Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

I migliori browser

di

Sei stufo del tuo browser Web attuale e vai alla ricerca di una valida alternativa per sostituirlo? Bene, allora credo che tu sia capitato proprio nel posto giusto al momento giusto. Con il post di oggi, infatti, cercherò di illustrarti tutti i migliori browser disponibili attualmente sul mercato elencandoti le loro principali caratteristiche, i loro punti di forza e le loro mancanze rispetto alla concorrenza.

Te lo dico sin da subito: non esiste un browser nettamente migliore degli altri. Ormai tutti i programmi di navigazione sono veloci, ragionevolmente sicuri e personalizzabili tramite estensioni, quindi la scelta dell’uno o dell’altro dipende esclusivamente dai propri gusti e dalle proprie necessità personali, dai dispositivi che si utilizzano e dalle proprie abitudini di navigazione online. Insomma, devi essere TU a decidere qual è il miglior browser per le TUE esigenze.

Il concetto è valido per l’ambito PC, ma anche per quello mobile, dove ormai la guerra dei browser è entrata nel vivo da un bel po’ di tempo. Nell’articolo, infatti, dopo averti segnalato alcuni fra i migliori programmi di navigazione per PC, te ne segnalerò anche alcuni per smartphone e tablet, tutti gratuiti. Che ne dici, sei pronto a cominciare? Ti assicuro che il browser perfetto per te è solo a pochi click di distanza!

I migliori browser per PC

Cominciamo con una rapida rassegna dei migliori browser per Windows, macOS e Linux, quindi dei migliori browser per PC.

Google Chrome (Windows/Mac/Linux)

I migliori browser

Google Chrome è il browser più utilizzato al mondo, nonché uno dei più completi in assoluto (al punto che sta alla base di Chrome OS, il sistema operativo di alcuni computer portatili). È velocissimo in fase di avvio e nel caricamento delle pagine Web, dispone di tantissime estensioni che permettono di espanderne le funzionalità e gode del supporto a tutti gli standard Web più recenti. Da sottolineare anche il suo comodissimo sistema di aggiornamenti automatici, grazie al quale è possibile avere sempre la versione più recente del browser installata sul proprio PC senza muovere un dito, e il supporto alla multi-utenza. Con la multi-utenza è possibile configurare più account sullo stesso PC, ognuno con le proprie preferenze, le proprie estensioni ecc. e passare dall’uno all’altro con un semplice click.

Fra i principali punti di forza di Chrome troviamo, inoltre, la sua compatibilità multi-piattaforma (funziona su Windows, macOS, Linux e sui dispositivi portatili) e la possibilità di sincronizzare tutti i dati di navigazione, comprese le estensioni, via Internet utilizzando il proprio account Gmail. Si tratta dunque di un browser perfetto? No, Chrome consuma molta RAM e molta batteria rispetto ai browser concorrenti (anche se nelle ultime versioni del browser si cominciano a notare progressi in tal senso) e poi, essendo un prodotto di Google, si porta dietro l’annoso problema legato all’invio dei dati al colosso di Mountain View. Ecco un veloce recap dei suoi pregi e i suoi difetti.

  • PRO: altissima velocità in avvio e nel caricamento delle pagine Web, massima compatibilità con tutti gli standard Web più recenti, estensioni, modalità privata, sincronizzazione dei dati online, compatibilità multi-piattaforma, barra degli indirizzi ricca di funzioni e molto facile da usare, gestione multi-utente, task manager integrato per monitorare i consumi di ogni componente e pagina, supporto a Chromecast, Flash Player integrato, temi personalizzabili.
  • CONTRO: consumo eccessivo di risorse (RAM/batteria), raccolta di dati da parte di Google.

Mozilla Firefox (Windows/Mac/Linux)

I migliori browser

Firefox è stato il primo browser ad aver scalfito il monopolio di Microsoft con il suo Internet Explorer (che qualche lustro fa dominava incontrastato il mercato dei browser). Si tratta di un programma di navigazione gratuito, open source e multi-piattaforma che ha sempre fatto delle estensioni il suo principale punto di forza. È compatibile con Windows, macOS, Linux e con smartphone e tablet. Il debutto di Chrome ha frenato in maniera considerevole la sua ascesa, ma dopo un periodo di “smarrimento” iniziale il suo sviluppo ha ripreso la strada giusta e oggi possiamo parlare nuovamente di un “signor browser”.

