Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come localizzare un cellulare su una mappa dal numero

di

Vuoi sapere la posizione di un numero di telefono che ti sta chiamando? Hai un appuntamento con un amico che non vedi da tanto tempo e vorresti monitorare la sua posizione tramite il suo numero di cellulare? Se queste sono le domande che ti stai ponendo, sono lieto di informarti che sei capitato nel posto giusto al momento giusto.

In questa mia guida, infatti, ti illustrerò come localizzare un cellulare su una mappa dal numero, tramite computer o dispositivi mobili. Ti indicherò alcuni strumenti per aiutarti a identificare un numero che ti sta chiamando, potendone visualizzare anche la posizione geografica. Inoltre, ti suggerirò anche alcune app che puoi utilizzare per condividere o monitorare la posizione dei tuoi amici.

Per quanto riguarda i “numeri sconosciuti”, tuttavia, ti informo che non sempre è possibile reperire informazioni al riguardo (in diversi casi, infatti, queste ultime non sono presenti nei database disponibili online), specie se si tratta di numeri di telefonia mobile (in questi casi, la relativa posizione geografica è spesso semplicemente indicata come "Italia). Come dici? Non vedi comunque l'ora di scoprire tutto al riguardo? Allora continua a leggere: trovi spiegato tutto qui sotto.

Indice

Localizzare un numero sconosciuto

Quando ricevi una chiamata da parte di un numero non presente in rubrica, puoi (spesso) risalire al luogo di provenienza geografica del numero chiamante. Come? Ci sono numerosi servizi online che permettono di ricercare un numero nel loro database e identificare la persona (o l'azienda) chiamante, indicandone anche la posizione su una mappa. Qui sotto te ne indicherò alcuni affidabili e semplici da utilizzare. Ecco tutti i dettagli.

Truecaller

Truecaller

Truecaller è un utile strumento che ti può aiutare a localizzare un numero di cellulare è quello offerto da. Si tratta di un servizio Web (disponibile anche sui dispositivi Android e iOS sotto forma di app per identificare le chiamate dei seccatori noti e, solo su Android, bloccarle) che permette di identificare e localizzare i recapiti telefonici di chi ti chiama, tramite il database arricchito dai recapiti e dalle segnalazioni fornite dagli utenti iscritti al servizio.

Per utilizzare Truecaller, accedi alla pagina principale del sito Web, digita il numero di telefono che ti ha chiamato nel campo di ricerca Search phone number…, che vedi al centro dello schermo, e premi sul pulsante della lente d'ingrandimento. Se non sei registrato a questo servizio, ti verrà richiesto di effettuare l'accesso, tramite account Google o Microsoft (premendo sui rispettivi pulsanti). Occhio però, così facendo dovrai condividere le informazioni relative al tuo account (es. foto profilo, indirizzo email, indirizzo “fisico”, ecc.) con il servizio stesso.

A login effettuato, se il numero da te digitato è presente nel database di Truecaller, potrai visualizzare una scheda riepilogativa con alcune informazioni utili a identificare l'utente che ti ha chiamato. Verrà anche indicato il luogo da dove proviene la chiamata (tipicamente solo la nazionalità, ma può essere sempre utile come indicazione).

Google Maps

Come localizzare un cellulare su una mappa dal numero

Ti stai ancora chiedendo come localizzare un cellulare su una mappa dal numero? Oltre ai servizi che ti ho indicato nelle righe sopra, posso anche suggerirti di usare Google Maps; quest'ultimo — disponibile anche come app per Android e iOS/iPadOS — integra una funzione di ricerca delle attività commerciali e istituti tramite il numero di telefono. Ovviamente sono rintracciabili in questo modo tutti quegli utenti che hanno registrato la loro attività su questo servizio gestito dal colosso di Mountain View. Se vuoi approfondire l'argomento, ti consiglio di leggere la mia guida dedicata.

