Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come trasferire dati tra due smartphone Android

di

Hai dei file nella memoria del tuo smartphone Android e vuoi inviarli al dispositivo di un tuo amico che ha lo stesso sistema operativo? Vuoi trasferire i dati che sono conservati sul tuo vecchio cellulare Android a quello che hai appena acquistato? Se questi sono alcuni dei problemi per i quali hai bisogno di trovare una soluzione, non preoccuparti, sei capitato nel posto giusto.

In questa mia guida, infatti, ti illustrerò come trasferire dati tra due smartphone Android utilizzando sia le funzionalità integrate nel sistema operativo che alcune applicazioni che sfruttano il collegamento a Internet o la rete wireless dei dispositivi. Inoltre, ti guiderò nell’attivazione della sincronizzazione dati dell’account di Google per conservare e trasferire i dati sul nuovo cellulare.

Come dici? Sei impaziente di scoprire i consigli che ho preparato per te? Mettiti bello comodo e afferra i tuoi smartphone Android: ti servono soltanto alcuni minuti di tempo per leggere questa mia guida e trovare la soluzione che più si adatta alle tue esigenze. Sei pronto? Allora iniziamo: buona lettura!

Indice

Trasferire dati tra due smartphone Android

Se sei interessato a trasferire dati tra due smartphone Android, puoi utilizzare alcune funzionalità integrate sui dispositivi Android, oppure applicazioni di terze parti. Nei paragrafi che seguono, ti mostrerò un elenco di soluzioni che potrebbero fare al caso tuo.

Servizi di messaggistica

Sfruttando la connessione a Internet degli smartphone, puoi utilizzare le applicazioni di messaggistica per condividere i dati salvati sul tuo cellulare. A seguire, troverai un elenco di alcune famose applicazioni utili allo scopo.

WhatsApp

Tra le app di messaggistica, la prima che voglio consigliarti è WhatsApp, disponibile sul Play Store in modo completamente gratuito. Quest’app permette di avviare conversazioni private o di gruppo con altri utenti, con la possibilità di condividere dati, tra cui documenti, file multimediali, la propria posizione e informazioni sui contatti in rubrica. Puoi consultare il mio tutorial dedicato per comprenderne al meglio il funzionamento di quest’app; nel caso fossi interessato a utilizzarla, leggi le procedure che ho indicato in quest’altra mia guida per eseguirne l’installazione.

Se vuoi condividere un documento o un file multimediale, per prima cosa devi aprire una conversazione con un contatto. Per fare ciò, avvia WhatsApp facendo tap sulla sua icona che trovi nella home screen del cellulare e, dalla scheda Chat, pigia su una conversazione già esistente, oppure avviene una nuova tramite il pulsante con il simbolo di una nuvoletta.

Dopo che hai avviato la chat, premi sull’icona con il simbolo di una graffetta in basso e scegli uno dei pulsanti che vedi nella schermata che ti viene mostrata. Puoi scegliere se condividere un documento (Documento), una foto o un video (Galleria) oppure una clip audio (Audio); puoi scattare una foto o registrare un video sul momento, utilizzando il pulsante Fotocamera. Inoltre, puoi condividere la tua posizione in tempo reale, usando la funzione Posizione, oppure condividere informazioni di un contatto registrato nella rubrica, quali numero di telefono o email, premendo il pulsante Contatto.

Se vuoi approfondire il funzionamento del trasferimento dei file tramite WhatsApp, ti consiglio di leggere alcune mie guide dedicate all’argomento, come ad esempio come inviare foto su WhatsApp, come condividere la posizione in tempo reale su WhatsApp oppure come inviare PDF tramite WhatsApp.

Messenger

Un’altra applicazione che voglio consigliarti è Messenger di Facebook, utile per condividere dati con i propri contatti. Se non l’hai mai utilizzata, puoi effettuare il suo download gratuito tramite il Play Store e consultare poi questo mio tutorial, se dovessi avere difficoltà nella sua installazione. Se, invece, vuoi sapere maggiori informazioni su quest’app, ti consiglio di leggere la mia guida su come funziona Messenger.

Per iniziare a condividere dei dati con i tuoi amici di Facebook, avvia l’app Messenger, tramite la sua icona situata nella home screen, e pigia su una conversazione esistente oppure creane una nuova, utilizzando il pulsante con il simbolo di una nuvoletta.

