Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come creare PEC

di

Stai per attivare un indirizzo di posta certificata ma prima di sottoscrivere qualsivoglia tipo di offerta vorresti delle delucidazioni sul funzionamento di questo servizio? Nessun problema, sono qui per aiutarti.

Cominciamo dalle basi. La PEC (acronimo di posta elettronica certificata) è un servizio mediante il quale è possibile comunicare con privati cittadini, aziende e uffici della Pubblica Amministrazione scambiandosi messaggi aventi lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno.

Serve, in altre parole, a verificare l’identità delle persone o delle aziende (che sono obbligate per legge ad utilizzarla) e a lasciare una “traccia” legale delle comunicazioni effettuate via email. Può essere utilizzata anche per inviare/ricevere documenti e per partecipare ai concorsi pubblici. Tutto chiaro? Bene, allora passiamo al lato pratico della questione e vediamo insieme come creare PEC.

Per aprire il tuo indirizzo di posta certificata devi scegliere un gestore, ossia un’azienda che offre il servizio di PEC, e sottoscrivere un abbonamento annuale con quest’ultima.

L’abbonamento può avere un prezzo variabile a seconda della grandezza della casella attivata (cioè dello spazio a disposizione per i messaggi) e dei servizi compresi in quest’ultima (es. accesso da dispositivi mobili, notifiche via SMS o archivio aggiuntivo per gli allegati): in linea di massima si va da 5 a 75 euro + IVA all’anno, ma ci sono offerte per tutte le fasce di prezzo.

In seguito alla scelta dell’abbonamento, devi pagare quanto dovuto (tramite carta di credito o PayPal) e inviare la documentazione necessaria a verificare la tua identità (cioè la tua carta d’identità) al gestore via Internet o via fax.

Al termine di questa procedura – che dura complessivamente pochi minuti – potrai accedere alla tua casella PEC e comunicare liberamente con altri privati cittadini, aziende o uffici della PA.

Per utilizzare la PEC non sono richiesti né software né dispositivi particolari, funziona tutto come nelle caselle di posta elettronica tradizionali. Questo significa che puoi gestire le email direttamente da un client di posta tradizionale (come Outlook o Thunderbird), dal Web (utilizzando il sito del tuo gestore) oppure via app per smartphone e tablet, ammesso che il piano che hai sottoscritto preveda questa opzione.

Di seguito, trovi alcune delle principali offerte per la PEC disponibili attualmente sul mercato italiano.

  • Aruba è una delle soluzioni più economiche per la posta certificata. Sono tre i piani disponibili: PEC Standard che per 5 euro + IVA all’anno offre una casella email da 1GB; PEC Pro che per 25 euro + IVA all’anno propone una casella email da 2GB con 3GB di archivio e le notifiche via SMS, e PEC Premium che al costo di 40 euro + IVA all’anno offre una casella da 2GB + 8GB di archivio e le notifiche via SMS.
  • PosteCert di Poste Italiane rappresenta una soluzione altrettanto economica. Il suo piano base per privati prevede una casella PEC da 100MB con 200 invii al giorno e costa 5,50 euro + IVA all’anno; quello base per gli utenti Business comprende invece 5 caselle da 1GB e 200 invii al giorno.
  • LegalMail offre soluzioni destinate principalmente ai liberi professionisti. Attualmente ha nel listino tre piani differenti: PEC Bronze che costa 25 euro + IVA all’anno e include una casella da 5GB + archivio di sicurezza, accesso mobile e notifiche via SMS; PEC Silver che costa 39 euro + IVA all’anno (in prova per 6 mesi gratis) e offre una casella da 8GB + accesso mobile, archivio di sicurezza e notifiche via SMS, e PEC Gold che per 75 euro + IVA all’anno offre una casella da 15GB + accesso mobile, archivio di sicurezza e notifiche via SMS.
  • LiberoPEC propone una casella PEC con spazio illimitato a 25 euro + IVA all’anno. Per provati cittadini e liberi professionisti.

Purtroppo non è possibile creare PEC gratis in quanto l’unico servizio di questo tipo disponibile in Italia, Posta Certificat@ – che tra l’altro consentiva di comunicare solo con gli uffici della Pubblica Amministrazione -, è stato dismesso alla fine del 2014.

A tal proposito, ti segnalo che gli ex-utenti del servizio, entro il 18 settembre 2015, possono sottoscrivere una casella PEC gratis per 1 anno presso Aruba, PosteCert e LegalMail. Maggiori info qui.