Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come ripristinare WhatsApp

di

Hai appena acquistato un nuovo smartphone, hai provato a installare WhatsApp ma le conversazioni che erano presenti sul tuo vecchio cellulare non sono state ripristinate? Non ti preoccupare, cercheremo di risolvere insieme il problema.

Per ripristinare WhatsApp e rientrare in possesso delle tue vecchie chat devi installare (o reinstallare) l’applicazione su uno smartphone associato allo stesso numero del telefono che utilizzavi prima. Inoltre, se scegli di utilizzare un sistema di backup basato sul cloud (es. iCloud su iPhone e Google Drive su Android), devi assicurarti che il nuovo cellulare sia collegato allo stesso account utente di quello vecchio, mentre se scegli di percorrere la strada del ripristino offline devi trasferire sul telefono i file di backup del tuo vecchio smartphone.

Troppo difficile? Ma no… detta così sembra una cosa complicata, me ne rendo conto, ma invece ti assicuro che è tutto molto semplice. Non devi fare altro che prenderti cinque minuti di tempo libero e seguire le indicazioni che trovi di seguito: vedremo prima come ripristinare le conversazioni di WhatsApp su iPhone e poi ci occuperemo di Android. Vedremo anche come riattivare un account di WhatsApp in seguito alla sua sospensione. Adesso però non mettiamo “troppa carne al fuoco” e cerchiamo di procedere con ordine.

Ripristinare WhatsApp su iPhone

Come ripristinare WhatsApp

La versione iOS di WhatsApp effettua automaticamente un backup di tutte le conversazioni su iCloud. Questo significa che le chat vengono archiviate online e possono essere ripristinate semplicemente installando (o reinstallando) l’applicazione su un “melafonino” associato allo stesso numero di telefono e allo stesso ID Apple di quello usato per generare il backup.

Se tu non riesci a ripristinare WhatsApp sul tuo iPhone significa che manca uno degli elementi fondamentali affinché la procedura venga portata correttamente a termine: potresti utilizzare un numero di telefono diverso rispetto a quello che utilizzavi quando è stato generato il backup delle conversazioni, potresti usare un ID Apple diverso o, ancora, potrebbe esserci qualche problema legato al funzionamento di iCloud Drive.

Per verificare il tutto, e quindi porre rimedio alla situazione, devi prendere l’iPhone sul quale è stato generato inizialmente il backup di WhatsApp, inserire in esso una SIM associata al numero che utilizzi attualmente (che poi dovrebbe essere anche quello usato originariamente sul device) e verificare che nel menu Impostazioni > iCloud ci sia attiva l’opzione relativa ad iCloud Drive.

Ad operazione completata, devi aprire WhatsApp, attivare nuovamente l’applicazione (questo perché non è consentito l’utilizzo del servizio su più di un telefono in contemporanea) e avviare la creazione di un nuovo backup dal menu Impostazioni > Chat > Backup delle chat.

Per concludere, torna sul tuo iPhone attuale, vai nel menu Impostazioni > iCloud e verifica che l’account usato sul telefono sia lo stesso dell’altro “melafonino” e che il servizio iCloud Drive sia attivo. Dopodiché reinstalla WhatsApp, esegui la verifica del numero e accetta il ripristino delle tue conversazioni pigiando sul pulsante Ripristina cronologia chat.

Nel caso in cui qualche passaggio non ti fosse chiaro, leggi la mia guida su come recuperare conversazioni WhatsApp iPhone in cui ti ho spiegato tutto con dovizia di particolari.

Vuoi ripristinare il tuo WhatsApp nel senso che vuoi cancellare tutte le conversazioni presenti in esso, e non recuperarle? Nessun problema, si può fare anche questo. Avvia l’applicazione, seleziona la scheda Impostazioni che si trova in basso a destra e pigia prima sulla voce Chat e poi sul pulsante Cancella tutte le chat.

A questo punto, digita il tuo numero di telefono (completo di prefisso internazionale, che per l’Italia è +39), fai “tap” sul pulsante Cancella tutte le chat e il gioco è fatto. Conversazioni e allegati verranno eliminati in maniera istantanea.

