Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come trasferire i dati da un telefono all’altro

di

Dopo tanto tempo, è finalmente arrivato il momento di mandare in pensione il tuo vecchio smartphone, per lasciare il posto a quello che hai acquistato proprio qualche giorno fa: ciò che ti preme, in questo momento, è spostare i dati necessari (ad es. gli account personali, le foto, la musica e quant’altro) dal vecchio telefono al nuovo, tuttavia non hai la più pallida idea di come procedere, perché non lo hai mai fatto prima.

Come dici? Ho proprio centrato il punto? Allora posso dirti fin da subito che sei capitato nel posto giusto, in un momento che non poteva essere migliore: di seguito, infatti, intendo spiegarti come trasferire i dati da un telefono all’altro nel modo più semplice possibile, adottando una serie di tecniche e strumenti che si adattano a vari casi. Inizialmente, ti indicherò come effettuare lo spostamento di tutti i dati da un terminale all’altro, per poi illustrarti alcuni metodi per trasferire file in modo selettivo (quindi solo foto, contatti o altri tipi di dati).

Dunque, cos’altro aspetti a iniziare? Ritaglia un po’ di tempo libero per te, tieni a portata di mano i due smartphone su cui intendi trasferire i dati e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, al termine della lettura di questa guida, sarai perfettamente in grado di spostare tutto ciò che ti interessa dal vecchio telefono al nuovo, rimanendo sbalordito dal risultato. Detto ciò, non mi resta che augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Trasferire tutti i dati da un telefono all’altro

Il primo argomento che intendo affrontare riguarda il trasferimento completo dei dati da un dispositivo all’altro: all’atto pratico, ciò significa prendere tutti i dati “in blocco” (includendo, ove possibile, anche impostazioni personali, password e quant’altro) e spostarli dal vecchio al nuovo dispositivo. Sarà mia cura indicarti, dove necessario, i sistemi operativi coinvolti nella procedura.

Passa ad Android (Google Drive)

Passa ad Android, come il nome stesso lascia intendere, è una tecnica messa a punto da Google (tramite l’app Google Drive) che permette, in poche e semplici mosse, di spostare contatti, calendari, foto e documenti da un iPhone a un telefono dotato del sistema operativo del robottino verde. Per procedere, hai bisogno di un collegamento a Internet (meglio se Wi-Fi, poiché la quantità di dati da spostare potrebbe essere molto grande) e di un account Google: se non lo possiedi, puoi affidarti al mio tutorial specifico per crearne uno.

Una volta preparato il tutto, agisci come segue: sul vecchio iPhone, scarica e installa l’app Google Drive direttamente da App Store, aprila, effettua l’accesso con il tuo account Google e, una volta saltato il tutorial di primo avvio, pigia sul pulsante  collocato in alto a sinistra. Premi poi sul pulsante  e seleziona la voce Backup. A questo punto, indica i dati che intendi trasferire (Contatticalendari o foto e video) e pigia sul pulsante Avvia backup per iniziare la procedura di salvataggio: assicurati di essere collegato a una rete Wi-Fi, in quanto lo spostamento del tutto potrebbe impiegare un bel po’ di dati.

Completata la procedura di backup su iOS, non devi fare altro configurare lo stesso account Google utilizzato per effettuare l’operazione precedente nel nuovo telefono Android: fatto ciò, la sincronizzazione avverrà automaticamente e tutti i dati precedentemente salvati verranno integrati nel nuovo telefono (in particolare, foto e video saranno importati automaticamente in Google Foto, mentre i contatti e i calendari andranno ad aggiungersi in automatico alle app Contatti e Calendario).

Nota: affinché sia possibile procedere con il trasferimento degli SMS, è necessario disattivare iMessage sul “melafonino”. Per procedere, accedi alle Impostazioni dello stesso, pigia sulla voce Messaggi e sposta su Disattivato la levetta relativa a iMessage. Se hai bisogno di una mano per effettuare questi passaggi, puoi consultare la mia guida specifica sul tema.

