruirne.

Dato che Google Meet è ufficialmente integrato anche in Gmail, ti voglio spiegare brevemente come accedervi da questo servizio. Il primo passaggio è collegarsi alla propria casella di posta elettronica personale da browser e cliccare sulla voce Google Meet nel menu a sinistra. Puoi identificare il servizio dalla sua icona con un fumetto e una telecamera al centro.

Procedi ora esattamente come ti ho spiegato per la versione Web, quindi clicca una delle due voci Avvia una nuova riunione e Partecipa a una riunione (sempre tramite apposito codice). Una volta espressa la tua preferenza, sarai subito reindirizzato nella pagina della conversazione. Più facile di così?!

Come scaricare Google Meet Grid View

Come abilitare Google Grid View su Meet

Google Meet Grid View è un’estensione per Chrome che consente di vedere tutti i partecipanti alla conversazione in Google Meet in un’unica schermata a griglia. È particolarmente utile se, ad esempio, sei un insegnante e vuoi poter guardare la tua classe durante la lezione.

Ti spiego subito come procedere per abilitare questa modalità di conversazione, disponibile solo nella versione online di Google Meet. Per iniziare, collegati a questo indirizzo tramite Google Chrome e assicurati di aver fatto l’accesso al tuo account Google, quindi clicca sul pulsante blu sulla destra Aggiungi e conferma cliccando sul pulsante Aggiungi estensione dal pop-up che si apre automaticamente.

Ora puoi iniziare a sfruttare l’estensione semplicemente usando Google Meet da Web e avviando una nuova conversazione. Con l’avvio della conversazione, l’estensione abilita automaticamente il suo menu nell’angolo in alto a destra del browser, per consentirti di impostare le tue preferenze.

Spostandoti con il cursore sopra l’icona con le griglie sbarrate, puoi infatti spuntare le opzioni Mostra solo partecipanti con video, Illumina chi ha la parola e Includi te stesso nella griglia. Una volta cliccata l’icona, tutti i partecipanti verranno disposti sulla griglia e potrai così seguirne gli interventi in modo più ordinato.

Giusto per completezza ti segnalo anche che le icone accanto a quella della griglia, per intenderci quella con le sagome di persone e con il fumetto, servono rispettivamente a vedere la lista partecipanti e aprire la chat scritta. Comodo, vero?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.