Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come trasferire video da telefono a PC

di

Con il passare del tempo, hai accumulato decine e decine di video nella memoria del tuo smartphone, tant’è che, da qualche giorno, un inquietante messaggio di notifica ti avvisa del fatto che lo spazio a tua disposizione sta per esaurirsi. Consapevole di dover necessariamente far fronte alla cosa ma tutt’altro che disposto a cancellare definitivamente i filmati a cui sei affezionato, stai cercando un metodo semplice e rapido per poterli trasferire sul computer, ed è per questo motivo che, dopo una breve ricerca, sei capitato sul mio sito Web.

Se le cose stanno in questo modo, sappi che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto! Nel corso di questa guida, infatti, ti spiegherò per filo e per segno come trasferire video da telefono a PC in modo semplice e veloce. Poiché i filmati sono generalmente di dimensioni elevate, mi concentrerò sulla connessione diretta tra i dispositivi, via cavo USB, poiché è il metodo che attualmente garantisce la velocità di trasferimento maggiore.

Dunque, senza attendere oltre, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, al termine della lettura di questa guida, avrai le idee ben chiare sul da farsi e sarai in grado di scegliere il sistema di copia più adatto al tuo caso. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Come trasferire video da telefono Android a PC

Android

Se il tuo smartphone è dotato di sistema operativo Android, questa è la sezione del tutorial che fa al caso tuo: di seguito ti spiego come trasferire i filmati presenti in memoria sia su computer dotati di Windows che sui Mac.

Prima di procedere, assicurati che sul computer siano presenti porte USB “standard” (USB-A), da poter usare per sfruttare il cavo USB ricevuto in dotazione con lo smartphone; qualora fossero presenti sole porte USB-C (il cui connettore può essere inserito in entrambi i versi), devi dotarti di un adattatore o un hub USB-C/USB-A, che puoi acquistare per pochi euro, anche online.

Amazon Basics - Adattatore da USB Type-C a femmina USB 3.1 Gen 1, colo...
Vedi offerta su Amazon

Windows

Come trasferire video da telefono a PC

Trasferire uno o più video dal telefono Android al computer Windows è oltremodo semplice, e la procedura è più o meno la stessa per tutti i device.

A meno di piccoli dettagli relativi ai menu visualizzati sullo smartphone, le indicazioni che mi appresto a fornirti dovrebbero valere più o meno per tutte le versioni del sistema operativo di Google. Dunque, se stai cercando una guida su come trasferire video da Huawei a PC, da Samsung a PC o da dispositivi di altri produttori, puoi tranquillamente attenerti alle indicazioni presenti in questo capitolo.

Detto ciò, bando alle ciance e passiamo all’azione: per prima cosa, collega il dispositivo al computer tramite USB e impostalo in modalità trasferimento di File. Per riuscirci, dopo aver connesso tra loro i due dispositivi, richiama l’area di notifica di Android, fai tap sul “fumetto” relativo alle opzioni USB e apponi il segno di spunta accanto alla voce Trasferimento di file (MTP), visibile nella schermata (oppure nel pannello in sovrimpressione) che compare subito dopo.

Ultimata questa operazione, non ti resta che aprire l’Esplora File di Windows e cliccare sul nome dello smartphone precedentemente connesso, visibile nella barra laterale di sinistra; se non lo vedi, seleziona prima la voce Questo PC e poi fai doppio clic sull’icona del dispositivo, che dovrebbe comparire su schermo.

Adesso non ti resta che raggiungere la cartella in cui è archiviato il filmato di tuo interesse e copiarlo sul computer, esattamente come se stessi agendo su una chiavetta USB “classica”; per tua informazione, i filmati catturati tramite la fotocamera si trovano nella cartella DCIM\Camera, DCIM\100Andro o simili: il nome preciso della stessa potrebbe variare in base alla versione di Android presente sul tuo dispositivo.