Samsung Smart Switch

Samsung Smart Switch è la soluzione pensata da Samsung per trasferire i file da e verso un dispositivo Android da essa prodotto: nella fattispecie, puoi servirti di quest’app per spostare contenuti tra due telefoni Samsung oppure per effettuare la medesima operazione tra un telefono Samsung e un altro tipo di dispositivo, compreso iPhone. Samsung Smart Switch è disponibile sia sotto forma di programma per computer che di app per Android (della quale vado a occuparmi di seguito).

Dunque, tanto per iniziare, scarica Smart Switch sul dispositivo Android di tuo interesse, avvia l’app e premi sulle voci Accetta OK: fatto ciò, devi scegliere la modalità con cui desideri spostare i file, decidendo tra cavo microUSBsenza cavimemoria esterna. Per una questione di rapidità, ti consiglio di scegliere la voce senza cavi, la più comoda da usare.

Una volta effettuata la scelta, indica il ruolo del telefono da cui stai operando: toccando la voce Invia, indicherai al telefono di voler trasferire dati verso un altro smartphone Samsung; premendo invece la voce Ricevi, predisporrai il telefono per la ricezione dei dati da un altro dispositivo, di cui ti verrà chiesto il tipo (iOS, Android, BlackBerry Windows Phone) nella schermata immediatamente successiva.

Scegliendo la voce Android, a schermo viene mostrata una schermata di attesa di connessione in entrata dal dispositivo di origine, sul quale devi aver preventivamente scaricato e aperto la medesima app, pigiato sulle voci WirelessInviaConnetti, ed aver selezionato i dati da spedire al “nuovo” telefono Samsung (rubrica, messaggi, app, immagini, musica, video e così via). Ti ho parlato nel dettaglio di questa procedura (e di quella da eseguire tramite computer) nella mia guida specifica su come funziona Smart Switch Samsung.

Se, invece, sceglierai la voce iOS, ti verrà chiesto di indicare l’ID Apple configurato sul dispositivo ricevente e la sua password: subito dopo, devi confermare l’autenticazione a due fattori indicando il codice di verifica ID Apple ricevuto sul “melafonino”.

Fatto ciò, puoi importare da iCloud tutti i dati che desideri (rubrica, calendario, registro chiamate, contatti bloccati, preferiti, Wi-Fi, sfondo e così via), con la possibilità di escluderne alcuni eliminando i rispettivi segni di spunta. Una volta ricevuto l’avviso dei Contenuti di base importati, puoi continuare l’acquisizione di dati aggiuntivi ripetendo la medesima procedura, così come ti ho spiegato nel mio tutorial su come trasferire dati da iPhone a Samsung.

Passa a iOS

Come il nome stesso lascia intendere, l’app Passa a iOS permette di fare il passaggio “opposto” a quanto visto in precedenza: essa, infatti, permette di trasferire l’intero account Google (includendo segnalibri, messaggi, contatti, foto e video) da Android a iOS, senza dover necessariamente passare per il PC e, soprattutto, senza dover connettere fisicamente i due dispositivi.

Il tutto funziona in modalità wireless, grazie a una rete Wi-Fi appositamente creata in fase di configurazione: l’intera procedura è totalmente automatica, semplice da eseguire e richiede poco tempo per essere avviata. Chiaramente, il trasferimento materiale dei dati può durare anche svariate ore.

Prima di continuare, devo farti un’importante precisazione: affinché la procedura vada a buon fine, l’iPhone di destinazione deve essere inizializzato: in altre parole, puoi avvalerti di Passa a iOS su un dispositivo nuovo (o non ancora configurato) oppure devi preventivamente occuparti di resettarlo, riportandolo allo stato di fabbrica.

Se non sai come fare, ti invito a leggere il mio tutorial su come inizializzare iPhone: tieni ben presente, però, che non potrai effettuare il ripristino di un backup iCloud o iTunes, dunque dovrai copiare foto e video sul PC o sul cloud. La stessa cosa vale anche per contatti, documenti e altri file già presenti sul dispositivo: se hai bisogno di ulteriori indicazioni su come effettuare “manualmente” questi backup, dai un’occhiata a una delle guide che trovi di seguito.