Accedendo al portale di Google Maps, nella barra di ricerca in alto a sinistra, digita il numero di telefono che ti ha chiamato e premi sull'icona della lente d'ingrandimento. Se il recapito di telefono digitato è presente nel database, ti verrà mostrato il nome dell'attività commerciale e la relativa posizione geografica sulla mappa del servizio. Per altri dettagli su quest'ultimo, ti rimando al mio approfondimento su come funziona Google Maps.

Altre soluzioni

PagineGialle

Come dici? Non hai trovato la posizione geografica del numero che ti interessava sui portali consigliati poc'anzi? Non temere: provvedo immediatamente a consigliartene altri sui quali puoi provare a effettuare una ricerca.

  • PagineGialle (online/Android/iOS/iPadOS) – PagineGialle è la controparte digitale della storica rubrica cartacea e include un database nel quale diversi professionisti hanno scelto di memorizzare il proprio recapito. Per utilizzare il servizio in questione, collegati alla relativa home page, digita il numero che desideri cercare nel campo in alto, cancella il nome della località preimpostata nello spazio a destra e dai Invio. Dopodiché, fai clic sull'anteprima del risultato opportuno della ricerca; la posizione dell'utente, se disponibile, ti sarà mostrata cliccando sul riquadro posto sotto la voce Mappa, a destra.
  • PagineBianche (online/Android/iOS/iPadOS) – Come nel caso del servizio citato precedentemente, PagineBianche dispone di un vasto elenco di utenti (professionisti e privati) che hanno registrato il proprio recapito sullo stesso. Per compiere una ricerca su questo portale, collegati a questa pagina, fai clic sulla dicitura Telefono posta in alto, digita il numero che ti interessa nel campo mostrato a schermo e dai Invio. Infine, premi sul pulsante Vedi su mappa posto nel riquadro del risultato opportuno.

Localizzare un contatto in rubrica

Se hai bisogno di monitorare la posizione in tempo reale di un contatto in rubrica, puoi utilizzare la funzione integrata in alcune app disponibili su smartphone e tablet. Esistono diverse app adibite a tale scopo, di cui ti parlerò nelle righe successive, che utilizzano i servizi di geolocalizzazione del tuo dispositivo (se non sai come attivarli, te ne ho parlato in questa mia guida).

Google Maps (Android/iOS/iPadOS)

Google Maps Android

Su Google Maps, celebre app di navigazione sviluppata da “Big G”, è possibile utilizzare una funzionalità che prevede la condivisione in tempo reale della propria posizione con un contatto (anche se questo non dispone di un account Google). Google Maps è disponibile su Android e iOS/iPadOS (ti ho spiegato in questa guida come scaricarla).

Per condividere la tua posizione, avvia quindi l'applicazione suddetta e premi sull'icona del tuo account Google situata in alto a destra. A questo punto, seleziona la voce Condivisione della posizione e premi sul pulsante Nuova condivisione. Nella schermata che ti viene mostrata, seleziona l'opzione relativa all'intervallo di tempo che vuoi impostare: Per 1 ora (facendo tap sui pulsanti + o – puoi anche aumentare o diminuire tale lasso di tempo) o Fino alla disattivazione.

A questo punto, premi sulla foto profilo di uno o più dei tuoi contatti mostrati in basso e premi, poi, sul pulsante in basso Condividi. Se l'utente da te scelto non possiede un account Google, ti verrà mostrato un messaggio per segnalarti che sarà inviato un link al destinatario da te scelto.

Se hai seguito alla lettera i procedimenti che ti ho indicato nelle righe precedenti, avrai abilitato la condivisione della tua posizione in tempo reale con i contatti da te scelti. Per visualizzare quest'ultima, l'utente (o gli utenti) da te selezionati dovranno semplicemente fare tap sulla dicitura Vedi su Google Maps nell'invito visualizzabile sulla stessa Maps o su Gmail.

Puoi localizzare anche i contatti con i quali hai condiviso la tua posizione, selezionando la foto profilo del loro contatto tramite il menu in basso (dalla voce Condivisione della posizione menzionata prima) e premendo sul pulsante Richiedi.

Per interrompere la condivisione della posizione, seleziona nuovamente la voce Condivisione della posizione dal menu accessibile facendo tap sull'icona del tuo profilo Google nella schermata iniziale di Google Maps. Successivamente, premi sull'anteprima del contatto selezionato in precedenza e, per concludere, fai tap sulla dicitura Interrompi.