In linea con quanto offerto dai prodotti concorrenti, anche Firefox ha introdotto un sistema di sincronizzazione dei dati online e un sistema di aggiornamento automatico che permette di avere sempre la versione più recente del browser sul proprio PC. Inoltre c’è da dire che le estensioni in molti casi risultano più complete rispetto alle controparti per Chrome e che, complessivamente, le impostazioni del browser sono più flessibili (l’ideale per gli “smanettoni” che amano personalizzare a fondo il comportamento del programma). Quanto alla privacy, non essendoci dietro Google o altre multinazionali che fanno della raccolta dei dati il loro core business, possiamo dire che Firefox assicura una maggiore tutela delle informazioni personali rispetto a Chrome.

Le prestazioni, sia in avvio che nel caricamento delle pagine Web, sono un gradino sotto rispetto a quelle di Chrome, ma in compenso c’è un consumo leggermente inferiore delle risorse hardware. Di seguito la lista completa dei pro e dei contro nell’utilizzo di Firefox.

  • PRO: estensioni (in alcuni casi più avanzate rispetto a quelle di Chrome), sincronizzazione dei dati online, modalità privata, compatibilità multi-piattaforma, maggiore tutela della privacy rispetto a Chrome, funzione di semplificazione delle pagine Web, integrazione con Pocket, maggiore personalizzazione delle impostazioni del browser rispetto a Chrome, temi personalizzabili.
  • CONTRO: avvio non fulmineo, veloce ma non velocissimo nel caricamento delle pagine Web, in alcuni frangenti risulta meno comodo da usare rispetto a Chrome, è meno avido di risorse rispetto a Chrome ma comunque non “leggerissimo”, gestione multi-utente parziale (si possono creare più profili utente solo agendo nelle impostazioni avanzate del browser o utilizzando estensioni esterne), manca un task manager integrato.

Opera (Windows/Mac/Linux)

I migliori browser

Opera ha sempre rappresentato una “alternativa all’alternativa” nel mercato dei browser. Inizialmente era considerato uno dei principali rivali di Firefox per la conquista del trono che era di Internet Explorer, ora lo possiamo considerare come una delle alternative “minori” a Chrome e a Firefox. Qualche anno fa ha abbandonato il suo motore di rendering originario per abbracciare quello di Chrome, mossa che ha suscitato le critiche dei vecchi utenti ma che ha consentito al browser norvegese di ottenere la compatibilità con le estensioni per Chrome e di eguagliare (o quasi) le prestazioni di quest’ultimo.

Oggi, per semplificare al massimo il discorso, Opera è un Chrome con delle funzionalità extra incluse al suo interno. Fra queste si fanno notare la VPN e soprattutto Opera Turbo, un sistema che permette di velocizzare la navigazione sulle connessioni lente riducendo il consumo di dati. Il browser è disponibile per Windows, macOS, Linux e per i dispositivi portatili, ecco i suoi principali “pro” e “contro”.

  • PRO: altissima velocità in avvio e nel caricamento delle pagine Web, compatibile con le estensioni per Chrome, modalità privata, sincronizzazione dei dati online, compatibilità multi-piattaforma, funzione Opera Turbo per velocizzare la navigazione su connessioni lente, blocco delle pubblicità integrato, VPN integrata, temi personalizzabili, task manager.
  • CONTRO: alcune estensioni per Chrome non si trovano nello store ufficiale (si devono installare tramite strumenti di terze parti), il suo grado di diffusione non è altissimo e lo sviluppo potrebbe risentirne.

Microsoft Edge (Windows)

I migliori browser

Edge è il nuovo browser di Microsoft, quello che ha preso ufficialmente il posto di Internet Explorer in Windows 10 (anche se in realtà IE è ancora presente all’interno del sistema e non è destinato a “morire” presto). A differenza del suo vituperato predecessore, Edge è estremamente leggero, rapido e rispettoso degli standard Web. Inoltre assicura un consumo energetico estremamente contenuto e riesce a “girare” bene anche sui dispositivi meno potenti (come i convertibili low-cost con Windows 10).

A partire da Windows 10 Anniversary Update, Microsoft Edge supporta anche le estensioni, ma al momento il suo store è abbastanza sfornito rispetto a quelli di Chrome e Firefox. Un punto a suo favore, invece, sono le funzioni integrate per inserire appunti nelle pagine Web e salvare articoli per la lettura in un secondo momento (reading list). Peccato non sia disponibile per altri sistemi operativi!