Fatta questa doverosa premessa, è il momento di passare all’azione: la prima cosa che devi fare è eseguire parzialmente la procedura di configurazione iniziale dell’iPhone, indicando la lingua e il Paese di residenza, collegandoti a una rete Wi-Fi e scegliendo se attivare o meno il GPS. Fatto ciò, procedi alla configurazione dei metodi di sblocco (Touch ID/Face ID e codice numerico) e, giunto alla schermata App e dati, scegli l’opzione Migra i dati da Android, confermando la volontà di procedere premendo sul tasto Continua: abbi cura di annotare il codice numerico che compare al centro dello schermo.

A questo punto, spostati sul tuo “vecchio” telefono Android, scarica l’app Passa a iOS dal Google Play Store, avviala e tocca il pulsante Accetto per confermare l’adesione ai termini di servizio della stessa. Dopodiché pigia sul pulsante Avanti collocato in alto a destra, concedi le autorizzazioni necessarie all’app premendo sul pulsante Continua quando richiesto, attendi qualche secondo affinché il dispositivo Android si colleghi all’iPhone (che, intanto, ha generato una rete wireless ad-hoc) e digita il codice numerico annotato precedentemente, lo stesso che è comparso sullo schermo dell’iPhone.

Fatto ciò, scegli i dati che intendi trasferire sull’iPhone (account Googlesegnalibri, messaggi, contatti foto) e premi sul pulsante Avanti per avviare il trasferimento: come già detto poc’anzi, la procedura potrebbe durare anche diverse ore, a seconda della quantità di dati da spostare.

Una volta completato il trasferimento, puoi chiudere l’app sul dispositivo Android, spostarti sull’iPhoneContinuare la configurazione di iPhone (accedendo all’ID Apple, configurando Siri e così via): alla fine della procedura, ti verrà chiesta la password dell’account Google importato e ti verrà data la possibilità di scaricare le app che avevi già su Android e che sono disponibili anche per iOS.

Se hai bisogno di una mano riguardo i passaggi illustrati in questa sezione, ti esorto a consultare la mia guida dedicata a Passa a iOS.

Wondershare MobileTrans

Wondershare MobileTrans

Wondershare MobileTrans è un programma per Windows e macOS che consente di traferire facilmente qualsiasi tipo di dato da uno smartphone all’altro, anche se i due dispositivi sono equipaggiati con sistemi operativi differenti: questo significa che puoi anche trasferire dati da Android a iPhone e viceversa.

Permette il trasferimento di contatti, blacklist, SMS, registro chiamate, calendari, promemoria, allarmi, segnalibri, cronologia, note, segreteria telefonica, sfondi, suonerie, memo vocali, app, foto, musica, video, chat di WhatsApp e molto altro ancora. Consente anche di eseguire backup completi e di ripristinare i dati su tutti i modelli di smartphone.

È possibile scaricare e provare Wondershare MobileTrans gratis, in modo da testarne il funzionamento, tuttavia per eseguire effettivamente il trasferimento dei dati, bisogna acquistare una licenza con prezzi a partire da 23,96$/anno o 39,95$ una tantum (per una licenza a vita).

Per scaricare Wondershare MobileTrans sul tuo PC, collegati dunque al sito ufficiale del programma e clicca sul pulsante Download relativo a Windows o macOS, a seconda del sistema operativo installato sul tuo computer. A download completato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e clicca su e Install. Attendi poi che vengano scaricati da Internet tutti i file necessari al funzionamento del software e premi su Start Now, in modo da concludere il setup e avviare Wondershare MobileTrans.

Installazione Wondershare MobileTrans

Se utilizzi un Mac, invece, apri il file .dmg ottenuto, clicca sul pulsante Accetto e trascina l’icona di Wondershare MobileTrans nella cartella Applicazioni del computer. Tutto qui!

