Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sfumare una foto

di

Da quando ti sei appassionato al mondo della fotografia, non fai altro che scattare foto in continuazione. Una delle fasi che più ti piace è quella della post-produzione, visto che ti permette di sbizzarrirti applicando vari effetti agli scatti che hai realizzato con la tua macchina fotografica (o con il tuo smartphone). Pur avendo imparato a usare alcune funzioni basilari dei principali software di photo editing, però, non hai ancora preso dimestichezza con alcuni effetti molto diffusi e apprezzati dal pubblico, come quello della sfumatura.

Che ne dici, allora, se ti mostro come sfumare una foto, così che tu possa colmare questa lacuna? Ti va? Fantastico! Ti garantisco che puoi riuscire a sfumare una foto utilizzando sia dei software più o meno professionali, sia adoperando dei servizi online utilizzabili direttamente nel browser e addirittura alcune app per smartphone e tablet. Devi solo capire qual è la soluzione che fa maggiormente al caso tuo e utilizzarla al meglio: tutto qui!

Allora, sei pronto per iniziare? Sì? Ottimo! Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per concentrarti sulla lettura delle prossime righe e, soprattutto, metti in pratica le “dritte” che ti darò. Anche se stai muovendo i primi passi nel mondo del fotoritocco, grazie ai miei suggerimenti non avrai alcun problema nel portare a termine la tua “impresa” di oggi, promesso! Ti auguro buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Come sfumare una foto con Photoshop

In un tutorial su come sfumare una foto, non si può che iniziare da Photoshop, il famosissimo programma di fotoritocco incluso nel piano Fotografia del servizio Adobe Creative Cloud. Come forse già saprai, non è gratuito: per utilizzarlo è necessario sottoscrivere uno dei piani di abbonamento ad Adobe CC, a partire da 12,19 euro/mese. Tuttavia, puoi scaricare gratuitamente la trial del software e utilizzarla per 7 giorni, così da sperimentare tutte le potenzialità di Photoshop.

Per scaricare la versione di prova di Adobe Photoshop sul tuo computer, collegati a questa pagina del sito Web di Adobe, pigia sul link Versione di prova gratuita situato in alto a destra e attendi che venga scaricato il file d’installazione del programma. A scaricamento completato, apri il pacchetto che hai scaricato e segui le istruzioni che ti vengono mostrate a schermo: su Windows, pigia sul bottone . Su Mac, invece, apri il file .dmg che hai ottenuto e avvia l’eseguibile Photoshop Installer contenuto al suo interno.

Ora, pigia sul pulsante Registrati presente nella finestra che si è aperta, crea il tuo Adobe ID (se non ne hai uno) compilando il modulo proposto, pigia sul pulsante Iscrizione, metti il segno di spunta sulla voce Ho letto e accetto le Condizioni d’uso e l’Informativa sulla privacy (AGGIORNATA) e pigia sul bottone Continua. Per finire, rispondi al breve questionario che ti viene proposto mediante i menu a tendina che compaiono nella finestra aperta e clicca di nuovo su Continua e poi su Inizia a installare.

Dopo aver installato Photoshop, avvia il programma e, nella sua finestra principale, clicca sulla voce Apri contenuta nel menu File per aprire la foto che desideri sfumare. Dopo aver aperto la foto sulla quale vuoi agire, devi “sbloccare” il livello di sfondo della foto per lavorarci sopra: trasforma, quindi, il livello principale della tua foto in un livello standard cliccando con il pulsante destro sulla voce Sfondo presente nel riquadro dei Livelli collocato nella parte in basso a destra della finestra di Photoshop e seleziona prima Converti in oggetto avanzato e poi Rasterizza livello dal menu che compare.

Ora, provvedi a creare una maschera veloce, così da definire la porzione di foto da mantenere e quella da sfumare (la quale verrà evidenziata in rosso). Premi, dunque, sulla tastiera del tuo computer per creare una nuova maschera veloce, poi premi il tasto D sulla tastiera per far tornare il bianco e il nero come colori primario e secondario nella tavolozza di Photoshop e clicca sull’icona del rettangolo sfumato dalla barra degli strumenti di Photoshop (oppure premi la G sulla tastiera).

