Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aggirare il blocco di una persona su Facebook

di

Dopo aver letto la guida su come sapere se si è stati bloccati su Facebook, sei giunto alla conclusione che un utente con cui avevi stretto amicizia sul social network ti ha effettivamente bloccato. Non sei ancora riuscito a capire come mai questa persona abbia deciso di fare ciò e vorresti parlargli per chiarire la situazione. Come avrai già avuto modo di vedere, però, una volta che si è stati bloccati su Facebook è praticamente impossibile contattare l’utente in questione sul social network: è come se il suo profilo non esistesse più (almeno per la persona oggetto del blocco).

Dal momento che ti piacerebbe tanto chiarire la situazione con chi ti ha bloccato, in modo da recuperare il rapporto d’amicizia che c’era prima con quest’ultima, ti stai chiedendo come aggirare il blocco di una persona su Facebook, e io sono lieto di annunciarti che sei capitato nel posto giusto al momento giusto! Nelle prossime righe, infatti, ti svelerò alcuni “trucchetti” che potranno tornarti utili per tentare di contattare un utente che ha deciso di bloccare il tuo account sul social network più famoso del mondo.

Solo una piccola premessa prima di iniziare: se una persona ti ha bloccato su Facebook, evidentemente non ha più voglia di chattare con te e mostrarti i contenuti che posta sul social network. Pertanto, valuta con attenzione se vale effettivamente la pena provare a contattare l’utente in questione o meno. Detto ciò, direi che possiamo metterci all’opera: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti serve per concentrarti sulla lettura di questo tutorial e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò. A me non resta altro da fare che augurarti buona lettura e, soprattutto, farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Controllare le informazioni pubbliche con Google

Utilizzare la ricerca tramite il browser

Una delle prime soluzioni che ti consiglio di provare per aggirare il blocco di una persona su Facebook, soprattutto se vuoi semplicemente controllare gli ultimi post che ha pubblicato sul suo profilo, consiste nel controllare le informazioni pubbliche con Google (o con un qualsiasi altro motore di ricerca). Nell’effettuare quest’operazione, però, ti consiglio di attivare la navigazione in incognito nel browser (se non sai come fare, puoi aiutarti con le istruzioni presenti in questa guida), così da non loggarti al tuo account Facebook e navigare sul sito come un utente ospite (cosa che permette di aggirare il blocco di cui sei stato oggetti).

Dopo aver aperto una nuova sessione di navigazione in incognito nel browser, collegati alla home page di Google, digita nella barra di ricerca situata al centro della pagina i seguenti termini di ricerca: “[nome e cognome dell’utente che ti ha bloccato] Facebook (ad esempio Mario Rossi Facebook) e pigia sul bottone raffigurante la lente di ingrandimento per avviare la ricerca.

Nella pagina che si apre, ti verranno mostrati i risultati corrispondenti alla ricerca appena fatta: non devi fare altro che individuare il link corrispondente al profilo dell’utente cercato (in caso di omonimia, potrebbero esserci più profili con lo stesso nome) e cliccarci sopra: come per “magia” potrai visualizzare tutte le sue informazioni di base, compresi i contenuti e i post condivisi con l’impostazione della privacy impostata su Pubblico.

Creare un secondo profilo Facebook


Creare un secondo profilo su Facebook è un altro modo con cui è possibile aggirare il blocco di una persona sul noto social network. Prima di compiere questa operazione, però, ci tengo a dirti che questa porta a una violazione delle condizioni d’uso di Facebook che, come forse già saprai, non permettono di creare due account (tantomeno se uno dei due è “fake”). Le informazioni riportate di seguito, quindi, sono da considerarsi a puro scopo illustrativo: non mi assumo alcuna responsabilità circa l’uso che ne farai, OK?

Per creare un secondo account Facebook, devi ripetere la medesima procedura che hai effettuato quando ti sei iscritto al social network per la prima volta. Se hai già effettuato l’accesso al tuo account Facebook, devi innanzitutto effettuarne il logout: se stai agendo da mobile, pigia sul pulsante (≡), scorri la schermata visualizzata e fai tap su Esci, mentre se stai agendo da PC, clicca sul simbolo (▾) situato in alto a destra e seleziona la voce Esci dal menu che si apre.