Installazione Wondershare MobileTrans

Ad installazione completata, collega al computer gli smartphone che vuoi usare per il trasferimento dei dati. Se incontri delle difficoltà in questo frangente, consulta le mie guide su come collegare iPhone al PC e come collegare Android al PC. Su Android, ricordati anche di attivare il debug USB).

A questo punto, avvia Wondershare MobileTrans, rispondi all’avviso che compare sullo schermo e clicca sul pulsante Trasferimento contenuto nel riquadro Trasferimento telefonico. Seleziona, dunque, il telefono sorgente e il telefono di destinazione dagli appositi menu a tendina, spunta le caselle relative ai contenuti da copiare da un telefono all’altro (es. Contatti, SMS, Calendario Segnalibro, Memo Vocali, Foto, Musica e Video) e clicca sul pulsante Inizia, per avviare la copia dei dati da uno smartphone all’altro.

Wondershare MobileTrans

Wondershare MobileTrans ti mostrerà i progressi della procedura e, quando necessario, ti chiederà di compiere determinate operazioni necessarie al trasferimento dei dati, ad esempio potrebbe chiederti di disattivare momentaneamente la sincronizzazione con iCloud e le funzioni anti-furto sul tuo iPhone.

Per maggiori dettagli e informazioni ancora più complete sul funzionamento di Wondershare MobileTrans, ti invito a consultare il sito ufficiale del programma.

EaseUS MobiMover

EaseUS MobiMover

Se hai bisogno di trasferire dati da un iPhone all’altro, puoi affidarti tranquillamente a EaseUS MobiMover: un software disponibile sia per Windows che per macOS capace di trasferire dati tra due dispositivi iOS o tra un dispositivo iOS e il computer. Supporta foto, video, audio, libri, contatti, note, preferiti di Safari e altro ancora. Funziona con tutti i modelli di iPhone equipaggiati con iOS 12 o successivi, a partire da iPhone 8/8 Plus, e supporta anche gli iPad.

Ci sono due versioni di EaseUS MobiMover: una Free, che non prevede limitazioni sui file che si possono trasferire, e una Pro che, con costi a partire da 27,95 euro/mese, permette di avere anche supporto tecnico e aggiornamenti a vita.

Per scaricare EaseUS MobiMover sul tuo computer, collegati al suo sito Internet ufficiale e fai clic sul pulsante Scarica gratis relativo a Windows o macOS, in base al sistema operativo che utilizzi.

A download completato, se utilizzi Windows, apri il file .exe ottenuto e clicca in sequenza sui pulsanti e OK. Accetta, quindi, le condizioni d’uso del software, apponendo il segno di spunta accanto alla voce Accetto i termini del contratto di licenza, e concludi il setup, cliccando prima su Avanti per tre volte consecutive e poi su Fine (se non vuoi fornire statistiche d’uso anonime, deseleziona la casella Partecipa al Programma di miglioramento dell’esperienza del cliente).

Installazione di EaseUS MobiMover

Su Mac, invece, per installare EaseUS MobiMover, non devi far altro che aprire il pacchetto .dmg ottenuto e trascinare l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS. Al primo avvio del software, rispondi Apri all’avviso che compare sullo schermo.

Installazione EaseUS MobiMover Mac

Adesso, a prescindere dal sistema operativo che utilizzi sul tuo computer, avvia EaseUS MobiMover, collega al computer i due iPhone che vuoi usare per il passaggio dei dati (se hai attivato il collegamento in Wi-Fi con iTunes, potrebbe non essere necessario stabilire il collegamento tramite cavo) e clicca sul pulsante Dispositivo a Dispositivo.

Nella schermata successiva, usa i menu a tendina collocati in alto per scegliere l’iPhone di origine e quello di destinazione e spunta le caselle relative ai contenuti che vuoi passare da un device all’altro, scegliendo tra Immagini, Audio, Video e Altro (passando con il cursore del mouse sulle varie caselle, puoi selezionare più in dettaglio gli elementi da copiare).

