Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come sbloccare WhatsApp

di

Non riesci più ad accedere a WhatsApp? Il tuo account risulta bloccato e non sai come ripristinarlo? Non disperare, non è ancora detta l’ultima parola. Con un pizzico di fortuna potrai rimuovere il blocco e ottenere nuovamente accesso alle tue conversazioni, prima però bisogna capire che tipo di blocco è stato applicato al tuo account: se temporaneo o permanente.

  • Blocco temporaneo: può durare uno o più giorni e la sua durata è scandita da un timer che campeggia nella schermata iniziale della app. Puoi subire un blocco temporaneo del tuo account se utilizzi client non ufficiali per accedere a WhatsApp, se invii troppi messaggi a persone “sconosciute” (che cioè non hanno il tuo numero in rubrica), se crei gruppi con molti utenti che non hanno il tuo contatto, se sei stato bloccato da molte persone nell’arco di un breve lasso di tempo o se invii lo stesso messaggio a molte persone (senza utilizzare le liste broadcast).
  • Blocco permanente: dura per sempre, a meno che tu non riesca a dimostrare che è frutto di un errore da parte di WhatsApp. Puoi subire il blocco permanente del tuo account se utilizzi WhatsApp per inviare messaggi pubblicitari, spedisci messaggi di spam, pubblichi contenuti non consentiti (immagini con contenuti espliciti, offensivi o che incitano all’odio verso qualcuno), utilizzi ripetutamente client non ufficiali oppure infrangi in maniera continua i termini d’uso del servizio.

Tutto chiaro? Bene, allora passiamo subito all’azione e vediamo come sbloccare WhatsApp… o almeno tentiamoci, per quello che è nelle nostre possibilità. Incrociamo le dita affinché vada tutto bene!

Rimuovere blocco temporaneo di WhatsApp

Come sbloccare WhatsApp

Se il tuo account è stato bloccato solo in via temporanea, e quindi nella schermata principale dell’applicazione vedi un conto alla rovescia di 24, 48 o più ore, puoi ripristinare l’accesso a WhatsApp rimuovendo le cause del blocco e attendendo la scadenza del timer.

Come abbiamo visto in precedenza, le cause di un blocco temporaneo su WhatsApp possono essere molteplici. Se hai inviato troppi messaggi a persone “sconosciute” o sei stato bloccato da un alto numero di utenti in breve tempo, non devi fare nulla. Attendi pazientemente che il conto alla rovescia giunga a zero e dovresti ottenere nuovamente l’accesso a tutte le tue conversazioni.

Se invece hai fatto uso di client di terze parti (che non sono supportati ufficialmente da WhatsApp), provvedi subito a rimuoverli dal telefono, attendi il termine del blocco e reinstalla l’applicazione ufficiale. Questa è la procedura corretta da eseguire su un terminale Android (piattaforma su cui sono maggiormente diffusi i client alternativi per WhatsApp).

  • Accedi al drawer di Android, ovvero alla schermata in cui sono elencate tutte le applicazioni installate sul telefono;
  • Individua il client alternativo per WhatsApp che hai usato per accedere al servizio. Potrebbe chiamarsi WhatsApp o in un altro modo (es. WhatsApp+, WhatsAppMD, WhatsApp Reborn o Whatsfapp);
  • Tieni il dito premuto sull’icona della app e trascinala sul pulsante Disinstalla che compare in alto;
  • Pigia sul pulsante OK per confermare la cancellazione della app e il gioco è fatto.
  • Attendi che scada il blocco temporaneo del tuo account WhatsApp;
  • Installa nuovamente WhatsApp, segui la procedura di configurazione iniziale dell’applicazione e dovresti poter accedere nuovamente alle tue conversazioni.

Nel malaugurato caso in cui, allo scadere del conto alla rovescia, il tuo account risultasse ancora bloccato, prova ad inviare un’email all’indirizzo support@whatsapp.com (in lingua inglese) e segnala il problema al supporto tecnico di WhatsApp. Con un pizzico di fortuna – se non hai violato i termini d’uso del servizio – l’accesso al tuo account verrà ripristinato entro pochi giorni.

Rimuovere blocco permanente di WhatsApp

Come sbloccare WhatsApp

Sbloccare WhatsApp dopo aver subito un blocco permanente dell’account (quando nella schermata principale della app viene visualizzato il messaggio "Il tuo numero non è più abilitato all'uso del nostro servizio”) non è affatto semplice.

