Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come trovare DNS

di

Se questa non è la prima volta che leggi una mia guida, forse già sai cosa sono i server DNS e a che servono. Ad ogni modo, possiamo riassumere brevemente la questione dicendo che sono quella “cosa” che si interpone tra noi e i siti che vogliamo visitare, fungendo da interpreti: sono quelli che, in parole povere, ci permettono di visitare un sito Web digitando nella barra degli indirizzi del browser un indirizzo facile da ricordare (es. google.com) anziché un lunghissimo e complicatissimo indirizzo IP composto da tante cifre (es. 74.125.224.72), che poi sarebbero le reali coordinate del sito.

Per semplificare ancora di più la questione, pensali come una sorta di elenco telefonico che ci permette di trovare una persona (un sito) partendo dal suo nome (indirizzo facile da ricordare) anziché dal suo numero di telefono (indirizzo IP). Va da sé che utilizzare “elenchi” veloci da consultare, cioè server DNS rapidi, significa ridurre i tempi di accesso ai siti Internet.

Ma come trovare DNS identificando quelli attualmente in uso e, magari, sostituirli con altri più veloci e perfino in grado di oltrepassare eventuali censure nazionali e accedere a quei siti che solitamente sono bloccati in Italia? Proviamo a scoprirlo insieme.

Indice

Come trovare DNS primario e secondario

Se ti stai chiedendo come trovare DNS in uso su router, computer, smartphone e tablet, le indicazioni che devi seguire sono quelle riportate qui sotto. Non dovrai fare nulla di particolarmente complicato, hai la mia parola.

Trovare DNS del router

Come trovare DNS

Se vuoi trovare i DNS impostati sul router che utilizzi per connetterti a Internet, ti informo che puoi ottenere i dati in questione collegandoti al pannello di amministrazione del dispositivo.

Per riuscirci, apri il browser che in genere usi per navigare in Rete dal tuo computer (es. Chrome) e collegati a uno dei seguenti indirizzi IP (che sono quelli predefiniti per la maggior parte degli apparecchi): 192.168.0.1 oppure 192.168.1.1. Se nessuna di queste coordinate risulta essere corretta, leggi il mio tutorial su come trovare l’indirizzo IP del router, per provare a rimediare.

A questo punto, se richiesto, digita nome utente e password per accedere alle impostazioni del dispositivo. Se non le hai cambiate, le combinazioni da usare dovrebbero essere admin/admin oppure admin/password, comunque trovi maggiori informazioni al riguardo nella mia guida su come scoprire la password del modem.

Ad accesso avvenuto, recati dunque nella sezione del pannello di amministrazione del router relativa allo stato della connessione e cerca le voci DNS 1 oppure DNS primario e DNS 2 oppure DNS secondario: quelli sono gli indirizzi dei server DNS utilizzati attualmente dalla tua connessione Internet.

Dalla medesima sezione del pannello di amministrazione del router puoi anche modificare i DNS in uso. Per riuscirci, assicurati che risulti selezionata l’opzione per usare dei server DNS personalizzati, dopodiché compila i campi adiacenti impostando il DNS primario e quello secondario. Per confermare le modifiche, ricordati di fare clic sul pulsante Applica o Salva, solitamente posto in basso.

Purtroppo non posso essere troppo specifico nelle mie spiegazioni, in quanto ogni modello di router ha un pannello di amministrazione strutturato in maniera differente. Se ritieni di aver bisogno di ulteriore aiuto, però, puoi consultare le mie guide tematiche per marca e provider che trovi nell’elenco qui di seguito.

Ad ogni modo, tieni presente che se decidi di intervenire direttamente sul router, non dovrai modificare i server DNS anche sugli altri dispositivi connessi alla tua rete, a patto che su ciascuno di essi non siano state modificate le impostazioni predefinite e, dunque, a patto che non vengano impostati dei DNS personalizzati sui singoli dispositivi (come ti spiegherò anche tra poco).