Dov'è (iOS/iPadOS)

Dov'é iPhone

Se possiedi un iPhone o un iPad, puoi condividere la tua posizione in tempo reale tramite l'app gratuita Dov'è; quest'ultima svolge le stesse funzioni dell'applicazione Trova i miei amici che è presente sulle versioni meno recenti di iOS/iPadOS. Queste app, per funzionare, necessitano della configurazione di un account iCloud; inoltre, affinché tutto vada a buon fine, devi anche attivare anche il servizio di localizzazione.

Dopo aver avviato l'app, premi sul pulsante Inizia a condividere la posizione (nelle scheda Persone) e digita il nome del contatto (o il relativo indirizzo email) con il quale intendi condividere la posizione, nel campo A. Fatto ciò, premi sul pulsante Invia, e imposta la durata della condivisione (es. 1 ora o Fino a fine giornata), tramite l'apposito pannello mostrato a schermo.

Se hai eseguito alla lettera la procedura che ti ho indicato, i destinatari da te scelti riceveranno un invito e potranno visualizzare la tua posizione in tempo reale tramite l'app Dov'è. In alternativa, puoi anche richiedere tu stesso la localizzazione di un tuo contatto, tramite quest'app. Per fare ciò, avvia quest'ultima, seleziona il nome dell'utente (o il relativo indirizzo email) che ti interessa dalla lista presente nella schermata iniziale e, infine, premi sulla voce Chiedi di seguire la posizione.

Se vuoi approfondire l'argomento del quale ti ho parlato finora, ti consiglio di leggere la mia guida su come localizzare un iPhone di un amico.

Altre app per localizzare un contatto in rubrica

WhatsApp Android

Oltre alle soluzioni che ti ho proposto nei capitoli precedenti, ti posso consigliare altre comode applicazioni che possono fare al caso tuo per localizzare un contatto presente nella rubrica del tuo dispositivo.

  • WhatsApp (Android/iOS) – è la celebre app di messaggistica istantanea che permette, tra le sue diverse funzioni, anche quella di condividere la posizione con un proprio contatto. È possibile impostare un intervallo di tempo per mantenere attiva la condivisione della geolocalizzazione, al termine del quale verrà automaticamente interrotta. Trovi maggiori dettagli al riguardo nel mio tutorial su come condividere la posizione in tempo reale su WhatsApp.
  • Telegram (Android/iOS/iPadOS) – altro popolarissimo servizio di messaggistica istantanea che consente anche di poter condividere la propria posizione in tempo reale (fino a 8 ore) con i contatti registrati sullo stesso. Ti ho parlato in dettaglio di questa opzione nel mio post su come sapere dove si trova una persona attraverso il cellulare.
  • Swarm (Android/iOS) – tramite Swarm si può condividere in tempo reale la propria posizione e di localizzare quella degli amici, previa loro autorizzazione. L'app in questione, tramite la funzione di check-in, permette anche di tenere traccia dei vari luoghi visitati.

Localizzare un cellulare

Se, invece, vuoi localizzare uno smartphone, indipendentemente dal numero di cellulare associato alla SIM in esso presente, puoi utilizzare alcuni strumenti come Trova il mio dispositivo, per smartphone e tablet Android, e Trova il mio iPhone, per iPhone (a partire da iOS 15 è possibile rintracciare anche un iPhone spento).

Utilizzare questi servizi è molto facile: ti basta semplicemente accedere ai servizi Web indicati e autenticarti con l'account registrato sul dispositivo da te in possesso o dell'amico che ti ha fornito le proprie credenziali d'accesso.

Visualizzerai quindi la posizione in tempo reale sulla mappa geografica del dispositivo Android o Apple, in base al servizio da te utilizzato. Ti consiglio comunque di approfondire questo argomento leggendo le mie guide su come rintracciare cellulare Android e su come trovare un iPhone, nelle quali ti ho anche parlato di altre app e servizi che posso aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.