All’interno di una conversazione, pigia sull’icona con il simbolo di un’immagine e premi poi su quella con il simbolo dei quadrati, in basso a sinistra, per iniziare a condividere un file multimediale. In alternativa, premi l’icona con il simbolo [+] e scegli una delle voci sullo schermo: puoi registrare una clip audio in tempo reale (Registra), condividere la tua posizione (Posizione) oppure un evento (Piani).

Telegram

Oltre alle app che ti ho indicato nei paragrafi precedenti, ti consiglio di utilizzare Telegram, che puoi scaricare dal Play Store in modo gratuito. Quest’app è molto simile a WhatsApp e permette di condividere qualsiasi tipologia di dato. Ti rimando, in ogni caso, alla mia guida su come funziona Telegram, per approfondire ogni aspetto sul suo utilizzo.

Dopo aver scaricato l’app di Telegram (di cui ti ho parlato in questa mia guida), avviala tramite la sua icona situata nella home screen. A questo punto, apri una conversazione esistente oppure avviene una nuova, premendo sull’icona con il simbolo di una matita e scegliendo il contatto tra quelli in elenco.

All’interno della conversazione, pigia sull’icona con il simbolo di una graffetta in basso e scegli uno dei pulsanti che vedi a schermo: puoi condividere un file multimediale (Galleria), una clip audio (Musica) oppure un qualsiasi documento (File); puoi anche scattare una foto (Foto) o registrare un video in tempo reale (Video). Inoltre, hai la possibilità di condividere le informazioni di un contatto in rubrica (Contatto) o inviare la tua posizione attuale (Posizione).

Sistemi wireless

Se non vuoi utilizzare la connessione a Internet per trasferire dati da uno smartphone Android all’altro, puoi utilizzare la funzione wireless disponibile sui dispositivi con questo sistema operativo. Nelle prossime righe, potrai scegliere tra gli strumenti nativi e alcune app di terze parti che meglio si adattano alle tue esigenze.

Condivisione Bluetooth e NFC

Il primo sistema wireless che ti consiglio è quello di utilizzare la connessione Bluetooth, per trasferire i dati tra due smartphone Android. Se non sai cos’è questo strumento, ti consiglio di leggere la mia guida dedicata all’argomento, dove ti spiego come usare questa funzionalità nativa, senza l’utilizzo di applicazioni di terze parti, e come attivarla sul dispositivo da te in uso.

Oltre a questa tipologia di connettività, su alcuni modelli di smartphone è disponibile anche l’NFC, che permette di eseguire pagamenti con il proprio cellulare oppure condividere dati tra due dispositivi. Se vuoi conoscere meglio questo strumento e sapere come attivarlo sul tuo cellulare, ti consiglio di leggere la mia guida su come funziona NFC.

Dopo aver attivato lo strumento che più si adatta alle tue esigenze, per condividere un file presente nella memoria dello smartphone, devi accedere all’app Galleria Foto (per gli elementi multimediali) oppure utilizzare un’applicazione di file manager, come ad esempio Files Go by Google. Quando hai individuato il file da condividere, premi sull’icona Condividi in basso a destra e, nella schermata che ti viene mostrata, fai tap sul pulsante Bluetooth oppure Android Beam.

Nel primo caso, attendi la fine della scansione per individuare lo smartphone a cui inviare i dati. Quando l’hai trovato, fai tap sul suo nome ed effettua l’accoppiamento, seguendo le istruzioni che compaiono su entrambi i display dei cellulari. Sul cellulare che riceverà i file, premi sul pulsante Accetta, nella notifica che viene visualizzata, così da iniziare la ricezione dei dati.

Se stai utilizzando invece l’NFC, metti in contatto le superfici del retro dei due smartphone e premi poi sulle richieste di conferma che sono visualizzate sui display di entrambi i dispositivi, per iniziare il trasferimento dei dati.

Send Anywhere

Un altro metodo per condividere dati su smartphone Android è quello di utilizzare l’applicazione Send Anywhere, disponibile gratuitamente sul Play Store. Quest’app permette di utilizzare la rete wireless per trasmettere dati tra dispositivi, usando i codici generati dalla stessa app.

Per scaricarla su entrambi i cellulari, raggiungi il link che ti ho fornito e premi sul pulsante Installa, poi su Accetto e, infine, su Apri. Adesso, avvia l’app sullo smartphone dal quale vuoi inviare i dati, premi sulla scheda Invia in basso e pigia su una delle schede in alto, in base alla tipologia di file che vuoi condividere.

Dopo aver selezionato il file da inviare, premi sul pulsante Invia, situato in basso, per visualizzare un codice numerico, che dovrai appuntare, e un codice QR.

