Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per Google Home

di

Su consiglio del tuo migliore amico, anche tu hai deciso di acquistare Google Home, l’assistente vocale di Google che può essere utilizzato come speaker per la riproduzione musicale, per avviare la riproduzione di contenuti video sul proprio televisore e anche per controllare altri dispositivi della casa con dei comandi vocali. Completata la prima configurazione, per conoscere le principali funzionalità di Google Home  e scoprire quali sono le applicazioni compatibili con il dispositivo in questione, hai effettuato alcune ricerche sul Web, finendo dritto su questa mia guida.

Le cose stanno così, dico bene? Allora lasciati dire che oggi è proprio il tuo giorno fortunato. Con questo tutorial, infatti, ti elencherò una serie di app per Google Home che puoi prendere in considerazione per utilizzare al meglio il dispositivo intelligente di Google. Alcune di queste permettono di riprodurre i contenuti audio e video di proprio interesse usando appositi comandi vocali; altre, invece, consentono di gestire il proprio calendario, di comandare i dispositivi Smart della casa e, addirittura, di creare comandi personalizzati per automatizzare le proprie azioni quotidiane. Interessante, vero?

Se sei d’accordo e non vedi l’ora di saperne di più, non perdiamo altro tempo in chiacchiere e passiamo sùbito all’azione. Coraggio: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ritieni opportuno e dedicati alla lettura dei prossimi paragrafi. Sono sicuro che, seguendo le indicazioni che sto per darti, riuscirai a individuare le applicazioni compatibili con Google Home più adatte alle tue esigenze e utilizzarle nel migliore dei modi. Detto ciò, a me non resta altro che augurarti una buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Informazioni preliminari

Google Home

Prima di entrare nel vivo di questo tutorial ed elencarti quelle che, a mio avviso, sono le migliori app per Google Home, è necessario fare una doverosa premessa relativa alle applicazioni in questione.

Infatti, devi sapere che molte delle app che troverai menzionate nei prossimi paragrafi sono integrate direttamente nel celebre dispositivo intelligente realizzato da Google e non è necessario procedere alla loro installazione sul proprio smartphone o tablet.

Detto ciò, sarai contento di sapere che nelle prossime righe troverai sia le app dei principali servizi che consentono di ascoltare musica, riprodurre video e vedere film e serie TV tramite Google Home che alcune applicazioni che consentono di gestire i propri appuntamenti, di comandare con la voce i dispositivi Smart della casa e, addirittura, di creare dei comandi personalizzati da usare con l’assistente vocale.

App musica per Google Home

Tra le prime app per Google Home che puoi prendere in considerazione ci sono quelle dedicate ai principali servizi di streaming musicale, le quali permettono di riprodurre brani, playlist, album e podcast con dei semplici comandi vocali. Quali sono quelle compatibili con Google Home? Te lo dico sùbito!

Spotify

Collegare Spotify a Google Home

Spotify, il celebre servizio di streaming musicale disponibile anche sotto forma di applicazione per Android e iOS/iPadOS, è integrato direttamente in Google Home. Per riprodurre la musica di proprio interesse è sufficiente avere un account Spotify e collegarlo all’assistente vocale tramite l’app Google Home.

Per farlo, avvia l’app Google Home (Android/iOS/iPadOS), fai tap sulla voce Impostazioni, individua la sezione Servizi dell’Assistente Google e premi sull’opzione Musica. Nella nuova schermata visualizzata, fai tap sulla voce Spotify e premi sul pulsante Collega account.

Adesso, inserisci i dati associati al tuo account Spotify nei campi Indirizzo email o username e Password e fai tap sul pulsante Accedi. In alternativa, se ti sei registrato a Spotify usando il tuo account Facebook, premi sulla voce Accedi con Facebook e segui le indicazioni mostrate a schermo per effettuare il login. Infine, seleziona l’opzione Accetto, per completare il collegamento tra Spotify e Google Home, e il gioco è fatto. Per la procedura dettagliata, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come collegare Google Home a Spotify.

A questo punto, sei pronto per ascoltare la tua musica preferita con Google Home. Tutto quello che devi fare è pronunciare i comandi “OK Google, riproduci musica su Spotify“, “Hey Google, fammi ascoltare musica rock su Spotify” o “OK Google, riproduci la playlist [nome playlist] su Spotify“.

Ti sarà utile sapere che, se hai attivato un abbonamento Spotify Premium, puoi anche richiedere la riproduzione di un brano o di un album specifico. Inoltre, devi sapere che se hai impostato Spotify come servizio musicale predefinito dalla sezione Musica di Google Home, non devi specificare il nome del servizio ogni volta: in questo caso, per ascoltare la musica proveniente da Spotify, ti sarà sufficiente pronunciare “Hey Google, riproduci musica” o “OK Google, riproduci [nome brano]“.

