Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Black Friday 2017
Scopri le migliori offerte della settimana dell'Amazon Black Friday 2017. Vedi le offerte Amazon

App per registrare video

di

Una tra le cose che più ti appassiona è la realizzazione di video: ti piace l’idea di poter immortalare alcuni momenti della tua vita sotto forma di filmati, con l’intenzione di rivederli poi in futuro. Hai ragione, è senz’altro una bella passione, ed è giusto coltivarla, se questo ti permette di mettere in mostra la tua creatività e il tuo talento. Se adesso però hai cercato su Internet qualche consiglio sulle app per registrare video, sarai sicuramente ben felice di sapere di essere capitato sulla guida giusta.

Forse non ci avrai pensato, ma in realtà non hai bisogno di scaricare un’applicazione per registrare video dal tuo smartphone o tablet: i dispositivi mobili più moderni dispongono dell’applicazione “di serie” che permette di gestire la fotocamera per registrare foto, oltre che per scattare video. Scaricare un’app per registrare video può però rivelarsi utile se sei alla ricerca di un’app che ti permetta di registrare un filmato dal tuo dispositivo mobile e che offra anche funzionalità aggiuntive, come per esempio il montaggio dello stesso.

Sulla base di queste premesse, in questo tutorial potrai trovare delle istruzioni dettagliate e i miei consigli su alcune applicazioni che ti permetteranno di registrare video con funzionalità aggiuntive rispetto all’applicazione predefinita. Tutto quello che ti serve, ai fini della lettura di questo tutorial, è il tuo dispositivo mobile Android o iOS. Tienilo sotto mano, scarica e prova assieme a me le app che ti consiglierò per trovare quella di tuo particolare gradimento. Tutto chiaro? Sì? Benissimo, iniziamo! Ti auguro una buona lettura.

KineMaster (Android/iOS)

Sono in molti a considerare KineMaster una tra le migliori app per registrare video. Come dargli torto? Disponibile su Android e iOS, quest’applicazione presenta un’interfaccia ricca di strumenti, per poter aver accesso a diverse funzionalità legate alla registrazione e al montaggio di un video, in pochi semplici tap dal display dello smartphone.

Quest’app è quindi molto valida, ma bisogna tenere presente che imprime un watermark ai video che vengono montati tramite la stessa. Per poter rimuoverlo è necessario sottoscrivere un abbonamento a servizio, il cui costo è, al momento in cui scrivo questa guida, di 5,49 euro/mese o 45,99 euro al mese.

Dopo aver scaricato l’applicazione da Google PlayStore o App Store di iOS, avviala: voglio parlarti di come potrai utilizzarla per registrare video.

La prima cosa da fare è quella di creare un nuovo progetto. Per farlo, dovrai premere sul pulsante rosso con il simbolo (+) che potrai trovare nella schermata principale. Se richiesto, scegli poi la creazione di un Progetto nuovo, per creare un video in tutta libertà. A questo punto ti troverai nella schermata principale dell’applicazione e potrai esplorare i suoi strumenti presente nell’interfaccia utente.

Per registrare un video, premi sul pulsante rosso con il simbolo dell’obiettivo, indicando poi all’app se desideri scattare una foto (simbolo della fotocamera) o registrare un video (simbolo della videocamera). Una volta registrato il video, aggiungilo alla timeline dell’applicazione.

Una volta che il video sarà aggiunto alla timeline, fai tap sulla sua miniatura dalla barra di avanzamento situata in basso: si aprirà un menu laterale tramite il quale potrai avere accesso a tutti gli strumenti dedicati al montaggio del filmato in questione. Giusto per farti un esempio, potrai effettuare un ritaglio del video, impostare una velocità di riproduzione personalizzata, sistemare i livelli dell’audio e tanto altro ancora.

Gli altri strumenti di KineMaster sono visibili nella schermata principale. Te ne parlo nel dettaglio nelle righe che seguono:

  • Pulsante Media (simbolo di una cartelletta): ti permette di montare un video aggiungendo o un più filmati registrati in precedenza.
  • Pulsante Layer (simbolo di più fogli sovrapposti): tramite questo pulsante puoi aggiungere elementi in sovrimpressione al filmato come per esempio testi e/o adesivi.
  • Pulsante Audio (simbolo di una nota musicale): uno strumento dedicato alla modifica dell’audio per il video registrato; puoi aggiungere una colonna sonora o alcuni effetti prestabiliti.
  • Pulsante Voice (simbolo di un microfono): richiedendoti l’accesso al microfono del dispositivo, questo strumento ti permette di aggiungere una voce fuori campo da aggiungere al video registrato.

Per terminare l’utilizzo di KineMaster ed esportare il filmato registrato, fai tap sull’icona con il simbolo della condivisione che trovi situata nell’angolo in alto a destra (su Android il pulsante con il simbolo della condivisione è situato nella barra a sinistra) ed esporta poi il tuo video scegliendone la risoluzione.

Clips (iOS)

Un’applicazione per registrare video che voglio assolutamente consigliarti di utilizzare è Clips, una vera novità in questo settore. Perché ho scelto di parlarti di Clips? La risposta è presto detta. Si tratta di un’applicazione sviluppata da Apple e pensata esclusivamente per gli utenti iPhone e iPad che si caratterizza per la sua interfaccia utente giovanile e i suoi strumenti accattivanti.

Ciò che considero il punto di forza di quest’app è la possibilità di registrare video in maniera completamente diversa dal solito. Clips non ha un’interfaccia utente tradizionale e l’esperienza d’uso richiama molto quella dei social network.