Sull’altro cellulare, apri l’app Send Anywhere e fai tap sulla scheda Ricevi, situata in basso. Immetti il codice numerico che hai conservato prima oppure pigia il pulsante con il simbolo dei quadrati in alto a destra e inquadra il codice QR che visualizzi sul display dell’altro cellulare. Attendi qualche istante per iniziare il trasferimento dei dati.

SuperBeam

Un’applicazione simile a quella menzionata nelle righe precedenti è SuperBeam, che puoi scaricare gratuitamente dal Play Store. Tramite quest’app, è possibile condividere qualsiasi tipologia di file utilizzando la rete wireless. È disponibile anche una versione a pagamento, al costo di 1,69 euro, che permette di rimuovere la limitazione sulla tipologia di condivisione dei file, sfruttando il codice numerico, che nella versione gratuita è limitata al solo codice QR.

Se sei interessato a quest’applicazione, scaricala e installala su entrambi gli smartphone tramite il link che ti ho fornito, premendo sul pulsante Installa, su Accetto e, infine, su Apri. Dopo aver avviato l’app, premi sull’icona () in alto a sinistra e seleziona la voce Invia, nella schermata che visualizzi. Scegli una delle icone che vedi a schermo, corrispondenti alla tipologia del file che vuoi condividere.

Dopo aver selezionato il file, premi sull’icona con il simbolo di un aeroplano che vedi in basso a destra e pigia poi sulla voce , nella schermata che ti viene mostrata, per predisporre la condivisione del file.

Adesso, sull’altro smartphone, avvia l’app SuperBeam e pigia sull’icona () in alto a sinistra e seleziona la dicitura Ricevi, nella schermata che ti viene mostrata. Utilizzando la versione gratuita, ti viene data la possibilità di scansionare il codice QR: inquadra quello presente sullo schermo dell’altro cellulare per iniziare il trasferimento del file, che puoi consultare al completamento della condivisione, premendo il pulsante Visualizzare.

Altre soluzioni per trasferire dati

Le soluzioni per trasferire dati tra smartphone Android non si limitano soltanto a quelle indicate nei paragrafi precedenti. Un altro metodo che puoi utilizzare, nel caso in cui tu possieda uno smartphone Samsung, è quello offerto dall’applicazione Smart Switch, utile per la condivisione di dati tra dispositivi Android. Se sei interessato a questo strumento, ti consiglio di leggere la mia guida dedicata all’argomento.

Oltre a questo, puoi anche pensare di inserire la microSD del tuo cellulare all’interno di un altro, per copiare i dati tra loro. Ovviamente, questo metodo è possibile se entrambi i dispositivi supportano le memorie esterne. Se vuoi saperne di più, ti consiglio di leggere la mia guida su come spostare le foto su SD.

In generale, oltre a tutti i metodi sopra citati, puoi utilizzare i servizi di cloud, come ad esempio Google Drive, OneDrive o Dropbox, oppure servizi di trasferimento file tramite email, come WeTransfer. Ti ho parlato di tutti questi servizi in tante mie guide dedicate all’argomento, tra cui ti consiglio di leggere quella su come condividere file oppure quella su come condividere file online gratuitamente.

Sincronizzazione dati di Android

Un altro metodo che può esserti utile per trasferire dati tra due smartphone Android, è quello di utilizzare la sincronizzazione dati dell’account Google. Questa funzionalità permette di trasferire i contatti salvati, i dati delle app, il calendario, i dati di Google Chrome, le email, i file e tanto altro su un altro smartphone, in pochi e semplici passaggi. Nelle prossime righe, ti illustrerò la procedura da seguire per sfruttare questa funzionalità di Google.

Aggiungere un account Google

Per sfruttare questa funzionalità, è necessario che tu sia in possesso di un account Google. In caso contrario, puoi consultare questa mia guida per crearne uno. Fatto ciò, devi associare l’account Google allo smartphone Android.

Questa semplice procedura può essere eseguita avviando le Impostazioni di Android, tramite l’icona con il simbolo di un ingranaggio situata nella home screen. Adesso, accedi alla voce Utenti e account e premi sulla dicitura Aggiungi account. Nella nuova schermata, scegli la voce Google e segui la procedura a schermo digitando le credenziali di accesso dell’account Google. Inserisci quindi l’indirizzo email e la password e, nel caso in cui tu avessi attivato la verifica in due passaggi, utilizza uno dei metodi configurati, per confermare l’accesso all’account.

