Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mandare documenti in PDF dal cellulare

di

Tu e il tuo smartphone siete praticamente inseparabili: lo utilizzi per tenerti in contatto con i tuoi amici, giocare, guardare video, ascoltare musica e lavorare. A dire il vero, tuttavia, hai iniziato solo di recente a utilizzare il telefono per quest’ultima finalità, ragione per la quale hai ancora qualche dubbio sulla scrittura, l’elaborazione e, soprattutto, la condivisione dei documenti.

Il formato di file PDF è quello in cui ti “imbatti” più spesso e di frequente ti capita di chiederti quali sono i metodi più immediati per inviare questo tipo di documenti dal proprio device. Ebbene, quest’oggi ho deciso di scrivere questo tutorial proprio per rispondere a questi tuoi interrogativi.

Se ti stai domandando come mandare documenti in PDF dal cellulare in modo facile ed efficace, devi sapere che c’è una vasta gamma di soluzioni che puoi utilizzare: si va dai servizi di messaggistica istantanea a quelli di condivisione file, passando per alcune funzioni integrate “di serie” nei sistemi operativi. Nei prossimi capitoli andrò a consigliarti le soluzioni che reputo più semplici e adatte a questo scopo, mostrandoti passo passo come allegare i documenti in PDF e come inviarli. Buona lettura e buon lavoro!

Indice

Come inviare documenti in PDF dal cellulare

Smartphone

Visto che sei interessato a sapere come mandare documenti in PDF dal cellulare, ti propongo qui di seguito alcune delle applicazioni più comode per condividere file di questo genere. Dal momento che diverse tra queste ultime sono particolarmente diffuse, potresti trovarle già installate sul tuo smartphone e, dunque, non avere bisogno di scaricarle dallo store del tuo dispositivo.

Ad ogni modo, se così non fosse e dovessi avere qualche dubbio su come installarle, dai un’occhiata ai miei tutorial su come scaricare le applicazioni su Android e come scaricare le app su iPhone.

WhatsApp (Android/iOS)

WhatsApp Android

Forse non lo sapevi, ma la popolarissima app di messaggistica istantanea WhatsApp (che è disponibile sui dispositivi Android, inclusi quelli senza accesso ai servizi Google in formato APK e su iPhone) consente di inviare in allegato ai propri messaggi svariati tipi di documenti, inclusi quelli PDF. Condividere in questo modo tale tipo di file è davvero semplicissimo.

Ti basta, infatti, avviare l’applicazione suddetta, recarti nella scheda Chat e selezionare una delle conversazioni attive, facendo tap su di essa (oppure premi sul fumetto bianco o sull’icona con il foglio e la matita per creare una nuova chat con un contatto).

Una volta aperta la schermata della chat, sul campo di digitazione posto in basso, se usi Android, premi sull’icona della graffetta che trovi a destra, poi sulla voce Documento e seleziona il file PDF che vuoi inviare (se ti viene prima chiesto il permesso di accedere ai file memorizzati sul dispositivo, premi sulla voce Consenti). Infine, premi sull’apposito pulsante mostrato in basso per dare conferma.

Per fare quanto ti ho appena spiegato su iPhone, una volta che hai aperto la schermata della chat nella quale vuoi inviare il documento, fai tap sul campo di digitazione posto in basso, poi premi sul pulsante (+) situato in basso a sinistra, seleziona il file dall’elenco premendo sulla sua anteprima e dai conferma facendo tap sull’apposito pulsante (in questo caso potrebbe esserti richiesto l’accesso ai file in memoria, dovrai quindi confermare l’operazione). Per altri dettagli su queste procedure ti rimando al mio tutorial su come inviare PDF con WhatsApp.

Messenger Lite (Android)

Messenger Lite

Messenger Lite è la versione più leggera (e dunque adatta ai dispositivi meno prestanti) del celebre servizio di messaggistica istantanea di Facebook e, fra le sue varie funzionalità, permette anche l’invio di documenti (per quanto riguarda la versione “standard” di questa applicazione, ossia Messenger, al momento in cui ti scrivo non è possibile inviare documenti).