Ripristinare WhatsApp su Android

Come ripristinare WhatsApp

Su Android esiste una doppia procedura per ripristinare WhatsApp: la prima, quella per così dire “tradizionale”, prevede l’utilizzo di un file di backup che l’applicazione genera quotidianamente e viene archiviato sulla memoria del telefono. La seconda, che al momento non è disponibile per tutti gli utenti (il suo rilascio sta avvenendo in maniera graduale) prevede l’utilizzo di Google Drive come sistema di backup online (come iCloud su iPhone).

Per ripristinare le conversazioni di WhatsApp utilizzando il file di backup generato localmente dall’applicazione, bisogna prendere suddetto file ( msgstore.db.crypt8), copiarlo nella cartella \Home\WhatsApp\Databases\ del proprio smartphone e installare (o reinstallare) WhatsApp. L’unico requisito necessario affinché tutto funzioni a dovere è che il telefono sia associato allo stesso numero del telefono che ha generato il backup.

Nel caso di Google Drive è tutto più semplice: basta installare (o reinstallare) WhatsApp su uno smartphone associato allo stesso numero di telefono e lo stesso account Google di quello usato per generare il backup e il gioco è fatto.

Se devi estrapolare il file msgstore.db.crypt8 dal tuo vecchio smartphone Android puoi utilizzare il computer (collegando il cellulare a quest’ultimo tramite cavo USB) oppure puoi rivolgerti all’applicazione gratuita ES Gestore File che permette di accedere a tutti i file presenti sul dispositivo: basta pigiare sull’icona ad hamburger collocata in alto a sinistra nella schermata principale della app, selezionare la voce Home dalla barra laterale e recarsi nella cartella Home > WhatsApp > Databases.

Nella cartella Databases del tuo cellulare troverai il file msgstore.db.crypt8, che è il backup più recente di WhatsApp, e altri file denominati msgstore-[data].1.db.crypt8 (dove al posto di [data] c’è la data in cui sono stati creati) che invece sono i backup più vecchi delle tue chat. Se vuoi, puoi anche prendere uno dei file più vecchi, rinominarlo in msgstore.db.crypt8 e ripristinare WhatsApp a uno stato più datato rispetto a quello attuale.

Una volta copiato il file con il backup delle chat nella cartella \Home\WhatsApp\Databases\del tuo nuovo smartphone, installa (o reinstalla WhatsApp) e rispondi Ripristina alla richiesta di ripristino del backup, che ti verrà fatta subito dopo la procedura di verifica del numero.

Nel caso in cui qualche passaggio non ti fosse chiaro, prova a dare un’occhiata al mio tutorial su come recuperare conversazioni WhatsApp Android in cui ho trattato l’argomento in maniera più specifica.

Vuoi ripristinare il tuo WhatsApp nel senso che vuoi rimetterlo “a nuovo” cancellando tutte le conversazioni presenti in esso? Allora avvia l’applicazione, pigia sul pulsante (…) collocato in alto a destra, recati nel menu Impostazioni > Chat e chiamate > Cronologia chat e pigia prima sul pulsante Elimina tutte le chat e poi su OK.

Ripristinare WhatsApp in seguito alla sospensione dell’account

Come ripristinare WhatsApp

Il tuo account di WhatsApp è stato sospeso e non sai come ripristinarlo? È un bel guaio, però tranquillo, non è ancora detta l’ultima parola.

Se il tuo account è stato bloccato in via temporanea (e quindi vedi un conto alla rovescia nella schermata principale della app) puoi risolvere il problema rimuovendo dal telefono tutte le versioni non ufficiali di WhatsApp (es. WhatsApp+, WhatsAppMD, WhatsApp Reborn o Whatsfapp), attendendo la scadenza del countdown e reinstallando il client ufficiale.

Se invece, il tuo account è stato “bannato” in maniera permanente, mi spiace, ma l’unica soluzione che hai a tua disposizione è inviare un’email (in lingua inglese) all’indirizzo support@whatsapp.com e dimostrare di non aver infranto i termini d’uso del servizio.

Per maggiori informazioni da’ un’occhiata al mio tutorial su come sbloccare WhatsApp in cui trovi spiegate tutte le motivazioni che portano alla sospensione degli account su WhatsApp e le possibili soluzioni al problema.