Premi quindi sul pulsante Consenti e poi su Accetto, per confermare l’aggiunta dell’account sullo smartphone Android.

Attivare la sincronizzazione dati

Adesso è il momento di attivare la sincronizzazione dei dati: apri le Impostazioni di Android, tramite l’icona con il simbolo di un ingranaggio nella home screen. Fai tap sulle voci Utenti e account > Google e pigia sull’indirizzo email dell’account Google appena aggiunto.

Se vuoi sincronizzare tutti i dati, sposta su ON tutte le levette che visualizzi a schermo oppure scegli di attivare sono le voci che preferisci. Fatto ciò, premi poi sul pulsante in basso Sincronizza ora. L’operazione richiederà qualche minuto, in base alla quantità di dati da sincronizzare.

Condividere foto con Google Foto

Tramite l’applicazione Google Foto, disponibile gratuitamente sul Play Store, puoi avviare il backup automatico di foto e video che si trovano nella memoria del cellulare e salvarli sul cloud del tuo account Google. In questo modo, eseguendo l’accesso con le tue credenziali su un qualsiasi altro smartphone Android, potrai accedere a tutti gli elementi multimediali che hai precedentemente conservato online. Se non conosci quest’app, puoi approfondire l’argomento leggendo questa mia guida.

Questo servizio offerto da Google è completamente gratuito e non ha alcuna limitazione sullo spazio utilizzato, se si accetta di utilizzare l’opzione Alta qualità che supporta una risoluzione massima di 16MP per le foto e 1080p per i video. Se attivi, invece, la qualità Originale, verrà utilizzato lo spazio di Google Drive (15GB) che, se esaurito, necessita di un upgrade a pagamento a partire da 1,99 euro al mese per 100GB di spazio.

Se sei interessato a Google Foto, scaricala tramite il link che ti ho fornito e premi prima sul pulsante Installa e poi su Apri. Avvia poi l’app tramite la sua icona nella home screen e premi sull’icona (). Dal menu che visualizzi, fai tap sull’icona con il simbolo di un ingranaggio e scegli la voce Backup e sincronizzazione. A questo punto, individua la dicitura Backup e sincronizzazione e sposta la levetta su ON, che vedi a fianco. Adesso, premi sulla voce Dimensioni caricamento e scegli l’opzione Alta qualità, per eseguire il backup gratuito e illimitato di foto e video, così come già anticipato nelle righe precedenti.

Non appena sarai connesso a una rete Wi-Fi, verrà eseguito il backup di tutti gli elementi multimediali presenti nella galleria dello smartphone Android. A questo punto, installa l’app Google Foto sull’altro cellulare Android e avviala tramite la sua icona nella home screen.

Se gli account Google associati agli smartphone sono uguali, la sincronizzazione avviene in modo automatico, senza che venga richiesto alcun tuo intervento. Nel caso in cui fossero diversi, dopo aver avviato l’app, pigia sull’icona () in alto a sinistra e fai tap sul nome dell’account Google che visualizzi nella schermata. Premi quindi sulla dicitura Aggiungi Account per due volte consecutive e segui la procedura a schermo per accedere con le credenziali del tuo precedente account Google su cui hai effettuato il backup dei file multimediali.

Oltre al metodo sopra indicato, tramite Google Foto, puoi condividere anche i singoli file multimediali con altri utenti. Avvia, quindi, l’app ufficiale del servizio e pigia sull’icona Condivisi che trovi in basso a destra. Nella nuova schermata, fai tap sull’icona con il simbolo [+], situata in alto a destra, e seleziona le foto e i video che vuoi condividere.

A questo punto, premi il pulsante Avanti e aggiungi il nome dell’utente (se salvato tra i tuoi contatti), il suo numero di telefono o la sua email, tramite il campo di testo A. Se vuoi, compila anche gli altri campi facoltativi, come il messaggio o il titolo, e conferma la condivisione premendo il pulsante Invia.

Trasferire dati tra due smartphone Android tramite PC

Oltre a tutti i metodi che ti ho illustrato in questa mia guida, ti consiglio, infine, una soluzione che consiste nell’utilizzare un computer come intermediario per il trasferimento dei dati tra due smartphone Android.

In tal caso, puoi ripiegare sulla semplice connessione via cavo USB oppure utilizzare software proprietari o di terze parti, come ad esempio AirDroid, che si interfacciano con i cellulari per garantire il trasferimento dei dati. A tal proposito, ti consiglio di leggere le mie guida su come trasferire foto da Android a PC o come trasferire file su Android, che ti chiariranno meglio l’intero argomento.