EaseUS MobiMover

Infine, premi sul bottone Copia, per avviare la copia dei dati, e attendi che la procedura giunga al termine. Più facile di così?

Trasferire singoli dati da un telefono all’altro

Le app di cui ti ho parlato finora non sono adatte al tuo caso, poiché non intendi effettuare un trasferimento “di massa” da un terminale all’altro, ma vuoi limitarti a spostare selettivamente i contatti, la musica, le foto o altri dati? Allora questa è la sezione che fa per te: di seguito ti indicherò i vari metodi per trasferire singoli dati da un telefono all’altro, senza il bisogno di agire “in blocco”.

Contatti e calendari

Il metodo più rapido per trasferire contatti e calendari da un terminale all’altro è effettuando la sincronizzazione tramite Google (su Android e iOS) o tramite iCloud (su iOS): in altre parole, tutto ciò che devi fare è utilizzare sul nuovo telefono il medesimo account in uso sul vecchio, così da spostare tutte le informazioni necessarie. Tieni presente che, per procedere, entrambi i telefoni devono essere collegati a Internet. Per sincronizzare contatti e calendari su un account Google, puoi procedere come segue.

  • Da Android – recati in Impostazioni > Sincronizzazione > [tuo account Google] e apponi il segno di spunta accanto Calendario Contatti. Se, invece, stai utilizzando Android 8.0 o superiori, devi recarti in Impostazioni > Utenti e account > [tuo account Google] > Sincronizzazione account e spostare su ON le levette relative a CalendarioContatti.
  • Da iPhone – anche in questo caso, devi accedere alle Impostazioni del dispositivo, recarti nella sezione Account e password > Gmail e spostare su ON le levette corrispondenti a ContattiCalendari. Se non hai ancora configurato un account Gmail sul “melafonino”, puoi farlo toccando la voce Aggiungi account residente nella schermata Account e password e seguire le istruzioni a schermo per procedere.

Per sincronizzare le medesime informazioni su iCloud, devi recarti dal tuo iPhone in Impostazioni > Account e password > iCloud e spostare su ON gli interruttori accanto alle voci Contatti Calendari.

Se hai bisogno di informazioni aggiuntive sulle procedure appena spiegate o necessiti di procedure alternative, ti consiglio di far riferimento alle mie guide su come trasferire rubrica da Samsung a iPhone, come trasferire contatti da iPhone ad Android e come trasferire contatti da iPhone a iPhone.

Foto e video

Il metodo più immediato per spostare foto e video da un telefono all’altro è Google Foto: se non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un servizio di Google che permette di salvare foto e video su Google Drive in modo automatico, gratuito e senza nessun limite di spazio, a patto che si acconsenta a caricare i contenuti a una risoluzione massima di 16 MP per le foto e 1080p per i video.

Ad ogni modo, è possibile caricare anche contenuti di qualità maggiore: in tal caso, però, lo spazio viene sottratto a quello associato all’account Google Drive. Di conseguenza, una volta terminati i 15 GB gratuiti, potresti dover attivare un piano a pagamento, con prezzi a partire da 1.99€/mese per ulteriori 100 GB di spazio.

Per servirti di Google Foto, scarica l’app (disponibile sia per Android che per iPhone) sul dispositivo da cui vuoi prelevare le foto e i video, avviala ed effettua l’accesso con i dati dell’account Google in tuo possesso. Se non ne hai uno a disposizione, puoi pigiare sul pulsante Crea un account e seguire le istruzioni a schermo per ottenerlo subito.

Fatto ciò, non devi fare altro che pigiare sulla scheda Foto collocata in basso, toccare successivamente il menu  collocato in alto a sinistra e pigiare sulla voce Impostazioni (o sul pulsante , se stai usando un iPhone): fatto ciò, tocca la voce Backup e sincronizzazione, sposta su ON l’omonima levetta, premi sulla voce Dimensioni caricamento e scegli l’opzione Alta qualità dal riquadro proposto. Se lo desideri, puoi aggiungere altre cartelle alla sincronizzazione sfiorando la voce Cartelle del dispositivo sottoposte a backup e spostando su ON le levette corrispondenti alle cartelle di cui intendi effettuare il backup.