In alternativa, puoi sfruttare la funzionalità di importazione automatica di Windows: per riuscirci, dopo aver connesso il telefono al PC tramite cavo USB, richiama l’area di notifica di Android, sfiora la voce relativa alle Opzioni USB e imposta il telefono in modalità Trasferimento di foto (PTP), servendoti del pannello che compare successivamente.

Fatto ciò, apri l’Esplora File di Windows, clicca sulla dicitura Questo PC residente nella barra laterale di sinistra, fai clic destro sull’icona del telefono appena collegato e scegli la voce la voce Importa immagini e video, dal menu contestuale proposto.

A seguito di questa operazione, Windows dovrebbe avviare l’analisi della memoria dello smartphone e individuare gli elementi multimediali presenti. Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti ora visualizzare la finestra relativa all’importazione delle foto e dei video: se preferisci modificare il percorso di salvataggio predefinito (la cartella Immagini di Windows), clicca sulla voce Altre opzioni, residente in basso a sinistra.

Ora, apponi il segno di spunta nella casella corrispondente alla voce Rivedi, organizza e raggruppa gli elementi da importare, fai clic sul pulsante Avanti e utilizza la finestra successiva per scegliere i filmati da importare sul computer, oppure per suddividerli in gruppi.

Se necessario, clicca sulla voce Espandi tutto, per vedere l’anteprima di ciascun elemento. Fatta la tua scelta, clicca sul pulsante Importa e attendi pazientemente che i file scelti vengano copiati nella cartella Immagini, oppure in quella che hai scelto in fase di configurazione. Maggiori info qui.

In alternativa al collegamento via USB, se sul tuo smartphone hai attivato il backup di foto e video tramite un servizio cloud, ad esempio Google Foto o Amazon Photos, puoi accedere al relativo pannello Web o installare il relativo client sul tuo PC e scaricare i filmati da Internet, senza stabilire una connessione fisica tra i due dispositivi. Per istruzioni più dettagliate su Google Foto, puoi seguire il mio tutorial dedicato all’argomento.

Ancora, se il tuo computer supporta il Bluetooth, puoi trasferire file (compresi i video) dallo smartphone al computer tramite questa tecnologia wireless: ti ho spiegato come in questo mio tutorial.

macOS

Come trasferire video da telefono Android a PC

Se il tuo è un Mac, puoi accedere con facilità al contenuto della memoria di Android servendoti di Android File Transfer: uno strumento gratuito ufficiale che consente a macOS di riconoscere correttamente i dispositivi animati dal sistema operativo di Google e di visualizzare (e copiare) i file contenuti in questi ultimi.

Per ottenerlo, collegati a questo sito Web, clicca sul pulsante Download Now che si trova al centro della pagina. Una volta ottenuto il file d’installazione (ad es. androidfilestransfer.dmg), aprilo e trascina l’icona di Android File Transfer nella cartella Applicazioni di macOS, per installare il programma. Successivamente, apri quest’ultimo per la prima volta e aspetta che si richiuda, per configurarlo correttamente.

A partire da questo momento, ogni volta che connetterai un device Android al Mac, si aprirà Android File Transfer: se necessario, dopo aver connesso i due dispositivi tramite USB, imposta lo smartphone in modalità trasferimento di file (o PTP), richiamando l’area di notifica di Android e facendo tap sul “fumetto” relativo alle opzioni USB.

A riconoscimento avvenuto, per accedere ai video acquisiti tramite la fotocamera, recati nella cartella DCIM\Camera (i filmati sono generalmente salvati in formato .MP4); per copiare un file da Android al Mac, non devi fare altro che trascinarlo dalla finestra di Android File Transfer alla cartella che più preferisci (ad es. la Scrivania).

In alternativa, se ti interessa importare i video all’interno dell’applicazione Foto (sincronizzandoli, eventualmente, anche con la libreria iCloud), fai così: dopo aver avviato quest’ultima applicazione e aver connesso lo smartphone tramite USB, imposta quest’ultimo in modalità trasferimento di foto (PTP) così come ti ho indicato poco fa.

