Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Scaricare musica gratis

di

Ami ascoltare la musica mentre lavori al computer, ma sei stufo delle solite tracce riprodotte in loop dal tuo media player? Ti piacerebbe scaricare delle nuove canzoni da Internet, ma non sei disposto a pagare per farlo? Vai alla ricerca di musica “fresca”, diversa da quella proposta dalle classifiche? Nessun problema. Posso darti una mano io!

Probabilmente non ne eri a conoscenza, ma devi sapere che sono disponibili svariati software che consentono di scaricare musica gratis in maniera semplice e legale. Li puoi usare per scoprire brani di qualsiasi genere, epoca e stile realizzati da artisti indipendenti, ma non solo. Pensa, ci sono anche dei servizi Web che offrono musica utilizzabile liberamente in progetti personali o commerciali (a seconda delle condizioni d’uso previste dalla licenza con cui le opere vengono rilasciate), e applicazioni per smartphone e tablet che permettono di ascoltare o scaricare musica gratuitamente in mobilità. Insomma, come puoi notare tu stesso c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Allora? Che ne diresti di mettere le chiacchiere da parte e di entrare finalmente nel vivo di questa guida? Sì? Grandioso! Quello che devi fare è prenderti cinque minuti di tempo libero e dare un’occhiata a tutte le soluzioni che ho provveduto a segnalarti qui sotto. Ti assicuro che non te ne pentirai! Buona lettura e soprattutto buon download!

Indice

Scaricare musica gratis su PC

Se ti interessa capire come scaricare musica gratis su PC, le soluzioni a cui, a parer mio, faresti bene a rivolgerti sono quelle che trovi segnalate qui di seguito. Ce ne sono per Windows, macOS e Linux e sono tutte facilissime da usare.

Lacey (Windows)

Lacey

Cominciamo da un ottimo software gratuito per scaricare musica gratis disponibile su Windows. Si tratta di Lacey, il quale consente di effettuare il download di brani musicali da tantissimi servizi online attraverso un’unica, comoda, interfaccia utente. È facilissimo da usare e non necessita d’installazione.

Per scaricare il programma sul tuo PC, collegati al relativo sito Web e clicca sulla voce Free Download Lacey.zip che si trova in cima alla pagina. A download avvenuto, apri l’archivio ZIP appena scaricato, estraine il contenuto in una cartella qualsiasi e avvia il file .exe presente al suo interno, in modo da far partire il software.

A questo punto, nella finestra che si apre, fai clic sul pulsante con la freccetta che si trova in alto e seleziona dal menu che compare i nomi dei servizi dei quali vuoi avvalerti per il download dei brani. Successivamente, digita nella barra di ricerca collocata in alto il nome della canzone, dell’artista oppure della compilation di tuo interesse e clicca sul bottone Search adiacente per avviare la ricerca.

Una volta trovato il brano di tuo interesse, facci doppio clic sopra per poterlo scaricare. Potrai poi seguire l’avanzamento del download selezionando la voce Downloads dalla barra laterale di sinistra. Nella medesima schermata, se hai scaricato un video anziché un brano musicale, potrai convertire quest’ultimo in MP3 facendo clic destro sul suo nome e selezionando la voce Convert to MP3 dal menu contestuale.

qBitTorrent (Windows/macOS/Linux)

qBitTorrent

La rete BitTorrent è uno dei sistemi peer-to-peer più usati per lo scambio di musica online. Comprende contenuti di ogni genere, anche gli album di band e artisti emergenti che cercano fortuna distribuendo le proprie opere su Internet. Proprio per questo, ti consiglio di affidarti anche ad essa se hai bisogno di scaricare musica gratis. Per accedervi si possono usare tanti programmi, quello che ti consiglio io è qBitTorrent che è completamente gratuito, funziona su Windows, macOS e Linux e include un pratico sistema di ricerca che permette di trovare album e brani musicali sulla rete BitTorrent senza aprire il browser.

Per scaricare qBitTorrent sul tuo computer, collegati al relativo sito Internet ufficiale. Successivamente, se stai usando Windows fai clic sul collegamento 32-bit & 64-bit installers che si trova accanto alla bandierina del sistema operativo Microsoft e seleziona la voce qBittorrent Windows x64 (se stai usando Windows a 64 bit) oppure quella qBittorrent Windows (se stai usando Windows a 32 bit).

