Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come unire foto

di

Hai scattato due o più foto che ti piacerebbe unire, in modo tale da poter creare una bella composizione e condividerla online? Se la risposta è “sì” ma purtroppo non sei esattamente un esperto in grafica sappi che sei capitato sulla guida giusta. Nelle seguenti righe, andrò infatti a spiegarti come unire foto sia sul computer che da smartphone e tablet.

Come dici? Sei preoccupato di non essere all’altezza della cosa? Ma no, non devi temere. Anche se apparentemente potrà sembrarti complicato, mettere insieme due o più immagini è in realtà una procedura abbastanza semplice da effettuare, almeno ricorrendo all’impiego delle giuste soluzioni.

Detto questo, non temere: attieniti alle mie indicazioni, utilizza i programmi, i servizi online e le app per dispositivi mobili che andrò a suggerirti di seguito e vedrai che raggiungere il tuo obiettivo sarà un vero e proprio gioco da ragazzi. Buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Programmi per unire foto

Esistono davvero tantissimi programmi e siti Web, anche gratuiti, per unire più immagini insieme da computer: di seguito te ne illustro qualcuno che ritengo particolarmente valido.

Photojoiner (online)

Programmi per unire foto

Se il tuo intento è quello di unire due o più immagini insieme, ti consiglio di prendere in considerazione l’utilizzo di un servizio online come Photojoiner: accessibile tramite qualsiasi browser, il sito Web in questione consente di mettere insieme più foto in un’unica immagine, anche seguendo modelli particolari con dimensioni predefinite. Photojoiner è un servizio completamente gratuito, che non richiede registrazione.

Ti avviso, però, che si appoggia sui server di Imgur, uno dei più famosi servizi per hostare immagini; pertanto, anche se le immagini che carichi sul sito non saranno pubblicamente accessibili a tutti, potrebbero restare sui suddetti server anche in seguito alla loro lavorazione (insomma, evita di usare il servizio se intendi lavorare con foto che contengono dati che voi mantenere privati al 100%).

Detto ciò, per servirti di Photojoiner, collegati alla sua home page, clicca sul pulsante Create Collage che risiede al centro della pagina che va ad aprirsi e utilizza la barra di sinistra per scegliere il tipo di unione che vuoi effettuare: collage a schema libero, cover di Facebook, collage verticale, collage orizzontale oppure meme.

Fatta la tua scelta, utilizza la barra che si trova subito accanto per definire, se necessario, lo schema preciso dell’immagine: per esempio, se hai scelto di realizzare un collage a template libero, dovrai indicare quante foto conterrà il file risultante e selezionare lo schema che desideri usare per unirle.

Tramite il riquadro sottostante, denominato Size Settings, puoi scegliere la dimensione e la forma del file risultante (Image Size), lo spessore e il colore del bordo di separazione tra le immagini (Border background).

Ultimate le modifiche, clicca sul pulsante Apply per vederle riprodotte sullo schema aggiornato dell’immagine; adesso, fai clic sul pulsante Add images collocato in alto a destra e importa, una per una, le foto da aggiungere. Fatto ciò, trascina ciascuna foto nello schema realizzato poco fa, direttamente nel riquadro che preferisci; se necessario, aggiusta l’inquadratura di ciascuna foto semplicemente “afferrandola” e trascinandola.

Per aggiungere parole o frasi all’immagine finale, clicca sul simbolo della T residente nella barra laterale di sinistra e serviti degli strumenti che compaiono su schermo per scegliere colore, dimensione, tipologia dei caratteri e così via.

Quando sei soddisfatto del tuo lavoro, clicca sul pulsante Save, residente nella barra degli strumenti superiore; a conversione ultimata, utilizza i bottoni che compaiono su schermo per condividere l’immagine sui social, oppure premi sul pulsante Download Photo, per scaricare il file sul computer, in formato .JPG. Tutto qui!