Utilizzare quest’app è più difficile a dirsi che a farsi; proprio per questo motivo ti consiglio di scaricarla sul tuo dispositivo iOS e di seguire le mie istruzioni legate al suo funzionamento. Vedrai che, dopo i primi minuti di spaesamento iniziale, sono sicuro l’utilizzo diventerà familiare.

La prima cosa da notare è l’assenza del tasto REC e di una timeline classica. Tutti gli strumenti di Clips per la registrazione di un video sono presenti nella schermata principale dell’app. Per registrare vi è un grosso tasto rettangolare di colore rosso al centro, in corrispondenza della dicitura tieni premuto per registrare.

Tenere premuto per registrare è proprio ciò che devi fare per registrare video con Clips. Puoi interrompere la registrazione e riprenderla in qualsiasi momento, togliendo il dito e tenendo nuovamente premuto il tasto rosso centrale.

Ciò che differenzia Clips dalle altre applicazioni per registrare video sono tutti i suoi strumenti secondari. I video registrati possono essere personalizzati con elementi estetici che richiamano quelli presenti sui social network più popolari.

Tutti questi elementi sono presenti nel menu in alto. Te ne parlo nel dettaglio nelle righe che seguono.

  • Simbolo di un fumetto: permette di aggiungere una descrizione in tempo reale al filmato, che puoi registrare tramite il microfono del tuo dispositivo;
  • Simbolo dei tre cerchi: serve per modificare il video, aggiungendogli dei filtri;
  • Simbolo della stella: puoi aggiungere al video degli emoji o degli adesivi;
  • Simbolo T: ti permette di aggiungere delle schermate di apertura o chiusura animate;
  • Simbolo della nota musicale: ti permette di personalizzare il video con effetti musicali.

Una volta che avrai terminato la registrazione e concluso la personalizzazione del filmato, premi sul pulsante con il simbolo della condivisione (il quadrato con la freccia); potrai scegliere se salvare il video nella memoria del tuo dispositivo o se condividere il filmato sui social network.

Adobe Premiere Clip (Android/iOS)

Un’applicazione che considero molto valida ai fini della registrazione di video su dispositivi mobili Android e iOS è senza ombra di dubbio Adobe Premiere Clip. Ho scelto di parlartene in maniera approfondita dal momento in si tratta della versione per dispositivi mobili del popolare software Adobe Premiere Pro.

Chiaramente non è possibile aspettarsi le stesse identiche funzioni avanzate del software, nonostante ciò l’app ha le giuste carte in tavola: il suo punto di forza è la sua semplicità d’uso, oltre che l’integrazione con il servizio Creative Cloud.

Per utilizzarla, una volta scaricata, dovrai effettuare l’accesso con il tuo Adobe ID o, in alternativa, creare un account gratuito: avrai così la possibilità di archiviare il video registrato in cloud con 2 GB di spazio gratuito.

Dopo aver eseguito l’accesso, tutto quello che dovrai fare per incominciare a utilizzare quest’app ai fini di registrare un video è premere sul pulsante (+) e poi, dal menu a tendina, premere sulla voce Scatta una foto o registra un video. Aggiungi poi il video creato premendo sul pulsante Usa video.

Arrivati a questo punto avrai a disposizione diversi strumenti per il montaggio di video e per la personalizzazione dello stesso. Potrai agire in modalità manuale (pulsante Forma libera) oppure lasciare che sia l’app a personalizzare in modalità automatica il filmato registrato (pulsante Automatico). Gli strumenti per il montaggio di un video metti a disposizione da Adobe Premiere Clip sono tra i più classici: vedrai che non avrai alcuna difficoltà a utilizzare quest’app.

Per esportare il video registrato, premi sul pulsante con il simbolo della condivisione: avrai diverse opzioni a disposizione e, per esempio, potrai scegliere se salvarlo nella memoria del tuo dispositivo, se salvarlo in un servizio cloud o se caricarlo su Youtube.

iMovie (iOS)

Altra applicazione di stampo classico che permette di registrare video è iMovie, un’applicazione piuttosto nota ai possessori di un melafonino, capace di coniugare strumenti professionali e semplicità di utilizzo.

Per utilizzare iMovie devi aver scaricato l’app sul tuo iPad o iPhone e, una volta vviata, premi sul pulsante (+) Crea Progetto. A questo punto potrai scegliere se creare un nuovo filmato o un nuovo trailer.

Per registrare un video, direttamente tramite l’app iMovie, dovrai premere sul pulsante Filmato, su Crea filmato e poi premere sul pulsante (+). Adesso, dalla schermata che si aprirà, dovrai premere sulla voce Scatta. L’applicazione richiederà l’accesso alla fotocamera e potrai registrare un video sul momento. Una volta che avrai terminato la registrazione del filmato, potrai utilizzare quest’app per montarlo, avendo a disposizione numerosi strumenti. Per proseguire, premi quindi sul pulsante Usa video per aggiungere il video registrato alla timeline di iMovie.

Per visualizzare tutti gli strumenti di modifica e montaggio del filmato, premi sulla miniatura del video nelle timeline: troverai tutti gli strumenti di cui hai bisogno per realizzare un montaggio professionale.

Al termine del montaggio, premi sul pulsante Fine e prosegui premendo sull’icona della condivisione per esportare il filmato, salvarlo su iCloud Drive oppure salvarlo nella memoria del tuo dispositivo.