Dopo esserti assicurato che lo strumento Sfumatura sia impostato dal nero verso il bianco (in alto a sinistra), traccia con il cursore del mouse una linea sulla foto per creare la sfumatura desiderata (come ti dicevo prima, la parte colorata in rosso è quella che verrà sfumata). Successivamente, premi la Q sulla tastiera per disattivare lo strumento maschera e pigia sull’icona Aggiungi una maschera di livello (il rettangolo con un “buco” al suo interno che si trova in basso a destra).

Missione compiuta! Ora non devi fare altro che salvare l’immagine a cui hai applicato la sfumatura: seleziona la voce Salva con nome dal menu File e scegli la posizione e il formato di output dell’immagine (se vuoi mantenere la sfumatura con uno sfondo trasparente, seleziona PNG o GIF come formati di output, altrimenti salva la foto nel formato JPG).

Se vuoi avere maggiori informazioni su come sfumare con Photoshop, non esitare a leggere la guida che ti ho appena linkato: lì troverai una spiegazione ancora più approfondita in merito all’utilizzo dell’effetto sfumatura del famoso software di photo editing di casa Adobe.

Come sfumare una foto con GIMP

Un altro software che può tornarti utile per sfumare foto è GIMP: si tratta di un famosissimo programma di fotoritocco per Windows, macOS e Linux che non solo è completamente gratuito (oltre che open source), ma è anche semplice da utilizzar. Integra tantissimi tool per il photo editing, compresi alcuni che sono utili per sfumare foto.

Per usare GIMP, scarica il programma sul tuo computer: collegati, dunque, al suo sito Web ufficiale, pigia sul pulsante Download x.x.xx e poi clicca sulla voce Download GIMP x.x.xx directly. A download ultimato, apri il file d’installazione che hai scaricato e, se utilizzi Windows, pigia prima sul pulsante  e poi su OKInstalla e Fine.

Su Mac, invece, trascina GIMP nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro sull’icona del programma e seleziona la voce Apri dal menu contestuale, per superare le restrizioni applicate da Apple verso i software provenienti da sviluppatori non certificati (questa operazione va fatta soltanto al primo avvio di GIMP).

Dopo aver installato e avviato GIMP, seleziona la voce Apri dal menu File e importa la foto che vuoi sfumare. Dopodiché apri il menu Livello, clicca sulla voce Trasparenza e seleziona la voce Aggiungi canale alfa. Ora, recati nuovamente in Livello > Trasparenza, seleziona la voce Alfa a selezione, clicca sullo strumento di selezione rettangolare dalla barra degli strumenti che si trova nel pannello situato a sinistra e definisci la porzione di foto che vuoi far rimanere visibile.

A questo punto, recati nel menu Seleziona > Sfumata e, nella finestra che si apre, digita il numero di pixel sui quali vuoi estendere la sfumatura (es. 700 pixel) e poi pigia sul bottone OK. Ora, apri il menu Seleziona, clicca sulla voce Inverti e premi il tasto Canc/Backspace sulla tastiera per rimuovere la porzione di foto “in eccesso”.

A lavoro ultimato, salva la foto che hai sfumato selezionando la voce Esporta dal menu File e il gioco è fatto. Se vuoi avere maggiori informazioni su come sfumare una foto con GIMP, consulta la guida che ti ho appena linkato: ti sarà di grande aiuto.

Come sfumare una foto con Word

Desideri sfumare i contorni di una foto in un progetto a cui stai lavorando in Microsoft Word? Se non vuoi ricorrere ai programmi di photo editing elencati nelle righe precedenti, sappi che puoi fare ciò utilizzando un’apposita funzione integrata nel celebre software di videoscrittura della suite Office. Ti anticipo già che per redigere questo tutorial ho utilizzato Office 2016 (la versione della suite più recente), anche se non dovresti avere problemi nell’eseguire i passaggi indicati anche su versioni meno recenti di Word (dalla 2007 in poi).

Per applicare l’effetto sfumatura in Word, non devi fare altro che selezionare una delle immagini presenti nel documento sul quale stai lavorando (facendo clic su di essa), aprire il menu Formato situato in alto a destra e pigiare sul pulsante Effetti immagine ▾, che si trova anch’esso in alto a destra (nel gruppo di strumenti Stili immagini).