Altri programmi per unire foto

Altri programmi per unire foto

Qualora la soluzione che ti ho segnalato poc’anzi non fosse adatta a quelle che sono le tue precise necessità, puoi provare uno tra i seguenti software, altrettanto validi e funzionali.

  • MediaHuman Collagerator (Windows/macOS/Linux) — si tratta di un software multipiattaforma, disponibili per i più celebri sistemi operativi desktop, in grado di creare collage partendo da una serie di modelli disponibili. Include inoltre una serie di strumenti che consentono di abbellire le immagini realizzate. È gratuito.
  • Paint .NET (Windows) — è una specie di “via di mezzo” tra programmi di base come Paint di Windows, e software di manipolazione immagini avanzati quali Photoshop. Dispone di un’interfaccia estremamente intuitiva e può essere facilmente adattato alla creazione di collage di vario tipo, grazie ai tanti effetti disponibili. È gratuito.
  • Pixlr X (online) — è un sito Web, accessibile da qualsiasi browser per computer, che consente di realizzare facilmente grafiche di vario tipo, tra cui i collage di immagini. Consente di esportare i lavori effettuati in diversi formati (JPG, PNG, WebP e PXZ) e in differenti qualità. È gratuito e non necessita di registrazione.

Per saperne di più, consulta pure la mia guida dedicata ai programmi per unire foto, nella quale ti ho spiegato in dettaglio come usare queste e altre soluzioni per la creazione di collage su PC.

App per unire foto

Qualora preferissi agire da smartphone e tablet, puoi valutare l’impiego di una delle app che mi appresto a suggerirti di seguito.

Layout from Instagram (Android/iOS/iPadOS)

App per unire foto

Se vuoi sapere come unire foto su smartphone e tablet con facilità, Layout from Instagram potrebbe essere proprio la soluzione adatta a te: sebbene sia principalmente pensata per realizzare collage fotografici da pubblicare sul social network dal quale eredita il nome, può essere usata anche per creare lavori da archiviare sulla memoria del proprio dispositivo e/o condividere su altre piattaforme.

Per scaricare l’app, che è disponibile su Android (sia sul Play Store che sugli store alternativi dei device non dotati di servizi Google) e su iOS/iPadOS, raggiungi la sezione apposita dello store presente sul tuo dispositivo, fai tap sul pulsante Installa/Ottieni e, se richiesto, autenticati usando il riconoscimento facciale, l’impronta digitale oppure la password del tuo account.

Dopo aver ottenuto l’app, aprila ed effettua alcuni swipe verso sinistra, per visualizzare il tutorial di benvenuto; successivamente, tocca il pulsante Inizia e, se richiesto, autorizza l’app ad accedere alla memoria del dispositivo rispondendo in maniera affermativa agli avvisi che compaiono su schermo.

Ora, per scegliere una foto dall’archivio, tocca la voce Galleria (in basso) e indica se visualizzare tutte le foto, oppure un determinato album; per mostrare, invece, le sole immagini contenenti visi, fai tap sull’opzione volti.

Per selezionare una foto, fai tap sulla sua anteprima e ripeti la medesima operazione per tutte le immagini che intendi usare nel collage; fatta la tua scelta, scegli la composizione da usare, tra quelle proposte in alto, e utilizza gli strumenti visibili nel pannello successivo per apportare modifiche aggiuntive alle foto unite, oppure all’intera composizione.

Se, per esempio, vuoi applicare un effetto a una singola foto, fai tap sulla sua anteprima e poi sul pulsante Effetto specchio, per rifletterla orizzontalmente, oppure Capovolgi, per ruotarla di 180 gradi; per mostrare o nascondere i bordi che separano ciascuna immagine, tocca il pulsante apposito. Per spostare l’inquadratura di una foto, premi il dito sulla sua anteprima e posizionala come preferisci; allo stesso modo, premi e tieni premuto su uno dei bordi di ciascuna foto per riorganizzare gli spazi.

