Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come dettare al PC

di

Devi redigere dei documenti molto lunghi e un piccolo infortunio ti impedisce di restare seduto davanti al PC per più di qualche ora? Stai cercando di raffinare le tue abilità di scrittura da tastiera ma sei ancora fin troppo lento e riscontri difficoltà nel ricopiare dei lunghi documenti cartacei? Se ti ritrovi in queste situazioni, potresti prendere in considerazione l’uso della dettatura vocale.

Devi sapere, infatti, che Windows e macOS includono delle interessanti funzioni per dettare testi direttamente ai programmi di videoscrittura; programmi che, in alcuni casi, dispongono anche di funzionalità ad-hoc indipendenti da quelle presenti nel sistema operativo. Inoltre, sarai ben felice di sapere che l’uso della dettatura vocale, nella stragrande maggioranza dei casi, non richiede competenze tecnologiche avanzate: bastano un paio di clic ben assestati per ottenere risultati più che apprezzabili!

Fatta questa doverosa premessa, non perdiamo altro tempo e passiamo subito all’azione: proseguendo con la lettura di questa guida, capirai come dettare al PC in modo semplice e veloce. Buona lettura e buon lavoro!

Indice

Come dettare al PC e lui scrive

Che tu abbia un PC con Windows 10 o un Mac, sappi che l’operazione di dettare al PC è estremamente semplice e non richiede l’utilizzo di alcun programma di terze parti: è sufficiente abilitare l’apposita funzionalità dalle impostazioni di sistema, avviare un programma di videoscrittura e cliccare sulla parte adibita all’inserimento del testo e iniziare a “parlare” con il computer.

Prima ancora di fare qualsiasi cosa, accertati però che il microfono sia correttamente connesso e funzionante: in caso di dubbi o problemi, segui le indicazioni che ti ho fornito nella mia guida su come riattivare il microfono, per abilitarlo nuovamente.

Come dettare al computer: Windows 10

Come dettare al computer: Windows 10

Se il tuo computer è equipaggiato con Windows 10, puoi usufruire dell’apposita funzione di dettatura vocale integrata nel sistema operativo. Tale caratteristica, oltre che in italiano, è disponibile anche in inglese, cinese, francese, tedesco, portoghese e spagnolo.

Per poter usare correttamente la dettatura vocale di Windows 10, devi innanzitutto attivare il riconoscimento vocale online di Microsoft: per riuscirci, apri il menu Start, cliccando sul pulsante a forma di bandierina situato nell’angolo in basso a sinistra dello schermo, premi sul simbolo dell’ingranaggio (a sinistra nel menu apertosi), per accedere al pannello delle Impostazioni di Windows e, successivamente, raggiungi le sezioni Privacy e Comandi vocali.

Adesso, verifica che la levetta situata in corrispondenza del riquadro Riconoscimento vocale online sia impostata su Attivato, altrimenti fallo tu; infine, chiudi il pannello delle impostazioni.

Il gioco è praticamente fatto: apri ora il programma di videoscrittura che preferisci, clicca sull’area adibita all’inserimento del testo e premi la combinazione di tasti Win+H, per richiamare il sistema di dettatura di Windows 10.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovrebbe comparire, nella parte alta dello schermo, la barra di controllo dettatura: attendi ora la comparsa della scritta Ascolto in corso… e, quando ciò avviene, inizia a parlare in modo naturale, pronunciando in maniera comprensibile anche la punteggiatura (ad es. “virgola”) ed eventuali interruzioni di riga (ad es. “a capo”).

Al termine della dettatura, Windows 10 smetterà di “ascoltare” e tradurrà in testo scritto tutto ciò che hai pronunciato; per ricominciare a dettare, clicca nuovamente sul simbolo del microfono situato sulla barra di dettatura; per chiuderla, clicca invece sulla X oppure premi nuovamente la combinazione di tasti Win+H.

Come dettare al computer: Windows 8.1/Windows 7

Come dettare al PC

Se utilizzi un’edizione precedente di Windows, le cose potrebbero non essere così semplici come appena visto su Windows 10: in questo caso, infatti, per attivare la dettatura dovrai necessariamente usufruire delle tecnologie di accesso facilitato del sistema operativo. Sfortunatamente, l’opzione di riconoscimento vocale è disponibile solo per le lingue inglese, francese, tedesco, spagnolo, giapponese e cinese semplificato, non per l’italiano.

Inoltre, per poter usufruire di tali caratteristiche, devi necessariamente impostare la lingua del sistema operativo in base a quella che preferisci usare per la dettatura.

Come dici? Conosci una di queste lingue e ti piacerebbe provarle comunque? Nessun problema. Se l’edizione di Windows in uso sul tuo PC supporta l’installazione dei language pack, puoi riuscirci in pochissimi clic.