YouTube Music

YouTube Music

Tra i servizi di streaming musicale compatibili con Google Home c’è anche YouTube Music. A differenza di Spotify, non è necessario alcun collegamento poiché viene utilizzato lo stesso account Google associato al dispositivo intelligente.

Premesso ciò, puoi scegliere di impostare YouTube Music come servizio principale per la riproduzione di contenuti audio. Per farlo, avvia l’app Google Home, seleziona la voce Impostazioni, premi sull’opzione Musica e, nella nuova schermata visualizzata, apponi il segno di spunta accanto alla voce YouTube Music.

A questo punto, puoi richiedere a Google Home di riprodurre la tua musica preferita pronunciando i comandi “Hey Google, fammi ascoltare le canzoni di [nome artista]” o “OK Google, riproduci un po’ di musica rock“. Cosi facendo, se hai attivato la versione gratuita di YouTube Music, ascolterai una stazione di brani ispirati al brano, all’album o all’artista che hai richiesto. Se, invece, hai attivato un abbonamento a YouTube Premium, potrai ascoltare brani o album specifici.

Deezer

Come collegare Deezer a Google Home

Anche Deezer è tra le applicazioni musicali supportate da Google Home. In tal caso, però, è necessario aver attivato un abbonamento a pagamento per ascoltare la propria musica preferita tramite il dispositivo intelligente prodotto da Google.

Se questo è il tuo caso e vuoi collegare Deezer a Google Home, avvia l’app dell’assistente vocale, premi sulla voce Impostazioni e fai tap sull’opzione Musica. Nella nuova schermata visualizzata, individua la sezione Altri servizi musicali e premi sulla voce Deezer.

Adesso, fai tap sull’opzione Collega account, inserisci le credenziali del tuo account Deezer nei campi Indirizzo email e Password e premi sul pulsante Accedi, per effettuare il login e completare il collegamento tra Deezer e Google Home. Se, invece, non conosci ancora questo servizio di streaming musicale, ti lascio alla mia guida su come funziona Deezer.

Per riprodurre la tua musica preferita su Deezer con Google Home, non devi far altro che pronunciare i comandi “Hey Google, riproduci musica su Deezer” o “OK Google, fammi ascoltare [nome canzone] su Deezer“. Ti sarà utile sapere che puoi anche impostare Deezer come servizio di streaming musicale predefinito, accedendo alla sezione Impostazioni di Google Home, selezionando la voce Musica e apponendo il segno di spunta accanto a Deezer.

App video per Google Home

Hai collegato Google Home alla TV utilizzando Chromecast? In tal caso, sarai contento di sapere che sono disponibili alcune app video per Google Home che consentono di riprodurre i contenuti di proprio interesse direttamente sul televisore di casa, utilizzando i comandi vocali. Ecco quelle supportate dal dispositivo intelligente di Google.

Netflix

Come collegare Netflix a Google Home

Tra le applicazioni video compatibili con Google Home, c’è Netflix: il celebre servizio di streaming video in abbonamento che consente di accedere a un ricco catalogo di serie TV, film e contenuti per bambini.

Per collegare Netflix a Google Home e utilizzare i comandi vocali per riprodurre i tuoi contenuti preferiti, avvia l’app Google Home, fai tap su Impostazioni e premi sull’opzione TV e video, visibile nella sezione Servizi dell’Assistente Google.

Fatto ciò, premi sulla voce Collega relativa a Netflix, poi sul pulsante Collega account e inserisci i dati del tuo account Netflix nei campi Email e Password, dopodiché fai tap sul pulsante Accedi e collega, seleziona il tuo profilo nella schermata Seleziona profilo e premi sul pulsante Conferma, per completare il collegamento.

A questo punto, tutto quello che devi fare per riprodurre i contenuti di tuo interesse è pronunciare i comandi “OK Google, riproduci [nome serie TV] su Netflix” o “Hey Google, fammi vedere [titolo film] su Netflix“. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come collegare Google Home a Netflix.

Infinity

Collegare Infinity su Google Home

Anche Infinity è tra le applicazioni supportate da Google Home. Effettuando il collegamento tra il dispositivo prodotto da Google e il celebre servizio di streaming video, è possibile avviare la riproduzione di film e serie TV usando i comandi vocali.

Per procedere, avvia l’app Google Home, premi sulla voce Impostazioni e, nella nuova schermata visualizzata, scegli l’opzione TV e video. Adesso, fai tap sulla voce Collega relativa a Infinity, premi sull’opzione Collega account, inserisci i dati richiesti nei campi Email e Password e fai tap sul pulsante Accedi e collega. Se, invece, non sei ancora abbonato al servizio in questione, potrebbe esserti utile la mia guida su come attivare Infinity.