Completata questa operazione, devi collegarti a una rete Wi-Fi e attendere che l’app invii tutto su Google Drive: puoi controllare l’avanzamento del processo direttamente dalla scheda foto. Una volta terminata la procedura, non devi fare altro che scaricare Google Foto sul telefono di “destinazione” et voilà, le tue foto saranno lì ad attenderti! Al fine di caricare automaticamente in cloud anche le foto e i video che andrai a creare dal nuovo cellulare, ti consiglio di attivare immediatamente il backup automatico seguendo la medesima procedura illustrata poc’anzi.

Nota: puoi fare in modo di effettuare il backup delle foto e dei video anche tramite rete dati. Per procedere, recati in Google Foto, vai su ☰ > Impostazioni > Backup e sincronizzazione e imposta su ON gli interruttori corrispondenti alle voci Foto e/o Video collocate nel riquadro Backup tramite rete dati. Tieni ben presente, però, che ciò può influire – e molto – sul traffico Internet a disposizione del tuo piano cellulare.

Qualora tu abbia bisogno di ulteriori informazioni su uno dei passaggi elencati poc’anzi, ti invito a consultare il tutorial specifico che ho dedicato al servizio.

Se non intendi utilizzare Google Foto per trasferire dati da un telefono all’altro, puoi rivolgerti a un’app come Send Anywhere, anch’essa disponibile sia per Android che per iPhone: tutto ciò che devi fare è avviare l’app sul terminale di “origine” e, dopo aver accettato i Termini d’uso del Servizio e accordato i permessi di accesso alla memoria, accedere alla scheda Foto/Video, apporre il segno di spunta sulle immagini da trasferire e pigiare sulla voce Invia, annotando successivamente il codice ottenuto.

Fatto ciò, scarica la medesima app sul telefono di “destinazione”, consenti l’accesso alla memoria, tocca la scheda Ricevi, digita il codice numerico ottenuto in precedenza e tocca infine il pulsante Ricevi per avviare il trasferimento.

Se desideri ottenere maggiori informazioni su Send Anywhere, oppure ottenere metodi alternativi (ad es. tramite PC) per spostare le foto da un telefono all’altro, ti consiglio di far riferimento a uno dei tutorial in cui ho trattato questo tema, scegliendo quello più adatto al tuo caso dalla lista seguente.

Musica

Non hai assolutamente intenzione di perdere la musica che ascoltavi sul tuo vecchio cellulare? Stai tranquillo, con molta probabilità ciò non succederà, poiché è possibile spostare i brani musicali da un dispositivo all’altro in modo semplice e veloce.

Se riproduci la musica affidandoti a un servizio online di streaming come Spotify, YouTube Music, Google Play MusicApple Music o Amazon Music, il discorso è estremamente semplice: tutto ciò che devi fare è scaricare l’app dedicata al servizio in uso (tutte disponibili sia per Android che per iPhone) ed effettuare l’accesso sul nuovo dispositivo utilizzando le stesse credenziali associate a quello vecchio. In tal modo, grazie alla sincronizzazione con i server delle varie piattaforme, avrai a disposizione tutte le raccolte, le playlist, la cronologia d’ascolto e in generale tutte le preferenze di cui disponevi sul vecchio terminale.

Qualora dovessi invece spostare della musica presente “fisicamente” nella memoria del tuo dispositivo, come i brani MP3 scaricati da Internet o dal computer, allora puoi avvalerti di Send Anywhere, la medesima app di cui ti ho parlato nella precedente sezione: il procedimento è pressoché identico a quello visto poc’anzi, con la sola differenza che non dovrai operare dalla scheda Foto, ma dalla scheda Audio.

