Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come eliminare virus dal PC Windows 10

di

Temi che il tuo nuovo PC con Windows 10 si sia già beccato un virus ed, essendo la prima volta che ti trovi a dover fronteggiare una situazione del genere, non hai la più pallida idea di come agire. Soprattutto, non sai come risolvere il problema senza mettere a rischio i dati presenti sul disco. Ti sei quindi collegato al mio sito e hai cercato una soluzione al problema.

Beh, se le cose stanno esattamente così e, dunque, vorresti sapere come eliminare i virus dal PC con Windows 10, sappi che sei capitato nel posto giusto al momento giusto. Nelle righe successive, infatti, trovi indicato, in maniera semplice ma non per questo poco dettagliata, tutte le varie operazioni che puoi compiere per liberarti delle minacce informatiche che albergano sul tuo PC.

Ti spiegherò, dunque, quali tipologie di software puoi utilizzare per fronteggiare virus e malware e poi, per completezza d’informazione, provvederò a fornirti indicazioni utili su come evitare di incappare nuovamente in una situazione come quella che si è venuta a verificare. Ora però basta chiacchierare e passiamo all’azione. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grande in bocca al lupo per tutto!

Indice

Informazioni preliminari

Virus

Prima di entrare nel vivo di questa guida, andando dunque a scoprire come eliminare i virus da un PC con Windows 10, è mio dovere fornirti alcune informazioni preliminari riguardo le minacce informatiche che potrebbero aver colpito il tuo computer.

Allo stato attuale, sebbene i virus rappresentino la causa della maggior parte dei malfunzionamenti dei PC, esistono anche altre minacce di tipo informatico che possono mettere a repentaglio il buon funzionamento del sistema operativo. È questo il caso degli spyware, vale a dire dei programmi in grado di inviare dati personali a criminali informatici, e degli adware, i quali mostrano pubblicità o, in alcuni casi, installano software pubblicitario in maniera imprevedibile e del tutto casuale sul computer.

Tale differenziazione, in ogni caso, resta soltanto su carta, in quanto i principali antivirus e antimalware in circolazione, vale a dire gli strumenti adibiti alla bonifica dei PC, sono perfettamente in grado di individuare e distruggere praticamente ogni genere di minaccia informatica, a eccezione di pochi casi.

Nota: se l’antivirus individua un file di sistema infetto, ti invito a fare bene attenzione riguardo le operazioni da eseguire, in quanto l’eliminazione o lo spostamento in quarantena di suddetti file potrebbe rendere inutilizzabile Windows e costringere a ripristinare o formattare il computer. Per cui, procedi sempre con la massima cautela e tenendo ben a mente questo aspetto.

Come eliminare virus dal PC Windows 10

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, passiamo al sodo e andiamo a scoprire, in concreto, come eliminare i virus da un PC con Windows 10. Qui di seguito trovi indicati tutti i principali sistemi e strumenti che hai dalla tua per riuscirci. Non lasciarti intimorire:si tratta, in realtà, di un’operazione che, nella maggior parte dei casi, è piuttosto semplice da compiere.

Antivirus

Windows Defender su Windows 10

Il primo, nonché più efficace, sistema che puoi adottare per sbarazzarti dei virus che albergano sul tuo PC con su installato Windows 10 consiste, come intuibile, nel ricorrere all’uso di un antivirus. Più precisamente, puoi rivolgerti a Windows Defender, la soluzione antivirus gratuita installata "di serie" nelle ultime versioni del sistema operativo di casa Microsoft. Agisce monitorando il sistema in maniera costante e consente di effettuare operazioni di pulizia su file e cartelle prese di mira dalle più disparate minacce informatiche.

Per impostazione predefinita, Windows Defender dovrebbe risultare già abilitato ma, a scanso di equivoci, ti invito a sincerarti della cosa e, in caso di necessità, a rimediare: per scoprire in che modo riuscirci, puoi fare riferimento al mio tutorial incentrato in maniera specifica su come attivare Windows Defender.

