Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per musica

di

Hai sempre a portata di mano il tuo fido smartphone su cui hai aggiunto tutti i tuoi brani musicali preferiti in modo tale da poterli ascoltare ovunque ed in qualsiasi momento. Considerando però il fatto che la batteria del tuo telefonino tende a scaricarsi piuttosto rapidamente, quando sei a casa ti piacerebbe sfruttare il PC per riprodurre i brani che più ti piacciono invece che utilizzare il cellulare come jukebox personale. Tuttavia non sai ancora a quale software rivolgerti per riuscire nel tuo intento e, di conseguenza, vorresti ricevere qualche utile consiglio al riguardo.

Che dire, capiti a fagiolo! Con questo mio articolo di oggi desidero infatti illustrarti quelli che a parer mio rappresentano i migliori programmi per musica in circolazione. Ce ne sono sia per Windows che per Mac (oltre che per Linux), gratis ed a pagamento (o comunque sia che offrono acquisti in-app o la possibilità di sottoscrivere eventuali abbonamenti) e sono tutti facilissimi da usare. Puoi ascoltarci qualsiasi genere musicale, dal rock al blues, dal punk al pop alla musica classica. Inoltre, hanno tutti un’interfaccia utente sufficientemente gradevole e sono molto facili da usare.

Cosa? Vorresti sapere se posso consigliarti anche qualche software adatto per creare dei tuoi brani personali o, ancora, per convertire quelli che hai già salvato sul tuo computer in altri formati? Ma ovviamente! A fine articolo trovi infatti una selezione di programmi appositamente adibiti allo scopo che ho preparato per l’occasione. In questo modo il modo delle 7 note in formato digitale non avrà più alcun segreto per te. Buona lettura!

VLC Media Player (Windows/Mac/Linux)

Il primo tra i programmi per musica che voglio consigliarti di provare è VLC Media Player. Sebbene non concepito in maniera specifica per lo scopo in questione, questo software di lungo corso merita comunque di essere menzionato in un articolo quale quello in oggetto.

Si tratta infatti di un media player di natura open source, completo e versatile che consente di riprodurre tutti i principali formati di file multimediali, audio o video che siano, senza richiede l’installazione di codec esterni. È perfettamente compatibile con i principali sistemi operativi per computer (Windows, macOS, Linux) ed è facilissimo da usare.

Permette di riprodurre sia file in locale che contenuti in streaming e di leggere, creare e gestire playlist. Offre altresì un buon grado di personalizzazione delle impostazioni al punto tale da riuscire ad accontentare anche gli utenti più meticolosi ed esigenti. Di contro, va considerato che l’interfaccia utente è abbastanza scarna ma la cosa semplifica notevolmente la comprensione dei principali comandi del software. Per ulteriori approfondimenti, ti invito a leggere il mio tutorial sull’argomento.

Per effettuarne il download e l’installazione sul tuo computer, collegati al sito Internet del software e clicca sul bottone arancio Scarica VLC. Successivamente avvia il file d’installazione ottenuto e clicca su Si. Pigia poi su OK per confermare l’uso dell’italiano come lingua e pigia sul bottone Avanti per tre volte di fila dopodiché clicca su Installa e successivamente su Fine. Nel giro di qualche istante vedrai comparire la schermata principale del programma sul desktop e pigiando su Prosegui potrai impostare i criteri di riservatezza ed accesso alla rete e potrai subito iniziare ad utilizzarlo.

Se invece stai usando un Mac, a download del software completato apri il file .dmg appena ottenuto facendoci doppio clic sopra e poi trascina l’icona del programma tramite la finestra apparsa sulla scrivania nella cartella Applications. Successivamente fai clic destro sull’icona di VLC e scegli il comando Apri dal menu che vedi apparire per avviare immediatamente il software aggirando però le restrizioni imposte da Apple nei confronti degli sviluppatori non autorizzati.

Spotify (Windows/Mac)

In un articolo dedicato a quelli che sono i migliori programmi per musica è praticamente impossibile non parlare di Spotify. Non lo hai mai sentito nominare? Strano, anzi stranissimo… è davvero molto famoso! Ad ogni modo non hai di che preoccuparti, possiamo rimediare subito.