A download ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, fai clic sui pulsanti , OK e Avanti. Seleziona poi la casella Accetto le condizioni della licenza e porta a termine il setup, facendo clic sui pulsanti Avanti (per due volte di seguito), Installa e Fine.

Se stai usando macOS, invece, dopo aver aperto il sito del programma, clicca sul link DMG che trovi in corrispondenza della mela di Apple e seleziona la voce qBittorrent Mac OS X, in modo da avviare il download di qBitTorrent.

In seguito, apri il pacchetto .dmg ottenuto, sposta l’icona di qBittorrent nella cartella Applicazioni del computer, facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu contestuale, dopodiché premi sul bottone Apri per rispondere all’avviso che compare, così da avviare il software andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Ora che, a prescindere dal sistema operativo, visualizzi la finestra del software sullo schermo, fai clic sul menu Visualizza presente in alto a sinistra e scegli la voce Motore di ricerca da quest’ultimo, in maniera tale da abilitare il motore di ricerca incluso nell’applicazione. Se stai usando Windows e ti viene chiesto di installare Python, accetta: è un componente gratuito indispensabile per il funzionamento dello strumento in questione.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, seleziona la scheda Ricerca dalla finestra principale del programma, scegli l’opzione Musica nel menu a tendina Tutte le categorie e cerca un brano oppure un album, digitando il titolo nella casella di testo a sinistra e facendo clic sul tasto Cerca adiacente.

Una volta visualizzati i risultati della ricerca, disponili in ordine di seeder facendo clic sulla colonna Sorgenti, dopodiché avvia il download dei contenuti che hanno un maggior numero di fonti all’attivo facendo doppio clic sui loro nomi. Per approfondire il funzionamento del programma e configurarlo al meglio, ti consiglio la lettura della mia guida su come usare qBittorrent.

Altre soluzioni per scaricare musica gratis su PC

Cercare file con eMule

Oltre alle soluzioni di cui ti ho già parlato, esistono anche altri strumenti tramite i quali è possibile scaricare musica gratis su computer, come quelli che ho provveduto a segnalarti nell’elenco qui sotto.

  • eMule (Windows) — si tratta di uno storico software P2P che in molti considerano “morto”, ma che in realtà continua a offrire tantissimi contenuti interessanti, soprattutto sotto il punto di vista musicale. Sulle sue reti, infatti, si possono trovare moltissimi brani e moltissimi album “rari” che su altri circuiti peer-to-peer non sono reperibili. Per approfondimenti, ti consiglio di leggere la mia guida specifica su come usare eMule. Da notare che è solo per Windows.
  • aMule (macOS/Linux) — è una variante di eMule specifica per macOS e Linux, la quale ne riprende in maniera fedele, o quasi, il funzionamento e le caratteristiche. Per approfondimenti, leggi la mia guida specifica su come impostare eMule su Mac.
  • JDownloader (Windows/macOS/Linux) — si tratta di un rinomato download manager multipiattaforma, a costo zero e di natura open source, il quale è in grado di “captare” i file audio (oltre che i video e le immagini) presenti online e di scaricarli. Permette, dunque, di scaricare musica gratis MP3 e in qualsiasi altro formato. Supporta tutti i più diffusi siti di hosting e di video sharing. Per maggiori dettagli, puoi leggere la mia guida specifica su come usare JDownloader.

Scaricare musica gratis online

Come ti dicevo a inizio guida, esistono anche svariati siti Internet che consentono di effettuare il download a costo zero di numerosi brani non protetti da copyright. Se la cosa ti interessa, qui di seguito trovi quindi segnalate quelle che, a mio avviso, rappresentano le migliori soluzioni su piazza per scaricare musica gratis online.

Unminus

Unminus

Il primo sito Internet che ti consiglio di prendere in considerazione per scaricare musica gratis e di qualità è Unminus. Si tratta, infatti, di un portale tramite cui è possibile effettuare il download totalmente a costo zero di brani da usare in qualsiasi genere di progetto, sia personale che commerciale, tutto senza violare alcun copyright.

Per usare Unminus, raggiungi la relativa home page e da’ un’occhiata ai contenuti in evidenza proposti automaticamente scorrendo la pagina, in modo da individuare eventuali contenuti audio interessanti. In alternativa, puoi effettuare una ricerca diretta, facendo clic sull’icona con la lente d’ingrandimento in alto a destra, digitando la keyword di tuo interesse nel campo di testo che compare e premendo il tasto Invio sulla tastiera.