Una volta fatto ciò, puoi procedere andando a eseguire una scansione "a comando" del sistema operativo. Per cui, clicca sul pulsante Start (quello con la bandierina di Windows) che trovi nella parte in fondo a sinistra della barra delle applicazioni, clicca sull’icona delle Impostazioni (quella con l’ingranaggio) annessa al menu che si apre e, nella finestra che vedi comparire sul desktop, seleziona la voce Aggiornamento e sicurezza, quella Sicurezza di Windows che trovi nella barra laterale sinistra e clicca sul bottone Apri Sicurezza di Windows.

Nell’ulteriore finestra che si apre, clicca sulla dicitura Protezione da virus e minacce, fai clic sul collegamento Opzioni di analisi che trovi sotto la voce Minacce correnti e seleziona l’opzione Analisi completa, dopodiché clicca sul bottone Avvia analisi posto in basso per avviare l’analisi del PC.

Al termine della procedura, Windows Defender ti mostrerà una finestra riepilogativa con le eventuali minacce rilevate e le eventuali operazioni intraprese (o da intraprendere) sui file coinvolti.

Se ritieni di dover effettuare un’indagine sui file al di fuori del sistema operativo, puoi, invece, avvalerti del sistema per eseguire l’analisi offline: così facendo, potrai individuare i malware più insidiosi eventualmente nascosti nel sistema e rimuoverli dal computer utilizzando le ultime definizioni scaricate. Tieni però presente che questo tipo di analisi richiede un riavvio automatico del computer e impiega, in generale, circa 15 minuti.

Per avviare la procedura d’analisi offline, seleziona l’opzione Analisi di Windows Defender Offline che trovi nella schermata relativa alla selezione del tipo di analisi e clicca, anche in tal caso, sul bottone Avvia analisi collocato in basso.

Windows Defender a parte, esistono anche molte altre soluzioni antivirus, sia a costo zero che a pagamento, alle quali puoi scegliere di affidarti per debellare le minacce informatiche presenti sul PC, ad esempio Bitdefender. Per approfondire il discorso, ti rimando alle lettura del mio post dedicato in via specifica ai migliori antivirus per Windows 10.

Antimalware

Malwarebytes Antimalware

Esistono alcuni tipi particolari di malware che ai comuni antivirus possono sfuggire: si tratta di minacce generalmente meno aggressive rispetto ai "classici" virus, ma comunque fastidiose. Per sbarazzartene, devi ricorrere all’uso di un antimalware, cioè un software dedicato in maniera specifica alle minacce di questo tipo. Tra i tanti disponibili su piazza, io ti suggerisco Malwarebytes Anti-Malware.

Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un software per Windows (ma non solo), che viene costantemente aggiornato e che è in grado di rilevare e annientare anche i malware più recenti e varie altre minacce informatiche. Agisce on-demand ed è facilissimo da usare. Di base è gratis, ma eventualmente è disponibile anche in una variante a pagamento (costa 39,99 euro/anno) dotata di funzionalità aggiuntive, tra cui il controllo del sistema in tempo reale.

Per scaricare la versione gratuita di Malwarebytes Anti-Malware, recati sul sito Internet del programma e clicca sul bottone Download gratuito. Nella nuova pagina visualizzata, premi poi sul pulsante Scarica subito.

A download ultimato, apri il file .exe ottenuto e clicca sul pulsante , nella finestra che vedi comparire sul desktop. Successivamente, premi sul pulsante OK per confermare l’uso della lingua Italiana, seleziona l’opzione Uso personale Computer e premi sul pulsante Continua. Clicca, quindi, sul bottone Accetta e installa e, per concludere, su quello con scritto Fine.

Ora che visualizzi la finestra principale di Malwarebytes Anti-Malware sullo schermo, premi sul pulsante Inizia subito per usufruire del periodo di prova di 14 giorni della versione Premium, oppure sul pulsante Non adesso per avviare la versione gratuita del software, dopodiché avvia subito una scansione del sistema facendo clic sul bottone Scansione.