L’unica soluzione che puoi tentare è inviare un’email al supporto tecnico di WhatsApp (in lingua inglese) e richiedere un’analisi più approfondita del tuo caso per dimostrare che non hai commesso una delle infrazioni che portano al ban permanente dell’account. L’indirizzo da contattare è sempre support@whatsapp.com.

Mi raccomando, fai attenzione alle applicazioni per sbloccare WhatsApp! Sul Web si trovano tantissime applicazioni che promettono di sbloccare gli account di WhatsApp bloccati e/o di velocizzare il conto alla rovescia per gli account bloccati temporaneamente. Beh, nel migliore dei casi non funzionano. Molto più spesso sono veicolo di malware, quindi stanne alla larga.

Recuperare i messaggi di WhatsApp dopo il blocco

Come sbloccare WhatsApp

In attesa che il tuo account venga sbloccato, puoi recuperare i messaggi di WhatsApp e visualizzarli sul PC. Come? Te lo spiego subito. Tutto quello di cui hai bisogno è uno smartphone Android sottoposto alla procedura di root (puoi effettuare il root anche dopo aver subito il blocco di WhatsApp) e un PC Windows. Questi sono i passaggi da compiere.

Sullo smartphone

  • Installa il file manager gratuito ES File Explorer e avvialo;
  • Pigia sull’icona ad hamburger collocata in alto a sinistra, scorri fino in fondo la barra che compare di lato, sposta su ON la levetta relativa all’opzione Root Explorer e concedi i permessi di root a ES File Explorer;
  • Pigia nuovamente sull’icona ad hamburger in alto a sinistra, seleziona l’icona Home dalla barra laterale e dirigiti nel percorso WhatsApp > Databases;
  • Tieni premuto il dito sull’icona del file msgstore.db.crypt8 (fino a quando non compare un segno di spunta accanto a quest’ultima), pigia sul pulsante Altro collocato in basso a destra, seleziona la voce Condividi dal menu che si apre e auto-inviati il file via email usando il tuo client preferito (es. Gmail)1;
  • Pigia nuovamente sull’icona ad hamburger in alto a sinistra, seleziona l’icona Dispositivo dalla barra laterale e dirigiti nel percorso data > data > com.whatsapp > files;
  • Tieni premuto il dito sull’icona del file key (fino a quando non compare un segno di spunta accanto a quest’ultima), pigia sul pulsante Altro collocato in basso a destra, seleziona la voce Copia in dal menu che si apre e copia il file in una cartella di tua scelta (es. Download, Home, la scheda SD inserita nello smartphone ecc.);
  • Dirigiti nella cartella in cui hai copiato il file, tieni premuto il dito sull’icona del file key, pigia sul pulsante Altro collocato in basso a destra, seleziona la voce Condividi dal menu che si apre e auto-inviati il file via email usando il tuo client di posta preferito (es. Gmail).

Sul computer

  • Scarica sul computer i due file di WhatsApp che ti sei auto-inviato via email;
  • Scarica il programma gratuito (ed open source) WhatsApp Viewer collegandoti al suo sito Internet ufficiale e cliccando prima sul pulsante Download here e poi sull’icona WhatsApp.Viewer.zip;
  • Estrai il programma WhatsApp.Viewer.zip in una cartella qualsiasi e avvialo;
  • Seleziona la voce Decrypt .crypt8 dal menu File collocato in alto a sinistra;
  • Nella finestra che si apre, clicca sul pulsante […] collocato accanto alla voce Database file e seleziona il file msgdtore.db.crypt8 di WhatsApp;
  • Clicca sul pulsante […] collocato accanto alla voce Key file, seleziona il file key di WhatsApp e clicca su OK per due volte consecutive;
  • Seleziona la voce Open dal menu File collocato in alto a sinistra;
  • Nella finestra che si apre, pigia sul pulsante […] collocato accanto alla voce File e seleziona il file msgstore.decrypted.db generato poc’anzi dall’applicazione;
  • Digita l’indirizzo Gmail associato al tuo smartphone Android nel campo Account name e clicca su OK.

Et voilà, adesso puoi visualizzare tutti i messaggi di WhatsApp direttamente sul PC.


  1. Se utilizzi un servizio di cloud storage, come ad esempio Dropbox, puoi usare anche quello per trasferire i file di WhatsApp sul PC. ↩︎