Quando trovi un file audio che pensi possa piacerti, per sincerarti della cosa fai clic sul relativo pulsante Play per riprodurlo in anteprima. Se desideri effettivamente procedere con il download, clicca sulla voce Download presente in corrispondenza del brano e il gioco è fatto.

Altre soluzioni per scaricare musica gratis online

Jamendo

Cerchi altri siti tramite cui poter scaricare musica gratis dal Web? Ti accontento all’istante! Li trovi segnalati nell’elenco qui sotto!

  • Jamendo — si tratta di un sito Internet dedicato alla musica degli artisti emergenti, grazie al quale tutti gli artisti e le band che non hanno ancora raggiunto il grande successo possono pubblicare i propri lavori e renderli disponibili gratuitamente per gli utenti. Molti dei brani disponibili su Jamendo sono distribuiti sotto licenza Creative Commons e si possono usare nei propri progetti personali in maniera gratuita. Invece, chi ha necessità di usare i brani in progetti con finalità commerciali deve sottoscrivere il piano a pagamento Jamendo Licensing.
  • SoundCloud — è una piattaforma di musica in streaming molto popolare, la quale permette di scaricare musica gratis MP3 senza programmi. Ospita migliaia di brani originali realizzati da artisti e band indipendenti e molti remix di brani famosi. Tutti i contenuti sono riproducibili gratuitamente in streaming e alcune opere si possono anche scaricare in locale sul computer.
  • Free Music Archive — è un sito che raccoglie migliaia di brani di artisti emergenti e che hanno acconsentito alla distribuzione delle proprie opere tramite questo canale. Il catalogo è davvero ricco e vi si trovano brani appartenenti ai più disparati generi musicali.
  • NoisteTrade — è un elegante sito Web dedicato agli artisti indipendenti in cerca di visibilità. Contiene interi album di buona musica declinata in tutti i generi possibili e immaginabili e proprio per tale ragione viene considerata come una delle migliori soluzioni Web per scaricare musica gratis MP3 da Internet.

Scaricare musica gratis: Android e iPhone

Fildo

Non hai il computer a portata di mano e ti piacerebbe allora capire se esiste qualche soluzione per scaricare musica gratis su Android e iPhone? La risposta è affermativa! Trovi infatti segnalate nell’elenco qui di seguito alcune tra le migliori app per Android e iOS/iPadOS a cui puoi decidere di rivolgerti per lo scopo in questione.

  • TinyTunes (Android) — è una famosa app gratuita che permette di scaricare musica gratis su Android, prelevando i file audio di tuo interesse dalle fonti più disparate. Da notare che non è disponibile sul Play Store, quindi il download va eseguito dal sito Internet dello sviluppatore e l’installazione va effettuata tramite il relativo pacchetto APK ottenuto, previa attivazione del supporto alle origini sconosciute nelle impostazioni di Android, procedendo come ti ho spiegato nella mia guida specifica su come installare APK.
  • Fildo (Android) — è un’app dal funzionamento abbastanza simile a quella summenzionata, anch’essa è specifica per Android, gratuita e consente di prelevare i brani musicali d’interesse da svariate fonti. Non c’è sul Play Store, ragion per cui per installarla occorre scaricare il relativo pacchetto APK e attivare il supporto alle origini sconosciute nelle impostazioni di Android.
  • Jamendo (Android/iOS/iPadOS) — si tratta dell’app ufficiale del sito per la musica indipendente di cui ti ho parlato nel passo precedente. Il funzionamento è praticamente analogo a quello del portale Web, ma pur essendo disponibile sia per Android che per iPhone e iPad il download delle canzoni è possibile solo nel primo caso.
  • SoundCloud (Android/iOS/iPadOS) — è l’app del servizio per la musica in streaming usato da artisti e band indipendenti per diffondere i propri contenuti di cui ti ho parlato sempre nel passo precedente. Si può usare su Android e iOS/iPadOS e il funzionamento è praticamente analogo a quello del sito.