Trovare DNS di Windows

Come trovare DNS

Ti stai chiedendo come trovare i DNS su un PC Windows? Ti accontento subito. Ti anticipo però che la procedura da seguire differisce leggermente a seconda della versione del sistema operativo impiegata.

Se stai usando Windows 10, clicca sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) che si trova nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, seleziona l’icona delle Impostazioni (quella con la ruota d’ingranaggio) situata a sinistra nel menu visualizzato, fai clic sulla voce Rete e Internet nella finestra che si è aperta sul desktop e assicurati che risulti selezionata la dicitura Stato nel menu laterale.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, clicca sul collegamento Visualizza le proprietà della rete presente a destra e troverai riportati i server DNS in uso accanto alla voce Server DNS, nell’ulteriore finestra che ti viene mostrata (se non li hai modificati, saranno uguali all’indirizzo IP del router).

Se stai usando una versione di Windows più datata o comunque in alternativa a come ti ho già indicato, per visualizzare i DNS in uso sul PC, fai clic sul pulsante Start, cerca il Pannello di controllo nel menu che si apre e seleziona il risultato di ricerca più pertinente.

Nella finestra che a questo punto compare, seleziona la voce Rete e Internet e/0 Centro connessioni di rete e condivisione (a seconda del tipo di visualizzazione impostata). Successivamente, clicca sul nome della connessione in uso (es Connessione alla rete locale (LAN) o Ethernet) nella finestra che si è aperta e premi il bottone Dettagli. Troverai quindi indicati i server DNS impiegati nell’ulteriore schermata che ti verrà mostrata, in corrispondenza della dicitura Server DNS IPv4.

Se oltre che visualizzare i DNS in uso desideri modificarli, puoi riuscirci procedendo nel seguente modo (a prescindere dalla versione del sistema operativo utilizzata): recati nella sezione Centro connessioni di rete e condivisone del Pannello di controllo di Windows così come ti ho spiegato poc’anzi, fai clic sul nome della connessione usata e, nella finestra che compare sullo schermo, premi sul pulsante Proprietà.

A questo punto, fai doppio clic sulla voce Protocollo Internet versione 4 TCP/IPv4 presente nell’elenco La connessione utilizza gli elementi seguenti, seleziona l’opzione Utilizza i seguenti indirizzi server DNS e digita gli indirizzi dei DNS che desideri utilizzare nei campi Server DNS preferito e Server DNS alternativo. Infine, clicca sul pulsante OK e le modifiche avranno effetto immediato.

In caso di ripensamenti, potrai impostare nuovamente i server DNS predefiniti selezionando l’opzione Ottieni indirizzo server DNS automaticamente nella schermata di cui sopra e premendo poi sul pulsante OK, per salvare i cambiamenti.

Trovare DNS di macOS

DNS macOS

E su Mac? Come si fa per trovare i DNS? Te lo spiego subito, è un vero e proprio gioco da ragazzi e, inoltre, la procedura da attuare è identica per tutte le versioni di macOS.

Per riuscire nel tuo intento, il primo passo che devi compiere è quello di fare clic sull’icona di Preferenze di Sistema (quella con la ruota d’ingranaggio) presente sulla barra Dock e selezionare la voce Rete/Network dalla finestra che si apre.

A questo punto, scegli il tipo di connessione in uso (es. Wi-Fi), dalla barra laterale di sinistra, clicca sul bottone Avanzate che si trova in basso a destra e seleziona la scheda DNS. Troverai poi riportati i server DNS impiegati sul tuo Mac in corrispondenza della sezione Server DNS sita a sinistra (se non li hai modificati, saranno uguali all’indirizzo IP del router).

Se vuoi, puoi valutare di modificare i DNS impostati attualmente, agendo sempre dalla medesima sezione delle Preferenze di Sistema. Per riuscirci, evidenzia i server DNS attualmente in uso, nella sezione Server DNS della scheda DNS, e rimuovili, premendo sul pulsante (-) collocato in basso a sinistra.