Posiziona poi il cursore sulla voce Contorni sfumati e, dal menu contestuale che si apre, scegli l’intensità dell’effetto che vuoi applicare alla foto presente nel documento: 1 punto, se vuoi sfumare lievemente i contorni dell’immagine; 5 punti, se vuoi applicare una sfumatura di media intensità, 50 punti, se vuoi applicare una sfumatura più marcata e così via.

Le modifiche apportate alla foto, ovviamente, verranno applicate soltanto alla copia dell’immagine visualizzata nel documento Word e non sul file originale. Qualora volessi salvare una copia modificata della foto sfumata, fai clic destro su quest’ultima e selezionando la voce Salva come immagine… dal menu contestuale. Ti rammento, inoltre, che le operazioni che ti ho appena indicato possono essere eseguite non solo su Word, ma anche su altre applicazioni della suite Office, tra cui PowerPoint ed Excel.

Come sfumare una foto online

Non hai intenzione di scaricare nuovi programmi sul tuo PC e vorresti sapere se è possibile sfumare una foto online? Ma certo che sì! Basta rivolgersi a uno dei tanti servizi che permettono di fare ciò e il gioco è fatto. Uno dei più semplici da utilizzare è Tuxpi, un servizio online che funziona con praticamente qualsiasi browser, senza effettuare alcuna registrazione e, soprattutto, senza ricorrere all’installazione di alcun plugin.

Per utilizzare Tuxpi, collegati a questa pagina relativa alla funzione sfumatura del servizio, pigia sul pulsante azzurro Start photo editing e seleziona il file su cui vuoi agire. Come puoi notare, alla foto che hai caricato verrà applicato di default un effetto sfumatura. Per modificarlo, usa i menu a tendina collocati in alto a sinistra: Direction, per selezionare la direzione da cui far provenire l’effetto sfumatura; Size, per scegliere le sue dimensioni; Opacity, per scegliere il suo grado di opacità e Color per scegliere il colore con cui “illuminare” la foto.

Non appena sarai soddisfatto del risultato ottenuto, pigia sul bottone azzurro Save per salvare l’immagine di output in locale nel formato JPG oppure condividila sui social pigiando sul pulsante arancione Share e selezionando poi la piattaforma in cui condividere il lavoro (es. Facebook, Twitter, Reddit, etc.).

Altri servizi per sfumare una foto online

Ci tanti tanti altri sevizi per sfumare una foto online che puoi prendere in considerazione di utilizzare: guarda quelli elencati di seguito e prova quelli che ti sembrano più adatti alle tue esigenze.

  • Photopea — è un famosissimo servizio Web gratuito la cui interfaccia ricorda tantissimo quella di Photoshop e di altri programmi di fotoritocco simili. Include tantissimi tool tramite i quali ritoccare i propri scatti, compresi alcuni che sono utili per sfumare le foto.
  • Photoshop Express — si tratta di un’applicazione Web gratuita sviluppata da Adobe, che permette di ritoccare e sfumare le foto online in modo facile e veloce. Può essere utilizzata senza effettuare alcuna registrazione, ma per funzionare richiede l’utilizzo di Adobe Flash Player.

Come sfumare una foto su smartphone e tablet

Desideri sapere come sfumare una foto su smartphone e tablet? Beh, allora dai un’occhiata alle app che sono elencate qui sotto, provale sul tuo device e poi usa quelle che preferisci di più.

  • Adobe Photoshop Mix (Android/iOS) — questa potentissima app gratuita sviluppata da Adobe permette di lavorare su più livelli e sfumare le foto rendendone lo sfondo trasparente: una feature che la rende perfetta per creare dei fotomontaggi. Se vuoi approfondirne il funzionamento, ti rimando alla guida sulle app per Photoshop.
  • Pixel Effect (Android) — se non vuoi creare un “classico” effetto di sfumatura, questa app gratuita potrebbe fare al caso tuo. Pixel Effect, infatti, permette di sfumare i soggetti presenti nelle foto applicando loro un “effetto pixel” che è molto suggestivo e divertente.
  • Pixel Photo Effect (iOS) — se hai un iPhone o un iPad e vuoi usare un’app per applicare l’effetto “sfumatura pixel” ai tuoi scatti, questa è la soluzione che fa per te. Il suo funzionamento è molto simile a quello di Pixel Effect per Android (di cui ti ho parlato poc’anzi) e il risultato finale che è possibile raggiungere con questa app è altrettanto suggestivo (se non di più).