In seguito, ritorna alla finestra di Foto, quindi seleziona l’icona dello smartphone Android e seleziona con un clic i filmati da salvare in memoria; infine, clicca sul pulsante Importa [X] elementi per importare i video scelti nell’archivio di Foto. Maggiori info qui.

Anche su Mac, puoi trasferire i video dallo smartphone al computer in modalità wireless tramite un servizio di backup sul cloud, ad esempio Google Foto o Amazon Photos, oppure sfruttando la tecnologia Bluetooth.

Come trasferire video da iPhone a PC

iPhone

Anche quella di trasferire video da iPhone a PC è un’impresa tutt’altro che complessa: è sufficiente avere a disposizione, oltre al computer, il cavo Lightning/USB ricevuto in dotazione con il “melafonino”.

Qualora il video di tuo interesse fosse archiviato in qualche app che non prevede accesso alla galleria fotografica, ricordati di salvarlo nella memoria del dispositivo, prima di procedere: per riuscirci, seleziona il filmato in questione, tocca il simbolo della condivisione che compare sullo schermo (il quadrato con la freccia verso l’alto) e scegli la voce Salva video dal pannello che ti viene mostrato in basso. Ricorda che, durante l’analisi della memoria e l’importazione dei dati, lo schermo dell’iPhone deve rimanere sbloccato.

Inoltre, verifica che il computer disponga di USB “standard” (o USB-A), da poter usare per connettere il cavo ricevuto in dotazione con il cellulare; laddove avessi a disposizione soltanto porte USB-C (il cui connettore può essere inserito in entrambi i versi), procurati un adattatore o hub USB-C/USB-A, che puoi acquistare per pochi euro, anche online.

Amazon Basics - Adattatore da USB Type-C a femmina USB 3.1 Gen 1, colo...
Vedi offerta su Amazon

Windows

Come trasferire video da iPhone a PC

Per trasferire un filmato dall’iPhone al computer, devi innanzitutto installare iTunes: nonostante il software non sia utile in maniera “diretta”, è indispensabile scaricarlo ed effettuare l’associazione tra PC e “melafonino”, altrimenti il collegamento non verrà stabilito con successo.

Dunque, se non hai ancora provveduto a scaricare il summenzionato programma, collegati al Microsoft Store di Windows 10 seguendo questo link e clicca sui pulsanti Ottieni, Apri Microsoft Store e Ottieni, per installarlo.

Se, invece, disponi di un’edizione precedente del sistema operativo di Microsoft, puoi comunque ottenere iTunes dal sito Internet di Apple: dopo esserti collegato a quest’ultimo, clicca sul pulsante Scarica ora iTunes per Windows (XX bit) e, a download ultimato, avvia il file e premi sui bottoni Avanti, Installa, per due volte consecutive e Fine, per ultimare il setup. Maggiori info qui.

A questo punto, avvia iTunes, collega l’iPhone al computer mediante il cavo Lightning e attendi che i due dispositivi si “riconoscano”; se è la prima volta che lo fai, devi autorizzare la comunicazione tra il telefono e il computer, premendo sugli appositi pulsanti che compariranno sui rispettivi display e digitando il codice di sblocco su iPhone. Ultimato questo passaggio, puoi chiudere iTunes.

Adesso, avvia l’Esplora File di Windows, cliccando sull’icona della cartella gialla che risiede nella barra delle applicazioni, fai clic sulla voce Questo PC visibile nella barra laterale della finestra che va ad aprirsi e individua l’icona di Apple iPhone, che dovrebbe essere comparsa al suo interno.

Come trasferire video da iPhone a PC

A questo punto, fai clic destro sulla summenzionata icona, seleziona la voce Importa immagini e video dal menu che compare e attendi che Windows analizzi la memoria di iPhone, alla ricerca di elementi multimediali.

Ultimata l’analisi, dovrebbe aprirsi la schermata di importazione degli elementi: per impostazione predefinita, Windows salva le foto e i video importati all’interno della cartella Immagini, ma puoi cambiare questo comportamento cliccando sulla voce Altre opzioni, residente in basso a sinistra.