In seguito, aggiungi i nuovi DNS che vuoi usare, facendo clic sul pulsante (+) che si trova in basso a sinistra e digitando l’indirizzo del server primario nel campo che viene aggiunto in corrispondenza della sezione Server DNS. Ripeti quindi la stessa procedura per inserire l’indirizzo del server DNS secondario da utilizzare e clicca sul pulsante OK posto in basso, per salvare i cambiamenti.

Qualora dovessi ripensarci, potrai impostare nuovamente i DNS predefiniti cancellando quelli da te inseriti nella sezione Server DNS della schermata di cui sopra, usando il tasto [-].

Trovare DNS di Android

DNS Android

Se possiedi uno smartphone o un tablet Android, puoi trovare i DNS usati sul dispositivo andando ad agire sulle relative impostazioni. Non è complicato, non temere.

Per riuscire nel tuo intento, provvedi in primo luogo ad prendere il tuo dispositivo, a sbloccarlo, ad accedere alla schermata home o al drawer e a fare tap sull’icona delle Impostazioni (quella con la ruota d’ingranaggio).

Nella schermata che in seguito ti viene mostrata, seleziona la voce Connessioni, fai tap sulla voce Wi-Fi, individua il nome della connessione in uso dall’elenco che compare, premici sopra con il dito e continua a tenere premuto su di esso per qualche secondo, dopodiché scegli, dal menu che si apre, l’opzione Gestisci impostazioni di rete.

Nel riquadro che ora vedi comparire sullo schermo, seleziona l’opzione Mostra opzioni avanzate, scegli la dicitura Statico dal menu Impostazioni IP e troverai i DNS impostati per la connessione corrente in corrispondenza dei campi DNS 1 e DNS 2.

Se lo ritieni necessario, puoi modificare i DNS attualmente in essere, agendo sempre dalla schermata di cui sopra delle Impostazioni di Android relativa alla connessione, cancellando quanto riportato in corrispondenza dei campi DNS 1 e DNS 2, digitando quelli che intendi utilizzare e facendo tap sulla voce Salva, in modo tale da applicare le modifiche.

Tieni presente che la procedura per cambiare i DNS su Android che ti ho appena indicato risulta valida solo ed esclusivamente nel caso delle connessioni effettuate tramite rete wireless. Se usi una connessione dati devi necessariamente ricorrere all’uso di apposite applicazioni, come IP Tools: WiFi Scanner, che permette di visualizzare tutte le informazioni relative alla connessione attualmente in essere, e di 1.1.1.1 di Cloudflare, la quale installa un profilo per veicolare tutte le richieste di “traduzione” degli indirizzi da visitare verso i server DNS di Cloudflare.

Nota: le indicazioni relative alle voci da selezionare nelle impostazioni di Android che ti ho fornito poc’anzi potrebbero differire leggermente rispetto a quanto da te visualizzalo su schermo, a seconda della marca e del modello di smartphone o tablet usato, oltre che della versione di Android installata.

Trovare DNS di iOS/iPadOS

DNS iOS

Anche se possiedi un dispositivo iOS/iPadOS, quindi un iPhone oppure un iPad, puoi trovare i DNS usati. Come si fa? Te lo spiego subito.

In primo luogo, prendi il tuo dispositivo, sbloccalo, accedi alla home screen e seleziona l’icona delle Impostazioni (quella con la ruota d’ingranaggio). Nella schermata che ora ti viene mostrata, fai tap sulla voce Wi-Fi e premi sul pulsante (i) che trovi accanto al nome della connessione wireless che stai impiegando, dopodiché sfiora la dicitura Configura DNS e troverai indicati i DNS in uso in corrispondenza della sezione Server DNS.

Se vuoi, puoi anche modificare i DNS attualmente usati, sempre agendo dalla medesima schermata di cui sopra delle Impostazioni di iOS/iPadOS relativa alla configurazione del Wi-Fi. Per riuscirci, dopo aver fatto tap sulla voce Configura DNS, assicurati che risulti selezionata l’opzione Manuale dal menu in cima (altrimenti provvedi tu) e rimuovi i DNS già impostati nella sezione Server DNS, facendo tap sul pulsante circolare rosso in loro corrispondenza e poi sul bottone Rimuovi.

