Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come si salva un Power Point

di

Hai la necessità di preparare una presentazione PowerPoint per lavoro e di illustrarla in riunione a tutti i tuoi colleghi. Nonostante tu abbia praticamente zero esperienze in merito, il progetto non sta procedendo male, ma hai riscontrato un problema: non sai come salvare quanto fatto per poterlo ritrovare esattamente come l’hai lasciato quando avrai intenzione di eseguire ulteriori modifiche.

Le cose stanno in questo modo, vero? Allora sono felice di comunicarti che sei capitato nel tutorial giusto! Nel corso dei prossimi paragrafi, infatti, ti mostrerò come si salva un Power Point, sia che tu abbia deciso di utilizzare la suite commerciale di Microsoft, sia che tu abbia optato per soluzioni alternative. In qualsiasi caso, indipendentemente dal sistema operativo che usi, troverai la soluzione a tutti tuoi dubbi e i vari metodi per salvare la tua preziosa presentazione.

Coraggio allora: mettiti bello comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero e leggi attentamente quanto sto per spiegarti. In men che non si dica, troverai tutte le soluzioni ai tuoi dubbi e salvare una presentazione non sarà più un problema per te. Detto questo, non mi resta che augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Come si salva un Power Point su PC

PowerPoint PC

Un file PowerPoint, come probabilmente saprai, è una presentazione che puoi creare e modificare a tuo piacimento. Si tratta di un utile accompagnamento alle spiegazioni, spesso essenziale per illustrare dati e ricerche. Esistono numerosi strumenti per realizzare dei PowerPoint che salvano la presentazione in file di formati differenti.

Microsoft PowerPoint, appartenente alla suite commerciale di Microsoft (di cui puoi trovare maggiori info qui), utilizza principalmente i formati PPTX e PPT. Il primo formato è un’evoluzione del secondo, normalmente utilizzato dalla suite di Microsoft prima del 2007, anno in cui è stato aggiunto il nuovo formato. La principale differenza tra i due è che PPTX (che per la precisione è in formato Office Open XML) offre una compressione maggiore e una maggior compatibilità con altri programmi e strumenti.

Oltre a quanto appena visto, ci sono anche i file ODP (OpenDocument Presentation). In questo caso si tratta di un formato di salvataggio utilizzato da suite open source come LibreOffice, che è il corrispettivo di un file PPTX o PPT. In ultimo, possiamo trovare anche presentazioni in formato KEY e ciò significa che sono state realizzate con Keynote, lo strumento di casa Apple integrato nella maggior parte dei dispositivi del marchio.

I formati utilizzati come impostazioni predefinite, in caso di necessità, possono essere convertiti in altri formati. Questo fa sì che, qualsiasi sia il programma utilizzato per la creazione della presentazione, il risultato finale sia compatibile con più dispositivi. Comunque, continuando nella lettura, troverai tutto spiegato nel dettaglio.

Microsoft PowerPoint (Windows/macOS)

Microsoft PowerPoint salvataggio

Utilizzi Microsoft PowerPoint oppure hai intenzione di utilizzare questo strumento e ti piacerebbe sapere come salvare la tua presentazione in esso? Bene. Come prima cosa, se non lo hai ancora fatto, ti consiglio di leggere il mio tutorial su come scaricare PowerPoint. Fatto ciò, se stai salvando per la prima volta la tua presentazione, devi cliccare sull’icona del floppy disk collocata sulla barra in alto, sulla sinistra.

In seguito, se utilizzi un PC Windows, vedrai aprirsi una finestra di dialogo dove potrai digitare il nome del file, modificarne il formato (cliccando sopra alla voce .pptx, che come spiegato in precedenza è il formato predefinito) e scegliere la posizione dove salvarlo. Per concludere la procedura, premi sul pulsante Salva. Semplice, no?

Nel caso in cui la posizione scelta per il salvataggio fosse online, quindi su OneDrive, c’è anche la possibilità di condividere la presentazione con altre persone inserendo uno o più indirizzi email sotto alla voce Vuoi condividere questo file?. Ti faccio anche presente che, salvando la presentazione su OneDrive, c’è la possibilità di utilizzare la funzione Salvataggio automatico che sincronizza la presentazione e le relative modifiche su tutti i dispositivi che possiedi e che utilizzano tale servizio.