Ad analisi conclusa, le eventuali minacce individuate ti saranno mostrate sotto forma di elenco, con la relativa descrizione e la posizione sul disco. Per neutralizzarle e spostarle in quarantena, verifica che siano contrassegnate da un segno di spunta (altrimenti provvedi tu) e fai clic sul bottone Applica azioni.

Se, invece, vuoi che alcuni file vengano ignorati (perché, ad esempio, sai per certo che si tratta di falsi positivi), seleziona la voce Ignora dal menu a tendina che trovi in loro corrispondenza e, anche in tal caso, clicca sul pulsante Applica azioni.

Per approfondire il funzionamento di Malwarebytes Anti-Malware, puoi fare riferimento alla mia guida dedicata in via specifica a questo software. Se, invece, vuoi provare degli antimalware alternativi, puoi consultare il mio articolo dedicato alle migliori soluzioni parte della categoria.

Disco di soccorso

Kaspersky Rescue Disk

L’antivirus e l’antimalware non riescono a rimuovere i virus presenti sul tuo PC o, ancor peggio, non riesci proprio ad avviare il sistema operativo perché qualche minaccia informatica ne impedisce il corretto funzionamento? In tal caso, puoi affidarti all’uso di un disco di soccorso (o rescue disk): questo tipo di supporto permette l’esecuzione di un antivirus completo "al di fuori" del sistema operativo installato sul computer.

Usandolo, dunque, è possibile effettuare l’analisi dei file in tutta tranquillità, individuando facilmente i virus e i malware nascosti in tutti i dischi collegati al computer.

Tra i vari rescue disk disponibili, io ti consiglio di rivolgerti a Kaspersky Rescue Disk, quello reso disponibile dalla software house Kaspersky, specializzata in sicurezza informatica. È gratis, si può avviare sia da CD/DVD che da chiavetta USB e mette a disposizione dei suoi utilizzatori tutta una serie di strumenti utili all’analisi e al rilevamento dei malware presenti nei file su disco.

Per servirtene, recati sul sito Internet di Kaspersk Rescue Disk e clicca sul pulsante Download, in modo tale da avviare il download del file immagine. A scaricamento ultimato, masterizza l’immagine ISO ricavata su un dischetto, seguendo le indicazioni contenute nella mia guida su come masterizzare file ISO, oppure su una chiavetta USB, attenendoti alle istruzioni che ti ho fornito nel mio post su come creare una chiavetta USB avviabile.

Dopo aver creato il supporto, collegalo al PC relativamente al quale desideri andare ad agire e accendilo (oppure riavvialo) per accedere alla configurazione BIOS/UEFI, come ti ho spiegato nella mia guida su come entrare nel BIOS. Successivamente, imposta come dispositivo d’avvio primario il lettore CD o la porta USB, sempre a seconda del supporto creato, attenendoti alle istruzioni contenute nel mio post su come impostare il BIOS.

In seguito, vedrai comparire sullo schermo la scritta Press ESC to load Kaspersky Rescue Disk: premi, quindi, il tasto ESC sulla tastiera e, nei menu successivi, seleziona la lingua English e l’opzione Kaspersky Rescue Disk, Graphic mode. Una volta visualizzata l’interfaccia principale di Kaspersky Rescue Disk, seleziona le caselle presenti nella finestra iniziale, dopodiché premi sul pulsante Accept e avvia una scansione completa del PC facendo clic sul bottone Start Scan.

Al termine dell’analisi, ti verrà mostrata una schermata riepilogativa con le azioni intraprese automaticamente o le eventuali richieste sulle operazioni da compiere sui file infetti che sono stato scovati.

Ti faccio inoltre notare che, qualora necessario, sempre dall’interfaccia di Kaspersky Rescue Disk, puoi accedere in qualsiasi momento al contenuto dei dischi collegati al computer, cliccando sull’icona Volumes. Inoltre, puoi navigare su Internet, facendo clic sull’icona di Firefox, e sfruttare tutti gli altri strumenti accessibili (terminale, screenshot, gestore file ecc.) dal menu del sistema, che puoi aprire cliccando sul pulsante a forma di K collocato in basso a sinistra.