  • PRO: massima velocità in avvio e nel caricamento delle pagine Web, estensioni, modalità privata, sincronizzazione dei dati online, basso consumo di risorse, reading list, funzione per creare appunti sulle pagine Web, integrazione con Cortana, Flash Player integrato.
  • CONTRO: è compatibile solo con Windows (e solo con le versioni di Windows pari o superiori alla 10), poche estensioni disponibili, fin troppo essenziale sotto certi punti di vista, non ha la gestione multi-utente e non ha un task manager integrato, sistema di aggiornamenti più farraginoso rispetto a Chrome e Firefox (si aggiorna tramite Windows Update).

Safari (Mac)

I migliori browser

Safari è il browser predefinito di macOS e molto probabilmente anche il migliore che si può usare sul sistema operativo di casa Apple. È estremamente veloce, ha dei consumi energetici ridottissimi e include tantissime funzioni interessanti: reading list, semplificazione delle pagine Web, supporto alle estensioni, AirPlay, modifica dell’user agent, sincronizzazione dei dati di navigazione tramite iCloud e molto altro ancora. Purtroppo il suo parco estensioni non è ancora ricco come quello di Chrome o Firefox, ma nemmeno così limitante.

L’utilizzo di Safari, ahimè, è limitato alle piattaforme di casa Apple (macOS e iOS), ma in caso di necessità si possono condividere i segnalibri con Chrome su Windows usando il client di iCloud per il sistema operativo Microsoft. In sintesi: la soluzione perfetta per chi usa prevalentemente dispositivi marchiati Apple.

  • PRO: velocissimo in avvio e nel caricamento delle pagine Web, estensioni, modalità privata, sincronizzazione dei dati online, basso consumo di risorse, reading list integrata, funzione per la semplificazione delle pagine Web integrata, supporto ad AirPlay.
  • CONTRO: è compatibile solo con macOS, meno estensioni disponibili rispetto a Chrome e Firefox, manca la visualizzazione delle favicon nelle schede, non ha la gestione multi-utente e non ha un task manager integrato, il supporto ad alcuni standard Web più all’avanguardia viene introdotto in ritardo rispetto a Chrome, sistema di aggiornamenti più farraginoso rispetto a Chrome e Firefox (si aggiorna tramite il Mac App Store).

I migliori browser per smartphone e tablet

I browser disponibili in ambito mobile sono sempre più numerosi. Proviamo a scoprire, insieme, quali sono i migliori.

Chrome (Android/iOS)

I migliori browser

Chrome è il browser predefinito dei terminali Android, anche se alcuni produttori preferiscono sostituirlo con dei browser alternativi. A mio modesto avviso, si tratta del miglior programma di navigazione disponibile per il sistema operativo del robottino verde (anche perché grazie alla sua sincronizzazione con Chrome per PC permette di avere i propri preferiti e le proprie preferenze di navigazione sempre a portata di mano), ma è abbastanza avido di risorse. Se hai un devi datato e/o con una scarsa dotazione di RAM faresti bene a guardare altrove (ad esempio ai browser predefiniti dei produttori a cui accennavo prima). Purtroppo non supporta né le estensioni né i plugin come Flash Player.

Esiste anche una versione di Chrome compatibile con iPhone e iPad, ma a causa delle limitazioni di iOS non riesce ad essere rapida quanto Safari. Ti consiglio di utilizzarla solo se usi Chrome come browser primario sul tuo computer (o su altri dispositivi portatili) e hai bisogno di sincronizzare i dati di navigazione sul “melafonino”.

Safari (iOS)

I migliori browser

Su Safari non c’è molto da dire. È il browser predefinito di tutti i dispositivi iOS, “gira” benissimo e si sincronizza perfettamente con la sua controparte per Mac (tramite iCloud). Su iPhone e iPad non c’è un programma di navigazione che funziona meglio e/o più velocemente. Se non hai esigenze particolari relative alla sincronizzazione dei dati di navigazione (quindi se non usi Chrome o Firefox come browser primario sul computer), utilizzalo e non avrai il benché minimo problema.

Firefox (Android/iOS)

I migliori browser

Firefox è una valida alternativa a Chrome su Android e a Safari su iOS. Sincronizza i dati di navigazione con la versione PC del browser e include tante funzioni interessanti, fra le quali il supporto parziale a Flash Player (solo su Android, installando l’apposito plugin) e la possibilità di installare estensioni (altra funzione disponibile solo su Android).

La velocità di caricamento delle pagine è leggermente inferiore a quella di Chrome su Android e di Safari su iOS, in ogni caso se utilizzi Firefox come browser primario sul PC non posso che consigliartelo!

