Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per non addormentarsi alla guida

di

Sei solito passare molto tempo in auto per questioni di lavoro o necessità personali e, siccome i tragitti che percorri sono talvolta lunghi, ci sono delle circostanze in cui senti di aver bisogno di tenerti “attivo” mentre sei al volante. Probabilmente, nell’ultimo periodo stai guidando anche più spesso del solito e ti stavi chiedendo se ci sono dei modi per restare sempre vigili al volante.

Nello specifico, vorresti sapere se esistono delle app per non addormentarsi alla guida, giusto? Ebbene, se vuoi posso darti qualche consiglio in merito, ma ci tengo prima a sottolineare che la tecnologia, in casi come questi, non deve sostituire quelle che dovrebbero essere delle norme di buonsenso: se ti senti stanco o temi di poterti distrarre per dei colpi di sonno, NON METTERTI ALLA GUIDA, poiché potresti mettere a serio rischio la tua incolumità e quella di altre persone.

Sottolineando, dunque, quanto appena espresso e precisando che non mi assumo alcuna responsabilità circa l’uso che farai delle soluzioni che sto per consigliarti, di seguito trovi una serie di applicazioni che — pur non essendo pensate in modo specifico per tenere vigile chi è alla guida (non ne esistono, per i motivi che ho poc’anzi illustrato) — potrebbero aiutarti ad affrontare meglio i tuoi viaggi su quattro ruote.

Indice

Informazioni preliminari

Auto

Prima di iniziare a elencarti quali sono per me le app che potrebbero aiutarti a mantenerti attivo durante la guida, vorrei metterti in guardia da alcune app, che troverai altrove o nei vari store digitali, che promettono benefici del genere, poiché potrebbero risultare in realtà fonte di distrazione ed essere oltre che controproducenti quindi anche molto pericolose.

Diffida perciò da app che tendono a farti maneggiare lo smartphone mentre sei alla guida, come possono essere sveglie interattive o giochi a enigmi o altro che ti facciano usare lo schermo, costringendoti a tenere gli occhi fissi sul display per lungo tempo. Le app che vedrai qui con me, si basano su un utilizzo dei dispositivi molto blando, anzi per meglio dire quasi nullo durante i tragitti poiché consistono sull’ascolto di contenuti musicali o radiofonici. In pratica, tutto quello che può riguardare l’utilizzo di una semplice autoradio.

Ti consiglio, in ogni caso, di non maneggiare mai il tuo dispositivo quando sei in auto e magari valutare l’utilizzo di casse Bluetooth o dispostivi audio che funzionano con comandi vocali, interagendo coi vari assistenti digitali come possono essere Alexa o Google Assistant.

In alternativa, valuta l’acquisto di qualche supporto per smartphone per auto, sempre al fine di non tenere mai tra le mani uno smartphone mentre guidi. Consiglio, nel caso tendi a distrarti facilmente quando ascolti audiolibri, divagando col pensiero ad esempio, di non utilizzare app che offrono appunto la fruizione di tali contenuti.

Supporto Auto Smartphone, Beikell Supporto per Telefono per Auto [360 ...
Vedi offerta su Amazon
Supporto Auto Universale per Smartphone, Regolabile, Rotazione a 360°
Vedi offerta su eBay
Porta Cellulare da Auto [Clip per Gancio Qualità Militare] 360 Gradi d...
Vedi offerta su Amazon

Ribadisco, infine, che dovresti prendere le dovute precauzioni quando sarai alla guida, di non metterti alla guida già stanco, allacciare le cinture in primis ed essere sempre responsabile nell’uso dei dispositivi e delle app, come quelle che conoscerai in questo post. Io non sarò in alcun modo responsabile dell’utilizzo che farai di qualsiasi tuo dispositivo e delle soluzioni che leggerai qui.