Quando sei soddisfatto del tuo lavoro, fai tap sul pulsante Salva e serviti dei pulsanti che ti vengono proposti per condividere la foto su Instagram oppure su Facebook; in alternativa, tocca il pulsante Altro e, avvalendoti del menu di condivisione di sistema, scegli se condividere l’immagine in un’altra app oppure se archiviarla nella memoria del dispositivo.

Altre app per unire foto

Altre app per unire foto

Se ritieni che la soluzione che ti ho indicato in precedenza non risponda completamente alle tue esigenze, puoi valutare l’impiego di una delle app alternative elencate di seguito.

  • Adobe Photoshop Mix (Android/iOS/iPadOS) — si tratta di un’applicazione che consente di unire più foto in una singola immagine e di alterare, nel dettaglio, i parametri di ciascuna foto. È gratuita, ma richiede un account Adobe per funzionare.
  • PicCollage (Android/iOS/iPadOS) — è un’app che permette di creare lavori di collage fortemente personalizzati, grazie alla gran quantità di strumenti disponibili. È gratuita.
  • Image Combiner (Android) — si tratta di un’app gratuita, creata con il preciso scopo di unire due o più foto in una singola creazione. È gratuita (con presenza di annunci pubblicitari).

Per saperne di più in merito alle migliori app per unire foto disponibili in Rete, ti rimando alla lettura del tutorial specifico che ho dedicato all’argomento.

Come unire foto con Photoshop

Dopo aver letto il mio tutorial d’approfondimento, ti sei appassionato a Photoshop e, adesso, vorresti sapere come unire più foto in una mediante il celebre software di fotoritocco prodotto da Adobe? Allora questo è il capitolo del tutorial che fa al tuo caso.

Come unire due foto

Come unire foto con Photoshop

Per poter unire foto con Photoshop con facilità, puoi servirti dello strumento integrato Photomerge. Dunque, dopo aver aperto il programma, clicca sul menu File residente in alto, seleziona le voci Automatizza > Photomerge… e fai clic sul pulsante Sfoglia, per selezionare e importare le foto da unire.

Adesso, se desideri ottenere un affiancamento “semplice”, nel quale le estremità delle foto combacino, apponi il segno di spunta accanto alla dicitura Automatico (si trova a sinistra) e clicca sul pulsante OK, per far sì che Photoshop elabori e unisca le immagini.

Qualora il risultato non fosse soddisfacente, prova invece a usare la modalità di trasformazione Collage oppure Riposiziona: la prima, oltre ad allineare i livelli e i contenuti, applicherà le trasformazioni alle sorgenti (se necessario); la seconda, invece, tenterà di effettuare l’unione senza alcuna trasformazione.

Come unire foto panoramiche

Come unire foto con Photoshop

Lo strumento Photomerge, inoltre, consente anche di unire più immagini (anche panoramiche), per creare una sola foto a sua volta panoramica. A tal proposito, per ottenere un risultato apprezzabile, è necessario che le foto “sorgenti” siano state acquisite in modo opportuno: tutte le foto devono avere lo stesso livello di zoom, non devono essere state realizzate con obiettivi che applicano distorsione, devono essere state acquisite nella stessa posizione, con la stessa altezza e con la medesima esposizione.

Ad ogni modo, per unire foto panoramiche o creare un’immagine panoramica da più foto, apri lo strumento Photomerge e importa le immagini da unire come ti ho mostrato poco fa; l’immagine che si trova al centro viene scelta come foto di riferimento.

Dopo aver riordinato, se necessario, le foto, apponi il segno di spunta in corrispondenza del layout Prospettiva oppure Cilindrico (se preferisci evitare la leggera distorsione tipica del layout precedente) e seleziona le caselle corrispondenti alle correzioni da applicare (ad es. Correzione distorsione geometrica), dalla parte bassa della finestra di Photomerge. Quando hai finito, clicca sul pulsante OK per creare la foto panoramica.

