Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come velocizzare il computer all’avvio

di

Il tuo computer preistorico incomincia a mostrare i segni del tempo e il principale problema riscontrato riguarda una notevole lentezza che si può notare nel suo avvio. Purtroppo è normale e le cause possono essere diverse. In primo luogo devi sapere che la maggior parte dei programmi che installi sul tuo computer hanno delle funzionalità e dei servizi intrinsechi che fanno sì che questi si avvino in automatico all’accessione del computer. Si tratta di una funzionalità che, in linea teorica, è pensata per un avvio più rapido del software stesso. Il rovescio della medaglia? Sui computer di vecchia data questo può causare rallentamenti.

Ora che hai compreso meglio alcune delle caratteristiche principali del tuo computer, immagino che tu voglia sapere come velocizzarlo all’avvio, in modo tale da rimandare ancora di qualche anno l’acquisto di un nuovo dispositivo tecnologico. Bene, se le cose stanno così allora sappi che sono assolutamente in grado di aiutarti: posso spiegarti cosa fare per disattivare i programmi che si avviano in automatico e come eseguire altre procedure di ottimizzazione del computer.

Prima di cominciare mi preme sottolineare una cosa: non aspettarti miracoli, specialmente in caso di un computer particolarmente datato! Ad ogni modo ciò non significa che tu non possa fare niente di concreto per velocizzare il tuo computer all’avvio: seguendo i miei consigli potrai eseguire alcune ottimizzazioni ma, in alcuni casi, la sostituzione del computer o dei componenti hardware è ciò che dà maggiori risultati. Fatta quest’importante e necessaria premessa direi che possiamo iniziare; buona lettura e buon “lavoro.”

Indice:

Disabilita i programmi in avvio automatico

Per velocizzare il computer all’avvio la prima soluzione che voglio fornirti è quella di disabilitare i programmi non necessari che hanno una funzionalità di avvio automatico. Eseguire questa specifica operazione può servire in caso in cui tu abbia installato dei software che occupano molte risorse del tuo computer rallentandolo quindi nel suo processo di accensione.

Questa procedura può essere effettuata su computer Windows ma anche su computer Mac anche se, nell’ultimo caso, bisogna considerare che i computer dotati del sistema operativo Apple presentano maggiori ottimizzazioni predefinite e quindi richiedono meno manutenzione in questi termini.

Ad ogni modo, se vuoi disabilitare programmi in avvio automatico e stai utilizzando un computer Windows segui le istruzioni che ti fornirò nelle righe che seguono.

Se il tuo computer Windows è aggiornato all’ultima versione del sistema operativo, Windows 10, allora per prima cosa devi avviare il Task Manager di Windows ovvero il pannello chiamato anche Gestione attività.

Per effettuare quest’operazione puoi premere la combinazione di tasti CTRL+Maiusc+Esc o CTRL+Shift+Esc dalla tastiera del tuo computer oppure puoi fare clic con il tasto destro del mouse sulla barra delle applicazioni di Windows e, dal menu a tendina che vedrai a schermo, fare clic sulla dicitura Gestione attività.

Una volta che avrai avviato il pannello del Task Manager di Windows dovrai fare clic sulla scheda chiamata Avvio in modo tale da visualizzare l’elenco di tutti i programmi che si avviano all’esecuzione del computer.

Per valutare quali sono i programmi che hanno un maggiore impatto sull’avvio del tuo computer e che quindi potrebbero essere responsabili di un rallentamento, fai clic sulla scheda Impatto di avvio in modo tale da ordinare l’elenco dei programmi e visualizzare così a colpo d’occhio quelli che hanno un impatto di avvio più elevato.

Una volta che avrai individuato i programmi che si avviano in automatico potrai disabilitarli facendo clic con il tasto destro del mouse su di essi e poi facendo clic sulla dicitura Disabilita.

Il mio consiglio è quello di disabilitare la maggior parte dei programmi che si avviano in automatico ad eccezione di quelli che sono relativi alla sicurezza del tuo computer come per esempio l’antivirus e il firewall.

Ad ogni modo tieni sempre presente che, in caso di dubbi, puoi fare una ricerca su Google in modo tale da capire l’utilità di un software. Inoltre, nel caso in cui tu avessi erroneamente hai disabilitato un programma essenziale puoi risolvere e riabilitarlo in qualsiasi momento.

Attraverso la sezione avvio del Task Manager fai quindi clic con il tasto destro del mouse su un programma disabilitato e poi premi sul pulsante Abilita per riattivarlo.

Utilizzando il Task Manager puoi anche recarti anche nella sezione Servizi: tramite questa sezione puoi arrestare alcuni servizi aggiuntivi non necessari.

Si tratta però di una procedura più “dedicata” e più adatta agli utenti esperti. Di conseguenza, prima di effettuare l’arresto di un servizio facendo clic con il tasto destro del mouse su di esso e premendo sul pulsante Arresta, fai una ricerca approfondita su Google in modo tale da capire il funzionamento del servizio che vorresti disattivare.

Su computer Mac, invece, è possibile gestire i programmi che si avviano in automatico facendo clic su Preferenze di sistema, applicazione che presenta il simbolo di un ingranaggio ed è situata nella barra Dock.

Fai poi clic sull’icona utenti e gruppi che vedrai a schermo e poi seleziona il tuo nome utente che puoi vedere nella barra laterale di sinistra.

Accedi poi alla scheda Elementi login in modo tale che potrai visualizzare la lista di tutti i programmi che si avviano in automatico quando accendi il tuo computer Mac.

Tramite questa sezione puoi rimuovere un programma superfluo dall’avvio automatico cliccando sulla sua icona e poi sul pulsante [-] che è situato in basso.