App per ascoltare musica in streaming

Possiamo iniziare senz’altro facendo un elenco delle applicazioni più valide per ascoltare musica. Vedrai che con esse troverai senz’altro il modo di ascoltare le tue canzoni preferite e organizzare le tue playlist come vuoi, col vantaggio di non maneggiare né autoradio né lo stesso smartphone.

Spotify (Android/iOS/iPadOS)

Spotify app

Quando si tratta di musica sui dispositivi Android e iOS/iPadOS, Spotify è ormai diventata una garanzia. È probabilmente il servizio di streaming più amato e utilizzato al mondo e permette di ascoltare musica anche gratuitamente. Tuttavia, offre diverse opzioni per fruire dei suoi contenuti che spaziano dagli album musicali di cantanti e band di ogni epoca e genere ai podcast di maggiore successo.

Spotify è apprezzatissimo oltre che per la sua facilità d’uso, anche per la possibilità di scaricare canzoni e addirittura intere playlist, oltre che podcast (solo nei piani Premium a pagamento a partire da 9,99 euro/mese dopo una prova gratis di 1 o 3 mesi, a seconda delle promo attive).

A prescindere dalla versione free o a pagamento, il suo utilizzo è estremamente semplice. Ti basta creare un account (puoi fare accesso anche tramite Facebook), dopodiché puoi iniziare subito le tue sessioni di ascolto e creare le tue playlist. L’interfaccia è suddivisa in categorie, come Ascoltati di recente, Scelto per te e I tuoi mix preferiti, ed è ovviamente presente l’opzione di ricerca dei brani oltre che l’accesso a La tua libreria. Maggiori info qui.

Apple Music (Android/iOS/iPadOS)

Apple Music app

Apple Music è il servizio musicale proprietario di Apple, disponibile nell’app Musica di iOS/iPadOS/macOS, su Android e su tanti altri device (tra cui i PC Windows). Offre una prova gratuita, dopodiché bisogna scegliere tra vari piani a pagamento, tra cui quello più economico, Voice, che costa 4,99 euro/mese ed è dedicato soprattutto all’interazione con Siri tramite comandi vocali, mentre gli altri sono più generici e fruibili anche su dispositivi non dotati dell’assistente virtuale di Apple, come possono essere gli smartphone e tablet Android. Se vuoi avere molti dettagli in più al riguardo avevo già scritto una guida dedicata su come funziona Apple Music.

Notevole è la qualità audio, che ovviamente varia a seconda del dispositivo e delle sue specifiche, ma che garantisce accesso a brani lossless, Spatial Audio e Dolby Atmos.

YouTube Music (Android/iOS/iPadOS)

 YouTube Music app

YouTube Music è la versione di YouTube totalmente dedicata all’ascolto di musica, disponibile su Android e iOS/iPadOS in ambito mobile e accessibile anche da browser su PC. È molto simile a Spotify nelle sue funzionalità e l’interfaccia è davvero immediata. Puoi creare la tua Raccolta e nella Home trovi la sezione Ascolta di nuovo, Scelte rapide e ovviamente l’opzione di ricerca ed esplorazione.

Il servizio ha una modalità gratuita e una Premium (a partire da 9,99 euro/mese dopo una prova gratis di 1 mese), entrambe fanno eseguire i brani illimitatamente ma la versione a pagamento consente l’esecuzione anche in background e senza pubblicità, nonché il download offline. L’iscrizione è estremamente semplice, dato che, dopo aver installato l’app, ti basta un account Google attivo oppure accedere con la procedura di attivazione che l’app stessa ti offre al momento dell’avvio, premendo su Accedi. Maggiori info qui.

TuneIn Radio (Android/iOS/iPadOS)

TuneIn Radio app

TuneIn Radio è forse l’app più adatta a tenere compagnia a chi guida tanto come te data l’abbondanza e la tipologia dei suoi contenuti. È un servizio, disponibile sia su Android (anche su store alternativi) che su iOS/iPadOS, che dà accesso gratuitamente a oltre 100.000 stazioni radio di tutto il mondo, il che vuol dire che si possono ascoltare programmi di ogni genere che spaziano dalla musica all’attualità, dalla scienza allo sport provenienti da una enorme varietà di nazioni.