Completato il collegamento tra Google Home e Infinity, puoi avviare la riproduzione dei contenuti di tuo interesse pronunciando il comando “OK Google, riproduci [nome contenuto] su Infinity“. Ti sarà utile sapere che puoi anche mettere in pausa e riprendere la visione del contenuto in riproduzione in qualsiasi momento tramite i comandi “Hey Google, metti in pausa“, “OK Google, riprendi” o “Hey Google, torna indietro di 10 secondi“.

In caso di ripensamenti, per scollegare Infinity da Google Home, fai tap sulla voce Impostazioni, scegli l’opzione TV e video dal menu proposto e premi sul pulsante Scollega relativo a Infinity.

YouTube e YouTube Kids

Collegare YouTube Kids a Google Home

Tra le applicazioni compatibili con Google Home c’è anche YouTube. A differenza dei servizi menzionati in precedenza, però, non è necessario collegare il proprio account poiché viene automaticamente utilizzato quello associato a Google Home.

Per riprodurre un qualsiasi video di YouTube sul televisore di casa tramite Google Home, quindi, è sufficiente pronunciare i comandi “Hey Google, fammi vedere un video divertente su YouTube“, “OK Google, riproduci l’ultimo video di [nome canale YouTube]” o “Hey Google, riproduci [nome video]“.

La tua intenzione è riprodurre un contenuto video per bambini e hai creato un account YouTube Kids? In tal caso, devi collegare l’account in questione a Google Home. Per farlo, avvia l’app del dispositivo intelligente di Google, premi sulle voci Impostazioni e TV e video e fai tap sull’opzione Collega relativa a YouTube Kids.

Nella nuova schermata visualizzata, premi sul pulsante Inizia, scegli l’opzione Avanti, inserisci la password del tuo account Google nel campo apposito e fai tap sui pulsanti Avanti e OK, ricevuto. Premi, quindi, sul pulsante Fine e il gioco è fatto. Per approfondire l’argomento, ti lascio alla mia guida su come collegare Google Home a YouTube.

Altre app per Google Home

Altre app per Google Home

Oltre ai servizi che ti ho indicato nei paragrafi precedenti, sarai contento di sapere che esistono altre app per Google Home. Alcune di queste sono già integrate nel celebre assistente vocale prodotto da Google; altre, invece, possono essere scaricate sul proprio smartphone o tablet e consentono di gestire i dispositivi Smart (es. lampadine, prese intelligenti ecc.) e creare nuovi comandi. Ecco alcune di quelle che ritengo più interessanti.

  • Google Calendar: è una vera e propria agenda elettronica, disponibile sia per Android che per iOS/iPadOS. Permette di creare eventi e gestire appuntamenti, con la possibilità di condividere il proprio calendario con altre persone. Se associato allo stesso account Google in uso con Google Home, permette di conoscere i programmi della propria giornata (“Hey Google, quali sono i miei appuntamenti di oggi” e “OK Google, cosa devo fare domani?“), di aggiungere nuovi eventi (“Hey Google, aggiungi un nuovo evento in calendario“) e molto altro ancora. A tal proposito, potrebbe esserti utile la mia guida su come funziona Google Calendar.
  • Smart Life: con questa applicazione è possibile gestire a distanza i dispositivi intelligenti della casa, come lampadine Smart, prese intelligenti, termostati e molto altro ancora. Dopo aver configurato i propri dispositivi tramite l’app per Android e iOS/iPadOS, è possibile associare il proprio account a Google Home e comandare i dispositivi in questione con la voce.
  • HIVE: è l’applicazione per Android e iOS/iPadOS che consente di comandare a distanza i dispositivi Smart prodotti da HIVE. Collegando il proprio account HIVE a Google Home, è possibile gestire tutti i prodotti dell’azienda inglese sia dall’app Google Home che usando i comandi vocali. Per saperne di più, ti lascio alla mia guida su come funziona HIVE.
  • IFTTT: è una delle migliori applicazioni non integrate in Google Home che consente di creare dei comandi personalizzati da usare con l’assistente vocale e di automatizzare le proprie azioni quotidiane. È disponibile gratuitamente per dispositivi Android e iPhone/iPad.
  • TuneIn: consente di ascoltare la radio, scegliendo una delle migliaia di stazioni disponibili. È integrata direttamente in Google Home e non è necessario creare un account. Per riprodurre la propria stazione radio preferita, è sufficiente pronunciare uno dei comandi supportati (es. “OK Google, riproduci [nome stazione radio])”.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.