Se desideri accedere a delle impostazioni aggiuntive, inoltre, puoi fare clic sulla voce Altre opzioni…, oppure seguire il percorso File > Salva con nome (questo anche nel caso non stessi salvando la presentazione per la prima volta in assoluto) e, nella nuova schermata apertasi, selezionare una posizione di salvataggio tra quelle indicate sotto alle voci Personale e Altre posizioni.

Premendo sul pulsante Informazioni collocato nel menu sulla sinistra potrai invece decidere di compiere ulteriori azioni, come inserire una password per proteggere il tuo file. Per fare ciò, premi quindi sul riquadro Proteggi Presentazione e seleziona dall’elenco apertosi la voce Crittografia con password, dopodiché immetti la password nell’apposito spazio e premi il pulsante OK.

Utilizzi un Mac? Allora le operazioni da eseguire sono altrettanto semplici, seppur graficamente diverse. Per salvare la tua presentazione PowerPoint per la prima volta premi sull’icona del floppy disk e porta a compimento l’operazione tramite la finestra del Finder che si è aperta. Quindi digita il nome della presentazione accanto alla voce Salva col nome, seleziona la posizione in cui salvarla tramite il menu laterale sinistro del Finder; poi, accanto alla dicitura Formato File, seleziona il formato in cui desideri esportare il documento. Una volta fatto tutto, premi sul pulsante Salva per concludere.

Se non stai salvando la presentazione per la prima volta, invece, segui il percorso File > Salva con nome e procedi utilizzando la finestra del Finder apertasi come descritto poche righe più su.

Per accedere a ulteriori impostazioni e inserire, ad esempio, una password di protezione alla presentazione (senza la quale sarà impossibile aprirla), premi sulla voce File collocata in altro a sinistra e, dal menu apertosi, seleziona la voce Password. Ora scegli se richiedere una Password di apertura o una Password di modifica, apponendo il segno di spunta accanto alla corrispondente dicitura, poi digita una password nel campo Nuova password e confermala immettendola nuovamente nel campo Verifica. Infine, premi il tasto Imposta password per concludere il tutto.

Nel caso in cui, invece, non fosse il primo salvataggio della presentazione puoi seguire il percorso File > Salva con nome, nella nuova finestra apertasi selezionare la posizione di salvataggio tra quelle proposte (OneDrive, Questo PC, Aggiungi una posizione o Sfoglia per avere accesso alla finestra completa delle cartelle), inserire il nome da dare alla presentazione e premere il pulsante Salva.

Nel caso ti interessasse, ti segnalo che PowerPoint è disponibile anche per dispositivi Android (la trovi su store alternativi se hai un dispositivo che non utilizza i servizi di Google) e iPhone/iPad. È gratis per tutti i device fino a 10.1" di grandezza, altrimenti richiede la sottoscrizione di un abbonamento a Microsoft 365 (a partire da 7 euro/mese). Puoi salvare presentazioni anche usando quest’ultima in maniera abbastanza facile: maggiori informazioni qui.

LibreOffice (Windows/macOS/Linux)

Salvataggio LibreOffice Impress

Hai deciso di utilizzare LibreOffice (di cui puoi trovare maggiori informazioni sulle procedure per scaricarlo qui) e vuoi sapere come si salva un Power Point con quest’ultimo? Nessun problema. Innanzitutto, va chiarito che in questo caso parliamo del software Impress contenuto nella suite.

Per avvalertene, ti basta premere sulla freccia rivolta verso il basso accanto all’icona del floppy disk oppure seguire il percorso File > Salva con nome, nel menu in alto del summenzionato programma.

A questo punto, nella nuova schermata apertasi, compila il campo Nome file/Salva col nome, scegli il formato nel quale desideri salvare la tua presentazione aprendo il menu a comparsa accanto alla voce Salva come/Formato file (puoi scegliere anche il formato PPTX di PowerPoint) e decidi la posizione in cui collocare il salvataggio utilizzando il menu sulla destra della finestra in caso di PC Windows oppure aprendo il menu a comparsa accanto alla voce Situato in se utilizzi un Mac.