Si tratta del software per Windows e Mac collegato al servizio di musica in streaming più celebre al mondo che consente di accedere a tantissimi brani musicali (italiani, internazionali e di qualsiasi epoca) da computer e da mobile oltre che mediante vari altri device supportati senza dover acquistare singolarmente canzoni o album. Il tutto in maniera semplice e nel pieno rispetto della legalità. I suoi principali punti di forza sono la possibilità di trovare le playlist create dagli altri utenti e la disponibilità di innumerevoli playlist di brani basate sui gusti musicali degli utenti che vengono aggiornate con cadenza giornaliera e settimanale.

Programmi per ascoltare musica

Il client di Spotify può essere scaricato ed usato gratuitamente previa creazione di un apposito account Free che consente di ascoltare la musica solo in streaming ed in modalità shuffle (casuale) su device mobile. Ci sono poi il piano Premium e quello Famiglia che sono a pagamento, sottoscrivibili rispettivamente al prezzo di 9,99 euro/mese (con 1 mese di prova gratuita) e di 14,99 euro/mese, che abilitano al download della musica, eliminano l’obbligo della modalità shuffle su mobile e permettono di ascoltare l’audio in qualità maggiore (320kbps). La differenza tra l’uno e l’altro sta nel fatto che il piano Premium è pensato per il singolo utente, mentre quello Famiglia abilita all’uso del servizio sino ad un massimo di 5 utenti. Per ulteriori info ed approfondimenti, ti consiglio di leggere il mio articolo su come funziona Spotify.

Per effettuare il download del programma sul tuo computer in modo tale da poter cominciare ad utilizzare il servizio collegati al sito Internet ufficiale di Spotify ed attendi che il download del file d’installazione si avvii automaticamente. Se il download non parte da solo, clicca sul collegamento riprova.

A scaricamento completato, avvia il file eseguibile ottenuto ed attendi qualche minuto affinché vengano scaricati da Internet tutti i file necessari al funzionamento dell’applicazione. Ad operazione completata, partirà automaticamente l’installazione del client e nel giro di pochi istanti sarà finalmente pronto all’uso.

Se invece stai usando un Mac, apri il file d’installazione di Spotify ed attendi che vengano scaricati tutti i file necessari al funzionamento del client. Entro pochi secondi ti ritroverai al cospetto della schermata iniziale del programma.

iTunes (Mac/Windows)

Altro software della categoria degno di nota è iTunes. Si tratta del famoso player multimediale dell’azienda della “mela morsicata” disponibile a costo zero sia per Mac che per Windows.

Oltre a permettere di riprodurre file audio (e video) risulta anche indispensabile per la gestione dei dispositivi iOS da computer e per la loro sincronizzazione. Per quel che concerne invece le funzioni prettamente multimediali a livello di musica, permette di ascoltare tutti i principali formati di file audio, di catalogare la libreria di brani nel miglior modo possibile ed anche di masterizzare CD audio.

Programmi per musica

Mediante l’iTunes Store si possono anche comperare album e canzoni online, mentre grazie all’intenzione con Apple Music è possibile gestire il servizio di streaming musicale di Apple direttamente e comodamente computer. A questo proposito, ti segnalo che il catalogo del servizio è bene o male identico a quello di Spotify, anche per quanto riguarda la questione prezzi. Dopo un periodo di prova iniziale di 90 giorni costa infatti 9,99 euro/mese con account singolo e 14,99 euro/mese con account Famiglia. È altresì disponibile una membership per studenti che presenta un costo pari a 4,99 euro/mese.

Ti segnalo poi che, sempre in accoppiata ad Apple Music, è possibile sfruttare la Libreria musicale di iCloud che permette di caricare online dei brani dal proprio computer e di sincronizzarli su tutti i device connessi allo stesso ID Apple. Per maggiori info puoi leggere il mio articolo su come si usa iTunes.

Per quanto riguarda il download del programma, se stai usando un Mac, non hai alcun bisogno di scaricare iTunes in quando il software è disponibile “di serie” e puoi trovarlo direttamente sulla barra Dock o nella cartella Applicazioni.

Se invece stai usando Windows, devi effettuarne il download collegandoti al suo sito Internet ufficiale e facendo poi clic sul bottone download. A scaricamento completato, avvia il file eseguibile ottenuto, clicca su Avanti, poi su Installa e successivamente su Si per due volte di fila. Successivamente pigia su Fine e su Accetta e nel giro di qualche istante vedrai finalmente apparire sul desktop la schermata principale di iTunes.