Mi raccomando, prima di rimuovere un programma dall’avvio automatico del tuo computer Mac effettua sempre una ricerca su Google per capire il reale funzionamento del software in questione.

In caso di errori puoi facilmente tornare sui tuoi passi e aggiungere un programma precedentemente rimosso dall’avvio automatico: sempre dalla sezione Elementi login che ti ho indicato ti basterà premere sul pulsante [+] situato in basso in modo tale da individuare il programma tramite la cartella Applicazioni di macOS.

Effettua la deframmentazione

Una procedura molto importante da effettuare per risolvere i problemi di un computer lento e per fare quindi in modo che il computer si velocizzi all’avvio è relativa alla deframmentazione.

Si tratta di una procedura da non sottovalutare che va però effettuata soltanto sui computer dotati di hard disk con disco magnetico mentre non va effettuata su computer dotati di SSD in quanto questi dispositivi non richiedono alcuna procedura di deframmentazione.

Inoltre la deframmentazione non è necessaria sui computer Mac in quanto questi risultano già ottimizzati e sono comunque meno soggetti alla deframmentazione dei dati grazie alle connotazioni intrinseche del sistema operativo Apple.

Tieni inoltre presente che la procedura di deframmentazione non è in grado di fare miracoli ma che comunque può essere valida per l’ottimizzazione dei tempi di accensione.

Per effettuare la deframmentazione del tuo computer puoi scegliere per prima cosa se utilizzare un programma predefinito già presente sul tuo computer Windows.

Per fare ciò devi per prima cosa fare clic sulla barra di ricerca di Cortana oppure sull’icona con il simbolo di una lente d’ingrandimento (Cerca). Digita poi deframmenta e ottimizza unità nel campo di testo che vedrai a schermo e fai clic sul risultato corrispondente al termine della ricerca.

In questo modo si avvierà lo strumento di deframmentazione predefinito presente sul tuo computer Windows e potrai per prima cosa effettuare un’analisi per vedere se vi sono dei dati che vanno dei frammentati: fai quindi clic sul pulsante Analizza e poi una volta che l’analisi sarà completata fai clic sul pulsante Ottimizza per avviare la deframmentazione dell’Hard Disk.

Nel caso in cui volessi avviare una deframmentazione periodica e fare in modo che questa avvenga in automatico fai clic sul pulsante Modifica impostazioni che vedrai a schermo e poi apponi il segno di spunta in corrispondenza della dicitura Esegui in base a una pianificazione.

Inoltre potrai scegliere di impostare un periodo di tempo predefinito relativo alla procedura di deframmentazione: puoi quindi scegliere se vuoi che la deframmentazione venga automaticamente eseguita Ogni giornoOgni settimana oppure Ogni mese. Per confermare la scelta fai clic sul pulsante Ok.

Lo strumento di deframmentazione predefinito del tuo computer Windows è soltanto uno tra i software in grado di effettuare una deframmentazione del computer; se lo desideri puoi approfondire l’argomento leggendo la mia guida intitolata come deframmentare il PC nella quale ti ho parlato di come eseguire la deframmentazione utilizzando software di terze parti.

Ottimizza il sistema operativo

Se vuoi fare in modo che il tuo computer sia più veloce durante la sua accensione devi evitare il più possibile l’installazione di software legati all’ottimizzazione; può sembrare un controsenso ma non tutti i programmi di ottimizzazione sono in grado di svolgere il loro lavoro senza appesantire il tuo computer.

Di conseguenza se vuoi ottimizzare il tuo computer puoi rivolgerti ad alcuni pochi ma buoni e fidati software e utilizzare questi per eseguire alcune specifiche procedure di ottimizzazione che riguardano l’avvio.

Tra i programmi ti consiglio di utilizzare per svolgere alcune operazioni di ottimizzazione senza che queste intacchino le prestazioni del tuo computer vi è il noto software chiamato CCleaner.

Si tratta di un programma di cui ti ho parlato in maniera approfondita in una mia guida dedicata all’ottimizzazione del computer per quanto riguarda la dicitura che ti permette di liberare spazio su disco.

In questo caso però puoi avvalerti dello strumento Pulizia di CCleaner per eliminare i dati temporanei più vecchi che sono stati generati dal tuo computer nella cartella Prefetch. Si tratta di una procedura secondaria che comunque può risultare utile per velocizzare il computer all’avvio.

Per effettuare questa procedura dovrai quindi aver precedentemente installato scaricato il software CCleaner e poi dovrai clic sulla sezione Pulizia che è situato barra di sinistra.

Dopodiché scorri la lista delle voci che vedrai a schermo e apponi il segno di spunta in corrispondenza della dicitura Vecchi dati prefetch che potrai vedere in corrispondenza della sezione Avanzate.

Per avviare la pulizia del tuo computer dovrai premere sul pulsante Analizza e poi su Avvia pulizia.

Aggiorna i componenti hardware

Hai seguito correttamente tutte le procedure che ti ho indicato nel corso di questo tutorial ma noti dei miglioramenti significativi nel tuo computer? Se le cose stanno così è possibile che tu debba optare per la soluzione più drastica ma anche quella più efficace ovvero la sostituzione dei componenti hardware del tuo computer.

Nello specifico, per quanto riguarda la possibilità di velocizzare il computer all’avvio, il mio consiglio è quello di sostituire il tuo hard disk con un SSD.

A questo proposito, se hai bisogno di maggiori spiegazioni a riguardo e vuoi un consiglio su quale SSD acquistare, allora leggi la mia guida nella quale ti parlo di quelli che sono le migliori unità a stato solido.