In seguito, fai tap sulla dicitura Aggiungi server, digita l’indirizzo del server primario nel campo che vedi comparire e ripeti i medesimi passaggi anche per il server secondario. A modifiche ultimate, fai tap sulla voce Salva che si trova in alto a destra e il gioco è fatto.

Qualora dovessi ripensarci, potrai impostare nuovamente i DNS predefiniti, cancellando quelli da te impostati nella schermata Configura DNS, procedendo come ti ho spiegato nelle righe precedenti.

Anche nel caso di iOS/iPadOS, la procedura che ti ho appena indicato vale solo per le reti Wi-Fi. Se vuoi visualizzare ed eventualmente modificare anche i DNS usati sotto rete dati, devi rivolgerti a delle app apposite, come Network Analyzer, che fornisce tutti i dettagli del caso in merito alle connessioni usate, e 1.1.1.1 di Cloudflare, per sfruttare i server DNS di Cloudflare anche sotto rete dati.

Come trovare DNS migliore

Cavo Ethernet

Vediamo adesso come trovare i DNS migliori, ovvero come identificarne di più rapidi rispetto a quelli in attualmente in uso su router, computer e dispositivi mobili.

Tra i server DNS più veloci e affidabili ci sono quelli di Google, Cloudflare e OpenDNS, quindi se non vuoi perdere troppo tempo configura direttamente uno di questi e andrai sicuramente bene. Le “coordinate” da utilizzare sono le seguenti.

Google DNS (molto veloce e capace di bypassare i blocchi regionali italiani)

  • Server DNS primario: 8.8.8.8
  • Server DNS secondario: 8.8.4.4

Cloudflare DNS (molto veloce, capace di bypassare i blocchi regionali italiani e assicura la massima privacy)

  • Server DNS primario: 1.1.1.1
  • Server DNS secondario: 1.0.0.1

OpenDNS (forse un po’ meno veloce degli altri segnalati, capace di bypassare i blocchi regionali italiani e con in più la possibilità di impostare filtri personalizzabili per i siti da bloccare)

  • Server DNS primario: 208.67.222.222
  • Server DNS secondario: 208.67.220.220

Se invece vuoi guardarti bene intorno, puoi scoprire quali sono effettivamente i server DNS più veloci per la tua connessione Internet affidandoti a uno di questi programmi ad hoc.

  • NameBench (Windows/macOS/Linux) – applicazione gratuita e multipiattaforma che consente di trovare i server DNS più veloci per la connessione usata. Agisce andando a testare tutti i DNS più popolari e confrontandoli tra di loro e con i quelli del provider che fornisce la connessione a Internet.
  • DNS Jumper (Windows) – si tratta di un software per Windows totalmente gratuito che fa tutto in automatico: trova i server migliori per la connessione in uso e li configura sul PC, senza dover mettere personalmente mano alle impostazioni del sistema operativo. Inoltre, non richiede installazione e presenta un’interfaccia tradotta completamente in italiano.

Per ulteriori approfondimenti in merito ai software che ti ho appena segnalato e per scoprire in dettaglio come funzionano, ti rimando alla lettura della mia rassegna dedicata in maniera specifica ai programmi per DNS.

Come trovare DNS di un sito

DNS lookup WhatIsMyIP

Adesso voglio spiegarti come trovare i DNS di un sito. Si tratta di una pratica per risalire al nome dell’host connesso a Internet conoscendone l’indirizzo IP.

Per compiere quest’operazione, puoi affidarti all’uso di appositi servizi online di DNS lookup, come nel caso di quello offerto da WhatIsMyIP oppure da DNS Checker.

In tutti i casi, ti basta digitare l’URL del sito Internet di tuo interesse nel campo apposito e fare clic sul pulsante per avviare la ricerca, per conoscere il responso.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.