Il primo passo che devi compiere è aprire il pannello di controllo (lo trovi nel menu Start), recarti in Orologio e opzioni internazionali e cliccare prima sulla voce Aggiungi lingua e poi sul bottone Aggiungi una lingua presente nella schermata che si apre.

A questo punto, seleziona la lingua in cui vuoi dettare i tuoi testi (es. English (United States)), torna nel menu Orologio e opzioni internazionali > Aggiungi lingua e fai doppio clic sul riquadro relativo all’idioma che hai selezionato in precedenza. Attendi poi che compaia la dicitura Scarica e installa language pack e clicca su di essa per avviare l’installazione del language pack su Windows.

A operazione completata, torna nel menu dal quale hai avviato il download del language pack e clicca prima sulla voce Imposta come lingua principale e poi su Disconnetti adesso, per tradurre il sistema operativo nella lingua selezionata.

Adesso, esegui di nuovo l’accesso a Windows e attiva il sistema di riconoscimento locale andando in Control panel (Pannello di controllo) e selezionando prima l’icona Ease of access (Accessibilità) e poi la voce Start speech recognition (Avvia riconoscimento vocale). Partirà una procedura guidata per regolare le impostazioni del microfono e cominciare a comandare il computer con la voce.

Per reimpostare il sistema in italiano, torna in Start > Control Panel > Clock, Language and Region > Add language, fai doppio clic sul riquadro relativo alla lingua italiana e clicca prima sulla voce Set default language e poi sul pulsante Log off now.

Naturalmente, le voci che ti ho indicato nel mio esempio sono in lingua inglese, ma variano in base alla lingua del language pack che si sceglie di utilizzare in Windows.

Nota: se utilizzi Windows 8.1, ricordati di usare il pannello di controllo tradizionale (quello che puoi aprire cercando “pannello di controllo” in Start) e non quello denominato “Impostazioni PC”. Se invece utilizzi Windows 7 e non riesci a installare delle lingue diverse dall’italiano sul tuo PC, prova a seguire le indicazioni presenti nel mio tutorial su come cambiare lingua a Windows 7.

Come dettare al computer: Mac

Come dettare al computer: Mac

Se il tuo è un Mac, puoi abilitare il sistema di dettatura di macOS direttamente dalle Preferenze di sistema. Come? Te lo spiego subito.

Per iniziare, apri quest’ultima sezione del sistema operativo, cliccando sull’icona a forma d’ingranaggio annessa alla barra Dock, fai clic sull’icona Tastiera, apri la scheda Dettatura (in alto nella nuova finestra apertasi), apponi il segno di spunta accanto alla dicitura collocata in corrispondenza della voce Dettatura e conferma la volontà di procedere, cliccando sul pulsante Abilita dettatura.

Fatto ciò, indica la Lingua in cui detterai il testo nell’apposito menu a tendina e scegli l’abbreviazione da tastiera da utilizzare per attivare la dettatura vocale (ad es. premi due volte il tasto ctrl). Per concludere, accertati che sotto l’icona del microfono sia indicato il nome del microfono collegato al Mac (in caso contrario, clicca sulla scritta che compare e sceglilo manualmente) e chiudi il pannello delle preferenze di sistema.

Finalmente ci siamo! Adesso non ti resta che aprire un qualsiasi programma per scrivere e, dopo aver cliccato sulla casella preposta per l’inserimento del testo, richiamare la dettatura vocale premendo la combinazione di tasti definita in precedenza: se tutto è filato liscio, dovresti visualizzare l’icona di un microfono accanto alla finestra aperta.

Quando ciò avviene, inizia a “parlare” con il computer, pronunciando in modo naturale anche la punteggiatura ed eventuali ritorni a capo. A dettatura conclusa, clicca sulla voce Fine sottostante il simbolo del microfono e attendi che il testo dettato venga trascritto e perfezionato. Tutto qui!

Per completezza d’informazione, ti faccio presente che gli assistenti vocali di Windows 10 e macOS, rispettivamente Cortana e Siri, consentono di sfruttare la dettatura vocale anche per aprire programmi, ricevere informazioni oppure controllare altri aspetti del computer direttamente con la voce: per saperne di più, ti rimando alla lettura dei miei approfondimenti su come attivare Cortana e come usare Siri.

Come dettare al PC su Word

Come dettare al PC su Word

Ti piacerebbe usare la dettatura in Microsoft Word? Nessun problema, ma sappi che gli step da seguire per dettare al PC su Word dipendono fortemente dal tipo di licenza d’uso in proprio possesso.

Se hai scaricato e installato il programma a seguito della sottoscrizione di un abbonamento a Microsoft 365, puoi sfruttare la funzionalità di dettatura integrata: dunque, dopo aver aperto il documento di tuo interesse, clicca prima sulla scheda Home e poi sul pulsante Dettatura, solitamente collocato in alto a destra (se la finestra di Word è “rimpicciolita”, potresti vedere soltanto l’icona del microfono).