Servizi per lo streaming musicale

Cuffie

Adesso mi sembra doveroso segnalarti anche i servizi per lo streaming musicale. Ho scelto di parlartene in questa mia guida in quanto, forse non tutti lo sanno, consentono ai propri utenti di scaricare musica su computer, smartphone e tablet in maniera completamente legale e senza inutili perdite di tempo.

Purtroppo, però, il download della musica è riservato agli utenti che scelgono di sottoscrive un abbonamento a pagamento, ma i prezzi sono davvero accessibili e la qualità dei brani è sempre di ottimo livello. Inoltre, per i nuovi clienti sono previsti dei periodi di prova gratuita che vanno da 30 a 90 giorni senza alcun obbligo di rinnovo.

Se vuoi saperne di più, di seguito trovi indicati in dettaglio quelli che sono i migliori servizi per lo streaming musicale attualmente disponibili e le loro caratteristiche. Scommetto che dopo averli provati non riuscirai più a farne a meno.

  • Spotify — è stato uno tra i primi servizi per lo streaming musicale a fare capolino sul mercato italiano e ancora oggi continua a essere una tra le soluzioni più apprezzate e diffuse della categoria. È disponibile tramite player Web, come client per Windows e macOS, come app per Android e iOS/iPadOS e su vari altri dispositivi, tra cui le console PlayStation e gli Amazon Echo. Il piano base e gratuito con spot pubblicitari e limitazioni varie, come l’impossibilità di scaricare i brani per l’ascolto offline. C’è poi il piano a pagamento, che costa 9,99 euro/mese (oppure 119,88 euro/anno), il quale consente di aggirare tutte le limitazioni e può essere provato gratuitamente per 1 mese dai nuovi iscritti. Per maggiori informazioni, consulta il mio post su come funziona Spotify.
  • Apple Music — si tratta del servizio per lo streaming musicale di Apple, come facilmente deducibile dallo stesso nome. Il suo database è molto ricco, viene continuamente aggiornato e include anche la Libreria musicale di iCloud, la quale consente di caricare sul cloud di Apple e di sincronizzare su tutti i propri dispositivi i brani preferiti (anche quelli che non fanno parte del catalogo del servizio). È fruibile via Web (ancora in versione beta) e da computer tramite iTunes (su Windows e su macOS 10.14 Mojave o versioni precedenti, su cui il programma è preinstallato) e l’applicazione Musica (preinstallata su macOS 10.15 Catalina e versioni successive), mentre su smartphone e tablet il servizio è integrato nell’app Musica per iOS/iPadOS ed è disponibile sotto forma di app dedicata per Android. È compatibile anche con Amazon Echo. Costa 9,99 euro/mese (oppure 99 euro/anno), ma i nuovi utenti possono provare il servizio gratis per 3 mesi. Per approfondimenti, leggi la mia guida su come funziona Apple Music.
  • Amazon Music — si tratta del servizio per lo streaming musicale di Amazon. Il suo catalogo include oltre 70 milioni di brani. Si può usare mediante il client Web, per Windows e per macOS, tramite l’app per Android e iOS/iPadOS e su Amazon Echo. Costa 9,99 euro/mese (oppure 99 euro/anno per i clienti Prime), ma i nuovi utenti possono testarlo senza spendere denaro per 30 giorni. Inoltre, tutti gli abbonati ad Amazon Prime possono usare gratuitamente una versione ridotta del servizio che offre l’accesso a 2 milioni di brani. Per saperne di più, leggi la mia guida su come funziona Amazon Music Unlimited.
  • YouTube Music — è il servizio per lo streaming musicale ufficiale di YouTube e, in quanto tale, attinge al suo database. Si può usare gratis, ma per l’ascolto offline, per rimuovere la pubblicità e per accedere al altre funzioni aggiuntive occorre sottoscrivere l’abbonamento a pagamento, che costa 9,99 euro/mese. I nuovi utenti, però, possono provare il servizio gratuitamente per 30 giorni. È accessibile da client Web e come app per Android e iOS/iPadOS e tramite vari altri dispositivi, come lo smart speaker Google Home. Per approfondimenti, ti consiglio di consultare il mio articolo su come funziona YouTube Music.

Attenzione: scaricare musica protetta da copyright da Internet in maniera abusiva è illegale. Questo tutorial è stato scritto a puro scopo illustrativo, non è mia intenzione incentivare la pirateria e non mi assumo alcuna responsabilità su come utilizzerai le informazioni presenti in esso.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.