Messenger Lite può essere scaricata solo sui dispositivi Android (è ottenibile anche dagli store alternativi). Una volta avviata l’app in questione e aver effettuato l’accesso, fai tap sulla scheda con l’icona del fumetto posta in alto a sinistra se vuoi inviare il file in una chat già avviata; altrimenti, premi sull’icona dei due omini posta in alto e seleziona dall’elenco il nome del contatto con il quale vuoi iniziare una nuova conversazione.

Una volta che hai dunque di fronte la schermata della chat, premi sul pulsante (+) posto in basso a sinistra, poi sulla voce File e, se necessario, premi sul pulsante Consenti per fornire all’applicazione il permesso di accedere alla memoria del tuo dispositivo. Infine, seleziona il documento che vuoi inviare premendo sulla sua anteprima e dai conferma premendo sulla voce Invia. Non pensavi sarebbe stato così facile, vero?

Se vuoi utilizzare questo servizio su iOS o iPadOS, collegati al sito Web messenger.com tramite browser e, fatto ciò, dovrai premi sull’icona AA posta in alto a sinistra e poi sulla voce Richiedi sito desktop.

Una volta effettuato l’accesso al servizio, seleziona una delle chat disponibili nell’elenco e premi sul pulsante della fotografia posto in basso a sinistra. Fai tap, quindi, sulla voce Sfoglia e seleziona dall’elenco il documento che vuoi inviare. Infine, dai conferma premendo sull’icona dell’aeroplanino di carta. Se vuoi saperne di più sull’app di cui ti ho appena parlato ti rimando al mio tutorial su come installare Messenger.

Gmail (Android/iPhone/iPad)

Gmail app Android

Il servizio di posta elettronica Gmail di Google rappresenta un’ottima soluzione per condividere vari tipi di file. L’applicazione relativa può essere scaricata sui dispositivi Android, su iPhone e su iPad e permette di fare il tutto in una manciata di tap. Per procedere in tal senso, apri dunque Gmail e fai tap sul pulsante Scrivi posto in basso a destra.

Altrimenti, se vuoi rispondere a un’email che sia stata inviata, fai tap sull’anteprima di quest’ultima che trovi nella schermata iniziale dell’applicazione, poi scorri la schermata verso il basso e premi sul pulsante Rispondi (o sul pulsante Rispondi a tutti, se si tratta di una email rivolta a più di un utente e vuoi che il tuo messaggio sia inviato a tutti).

A questo punto, fai tap sul campo “A” posto in alto e digita in esso l’indirizzo del destinatario al quale vuoi inviare il messaggio (se stai rispondendo a una email che ti è stata inviata il destinatario sarà già visualizzato automaticamente e non dovrai quindi compiere questo passaggio). Dopodiché, se necessario, digita l’oggetto del tuo messaggio nell’apposito campo e là dove è riportata la dicitura Scrivi email digita il testo del tuo messaggio.

Infine, per allegare a quest’ultimo un documento, fai tap sull’icona della graffetta situata in alto a destra, poi seleziona la voce Allega file (o se il file è presente su Google Drive premi sulla voce inserisci Da Google Drive) e seleziona dalla memoria del tuo dispositivo il documento PDF che puoi inviare premendo sulla sua anteprima.

Per concludere e inviare dunque la email che hai composto, premi sul pulsante del triangolo che si trova in alto a destra. Tutto qui! Hai ancora qualche dubbio sull’utilizzo dell’applicazione che ti ho consigliato? Allora consulta il mio tutorial su come funziona Gmail, troverai in esso tutte le risposte che cerchi.

Dropbox (Android/iPhone/iPad)

Dropbox app Android

Come dici? Il file PDF che intendi inviare è particolarmente voluminoso e non sei riuscito a condividerlo con i sistemi che ti ho appena suggerito? In tal caso la soluzione ideale potrebbe essere quella di utilizzare un’applicazione studiata appositamente per la condivisione di file, come ad esempio Dropbox.

Caricando un file su quest’ultima, infatti, potrai poi ritrovarlo automaticamente su tutti i dispositivi dai quali accederai allo stesso servizio (lo stesso è disponibile anche via applicazione per browser Web e in formato client desktop per Windows, macOS e Linux).