Se non sei riuscito a raggiungere il tuo obiettivo utilizzando una delle precedenti soluzioni e hai a disposizione un PC, puoi sempre spostare la musica dal vecchio cellulare al computer, per poi finalizzare il trasferimento effettuando la medesima operazione dal computer al nuovo cellulare, utilizzando ad esempio Esplora File di Windows, il Finder di macOS o software dedicati come iTunes e Android File Trasnfer. Te ne ho parlato nel dettaglio nei miei tutorial su come trasferire musica da PC a iPhone e come caricare musica su Android.

Documenti

Per spostare documenti da un telefono all’altro, la tecnica più semplice è quella di utilizzare servizi cloud come Google Drive, Dropbox, OneDrive o iCloud Drive: tutto ciò che devi fare è installare sul vecchio telefono l’app che hai scelto (tutte sono disponibili sia per Android che per iOS), accedere ai documenti attraverso il gestore file installato nel sistema operativo (ad es. l’app File), effettuare un tap prolungato sul documento che intendi spostare e, tramite il tasto di condivisione del sistema operativo, inviarlo all’app del servizio cloud scelto.

Completata questa operazione, non ti resta che installare la medesima app sul nuovo telefono ed effettuare l’accesso con le credenziali scelte: dopo alcuni minuti (in cui viene effettuata la sincronizzazione), potrai accedere, modificare e scaricare i documenti in questione.

Se non vuoi “passare” per il cloud, puoi sfruttare anche questa volta l’app Send Anywhere, di cui ti ho parlato più di una volta nel corso di questa guida, affidarti ad app alternative o, ancora, a metodi che coinvolgano l’uso del PC: ti ho fornito ulteriori dettagli su queste procedure nei miei tutorial su come trasferire dati da iPhone a Huawei, come trasferire file Android e come trasferire dati da iPhone a iPhone.

Chat

Il terrore di perdere le chat memorizzate sul tuo vecchio dispositivo si è già impossessato di te? Non temere: nella maggior parte dei casi è possibile trasferire i messaggi ricevuti e inviati, insieme con i loro contenuti multimediali, senza perdere alcunché.

Bisogna innanzitutto fare una doverosa distinzione fra le applicazioni per chat di cui ti servi: se si tratta di piattaforme che non memorizzano i messaggi nella memoria del telefono ma su server “remoti”, come ad esempio Messenger, Skype, Telegram, iMessage, Hangouts e così via, devi semplicemente reinstallare l’app sul nuovo smartphone e accedere utilizzando le stesse credenziali (o lo stesso numero telefonico) di cui ti avvalevi in precedenza. Così facendo, avrai a disposizione sul nuovo terminale tutti (ma proprio tutti) i tuoi messaggi, senza esclusione di colpi!

Se, al contrario, ti servi di app di messaggistica che salvano le chat principalmente nella memoria del telefono, come ad esempio WhatsApp, il discorso diventa un po’ più complesso: se intendi spostare le chat tra due telefoni dotati dello stesso sistema operativo (ad es. da Android ad Android e da iPhone a iPhone), devi semplicemente effettuare un backup delle conversazioni (tramite la sezione Impostazioni > Chat > Backup dell’app) su Google Drive/iCloud dal vecchio telefono, reinstallare e configurare WhatsApp sul nuovo terminale, avendo cura di utilizzare lo stesso numero di telefono, e indicare di voler ripristinare il backup già esistente sul cloud.

Qualora volessi trasferire le chat di WhatsApp tra due telefoni dotati di sistema operativo differente, invece, non puoi ricorrere alla funzionalità di backup integrata nel programma ma devi necessariamente affidarti a un’applicazione di terze parti, funzionante con l’ausilio di un computer. Per ottenere ulteriori indicazioni sui passaggi da compiere per trasferire le chat di WhatsApp da un telefono all’altro, ti invito a consultare il mio approfondimento dedicato.

Articolo realizzato in collaborazione con EaseUS e Wondershare.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.