Una volta terminate tutte le operazioni, per riprendere a usare normalmente Windows 10 finalmente libero dai virus puoi riavviare il computer aprendo il menu di Kaspersky Rescue Disk, selezionando la voce Leave da quest’ultimo e poi quella Restart.

Altre soluzioni

Ripristino di Windows 10

Non hai modo di servirti degli strumenti antivirus e antimalware già menzionati? In tal caso, puoi affidarti all’uso di un antivirus online per eliminare i virus presenti sul tuo PC, tramite cui poter controllare l’intero computer o i singoli file su di esso salvati in maniera pratica e veloce. Se la cosa ti interessa, consulta la mia guida specifica sulla scansione antivirus online, per saperne di più.

Se poi nessuno dei sistemi che ti ho già indicato si è rivelato utile, se i virus continuano ad albergare sul tuo PC e se, ancor peggio, i file di sistema sono stati corrotti irrimediabilmente, l’unica via percorribile resta quella della formattazione: così facendo, il sistema operativo verrà reinstallato e il tuo computer verrà quindi riportato allo stato in cui si trovata al momento dell’acquisto o comunque al momento del primo utilizzo di Windows 10. Per riuscirci, ti basta seguire le indicazioni che ti ho fornito nel mio tutorial incentrato proprio su come formattare Windows 10.

Come evitare i virus

Foto di un computer Lenovo

Hai seguito per filo e per segno le istruzioni contenute in questa mia guida e sei finalmente riuscito a eliminare i virus dal tuo PC con Windows 10? Molto bene. Per concludere, però, permettimi di fornirti alcune "dritte" per evitare di ritrovarti a dover avere nuovamente a che fare, in futuro, con altre minacce informatiche.

  • Mantieni attive le protezioni di sistema – Windows 10 dispone di alcuni strumenti di protezione integrati, come il filtro SmartScreen e il Controllo Account Utente, in grado di impedire l’esecuzione di software potenzialmente nocivi o infetti. Ti suggerisco, quindi, di tenerli sempre attivi, anche se la cosa andrà inevitabilmente a implicare qualche clic in più, al fine di impedire l’avvio di programmi al di fuori del tuo controllo.
  • Mantieni aggiornato l’antivirus – considerando il fatto che le tecniche che i criminali informatici utilizzano per creare e diffondere malware sono in continua evoluzione, è praticamente indispensabile che l’antivirus installato sul tuo PC risulti essere sempre aggiornato all’ultima versione disponibile e che vengano scaricate con regolarità le definizioni per i vari virus.
  • Esegui software attendibile – scarica e installa sul tuo PC soltanto programmi provenienti da fonti certificate, come il Microsoft Store e i siti Internet ufficiali dei software d’uso comune. Tieniti poi assolutamente alla larga dai software "pirata", che sono tra i principali mezzi di trasmissione dei virus informatici.
  • Fai attenzione ai programmi "bundled" – molti software gratuiti promuovono l’installazione di programmi indesiderati o spyware, solitamente con finalità di lucro. Ti invito, dunque, a prestare particolare attenzione alle schermate proposte in fase d’installazione e ai segni di spunta impostati, in modo tale da evitare l’installazione di programmi sponsorizzati o spazzatura e barre degli strumenti.
  • Usa il buonsenso – sebbene l’installazione di software infetto sia il vettore più comune per la diffusione dei virus, non si tratta dell’unico mezzo di trasmissione. Per fare qualche esempio, basta aprire un’email con un allegato infetto oppure collegare al PC una chiavetta infetta per ritrovarsi vittima di qualche minaccia informatica. In virtù di ciò, cerca di essere quanto più prudente possibile nell’effettuazione di queste e altre operazioni al PC che richiedano una qualche interazione con fonti esterne.