Come ultima cosa, se desideri inserire una password per proteggere il tuo file, apponi un segno di spunta accanto alla voce Salva con password e fai clic sul pulsante Salva. Adesso non ti resta che inserire la password nell’apposito campo presente nella nuova finestra apertasi, confermarla digitandola nuovamente sotto alla voce Conferma password e premere sul pulsante OK. In questo modo all’apertura della presentazione verrà chiesto di inserire la password senza la quale sarà impossibile aprire il file.

Keynote (macOS)

Salvataggio Keynote

Vuoi sapere come si salva un powerpoint su Mac? Allora per cominciare, dopo aver realizzato la tua presentazione tramite Keynote, fai clic sulla voce File collocata in alto a sinistra e dal menu comparso seleziona la voce Salva con nome. Nella nuova finestra del Finder apertasi compila il campo Nome file con il nome che desideri dare alla tua presentazione poi scegli una posizione in cui salvarla utilizzando il menu laterale del Finder oppure aprendo il menu a comparsa centrale. Una volta fatto tutto questo premi il pulsante Salva, per concludere. In questo modo la presentazione sarà salvata in formato KEY e potrai tornare a modificarla in qualsiasi momento.

Se desideri modificare il formato, cioè realizzarla con Keynote ma salvarla ad esempio in PPTX, premi sulla voce File, seleziona dall’elenco apertosi l’opzione Esporta come e scegli il nuovo formato nel quale convertirlo cliccandoci sopra (ad es. PowerPoint). Fatto ciò, nella nuova finestra del Finder che vedrai aprirsi puoi scegliere se impostare anche una password di protezione apponendo un segno di spunta accanto alla voce Chiedi password per aprire, inserisci la password nei campi Password e Verifica e poi premi sul pulsante Avanti…. Dopodiché, come visto poche righe fa, scegli un nome e una posizione per la nuova presentazione tramite la finestra del Finder apertasi e premi per concludere sul pulsante Esporta.

Tieni presente, inoltre, che l’inserimento della password sarà valido solo per la presentazione esportata (cioè quella in PowerPoint) e non per la presentazione di Keynote. Per inserire una password in Keynote, invece, puoi seguire il percorso File > Imposta password e, nella nuova finestra apertasi, inserire la password nei campi Password e Verifica, per poi confermare il tutto facendo clic sul pulsante Imposta password. Inoltre, se lo desideri, puoi aggiungere il segno di spunta accanto alla voce Memorizza la password nel portachiavi per salvarla appunto nel portachiavi del tuo Mac.

Infine, ti segnalo che Keynote è disponibile anche su iPhone e iPad, a costo zero: per scoprire come funziona, leggi qui.

Come si salva un Power Point sulla chiavetta

PowerPoint salvataggio su chiavetta

Vuoi salvare il tuo PowerPoint direttamente sulla chiavetta, così da averlo già pronto per l’uso? Allora la procedura da seguire è quasi del tutto identica a quelle che ti ho descritto in precedenza. Tutto ciò che devi fare è modificare la cartella di destinazione della tua presentazione selezionando la tua chiavetta USB.

Quindi, come prima cosa inserisci la chiavetta all’interno della porta USB del computer, segui la procedura che ti ho indicato nelle righe precedenti per salvare la presentazione (percorso File > Salva con nome) e, dopo aver deciso il titolo e il formato da utilizzare, seleziona come destinazione la chiavetta USB cliccando sulla relativa voce presente dall’elenco collocato nella parte destra della finestra apertasi sia di Windows sia del Finder del Mac.

Hai notato che la tua chiavetta USB ti da qualche problema e il procedimento non funziona come dovrebbe? Allora puoi risolvere il tutto andando a formattare il sistema di archiviazione e scegliendo il file system più adeguato per il tipo di documento e/o dispositivo che desideri salvare o utilizzare. Per maggiori informazioni in merito alla procedura esatta da seguire ti consiglio di consultare la mia guida su come formattare una chiavetta USB.