Esiste anche la sua versione Pro che oltre a garantire la ricchezza di contenuti, permette di registrare i tuoi contenuti, anche in diretta, e di fruirne senza pubblicità in app. Sono presenti anche audiolibri e podcast precaricati e l’interfaccia consente di navigare a tuo piacimento tra stazioni di ogni genere e tutte le regioni del mondo disponibili.

Se cerchi delle alternative, da’ pure un’occhiata al mio tutorial sulle app per ascoltare radio.

App per ascoltare audiolibri e podcast

Questa seconda parte della guida si concentra su quelle che potrebbero essere le migliori app per ascoltare audiolibri e podcast mentre sei alla guida. Alcune garantiscono accesso a vaste librerie audio gratuitamente altre necessitano di una sottoscrizione e sono tutte semplici con le loro interfacce molto immediate. Se ti può interessare, avevo fatto una guida approfondita sulle migliori app e dispositivi sui quali ascoltare podcast.

Audible (Android/iOS/iPadOS)

Audible app

Anche Audible è una nota piattaforma di audiolibri e podcast, disponibile anche come app per Android (anche su store alternativi) e iOS/iPadOS. È un servizio di proprietà di Amazon e necessita di una sottoscrizione mensile, dopo una prova mensile. L’abbonamento permette la fruizione di migliaia di contenuti, tra cui alcuni anche esclusivi come i Podcast Audible Originals, in offline, senza pubblicità e senza limiti su ogni dispositivo, anche Amazon Echo ad esempio.

Anche in questo caso la Home offre una grande varietà e soprattutto l’immediatezza d’ascolto, la cronologia di ascolto è presente proprio come prima opzione nella prima pagine, insieme ai titoli di tendenza, gli Audible Original e i podcast da esplorare. C’è una comodissima sezione chiamata Libreria, dove puoi gestire le tue raccolte, gli Autori e i Generi preferiti oltre che creare Wishlist e audiobook scaricati. Maggiori info qui.

Google Podcasts (Android/iOS/iPadOS)

Google Podcasts

Google Podcasts è l’app proprietaria di Google, scaricabile sia su Android che su iOS/iPadOS, dedicata esclusivamente ai podcast e, parzialmente, agli audiolibri. In questo caso, la fruizione dei contenuti digitali è completamente gratuita con la possibilità di creare una raccolta e fare anche il download di ogni programma presente nel catalogo. La ricchezza dei contenuti è notevole, trattandosi di un servizio gratuito, e i generi spaziano dall’Istruzione a Salute e fitness, da Tecnologia a Economia.

Bisogna dire che l’interfaccia è sì minimale, ma non del tutto intuitiva, per cui il mio consiglio prima di metterti alla guida è di crearti delle raccolte e una coda di riproduzione. C’è una sezione Esplora dove puoi selezionare i tuoi contenuti e aggiungerli alla Raccolta premendo sul tasto + sull’icona stessa. Nella raccolta puoi creare una Coda e quindi andare a riprodurla a tuo piacimento.

Se cerchi dei consigli sui migliori podcast da ascoltare, leggi la mia guida dedicata al tema.

Spreaker (Android/iOS/iPadOS)

Spreaker app

Spreaker è una piattaforma streaming di podcast completamente gratuita, disponibile su Android (anche su store alternativi) e iOS/iPadOS, che serve sia alla fruizione di questa tipologia di contenuti, sia per crearli e pubblicarli in maniera indipendente. Nell’app sul tuo dispositivo avrai quindi la possibilità di andare a riprodurre decine di podcast di genere differenti, dall’attualità alla storia, dalla tecnologia allo sport.