Opera Mini (Android/iOS/Windows Phone)

I migliori browser

Opera Mini è una riuscitissima versione di Opera destinata a smartphone e tablet. Ha dalla sua la compatibilità con tutte le principali piattaforme del mondo mobile (Android, iOS e Windows Phone), la sincronizzazione dei dati di navigazione con Opera per PC e la funzione Opera Turbo che riduce il consumo dei dati sotto rete 3G/4G. Da provare, soprattutto se il proprio piano dati prevede pochi “mega” di traffico mensili.

Puffin Browser (Android/iOS)

I migliori browser

Puffin è l’unico browser che, in ambito mobile, riesce ad assicurare la piena compatibilità con i contenuti in Flash. Questo perché non utilizza il vecchio plugin di casa Adobe (he ormai non viene più sviluppato attivamente da anni), bensì una soluzione cloud che riesce a riprodurre abbastanza bene sia i video che i contenuti interattivi. È gratis nella sua versione di base ed è compatibile sia con Android che con iOS.

E allora, quale browser scegliere?

In conclusione di questo lungo post, ecco alcune valutazioni, o meglio, alcuni scenari di utilizzo che spero ti indirizzino verso il browser più adatto alle tue esigenze.

  • L’autonomia del tuo notebook viene prima di tutto? Allora usa Microsoft Edge o, se hai un Mac, Safari. Se utilizzi una versione di Windows che non supporta Microsoft Edge, prova Firefox.
  • La velocità di navigazione viene prima di tutto? La risposta è quasi la stessa che ho dato alla domanda precedente: utilizza Microsoft Edge se hai un PC Windows o Safari se hai un Mac. Se ti serve un browser multi-piattaforma, utilizza Chrome che è altrettanto rapido (anche se più esoso in termini di consumi).
  • Utilizzi prevalentemente dispositivi Apple (Mac, iPhone e iPad)? In questo caso è Safari la scelta migliore per te: lo trovi già preinstallato sui tuoi device, è velocissimo e sincronizza tutti i dati di navigazione tramite il cloud.
  • Hai un PC Windows e uno smartphone Android? Allora ti consiglio di rivolgerti a Chrome o, se vuoi un maggior controllo sul tuo browser, a Firefox. Entrambi i software sono multi-piattaforma e sincronizzano i dati online su qualsiasi device.
  • Utilizzi più dispositivi e/o sistemi operativi? Anche in questo caso la scelta non può che ricadere su Chrome e Firefox. Il primo è mediamente più veloce ma più avido di risorse. Il secondo è un po’ meno scattante ma offre un maggior controllo sulle sue impostazioni e ha alcune estensioni più avanzate (es. quelle dedicate alla privacy e alla sicurezza).
  • La tua connessione è molto lenta? Navighi spesso in 3G? Allora puoi dare una chance a Opera, che include una tecnologia di riduzione del consumo di dati e velocizza il caricamento delle pagina Web sulle connessioni lente.
  • Vuoi il controllo assoluto su tutte le impostazioni del tuo browser? Allora usa Firefox, che è personalizzabile fin nei minimi dettagli (basti pensare a tutte le modifiche avanzate che si possono apportare nel pannello “about:config”).
  • Ti serve la massima compatibilità con tutti gli standard Web? In questo caso la scelta migliore è Chrome, che attualmente è il browser più usato al mondo e viene aggiornato costantemente da Google in modo da supportare tutti gli standard più all’avanguardia.
  • Utilizzi il PC in comune con altre persone? Allora potrebbe tornarti comoda la gestione multi-utente di Chrome, che permette di passare da un utente all’altro con un semplice click.
  • Utilizzi molte estensioni? Allora la scelta è ristretta a Chrome o Firefox. Il primo è più utilizzato e quindi ha una maggiore attenzione da parte degli sviluppatori, ma il secondo offre estensioni più complete in grado di modificare più a fondo il comportamento del browser.
  • Navighi online tenendo molte schede del browser aperte contemporaneamente? Allora ti consiglio di utilizzare Chrome o Firefox, che dispongono entrambi della funzione per bloccare le schede e mostrano le favicon di tutti i siti Web (a differenza di Safari). Ti consiglio, inoltre, di installare estensioni come Tab Mix Plus per Firefox e The Great Suspender per Chrome che permettono di migliorare l’esperienza multi-tab nei browser di casa Mozilla e Google (nel primo caso raggruppando e gestendo in maniera più ordinata le schede, nel secondo “addormentando” le schede inutilizzate in modo da risparmiare RAM e batteria).