Come si salva un PowerPoint in PDF

Convertire PowerPoint in PDF

Hai la necessità di salvare il tuo PowerPoint in formato PDF? In tal caso esistono numerose soluzioni per raggiungere tale risultato. Nei prossimi paragrafi ti illustro i metodi principali per convertire in maniera semplice la tua presentazione in questo particolare tipo di documento.

Esportazione PDF su PC

Esportare in PDF PowerPoint

Come prima cosa puoi decidere di esportarlo in PDF direttamente tramite gli strumenti offerti dal tuo PC. Per procedere, quindi, apri la presentazioni che desideri salvare in PDF tramite PowerPoint, LibreOffice o Keynote e, una volta fatto ciò, premi sulla voce File (collocata in altro alla sinistra dello schermo). Dal menu che compare seleziona la voce Esporta/Esporta come, seleziona la voce dedicata all’esportazione in PDF e attendi qualche secondo che si apra la finestra di dialogo dedicata.

Se richiesto, modifica le impostazioni che ti vengono presentate nella finestra relativa alle impostazioni personalizzate scegliendo le specifiche che preferisci e premi sul tasto Esporta/Avanti… una volta conclusa l’operazione.

Dopodiché seleziona la cartella di destinazione dall’elenco collocato sulla destra, nomina il file modificando il campo Nome file/Esporta come e come ultima azione premi il tasto Pubblica/Salva/Esporta. Ora la tua presentazione è stata convertita in PDF e salvata sul PC, piuttosto semplice vero?

In alternativa voglio segnalarti la presenza di un utile strumento integrato all’interno sia dei PC Windows sia dei computer Mac: le stampanti virtuali PDF. Una stampante virtuale di questo tipo, in poche parole, ti consente di esportare un qualsiasi tipo di documento in PDF semplicemente visualizzandolo, premendo sul tasto Stampa e scegliendo l’opzione Salva come PDF. Per informazioni aggiuntive in merito a tale strumento ti lascio alla mia guida dedicata alle stampanti virtuali PDF.

Esportazione in PDF Online

Da PowerPoint a PDF online Drive

Un altro metodo che può esserti utile è l’esportazione online in PDF di una presentazione PowerPoint salvata su Google Drive, il noto servizio di cloud storage di Google con annessa suite per la produttività che funziona direttamente dal browser e da app su Android e iPhone/iPad.

Dopo aver eseguito l’accesso a Google Drive e aver individuato la presentazione da salvare, fai clic su di essa e seleziona dall’elenco comparso la voce Anteprima. A questo punto, dopo aver visualizzato l’anteprima della presentazione, premi sull’icona Stampa (quella raffigurata da una stampante) e nella nuova pagina apertasi se utilizzi un PC Windows clicca sull’icona Scarica (quella con la freccia all’ingiù in alto a destra). Ora nella finestra che vedi aprirsi nomina il tuo file, scegli una posizione per il salvataggio e premi il pulsante Salva.

Se utilizzi un Mac, invece, dopo aver visualizzato l’anteprima, premi il pulsante che raffigura un quadrato (in basso al centro), poi clicca su File > Salva e nella nuova finestra del Finder apertasi indica un nome il file, una cartella di destinazione e per concludere premi il pulsante Salva.

Esportazione in PDF su smartphone e tablet

PDF PowerPoint App

Per esportare una presentazione PowerPoint in PDF utilizzando uno smartphone o un tablet è necessario prima di tutto essere in possesso della versione mobile di PowerPoint disponibile per Android su Play Store (o su store alternativi per tutti quei dispositivi che non utilizzano i servizi di Google) e per iPhone/iPad su App Store. Quest’ultima è gratis per i dispositivi fino a 10.1" di grandezza, altrimenti richiede la sottoscrizione di un abbonamento a Microsoft 365 (a partire da 7 euro/mese).

Una volta scaricata, avviata e realizzata la presentazione, se utilizzi uno smartphone Android devi premere sull’icona con i tre puntini orizzontali, in alto a destra, e dal menu apertosi fare tap sulla voce Condividi come PDF. Fatto ciò, seleziona una delle app che si aprono per la condivisione e scegli dove condividerla (ed es. Il mio Drive) per salvarla sul tuo spazio di archiviazione digitale.