Adesso, attendi che il computer emetta un suono (contestualmente, accanto all’icona del microfono dovrebbe comparire un pallino rosso) e inizia a dettare: anche in questo caso, puoi pronunciare in modo naturale eventuali segni di punteggiatura (punto, virgola, due punti, punto esclamativo, ecc.) e di interruzione di linea (nuovo paragrafo, nuova riga, a capo e così via), per vederli applicati nel testo. Quando hai finito, clicca nuovamente sul pulsante Dettatura per interrompere l’ascolto del testo.

Ti faccio presente che la suddetta funzionalità è disponibile anche nella versione Web di Word ma, questa volta, anche per gli utenti che dispongono di un account Microsoft gratuito (e non di una sottoscrizione a Office 365): dunque, dopo esserti collegato al servizio mediante uno dei browser supportati (Chrome, Edge, Firefox oppure Safari), apri il documento di tuo interesse oppure creane uno nuovo, clicca sulla scheda Home e premi il pulsante del microfono, situato in alto a destra, per avviare l’ascolto del testo. Per interrompere la registrazione, clicca sull’icona del microfono annessa alla nuova barra degli strumenti che compare in basso.

Per quanto riguarda, invece, le copie di Word ottenute attraverso canali differenti da Microsoft 365 (ad es. Office Home&Student oppure licenza singola di Word per Windows 10), devi necessariamente affidarti alla funzionalità di dettatura integrata in Windows e macOS, poiché la caratteristica di cui ti ho parlato poco fa non è inclusa nel programma, mi dispiace.

Come dettare al computer su Documenti Google

Come dettare al computer su Documenti Google

Se i metodi di dettatura di cui ti ho parlato poco fa non ti hanno soddisfatto, ti farà piacere sapere che il servizio online Documenti di Google Drive integra una funzionalità di dettatura attivabile in modo semplicissimo e indipendente da quella del sistema operativo in uso. Per poter usare il servizio, è necessario disporre di un account Google: se non ce l’hai, puoi crearne rapidamente uno seguendo le istruzioni che ti ho fornito in questo tutorial.

Ad ogni modo, per poter usare Documenti di Google, collegati a questo sito Web mediante qualsiasi browser supportato (ti consiglio Chrome o un browser basato sullo stesso motore, come Edge) e, se richiesto, accedi al tuo account Google inserendone le credenziali negli appositi campi.

Ora, clicca sull’icona per creare un documento vuoto (oppure aprine uno già disponibile su Google Drive) e utilizza il menu Strumenti > Digitazione vocale (in alto) per richiamare la barra degli strumenti di dettatura.

A questo punto, imposta il piccolo menu a tendina annesso alla nuova barra che compare su Italiano (oppure sulla lingua che vuoi usare per dettare il testo), clicca sull’icona microfono che compare sulla sinistra e, se necessario, sul pulsante Consenti che viene visualizzato in alto (per consentire a Google Drive di accedere al microfono) e inizia a parlare. Al termine della dettatura, l’acquisizione dell’audio si interromperà automaticamente e il testo verrà trascritto nel documento.

Google Drive riconosce quasi perfettamente tutte le frasi in lingua italiana e supporta anche la punteggiatura: ciò significa che dicendo “punto” viene trascritto un punto, impartendo il comando “nuova riga” si va accapo e così via. Sfortunatamente, non sono ancora supportati comandi come quelli per la selezione o la formattazione del testo, che richiedono l’utilizzo di Google Drive in lingua inglese.

Per visualizzare l’elenco completo dei comandi supportati dalla dettatura vocale di Google Drive, portati con il puntatore del mouse sull’icona del microfono, clicca sul punto interrogativo che compare su di essa e consulta la documentazione ufficiale del servizio, che dovrebbe comparire in una barra in sovrimpressione sulla parte destra dello schermo.

Altre soluzioni per dettare al PC

Altre soluzioni per dettare al PC

Se ritieni che i sistemi di dettatura di cui ti ho parlato poco fa non siano adatti a quelle che sono le tue esigenze, allora potresti doverti affidare a un software commerciale. A tal riguardo, mi sento di segnalarti le soluzioni di Nuance Dragon: disponibili per Windows tali software possono adattarsi a tutte le esigenze e offrono opzioni di personalizzazione estremamente avanzate. Software del genere, però, sono tutt’altro che gratuiti: ti basti pensare che la licenza personale di Dragon Professional Individual ha un prezzo di partenza di 399€!

In alternativa, se non hai esattamente la necessità di dettare in prima persona al computer, ma più che altro avresti bisogno di un programma che ti consenta di sbobinare una lezione registrata o, in generale, un file audio già pronto, puoi far riferimento al mio approfondimento dedicato ai programmi per sbobinare oppure al mio tutorial su come trasformare audio in testo, nei quali ho parlato espressamente di soluzioni di questo tipo. Mi raccomando, da’ loro almeno un’occhiata!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.