Il servizio è utilizzabile gratuitamente per utente singolo con la possibilità di sincronizzare file su un massimo di 3 dispositivi (con spazio di archiviazione complessivo condiviso di 2GB). I piani di abbonamento consentono di utilizzare Dropbox da più utenti, con uno spazio di archiviazione maggiore di quello succitato e hanno costi che partono da 9,99 euro al mese (se vuoi saperne di più al riguardo ti consiglio la lettura del mio tutorial su come funziona Dropbox).

Per utilizzare l’app di Dropbox, innanzitutto, apri quest’ultima premendo sull’icona del pacchetto bianco aperto su sfondo blu ed effettua l’accesso con il tuo account Google o Apple (oppure puoi creare direttamente un nuovo account sulla piattaforma in questione premendo sul pulsante Registrati). Una volta ultimato questo passaggio preliminare, premi sul pulsante Salta posto in alto e fai tap sulla dicitura Carica file (la trovi nella scheda File che è posta in basso).

Seleziona quindi dalla memoria del tuo dispositivo il documento PPF che vuoi caricare sul cloud, facendo tap sulla sua anteprima, e attendi che il caricamento sia completo. Successivamente, per condividere il file appena caricato, premi sul pulsante ⁝ situato a destra, in corrispondenza del nome di quest’ultimo e poi scegli la voce Condividi dal menu che ti viene mostrato in basso. Premi quindi sul campo Email, nome o gruppo e fornisci all’applicazione il permesso di accedere ai tuoi contatti facendo tap sull’apposito pulsante.

Non ti resta, quindi, che digitare gli indirizzi email o i nomi dei tuoi contatti e, infine, premere sul pulsante Condividi. Altrimenti, se vuoi semplicemente ottenere il link di download del tuo file (in modo che chiunque lo abbia possa poi scaricare quest’ultimo) torna al menu precedente, ossia quello che puoi richiamare premendo sul pulsante ⁝ posto a destra, accanto al nome del documento e seleziona poi la voce Copia link dal menu che ti viene proposto.

Ora puoi incollare il link appena copiato in qualsiasi email o messaggio sui vari servizi di messaggistica istantanea. Aprendo il link si verrà poi il reindirizzati al download del documento PDF che hai memorizzato sul cloud.

Files di Google (Android)

Files

L’applicazione Files di Google è il comodo gestore di file sviluppato dal colosso di Mountain View e disponibile “di serie” su molti smartphone Android (se sul tuo dispositivo l’hai cancellata puoi ottenerla nuovamente visitando questa sezione del Play Store); con essa puoi aprire, spostare, copiare, rinominare, eliminare e, ovviamente, anche condividere i file memorizzati sul tuo dispositivo.

Per inviare un documento PDF con questa applicazione, aprila facendo tap sull’icona della cartella blu che puoi trovare nella schermata home o nel menu delle app.

Una volta che hai di fronte l’interfaccia della stessa, puoi cercare il file che ti interessa in vari modi: digitarne il nome nel campo che puoi richiamare premendo sul pulsante della lente d’ingrandimento posta in alto a destra o premere sull’icona Documenti e altri file nella schermata iniziale, oppure ancora puoi esplorare manualmente il tuo dispositivo facendo tap sull’icona Memoria interna posta in basso (sempre nella schermata iniziale dell’app).

Una volta trovato il file che ti interessa, premi sul pulsante ⁝ situato a destra, in corrispondenza del nome di quest’ultimo e, dal menu che ti viene mostrato, seleziona la voce Condividi. Infine, seleziona dall’elenco mostrato in basso il servizio di condivisione che preferisci premendo sulla relativa icona (ti verranno mostrati tutti quelli installati sul tuo dispositivo, es. WhatsApp, Gmail, Telegram e così via).

In questo modo sarai reindirizzato all’applicazione scelta e potrai inviare direttamente il messaggio al quale è allegato il file che hai selezionato. Se vuoi, puoi anche inviare in contemporanea anche più di un file.

Per farlo ti è sufficiente eseguire un tap prolungato sull’anteprima del primo che vuoi inviare e poi premere su quelle di di tutti gli altri file da inviare. Per concludere, poi, fai tap sull’icona della freccia rivolta verso sinistra mostrata in alto a destra (dovrai quindi ripetere il passaggio mostrato sopra).