GOM Audio (Windows)

Come facilmente intuibile dal nome stesso, GOM Audio è un player audio realizzato dagli stessi sviluppatori del celebre GOM Player, la controparte pensata in maniera specifica per la riproduzione di video.

Il software è gratuito, ha un’interfaccia utente davvero gradevole ed è perfettamente compatibile con tutte le versioni di Windows. Consente di ascoltare CD, MP3 e vari altri formati audio e consente anche di riprodurre i contenuti in streaming delle Web radio.

Programmi per musica

Per non far mancare nulla, supporta inoltre l’uso dei plug-in per ampliarne e personalizzarne le funzionalità ed integra anche la modalità di risparmio energia grazie alla quale è possibile arrestare, riavviare o mettere il computer in pausa quando una playlist raggiunge la fine. Insomma, si tratta di una soluzione completa e versatile che passa difficilmente inosservata. Purtroppo non è disponibile in lingua italiana ma considerando il fatto che si tratta di uno strumento altamente intuitivo la cosa non dovrebbe creare particolari problemi neppure da parte di chi non si reputa un perfetto poliglotta.

Per scaricare ed installare il programma sul tuo computer devi collegarti al suo sito Internet ufficiale e fare clic sul pulsante PC GOM Audio Free Download. Attendi quindi che il download del file d’installazione del programma venga avviato e poi portato a termine dopodiché clicca su Si e poi su OK per impostare la lingua inglese. Clicca poi sul bottone Next, su quello I Agree per accettare i termini e le condizioni d’uso del contratto di licenza e successivamente pigia ancora una volta su Next. Per concludere, clicca su Install e suasivamente su Finish.

Dopodiché avvia il programma appena installato richiamandolo dal menu Start oppure facendo doppio clic sull’icona che è stata aggiunta al desktop, clicca sul pulsante OK annesso alla finestra delle impostazioni che ti viene mostrata per confermare l’utilizzo di quelle di default e successivamente sul bottone Si ed inizia subito a mettere alla prova il potenziale di GOM Audio avviando la riproduzione dei tuoi brani preferiti.

Altri programmi interessanti

Non eri interessato ad un programma per riprodurre file audio bensì ad un software che ti consentisse a tua volta di creare brani musicali oppure di effettuare conversioni di quelli già esistenti? Allora non gettare ancora la spugna e prova invece a dare uno guardo all’elenco apposito che trovi qui di seguito. Sono sicuro che alla fine riuscirai a trovare il programma più adatto alle tue necessità.

  • Audacity (Windows/Mac/Linux) – Uno tra i programmi più noti ed apprezzati in ambito gratuito per quel che concerne l’elaborazione dell’audio al computer. È di natura opensource e consente di modificare, mixare, unire e dividere tracce audio esistenti o, ancora, di crearne di nuove. Insomma, un vero e proprio must have.
  • Adobe Audition (Windows/Mac) – Famoso, anzi famosissimo software per l’editing audio a carattere professionale. Mette a disposizione di tutti un’ampia gamma di funzioni mediante cui è possibile modificare oltre che mixare tra loro le tracce digitali sfruttando al massimo la potenza della scheda audio ed il processore del PC. Stra-consigliato!
  • GarageBand (Mac) – Si tratta del popolare software di casa Apple per produrre e modificare audio su Mac. È dotato di una bella interfaccia utente ed offre inoltre la possibilità di suonare virtualmente svariati strumenti per comporre e/o modificare tracce. Si può scaricare gratis.
  • Fre:ac (Windows/Mac/Linux) – Ottimo programma di natura open source in grado di convertire i file MP3, MP4/M4A, WMA, Ogg Vorbis, FLAC, AAC, WAV, Bonk e i CD audio. È gratis ed è facilissimo da usare anche per i neofiti.
  • MediaHuman Audio Converter (Windows/Mac) – Si tratta di un software molto intuitivo e potente grazie al quale si possono convertire tra loro tutti i principali formati di file audio anche andando ad agire in batch. Integra inoltre la ricerca automatica delle copertine degli album ed è gratis.
  • Free Audio Converter (Windows) – È indubbiamente uno dei migliori software per effettuare conversione audio in circolazione. È dotato di supporto in input ed output a tutti i principali formati di file audio ed il download è a costo zero.