L’uso è davvero basilare e immediato, con un’interfaccia intuitiva e arricchita da chiare categorie, che ti danno possibilità di andare a creare la tua lista di Preferiti e le tue Playlist. Molto curiosa è la sua componente quasi “social”, premendo sull’icona a forma di nuvoletta quadrata, in cui si possono scrivere commenti e comunicare quindi con altri utenti e gli stessi creator o publisher della radio o del contenuto che ascolti. Ti ho spiegato come creare un podcast con Spreaker in un tutorial dedicato.

Audiolibri (Android)

Audiolibri app

Audiolibri è un’app ottima per chi ama ascoltare audiolibri in tutte le lingue, in particolare per chi ama i classici della letteratura. Ma non mancano anche contenuti di produzione molto più recente oltre che quelli di saggistica, consultabili nella folta lista di categorie che vanno da filosofia a poesia, da scienza a storie per bambini. È disponibile esclusivamente su Android (anche su store alternativi) e, malgrado la presenza di pubblicità, l’aspetto molto positivo è che tutti i contenuti sono fruibili e scaricabili in modo del tutto gratuito.

C’è la possibilità di andare a eliminare le pubblicità pubblicitari, con un pagamento sia mensile che annuale o una tantum eliminando le pubblicità permanentemente. Consiglio l’ultima opzione onde evitare possibili distrazioni durante la riproduzione e quindi durante la guida al volante.

Se cerchi audiolibri gratis da ascoltare anche con altre app, dai un’occhiata alla guida che ti ho appena linkato.

Altre app per non addormentarsi alla guida

Apple Podcasts app

In questa ultima parte cerco di parlarti brevemente di altre app per non addormentarsi alla guida che includono sempre la fruizione di contenuti digitali, ma anche app simili alle comuni sveglie o app più specifiche per la produzione di suoni che possono aiutarti a tenere alta la concentrazione con costanti segnali sonori.

Ma mi raccomando di farne sempre un uso attento e responsabile, in particolar modo consiglio di utilizzare le app che producono suoni soltanto se ti senti davvero stanco e hai ancora davvero poco da percorrere, e soprattutto di utilizzare suoni a frequenze che non superino i 400/450 Hz, giusto per avere un sottofondo in pratica. Se invece hai sonno e hai ancora tanta strada fare, sempre meglio fermarti e riposare il necessario e poi ripartire.

  • Apple Podcasts (iOS/iPadOS) – è il servizio Apple per ascoltare podcast e contenuti audio su tutti i dispositivi Apple (compresi Apple Watch e Apple CarPlay). È completamente gratuito e permette l’ascolto di milioni di podcast dei generi più disparati con l’accesso ai canali ufficiali delle radio e dei notiziari più celebri. L’utilizzo è semplicissimo con la possibilità di andare a consultare le librerie e creare le tue liste preferite.
  • Alarm Clock Xtreme (Android) – è a tutti gli effetti una sveglia come quelle che puoi trovare di default su tutti gli smartphone, ma con un’opzione che non tutte le sveglie possiedono, ovvero la possibilità di rimandare illimitatamente il suono dall’orario prestabilito in poi. Basta selezionare nell’opzione Limite posticipo la voce Illimitati e in pratica, potenzialmente, la sveglia non smetterà mai di suonare nell’arco di 90 minuti.
  • Generatore di Frequenza (Android) – è un generatore di suoni molto ricco, data la quantità di opzioni e di suoni generabili. Le frequenze selezionabili possono oscillare da 0 a 22000 HZ, ma ti ricordo sempre di stare attento a non esagerare e non andare oltre i 450 HZ. La soluzione per aver un suono costante in sottofondo può essere creare un ciclo in Spazzata, in cui si può generare un suono di frequenza sempre uguale e duraturo. Si può scegliere un valore tra 0 e 100.000 (che corrispondo a circa 27,7 ore), ma ti consiglio sempre di non esagerare ovviamente.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.