Se ti interessa saperne di più in merito all’unione e alla fusione di più immagini con Photoshop, da’ pure uno sguardo al tutorial d’approfondimento che ho dedicato al tema.

Come unire foto in PDF

Come unire foto in PDF

Esistono numerosi servizi online e app che consentono di unire foto in PDF. Quello di cui voglio parlarti, compatibile con la maggior parte dei browser per PC, smartphone e tablet, è ILovePDF: si tratta di un sito Web fruibile gratuitamente e dedicato alla manipolazione dei PDF che, tra le sue tante funzionalità, consente anche di creare documenti unici a partire da singole immagini in formato .JPG, JPEG, .TIF o TIFF, inserendone una per ciascuna pagina. Lato privacy, tutela i dati degli utenti promettendo di cancellare i file caricati sui suoi server a poche ore dall’upload (comunque, trattandosi di un servizio online, mi consento di sconsigliarlo se i file da trattare contengono dati sensibili)

Per servirtene, collegati al link che ti ho indicato in precedenza, premi sul riquadro JPG in PDF e, giunto alla schermata successiva, pigia il pulsante Seleziona immagini JPG, per scegliere le immagini manualmente.

Dopo aver importato le immagini da unire, puoi riordinarle selezionando le rispettive anteprime con il mouse e trascinandole nella posizione più appropriata; per ruotare una singola immagine, posiziona invece il cursore del mouse sul suo riquadro (oppure fai tap con il dito sulla sua anteprima) e clicca sul simbolo della freccia circolare che compare in sovrimpressione.

Ultimate le opportune regolazioni, serviti della barra laterale di destra (su smartphone e tablet, puoi richiamarla facendo tap sul simbolo dell’ingranaggio che si trova in alto a destra) per definire l’orientamento del documento (verticale oppure orizzontale), la dimensione di ciascuna e impostare, se necessario, eventuali margini.

Per concludere, apponi il segno di spunta accanto alla voce Unisci tutte le immagini in un unico file PDF, se non c’è già, e premi sul pulsante Convertire in PDF, per realizzare e scaricare il documento. Qualora il download non fosse avviato in maniera automatica, premi sul bottone Scarica PDF, situato nella pagina che compare, per avviarlo.

Altro strumento parimenti utile è SmallPDF, un portale Web abbastanza simile a quello visto poco fa, in grado di unire più foto in un singolo documento PDF: nella sua versione gratuita, però, la piattaforma consente di effettuare al massimo due operazioni giornaliere.

Come unire foto e video

Come unire foto e video

Esistono davvero un’infinità di programmi per unire foto e video in un solo filmato, in grado non soltanto di mettere in sequenza gli elementi scelti ma anche di applicare effetti, transizioni, testi e addirittura intere tracce vocali oppure musicali.

Se utilizzi il PC prediligi una soluzione già integrata di serie nel sistema operativo, puoi affidarti a Foto di Windows 10 (per avviare la creazione di un nuovo filmato, clicca sul pulsante Editor Video situato in alto e poi su Crea) e Foto di macOS (è sufficiente cliccare sul pulsante [+] residente in alto a destra e poi sulla voce Presentazione).

In alternativa, puoi servirti di software come EaseUS Video Editor, SmartSHOW 3D oppure iMovie: per saperne di più in merito alle soluzioni che ti ho menzionato finora, ti rimando alla lettura dei miei tutorial specifici sui programmi per creare video con foto e sui software per editing video, nei quali ti ho spiegato tutto con dovizia di particolari.

Anche sul frangente mobile, ossia su smartphone e tablet, le cose non sono differenti: esistono infatti molteplici app gratuite, come Adobe Premiere Rush per Android e iOS/iPadOS e iMovie per iPhone/iPad, che consentono di unire fotografie e video in filmati totalmente personalizzabili. Per saperne di più, ti rimando alla lettura del mio approfondimento dedicato alle app per unire foto e video, nel quale ho trattato l’argomento in maniera dettagliata.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.