A questo punto, pigia sulla voce Iscriviti a Facebook (se stai agendo da mobile) e compila il modulo di iscrizione seguendo la procedura guidata: fornisci il tuo nome e cognome negli appositi campi di testo, l’indirizzo email o il numero di cellulare con cui vuoi iscriverti (ovviamente, devono essere diversi da quelli del tuo account “principale”), fornisci la password che vuoi usare per eseguire l’accesso, inserisci la tua data di nascita, indica se sei uomo o donna, premi sul bottone Crea account e segui le istruzioni che ti vengono fornite per portare a termine la procedura di iscrizione.

Per completare l’iscrizione, poi, dovrai digitare il codice di conferma che riceverai all’indirizzo di posta elettronica o al numero di cellulare fornito in fase di registrazione e pigiare sul bottone Continua. Se qualche passaggio ti è poco chiaro, dai un’occhiata alle guide in cui spiego come creare account Facebook e come creare due profili su Facebook: lì troverai altre informazioni che senz’altro ti saranno utili per procedere senza problemi.

Chiedere aiuto a un amico in comune

Chiedere a un amico di accedere al profilo Facebook di chi ti ha bloccato utilizzando il suo account è un altro “espediente” che puoi utilizzare per visualizzare il profilo Facebook dell’utente che ti ha bloccato. Se ti è possibile, chiedi questo “favore” a qualcuno che sia amico in comune con la persona che ti ha bloccato sul social network, cioè a un utente che ha nella propria lista di amici di Facebook la persona in questione (così da essere certo che non abbia bloccato anche quest’ultimo).

Se l’amico in questione deciderà di collaborare con te, non dovrà fare altro che accedere al suo account, cercare il profilo dell’utente che ti ha bloccato digitandone il nome e cognome nella barra di ricerca del social network collocata in alto e poi pigiare sul risultato di ricerca corrispondente. Se il tuo amico è particolarmente collaborativo, poi, puoi provare a chiedergli di inviare un messaggio all’utente che ti ha bloccato per conto tuo, così da domandargli come mai ha deciso di farlo.

Mi raccomando, se l’amico che hai in comune con la persona che ti ha bloccato su Facebook non acconsente ad accedere al profilo di chi ti ha bloccato utilizzando il suo account e/o a inviare un messaggio all’utente in questione, non insistere: oltre a non ottenere nulla, rischieresti anche di incrinare il rapporto d’amicizia che hai anche con quest’ultimo aggravando ulteriormente la situazione. Intesi?

Contattare chi ti ha bloccato su Facebook in altri modi

Se sei stato bloccato su Facebook da una persona e vuoi sapere il motivo per cui ha fatto ciò, puoi cercare di contattarlo in altri modi. Chi ti ha bloccato, infatti, potrebbe averlo fatto per sbaglio e non sapere come annullare il blocco (se questo è il caso, puoi consigliargli di seguire le “dritte” presenti nella mia guida su come sbloccare una persona su Facebook), oppure potrebbe averlo fatto a seguito di un malinteso e, una volta chiarita la situazione, potrebbe essere disposto a revocare il blocco.

Anche se sei stato bloccato su Facebook, quindi, prova a contattare l’utente che ti ha bloccato in altri odi: ad esempio puoi usare altre piattaforme con cui siete in contatto, come WhatsAppTelegram, WeChat o Skype (purché non ti abbia bloccato anche su questi servizi!), chiamandolo al telefono o, ancor meglio, incontrandolo di persona per chiarire la situazione vis-à-vis.

Se la persona che ti ha bloccato su Facebook ti permette di parlargli, chiedigli per quale motivo lo ha fatto e, in base alla risposta che ti darà, promettigli che farai di tutto per evitare di infastidirlo di nuovo. Se, ad esempio, ti ha bloccato perché gli inviavi con troppi messaggi, promettigli che eviterai di farlo di nuovo; se, invece, è stato infastidito da un tuo post, promettigli che lo cancellerai e che non pubblicherai più contenuti simili. Ovviamente, poi, mantieni la parola data!

Se l’utente che ti ha bloccato su Facebook manifesta la volontà di non revocar il blocco, rispetta la sua scelta: chissà, magari in futuro potrebbe decidere di sua spontanea volontà di sbloccarti su Facebook.