Se utilizzi un iPhone, invece, premi sempre sull’icona dei tre puntini orizzontali, poi fai tap sulla voce Esporta, premi sulla voce PDF(*pdf) e nella nuova schermata apertasi digita il nome da assegnare al documento nell’omonimo spazio, infine scegli dove salvarlo tra le opzioni presenti, in ultimo premi sulla voce Esporta (in alto a destra) per concludere l’operazione.

Nel caso in cui stessi utilizzando un tablet, invece, premi sull’icona di condivisione (in alto a destra), fai tap sull’opzione Documento completo e infine premi su PDF. Attendi qualche istante che il documento venga convertito e poi seleziona una destinazione per la condivisione tra quelle possibili.

Inoltre ti segnalo la presenza delle stampanti virtuali, di cui ti ho parlato in precedenza, presenti anche sui dispositivi mobili. Per maggiori informazioni ti lascio alle mie guide sulle stampanti virtuali Android e sulle stampanti virtuali di iOS/iPadOS.

Come si salva un PowerPoint su Drive

PowerPoint su Drive

Il tuo desiderio è quello di salvare un PowerPoint su Google Drive oppure di scaricarne uno archiviato su tale sistema di cloud storage? Perfetto, continuando nella lettura delle prossime righe ti spiego come procedere sia tramite computer Windows e Mac sia utilizzano uno smartphone o un tablet.

Da computer

PC PowerPoint Drive

Se per procedere hai deciso di utilizzare un computer la prima azione che devi fare è collegarti alla pagina principale di Google Drive, premere sul tasto Vai a Drive e se necessario accedere utilizzando le credenziali del tuo account Google.

A questo punto per salvare un PowerPoint su Drive fai clic sul tasto Nuovo collocato in alto a sinistra, seleziona dal menu comparso la voce Caricamento di file, seleziona la presentazione che desideri caricare dal pannello che si è aperto e premi il tasto Apri. In questo modo il file sarà salvato su Drive. Per informazioni aggiuntive ti lascio alla mia guida su come caricare file su Google Drive dove potrai trovare delucidazioni anche su come eseguire questa operazione tramite l’applicazione desktop di questo servizio.

Per salvare un PowerPoint presente su Google Drive e trasferirlo sul proprio PC è necessario unicamente aprire il documento in questione con un doppio clic su di esso, poi premere sul pulsante Scarica collocato in alto a destra rappresentato da una freccia che punta verso il basso e il PowerPoint verrà salvato in automatico nella cartella dedicata ai download del tuo PC. Semplice, no?

Da smartphone e tablet

PowerPoint Google Drive

La procedura da seguire per salvare un PowerPoint su Google Drive è estremamente semplice, ti basta essere in possesso dell’app del suddetto servizio disponibile per dispositivi Android su Play Store (e su store alternativi per tutti i device che non utilizzano i servizi di Google) e per iPhone/iPad su App Store.

Come prima cosa, quindi, scaricala sul tuo dispositivo Android (maggiori info qui) poi a presentazione aperta e realizzata, fai tap sull’icona dei tre puntini orizzontali, seleziona la voce Condividi (oppure direttamente sul pulsante di condivisione se utilizzi un tablet), poi seleziona le voci Documento completo e Presentazione, infine premi sull’icona Salva in Drive e dopo aver completato i campi Titolo documento, Account e Cartella pigia sulla voce Salva per concludere.

Su iPhone invece fai tap sull’icona dei tre punti orizzontali, poi seleziona la voce Invia una copia e nella nuova schermata apertasi seleziona l’opzione Invia con un’altra app, dopodiché seleziona Google Drive tra quelle presenti. Fatto!

Per scaricare una presentazione PowerPoint da Google Drive al tuo dispositivo Android, invece, avvia l’app di Drive, premi sulla presentazione che desideri scaricare poi sull’icona dei tre puntini verticali e dal menu apertosi seleziona la voce Scarica. In questo modo verrà salvata sul File Manager del dispositivo.

Su iPhone/iPad, invece, apri la presentazione, premi sull’icona dei tre punti orizzontali poi sulla voce Apri in e fai tap sull’opzione Salva su File. Ora seleziona una destinazione (ad es. iPhone) e premi sulla voce Salva collocata in alto alla destra dello schermo.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.