File (iOS/iPadOS)

File app

Utilizzi un iPhone un iPad e hai necessità di inviare un documento in PDF? In tal caso puoi avvalerti del file manager File. Si tratta di un’applicazione piuttosto essenziale che ti permette di spostare, copiare rinominare, condividere e accedere ai file che hai salvato in memoria o su vari servizi di archiviazione cloud come iCloud Drive, OneDrive, Dropbox e così via).

L’applicazione di cui ti parlo dovrebbe essere preinstallata sul tuo “melafonino”, se l’hai eliminata in precedenza ti basta visitare questa pagina dell’App Store per recuperarla. Per inviare un file PDF, dunque, apri l’app suddetta (facendo tap sull’icona della cartella blu che puoi trovare nella schermata home o nella Libreria app) e digita il nome di quest’ultimo nel campo di ricerca situato in alto. In alternativa, puoi anche premere sulla dicitura Sfoglia che si trova in alto ed esplorare il tuo dispositivo premendo sulla voce iPhone che vedi nel menù di sinistra.

Una volta che hai trovato il file che vuoi condividere, esegui un tap prolungato sulla sua anteprima e, dal menu che ti viene mostrato, seleziona la voce Condividi. Non ti rimane, quindi, che selezionare il nome del contatto o l’applicazione da utilizzare per inviare il PDF (per farlo premi sulle relative icone).

Dall’ultimo menu selezionato puoi scegliere anche la l’opzione di condivisione relativa ad AirDrop, ossia la tecnologia che ti permette di condividere in modo immediato un file con altri dispositivi Apple di cui ti ho parlato in dettaglio in questa guida.

Altre soluzioni per mandare documenti in PDF dal cellulare

Outlook app Android

Come ti ho accennato in apertura esistono svariati metodi per condividere documenti PDF dal proprio smartphone e quelle che ti ho consigliato finora sono solo alcune tra le possibili soluzioni che puoi adottare per effettuare tale operazione. qui sotto te ne elenco altre piuttosto comode che possono fare al caso tuo.

  • Snapdrop (Online) — è un servizio online che usa la rete locale per scambiare file di ogni tipo tra due dispositivi connessi alla stessa rete wireless, quindi anche in modo molto rapido e sicuro.
  • Microsoft Outlook (Android/iOS/iPadOS) – il servizio di posta elettronica sviluppato da Microsoft ti permette di inviare email con allegati una svariata quantità di file di diverse tipologie, inclusi i PDF ed è gratuito (con la possibilità di effettuare acquisti in-app). Per inviare un documento in questo modo, una volta che hai di fronte la schermata di composizione di una email, premi sul pulsante della graffetta che è posto in basso a sinistra. Fai quindi tap sulla voce Scegli dai file, poi sulla dicitura Dispositivo, seleziona dalla memoria del tuo smartphone il file che desideri inviare e infine premi sul pulsante dell’aeroplanino di carta posto in alto a destra. Se hai bisogno di altro aiuto nell’effettuare questi passaggi consulta la mia guida su come inviare PDF tramite email.
  • Adobe Acrobat Reader (Android/iOS/iPadOS) – Adobe Acrobat Reader, è disponibile in formato app ed è una delle soluzioni più diffuse per visionare file PDF (l’applicazione è disponibile gratuitamente in formato “base”, mentre per alcune funzionalità aggiuntive, come la possibilità di unire i file e modificarli, è necessario sottoscrivere un abbonamento a partire da 9,99 euro al mese). Una volta avviata l’applicazione e aperto il file che ti interessa, per inviarlo, premi sul pulsante della freccia collocata in alto a destra e seleziona la voce Invia una copia. Dopodiché scegli il servizio di condivisione che preferisci dal menu mostrato in basso.
  • Google Drive (Android/iOS/iPadOS) – il servizio di archiviazione cloud Google Drive è una soluzione particolarmente indicata se vuoi condividere file PDF di grandi dimensioni o intere cartelle includenti questi file. Per mettere a disposizione di altri utenti il documento PDF che vuoi condividere dovrai per prima cosa caricarlo sul tuo spazio di archiviazione online e poi ottenere il link di download dello stesso seguendo i passaggi che ti ho mostrato nel mio tutorial su come condividere file con Google Drive.

Se vuoi scambiare file tra due dispositivi Android, non dimenticare la possibilità di usare il Bluetooth, senza installare app particolari, come trovi spiegato in questo tutorial.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.