Applicate, se necessario, le giuste impostazioni, apponi il segno di spunta accanto alla voce Rivedi, organizza e raggruppa gli elementi da importare, clicca sul pulsante Avanti e serviti della schermata successiva per selezionare i video da copiare sul computer (è sufficiente apporre il segno di spunta accanto alle rispettive anteprime) e/o per suddividerli in gruppi. Se necessario, clicca sulla voce Espandi tutto, per visualizzare l’anteprima di ciascun elemento.

Fatta la tua scelta, clicca sul pulsante Importa e attendi pazientemente che i file scelti vengano copiati sul disco del computer. Tutto qui!

In alternativa, puoi ottenere un risultato simile aprendo l’Esplora File di Windows e recandoti nel percorso Questo PC > iPhone > Internal Storage > DCIM > 100 Apple e copiando “a mano” i filmati di tuo interesse o usando l’applicazione Foto di Windows 10.

Preferisci agire in modalità wireless? In questo caso, se sul tuo iPhone è attivato il servizio Foto di iCloud, puoi scaricare foto dal pannello Web o dal client di iCloud (quindi da Internet) seguendo le indicazioni che trovi nel mio tutorial sull’argomento.

macOS

Come trasferire video da telefono a PC

Se il tuo è un Mac, il trasferimento è ancora più semplice, poiché tutto l’occorrente è già presente “di serie” sul computer. Dunque, per prima cosa, collega tra loro i due dispositivi mediante il cavo Lightning, sblocca l’iPhone e, se necessario, autorizza la comunicazione rispondendo in maniera affermativa all’avviso che compare su schermo e digitando il codice di sblocco sullo smartphone.

Fatto ciò, apri l’applicazione Foto di macOS (se non si avvia da sola), mediante l’icona del fiore colorato situata nel Dock, clicca sulla voce iPhone residente nella barra laterale di sinistra e, dopo aver selezionato i filmati di tuo interesse con un clic, premi sul pulsante Importa [X] elementi per copiare gli elementi nell’archivio di Foto.

Se preferisci un approccio “senza fili”, pur senza avvalerti di programmi o app di terze parti, puoi altresì usare AirDrop, il servizio di condivisione progettato da Apple per condividere file (ma non solo) tra iPhone, iPad e Mac.

Per servirtene, attiva la ricezione dei file su Mac, recandoti nel menu Vai > AirDrop presente nella barra dei menu del Mac: quando compare la finestra del Finder, se necessario, attiva il Bluetooth e il Wi-Fi servendoti degli appositi pulsanti e intervieni sul menu Consenti di trovarmi a per decidere se ricevere file da tutti o dai soli contatti conosciuti. Se sul Mac e su iPhone è in uso lo stesso ID Apple, è sufficiente selezionare quest’ultima opzione.

Adesso, individua il filmato da condividere sull’iPhone, selezionalo, sfiora il simbolo della condivisione (il quadrato con la freccia verso l’alto) e seleziona il nome del Mac dalla sezione AriDrop, per inviare immediatamente il file al computer (maggiori info qui).

Ti faccio presente che, se l’iPhone e il Mac sono abbinati allo stesso ID Apple, puoi servirti della Libreria foto di iCloud per tenere automaticamente sincronizzati i video (e le foto) archiviate nei vari dispositivi, senza dover intervenire manualmente. Per approfondimenti, da’ pure un’occhiata alla mia guida su come funziona iCloud Foto.

Come trasferire video da WhatsApp a PC

Come trasferire video da WhatsApp a PC

Come dici? La memoria del tuo telefono è intasata per via dei numerosi video di WhatsApp che sei solito ricevere, ma non vuoi eliminarli e preferiresti conservarli nella memoria del computer?

In questo caso, hai diverse strade da poter seguire: puoi impiegare uno dei metodi che ti ho indicato nel corso di questa guida, oppure usare metodi “alternativi” quali WhatsApp Web oppure Google Foto o iCloud. Per saperne di più, ti rimando alla lettura della mia guida su come trasferire le foto da WhatsApp al PC, valida anche per i video.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.